Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sanare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sanare

Verbo
Sanare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è sanato. Il gerundio è sanando. Il participio presente è sanante. Vedi: coniugazione del verbo sanare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola sanare è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (rana).
Divisione in sillabe: sa-nà-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: ansare (spostamento di una lettera), anserà, sanerà (scambio di vocali).
Componendo le lettere di sanare con quelle di un'altra parola si ottiene: +bio = abrasione; +ili = alienarsi; +[ciò, coi] = anacoresi; +toc = ancoraste; +doc = androsace; +gin = annegarsi; +uni = annuserai; +osi = anoressia; +sos = ansassero; +non = anseranno; +ego = aragonese; +ito = arenosità; +ito = arseniato; +osi = arseniosa; +tai = artesiana; +ito = artesiano; +sob = baronessa; +bot = bastonare; +bot = bastonerà; +tic = canestrai; +tac = casertana; +tic = casertani; ...
Vedi anche: Anagrammi per sanare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: panare, salare, samare, sanate.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: canard, canari, danari, danaro.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: sane.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: spanare, stanare.
Parole con "sanare"
Finiscono con "sanare": risanare.
Parole contenute in "sanare"
san, sana. Contenute all'inverso: era, rana.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sanare" si può ottenere dalle seguenti coppie: sagrati/gratinare, salami/laminare, salumi/luminare, sauri/urinare, santi/tiare, sanai/ire, sanamenti/mentire, sanamento/mentore, sanata/tare.
Usando "sanare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areno = sanno; dosa * = donare; orsa * = ornare; pesa * = penare; * areata = sanata; * areate = sanate; * areati = sanati; * areato = sanato; adusa * = adunare; fresa * = frenare; * rendo = sanando; * resse = sanasse; * ressi = sanassi; * reste = sanaste; * resti = sanasti; * areremo = sanremo; * aretini = santini; * aretino = santino; stasa * = stanare; toccasana * = toccare; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "sanare" si può ottenere dalle seguenti coppie: sarete/eternare, sarò/ornare, sanerà/areare, sanata/atre, sanato/otre.
Usando "sanare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = sanata; * erte = sanate; * erti = sanati; * erto = sanato.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "sanare" si può ottenere dalle seguenti coppie: tisana/reti.
Usando "sanare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tisana = reti; reti * = tisana.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "sanare" si può ottenere dalle seguenti coppie: sana/area, sanata/areata, sanate/areate, sanati/areati, sanato/areato, sane/aree, sanno/areno, sanremo/areremo, santini/aretini, santino/aretino, sanai/rei, sanando/rendo, sanasse/resse, sanassero/ressero, sanassi/ressi, sanaste/reste, sanasti/resti, sanate/rete, sanati/reti.
Usando "sanare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: donare * = dosa; ornare * = orsa; penare * = pesa; adunare * = adusa; frenare * = fresa; * tiare = santi; * urinare = sauri; divinare * = divisa; limonare * = limosa; marinare * = marisa; * laminare = salami; * luminare = salumi; scannare * = scansa; scarnare * = scarsa; scornare * = scorsa; svernare * = sversa; invernare * = inversa; pallonare * = pallosa; picconare * = piccosa; * gratinare = sagrati; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sanare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * mi = smaniare; * pi = spaniare; * tg = stagnare; * tg = stangare; * pin = spianarne; rito * = risanatore; * villeggi = svillaneggiare.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "sanare"
»» Vedi anche la pagina frasi con sanare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per sanare l'umidità di questa casa sarà obbligatorio creare un solaio aerato sotto il pavimento.
  • C'è una situazione difficile da sanare, occorrono tatto e diplomazia.
  • Per sanare l'abuso edilizio, sono dovuto andare al catasto e pagare una grossa ammenda.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Sanare, Risanare, Risanicare, Rinsanire - Risanare è sanare di nuovo, cioè divenire nuovamente sano; il risanare ha senso più sovente neutro che sanare, il quale lo ha forse più sovente attivo; non so chi più, del medico o della natura, sanino ammalati; una leggiera ferita risana da sè quando gli umori dell'uomo non hanno vizii originarii o contratti. Rinsanicare pare non tanto il risanare proprio bene, ma sì un mezzo risanamento, un'apparenza più che una realtà di florida salute: poi rinsanicare della salute intera, e sanare e risanare, come si vide, d'una ferita o d'una parte del corpo affetta da qualche parziale malore. Rinsanire è riavere il senno perduto per malattia, o eccesso di passione. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sanare - V. a. Far sano, Render sanità. Aureo lat. G. V. 7. 154. 1. (C) Sanando infermi, e rizzando attratti, e sgombrando imperversati. Serm. S. Agost. 50. Tu facesti infermare colui ch'è sanatore di tutti i mali, acciocchè e' sanasse le nostre infermitadi. Dant. Inf. 11. O Sol, che sani ogni vista turbata, Tu mi contenti. Petr. Son. 108. part. I. Non sa come Amor sana, e come ancide.

2. Dicesi anche dei Terreni. Viv. Relaz. 4. 262. (Man.) Per sanare, o migliorare i terreni infermi, o di qualità inferiore.

3. [Cont.] Togliere il difetto preso dal vino od altra bevanda. Lauro, Amm. agr. Cost. v. 45. In qual modo si soccorre alle uve acerbe o altramente corrotte, come si sana il vino che di quelle farassi. E IX. 22. Sanasi l'oglio ranzo mettendovi l'aniso.

4. [Cont.] Trasl. Mettere in regola checchessia, Rimediare a qualche mancanza di forma. Bart. D. Tens. Press. XXXII. Quella dessa doverne in fatti essere la cagione: e, se v'ha qualche anomalía da sanare, ciò non pregiudica al regolato procedere del rimanente.

5. Sanare una doglia, e sim., dicesi dei medicamenti che hanno virtù di toglierla. Tes. Pov. P. S. 18. (M.) La scabbiosa gargarizzata, bevuta ed impiastrata, sana la squinanzía disperata. E cap. 26. La cocitura di salice sana la doglia… e la durezza (della milza). Cr. 6. 67. 6. (Man.) Le ferite che si corrompono sana (la lattuga), e guarisce.

6. † Per Castrare. Cant. Carn. 157. (C) Non gli fate per nulla mai sanare,… Fir. As. 210. Noi po tremmo col sanarlo trargli il ruzzo del capo. [F.] Lettera del Prest. Giov. Uccidiamo tutti i vecchi, e i fanciulli teniamo per noi servire, e tutti li facciamo sanare, imperciocchè gli uomini e femmine di quella terra sono la più calda gente che sia al mondo.

7. N. ass., per Risanare. [Camp.] Bib. Levit. 15. E se sanasse chi sostiene questa infermità, dopo i sette dì sanato, lavate tutte le sue vestimenta e se medesimo con l'acqua viva, sarà mondo. = Fr. Giord. 73. (M.) Entrato in un bagno d'olio lavorato, il quale i medici l'aveano fatto, acciocchè sanasse; uscendone fu bene dieci cotanti peggio poscia, che prima. Petr Son. 61. part. I. (C) Piaga, per allentar d'arco, non sana. (T. A chi vedeva M. Laura, non più giovane, dice il poeta: La mia ferita è da anni) [Cont.] Cr. P. Agr. 1. 98. Ne' lor corpi tosto sanano le piaghe per la lor fortezza, e per la bontà del lor sangue: e ancora avviene perciocchè di fuori non è cagione la quale le allarghi, ovvero le scuopra. = Cas. Son. 14. (M.) Cangiai con mio gran duol contrade e parte, Com'egro suol che 'n sua magion non sana.

[T.] La pers. malata o inferma. T. Vang. Sanare gl'infermi. E: L'uomo ch'era stato sanato. – Come subito fu sanato.

II. Specificato il male o la parte malata. [Pol.] Passav. 36. Cristo sanò quello attratto. T. Vang. Toccato l'orecchio di lui, lo sanò.

III. Col Da. T. Vang. Sanarentur a languoribus suis. E: Sanò il fanciullo (dallo spirito), e lo rendè al padre suo.

IV. Del male sanato. [Pol.] Passav. 58. Sanogli ogni piaga. T. Prov. Tosc. 289. Ogni mal fresco si sana presto. Anco fig. E 164. Con la pelle del cane si sana la morditura. (Proverbio che può non suonare vendetta; ma intendasi che nel nale stesso talvolta si rinviene il rimedio).

V. La cosa che risana o che può risanare. T. Cr. 6. 60. Le ferite che si corrompono sana e guarisce (la lattuga).

T. Vang. Virtù del signore era a sanarli. E: Virtù usciva di lui e sanava tutti.

VI. T. Sanare nell'uso presente ha sovente uso trasl.; più com. nel pr. Risanare. Sanare l'anima malata da colpa. Vang. Convertantur et sanem eos. [Pol.]Pass. 229. Sanare gli uomini superbi.

T. Prov. Tosc. 242. La vendetta non sana piaga. E 43. Frenesia, gelosia… mai son sanate per alcuna via. E 44. La lontananza ogni gran piaga sana (o piuttosto Salda). E 72. Il tempo sana ogni cosa. E 337. Molte cose il tempo cura che la ragion non sana.

Fig. T. L'animo, il cuore, la mente; L'uomo, il popolo, in quanto a moralità. Ps. Sanat contritos corde. – Sanabiles fecit nationes terrae.

VII. Sanare per Castrare. T. Non par che venga da Sanies, la cui prima sill. è breve; l'Exseccaminare del Menagio allunga troppo la cosa, sebbene daExamen si faccia Sciamare. Altri rammenta il Coccio samio (ved. SAMIO). In Alvernia e in Linguadoca Sanare vale Castrare; nell'Angiò Sener, Seneur il Castraporcelli. Chi pensa a Saigner, potrebb'essere ricondotto a Samies, dalla gen. idea di Far sangue. Altri ci vede un accenno all'opinione che a quella maniera gli uomini guarissero della lebbra; e c'è forse un principio confuso di vero in questo che le malattie cutanee e contagiose e attaccaticce comunicansi per via della generazione. Altri potrebbe ricorrere al senso di Sano, Intero; e interpretare che cotesta sanatura è, come familiarm. dicono, Far piazza pulita, Far netto ogni cosa. Così Al tutto vale Affatto, e ai Fr. Du tout, Niente affatto.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sanai, sanamenti, sanamento, sanammo, sanando, sanano, sanante « sanare » sanarono, sanasse, sanassero, sanassi, sanassimo, sanaste, sanasti
Parole di sei lettere: sanano « sanare » sanata
Lista Verbi: salvaguardare, salvare « sanare » sancire, sanguinare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): allampanare, impanare, spanare, sbranare, franare, ingranare, sgranare « sanare (eranas) » risanare, capitanare, impantanare, allontanare, montanare, totanare, stanare
Indice parole che: iniziano con S, con SA, iniziano con SAN, finiscono con E

Commenti sulla voce «sanare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze