Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sicurezza», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sicurezza

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere sicurezza (pubblica, stradale, personale, insicura, ...)
»» Sinonimi e contrari di sicurezza (certezza, confidenza, fiducia, convinzione, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
certezza (9%), stradale (8%), lavoro (7%), pubblica (7%), cintura (6%), cinture (3%), piano (3%), massima (3%), fiducia (2%), tranquillità (2%), agente (2%), insicurezza (2%), serratura (2%), uscita (2%), protezione (2%), polizia (2%), sistema (2%), incertezza (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate sicurezza

Arrampicarsi alla palestra di Brunico

Si prepara la festa.
 
Giochi di Parole
La parola sicurezza è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: si-cu-réz-za. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
sicurezza si può ottenere combinando le lettere di: usci + razze.
Componendo le lettere di sicurezza con quelle di un'altra parola si ottiene: +ala = casualizzare; +ala = casualizzerà; +[lao, ola] = casualizzerò; +tir = ristuzzicare; +tot = stuzzicatore; +hit = stuzzicherai; +[osta, tosa] = acutizzassero; +etti = acutizzeresti; +elia = casualizzerei; +[aste, seta, tesa] = cauterizzasse; +[asti, sita, stai, ...] = cauterizzassi; +[atte, tate, teta] = cauterizzaste; +[atti, tait] = cauterizzasti; +[asti, sita, stai, ...] = riacutizzasse; +[atti, tait] = riacutizzaste; +[opta, pota] = scopiazzature; +talee = casualizzerete; +lenta = nuclearizzaste; +[optata, potata] = autospazzatrice; ...
Vedi anche: Anagrammi per sicurezza
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: sicurezze.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: sicura, sire, scure, scura, cura, crea, urea.
Parole con "sicurezza"
Finiscono con "sicurezza": insicurezza.
Parole contenute in "sicurezza"
cure, sicure.
Frasi con "sicurezza"
»» Vedi anche la pagina frasi con sicurezza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Coraggio giovani! Col passare degli anni si acquista sempre più sicurezza e fiducia in se stessi.
  • Si parla tanto di sicurezza negli ambienti lavorativi, ma poi non sempre vengono effettuati i controlli.
  • Tornerò a viaggiare con i treni della Vesuviana, solo quando avrò la sicurezza che non vi saranno più disguidi nel servizio.
Espressioni e Modi di Dire
  • Uscita di sicurezza
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Sicurtà, Sicurezza - La Sicurtà ha qualche cosa più d'astratto che la Sicurezza, la quale significa, dirò così, la sicurtà posta in essere. La Sicurtà è anche la promessa che altri fa per altrui, la quale non è sempre sicurezza nell'effetto. - Sicurtà è anche il procedere alla libera e senza cerimonie; e ciò spesso è fatto per celare la poca sicurezza. Questa è negazione od assenza di ogni cura, di ogni apprensione. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Raccertare, Rassicurare, Accertare, Certificare, Cerziorare; Certo, Sicuro; Sicurezza, Certezza - Raccertare è accertare di nuovo, o dare doppia certezza; si accerta però non solo coll'affermare la cosa, il che può essere sempre sottoposto a dubbio; ma si accerta l'esito di una cosa col disporne in modo gli elementi o le concomitanze che non possa virtualmente succedere altrimenti. Rassicurare è ridare fiducia a chi teme o a chi dubita: i miracoli di Cristo rassicuravano gli Apostoli nella dubbiosa loro fede, e accertavano la vittoria del Vangelo sulle false religioni del gentilesimo. Certificare, alla lettera, è far certo, o con asserzione solenne, o con documenti: i certificati che hanno da prodursi in giudizio, per essere validi vogliono essere firmati e bollati dalle autorità competenti. Cerziorare è fare vieppiù certo; è il verbo a grado comparativo, da certior, comparativo di certus. Certo dice più di sicuro; ciò che è certo è positivo, indubitabile; ciò che è sicuro non ha che un grado di certezza morale: l'uomo giovane, sanissimo, robusto, è certo di morire, ma si fa sicuro di vivere per molti anni ancora, salvo accidente; così almeno gli sta scritto in cuore. La sicurezza proviene dal sentimento, la certezza dal calcolo: l'uomo può dare sicurezza; ma non è egli stesso passibile di troppe eventualità per potervisi fidare? Da Dio solo la certezza; ma troppa nebbia oscura l'intelletto dell'uomo, perchè possa formolare nettamente gli assiomi di questa sua fede, o formolati, torna a travedere, e perciò a dubitare. Certo si riferisce al vero, esclude il falso e il dubbio; sicuro, da sine cura, esclude il timore, il pericolo. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Lampada di sicurezza - Dacchè si è cominciato l'esercizio delle miniere di carbon fossile, si è scoperto come vi si sviluppino sovente dei vapori suscettibili d'infiammarsi con esplosione dentro alle miniere stesse. Quando quella corrente sia bastevolmente mescolata con l'aria atmosferica contenutavi, se si incontra in quei che lavorano con le loro lampade accese, s'infiamma di subito e con iscoppio terribile. Coloro che così si trovano esposti sono coperti di fuoco, miseramente squarciati ed abbruciati in tutto il corpo. Onde evitare simili accidenti si dovettero fare e si fecero molti tentativi. Erano stati immaginati soltanto mezzi imperfetti e spesso pericolosi, ma Davy, celebre chimico inglese, intraprese di ricercare procedimenti più sicuri. Diversi esperimenti lo condussero a vedere, che semplici tele metalliche fermano la trasmissione della esplosione del gaz, ed anche di qualunque fiamma, purchè siano di un tessuto assai fitto. Questo resultato gli offerse il modo di costruire una lampada, sempre aperta per il passaggio della luce e chiusa per la fiamma delle esplosioni; ed egli vi riuscì contornando il corpo di una lampada comune con una grata di tela metallica. L'esperienza provò, che se una corrente di gaz infiammabile viene ad introdursi nello spazio abbracciato dalla gabbia metallica, vi s'infiamma e si spande ardendo attorno alla fiammella del lume, cui a lungo andare può anche soffocare, ma si ferma al contorno del detto tessuto e non può penetrarlo. La nuova lampada di Davy, che giustamente esso ha chiamata di sicurezza, possiede tutte le proprietà suenunciate. È destinata alla illuminazione delle miniere, ed ha ricevuto ancora dall'autore nuovi perfezionamenti. Ha salvato la vita a molti minatori. Illumina malamente, ed il chiarore che spande assorbito in parte dalle pareti nere delle gallerie non è sufficiente ad ajutar gli operaj nei loro lavori. Per riparare al qual difetto, è stato ideato in Inghilterra di aggiungervi un globo di cristallo, che è fermato col mastico sulla cassetta da olio e chiuso ermeticamente.

Devesi ad Humboldt l'invenzione di una lampada indipendente dall'atmosfera. Questa non si spenge nè nel gaz azoto, nè nel gaz carbonico, nè nelle esalazioni delle gallerie sotterranee. Consiste in due magazzini, che uno pieno d'acqua e l'altro di aria atmosferica; l'acqua infiltrandosi nel secondo comprime l'aria la quale esce dal lucignolo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sicurezza - S. f. Sicurtà, in quanto accenna a esenzione da pericolo. Securitas, Cic. in senso gen. Galat. 4. (C) Giovano non meno a' possessori di esse, che la grandezza dell'animo e la sicurezza altresì a' loro non fanno. Tac. Dav. Germ. 376. Fanno lor villaggi, non al modo nostro colle case congiunte, ma ciascuna ha sua piazzuola intorno, per sicurezza del fuoco (il testo lat. ha: adversus casus ignium remedium).

2. [Cont.] Dicesi di recipiente che abbia tal grossezza nelle pareti da far sicuro chi lo adopera, perchè non può cedere alla pressione che deve sostenere. Biring. Pirot. VI. 3. Una artigliaria quanto più di bronzo è grossa, più è certo chi la maneggia della sua sicurezza; e volendola far tirar più forte e meglio, la può con più e miglior polvere che la comune caricare.

3. Per Fiducia, Confidenza. Segner. Pred. 21. 8. (C) Più volentieri si corre comunemente ad udire quei predicatori, i quali dieno sicurezza, che non quegli altri, i quali arrechino timore.

[T.] Nel primo senso. Tass. Ger. C. 21. Mille, dunque, con te di nostra gente Prendi in sua sicurezza, e l'accompagna. Pallav. Ben. 4. 47. Sicurezza da violenze e da oppressioni. Magal. Lett. Scient. 181. A rovescio di tutti gli altri animali, i terrestri almeno, o i volatili, che hanno l'accorgimento di provveder con tante cautele alla sicurezza de' loro parti. – Avere il danaro con più sicurezza.

II. T. Senso intell. Salvin. Pros. Tosc. 1. 597. Ma per far questo con sicurezza, e per accertare nelle congetture e nell'emendazioni, vuolsi intender bene il genio della lingua. – Sicurezza di giudizio. – Conoscere con sicurezza. – Affermare con sicurezza.

III. Senso mor. T. Galil. Lett. ined. 1. 39. Doppiamente la ringrazio, mentre veggo con quanto eccesso di cortesia ella abbraccia le cose mie, che è a me il sigillo d'ogni mia sicurezza. – Sicurezza de' diritti. – Nella sicurezza che…

IV. Senso soc. T. La sicurezza nutre i commerci. Sicurezza interna ed esterna. Sicurezza delle frontiere. Pubblica sicurezza. Guardie di pubblica sicurezza. Cautele di sicurezza pubblica. Prov. Tosc. 156. Pace in piazza, giustizia in palazzo, e sicurezza per tutto.

V. Atti esterni. T. Sen. ben. Varch. 2. 17. Con uno che sia buono giocatore esercitato, noi manderemo la palla più sicuramente…: ma con un giuocatore nuovo, e che non sappia, non useremo quella sicurezza; ma, dandole pianamente, ci ingegneremo di rimandargliela in mano. Trinc. Agric. 338. Le quali (piante) pur nell'inverno trasportavansi con sicurezza, per riguardarle da' ghiacci, negli stanzoni.

T. Sicurezza delle maniere, degli atti, de' movimenti. – Sicurezza di mano, di pennello.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sicule, siculi, siculo, sicumera, sicura, sicuramente, sicure « sicurezza » sicurezze, sicuri, sicuro, sidecar, siderale, siderali, sideralmente
Parole di nove lettere: sicofanti « sicurezza » sicurezze
Vocabolario inverso (per trovare le rime): apprezza, asprezza, disprezza, scaltrezza, destrezza, attrezza, disattrezza « sicurezza (azzerucis) » insicurezza, durezza, purezza, scarsezza, bassezza, grassezza, grossezza
Indice parole che: iniziano con S, con SI, iniziano con SIC, finiscono con A

Commenti sulla voce «sicurezza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze