Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scorso», il significato, curiosità, forma del verbo «scorrere» aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scorso

Forma verbale
Scorso è una forma del verbo scorrere (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di scorrere.
Aggettivo
Scorso è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: scorsa (femminile singolare); scorsi (maschile plurale); scorse (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di scorso (passato, trascorso, ultimo, antecedente, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
anno (47%), passato (21%), mese (6%), ultimo (4%), prossimo (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Scorrono « * » Scorto]
Giochi di Parole
La parola scorso è formata da sei lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: scór-so. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di scorso con quelle di un'altra parola si ottiene: +ape = ascospore; +[tau, tua] = autocross; +pia = capirosso; +[eta, tea] = carestoso; +tai = catriosso; +idi = codirossi; +dio = codirosso; +alé = colassero; +alé = colorasse; +[ali, ila, lai] = colorassi; +[ile, lei] = colorisse; +ili = colorissi; +ani = coronassi; +[ave, eva] = covassero; +cra = crossarco; +dei = dissocerò; +mie = esorcismo; +dei = esordisco; +alé = locassero; +idi = ossidrico; +[ile, lei] = sciolsero; ...
Vedi anche: Anagrammi per scorso
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: sborso, scarso, scordo, scorgo, scorno, scorro, scorsa, scorse, scorsi, scorto, scosso.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: corso, sorso. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: sos.
Altri scarti con resto non consecutivo: coro, coso.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: scorsoi.
Parole con "scorso"
Iniziano con "scorso": scorsoi, scorsoia, scorsoie, scorsoio.
Finiscono con "scorso": discorso, trascorso, ritrascorso.
Contengono "scorso": discorsone, discorsoni.
Parole contenute in "scorso"
orso, corso.
Incastri
Inserito nella parola dine dà DIscorsoNE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "scorso" si può ottenere dalle seguenti coppie: scodo/dorso, scopa/parso, scope/perso, scoria/riarso, scorcerò/ceroso, scordo/doso, scorga/gaso, scorgemmo/gemmoso, scornarci/narciso, scorporo/poroso, scorra/raso, scorre/reso, scorri/riso, scorro/roso, scorte/teso, scorto/toso.
Usando "scorso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: mosco * = morso; pasco * = parso; pesco * = perso; tosco * = torso; * soci = scorci; * soda = scorda; * sodi = scordi; * sodo = scordo; * soia = scoria; * soie = scorie; * sono = scorno; ripesco * = riperso; * socia = scorcia; * socio = scorcio; * sonata = scornata; * sonate = scornate; * sonici = scornici; * sopori = scorpori.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "scorso" si può ottenere dalle seguenti coppie: scorra/arso, scorro/orso.
Usando "scorso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * osta = scorta; * oste = scorte; * osti = scorti; * ostare = scortare; * ostica = scortica; * ostico = scortico.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "scorso" si può ottenere dalle seguenti coppie: scorci/soci, scorcia/socia, scorcio/socio, scorda/soda, scordi/sodi, scordo/sodo, scoria/soia, scorie/soie, scornata/sonata, scornate/sonate, scornici/sonici, scorno/sono, scorpori/sopori.
Usando "scorso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * parso = scopa; scoria * = riarso; * doso = scordo; * gaso = scorga; * raso = scorra; * reso = scorre; * riso = scorri; * roso = scorro; * teso = scorte; * toso = scorto; riperso * = ripesco; * ceroso = scorcerò; * poroso = scorporo; scapi * = capicorso; scapo * = capocorso; * gemmoso = scorgemmo; * narciso = scornarci; scontro * = controcorso.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "scorso" (*) con un'altra parola si può ottenere: * taser = scortassero.
Frasi con "scorso"
»» Vedi anche la pagina frasi con scorso per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La mia data di nascita risale alla prima metà del secolo scorso.
  • Se è successo il mese scorso io non c'ero, ero in vacanza all'estero.
  • Avendo più volte scorso la lista dei presenti, dubito che mi sia sfuggita la sua assenza.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scorso - S. m. Sregolatezza, Licenza, Trascorso. Excursus, aureo, e Decursus. Tac. Dav. Ann. 1. 39. (C) Tiberio disse non esser tempo allora di riforme, nè mancherebbe chi le facesse, se scorso di costumi vi fosse (il testo lat. ha: si quid in moribus labaret). [Val.] Bart. Simb. 180. Reprimer gli scorsi ogni dì maggiori, in che davano.

2. Scorso di lingua, o di penna, vale Innavvertenza nel favellare, o nello scrivere. T. Perchè la mano e la lingua e la mente corrono, trascorrono al dire o al fare innanzi che l'attenzione le regga. = Mor. S. Greg. (C) Spesse fiate il parlar la menzogna può procedere da scorso di lingua. Dep. Decam. 51. (M.) Bisogna pensare di darne la colpa a ogni altra cosa, che o a errore di copista, o a scorso di penna. [G.M.] Segner. Quares. 39. 4. Nè crediate che questo scriva un tant' uomo, o per iscorso di penna, o per impeto di fervore. [Val.] Bart. Simb. 174. Se talvolta avverrà che… dia in qualche scorso di parole… ravvedesi. V. anche SCORSA.
Scorso - Part. pass. e Agg. Da SCORRERE. (C) Excursus, partic., aureo in qualche senso, e Decursus.

2. Per Trascorso, Uscito di regola, e sim. Pallad. Sett. 17. (C) L'uve che vogli serbare, coglieremo salde e non maculate, nè troppo scorse di maturezza. Ovid. Pist. 47. Incontanente costringo il dolore, e le scorse parole. Magal. Sidr. 17. (Man.) Ella (l'esperienza) li scorsi rami Quando fia d'uopo gastigar ti mostri. [Camp.] Dittam. I. 5. E come, me veggendo tanto scorso, Vergogna ed ira punser l'intelletto.

G. V. 10. 160. 4. (C) Ma per lo scorso e corrotto volgare è mutato il nome di Catelino in Catino.

3. Di tempo. T. Nel mese scorso. La settimana scorsa, Nella scorsa estate. [Val.] Adim. Sat. 4. Nell'oprar diverse Furon le scorse etadi alle presenti.

T. In senso sim., più in forma di part. Gli anni scorsi nell'ozio.

4. [Val.] D'opera nel tempo. Fag. Pros. 176. Nella scorsa Adunanza io proposi il dubbio…

5. † Senso sim., di Degradazione. Pallad. Ott. 14. (M.) Il vin bianco è stitico, che si conviene allo stomaco scorso (il testo lat. ha: stomaco laxiori). [Camp.] Din. Din. Mascal. II. 3. Per dare il fuoco le cose scorse e larghe si raffermano. E ivi, più sotto: Per lo fuoco le cose scorse si constringono, le enfiate si assottigliano.

6. In senso aff. a Incursione. Stor. Pist. 13. (C) Stette la città più dì scorsa, e molti de' Neri, ch'erano rimasi, furono dentro morti, fediti e presi.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scorrimento, scorro, scorrono, scorsa, scorse, scorsero, scorsi « scorso » scorsoi, scorsoia, scorsoie, scorsoio, scorta, scortai, scortammo
Parole di sei lettere: scorsi « scorso » scorta
Lista Aggettivi: scorretto, scorrevole « scorso » scorsoio, scosceso
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rincorso, concorso, capocorso, controcorso, percorso, ripercorso, intercorso « scorso (osrocs) » trascorso, ritrascorso, discorso, dorso, morso, portamorso, demorso
Indice parole che: iniziano con S, con SC, iniziano con SCO, finiscono con O

Commenti sulla voce «scorso» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze