Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scaltrezza», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scaltrezza

Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di scaltrezza (astuzia, furberia, furbizia, malizia, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola scaltrezza è formata da dieci lettere, tre vocali e sette consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: scal-tréz-za. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di scaltrezza con quelle di un'altra parola si ottiene: +mie = reclamizzaste; +ito = sclerotizzata; +voi = sclerotizzava; +noi = scolarizzante; +osi = scolarizzaste; +[pio, poi] = spazzolatrice; +voi = svolazzatrice; +iene = canalizzereste; +[iosa, oasi, osai, ...] = catalizzassero; +seni = centralizzasse; +enti = centralizzaste; +tini = centralizzasti; +liti = cristallizzate; +[aedi, idea] = desacralizzate; +adii = desacralizzati; +odia = desacralizzato; +unii = nuclearizzasti; +adii = radicalizzaste; ...
Vedi anche: Anagrammi per scaltrezza
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: scaltrezze.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: scaltra, scalea, scale, scalza, scala, salta, sale, sala, sara, calte, calta, cale, calza, cala, carezza, care, cara, crea, altra, altezza, altea, alte, alta, alea, alza, atre, atra, atea, area, azza.
Parole contenute in "scaltrezza"
alt, tre, altre, scaltre.
Frasi con "scaltrezza"
»» Vedi anche la pagina frasi con scaltrezza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La scaltrezza di Evaristo è pari a zero, è ingenuo come un bimbo.
  • Devo ammettere che in quanto a scaltrezza non ti batte nessuno.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Astuzia, Furberia, Scaltrezza - Sopra queste voci si legga tutto il bell'articolo del Grassi.

«Astuto è colui che per vie simulate giunge al fine del suo proposto.

«Scaltro è quello che, pratico delle cose del mondo e del cuore umano, procede con gran cautela in tutte le sue azioni e riesce al bene in ogni pericoloso frangente.

«Furbo si chiama colui che va per via d'inganno ad un mal fine. Tutti e tre giuocano d'ingegno nelle loro azioni.

«Nelle nostre conversazioni opponiamo l'astuto al semplice, lo scaltro all'inesperto, il furbo all'uomo schietto.

«Quindi l'astuzia e la scaltrezza sono qualità che assumono il carattere di buone o cattive dal fine loro; e furberia è quella cattiva che si oppone alla buona.
«Ma l'astuzia e la furberia vanno per una via medesima e tanto appajate che è facile assai lo scambiar l'una coll'altra.

«L'astuto si copre colla maschera della simulazione, il furbo con quella dell'inganno; ma quando la simulazione inganna a reo fine, allora l'astuto si chiama furbo. Diresti che la astuzia è l'occasione prossima della furberia; tanto è sdrucciolevole il passo dall'una all'altra; la prima è per sè innocente, la seconda è viziosa; aggiungi all'astuzia la malizia o la bugia, e diventa furberia.

«Lo scaltro è assai più lontano dal furbo, di quel che non sia l'astuto, poichè la scaltrezza e gli scaltrimenti sono sempre adoperati in senso buono; astuzia non sempre; furberia non mai. Un gran capitano deve essere scaltrito, meglio per lui s'egli è astuto; ma l'essere furbo sarebbe indegno del nome e della dignità di lui. Con quest'avvertenza chiamiamo astuto Ulisse e furbo Sinone.

«Abbiamo detto che la scaltrezza è diligente cautela nel provvedere alle cose dubbie; di fatto il Davanzati dipinge con una sola parola quel prudentissimo capitano dell'esercito di Ottone, Svetonio Paullino, chiamandolo il più scaltro guerriero dei suoi tempi. A questo modo chiamiamo pure scaltro il gran Fabio ed astuto Annibale, il quale uscì appunto con un'astuzia dalle reti di lui, simulando colle fiaccole poste sulle corna dei buoi d'avviar l'esercito in parte diversa da quella che aveva scelta a salvarsi; ma l'infame Appio nel suscitare contro Virginia la querela di schiava, tramò una nera furberia, anziché un'astuzia od uno scaltrimento.

«Venendo ora al carattere abituale di queste tre qualità, osserveremo che le astuzie immaginate a tempo e a fine di bene, sono lodate; ma che gli uomini d'alto animo sdegnano il nome di astuto, come di cosa bassa e propria di coloro ai quali mancano modi franchi ed aperti per arrivare al fine delle loro azioni; non così di scaltro, che è qualità particolare de' capitani non solo, ma di chi tratta i pubblici negozii ed ha maneggio pratico degli uomini. Per lo contrario, il nome di furbo è odioso a tutti. La lingua in gergo delle spie, de' truffatori e de' tagliaborse, che ha fra noi gli onori del vocabolario, non chiamasi ella lingua furbesca?

«Uno sguardo sull'origine delle tre voci farà più aperte ancora le accennate differenze.

«Astuto è dal latino astutus colla radice nel greco asti città; quasi a dire che l'abitante della città è d‘ingegno più svegliato che non quello del contado, e però abbiamo più sopra contrapposto astuto a semplice (1).

«Scaltro è dal verbo scalterire de' secoli barbari, colla radice in cautus

(1) Forcellini in Furvus.

de' Latini, e vale propriamente Esperto, pratico delle cose del mondo, oculato nel prevedere, destro nel temporeggiarsi, abile a scansare i pericoli (1).

«Furbo è dal latino furvus, nero; e con questa parola di colore oscuro solevano gli antichi salutare i furfanti. Essa ha, per altra parte, tanta analogia colla voce latina fur, che il furbo se n'intinge alcun poco; ei pizzica ben sovente del ladro (2).» [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scaltrezza - S. f. Accortezza, Sagacità. Cautela, Caio. – Salvin. Disc. 2. 477. (M.) La santità conviene colla sapienza, mentre questa non sia disgiunta dalla giustizia, e piuttosto sia scaltrezza, e sottilità, ed astuzia, e sagacità umana. Segner. Pred. Pal. Ap. 9. 14. Anzi, mirisi la scaltrezza! Conoscendo la femmina a chiari segni, che quegli con cui trattava, era un gran Profeta, che doveva fare?
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scalpito, scalpo, scalpore, scalpori, scaltra, scaltramente, scaltre « scaltrezza » scaltrezze, scaltri, scaltrire, scaltrirsi, scaltro, scalza, scalzacane
Parole di dieci lettere: scalpitino « scaltrezza » scaltrezze
Vocabolario inverso (per trovare le rime): magrezza, allegrezza, prezza, deprezza, apprezza, asprezza, disprezza « scaltrezza (azzertlacs) » destrezza, attrezza, disattrezza, sicurezza, insicurezza, durezza, purezza
Indice parole che: iniziano con S, con SC, iniziano con SCA, finiscono con A

Commenti sulla voce «scaltrezza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze