Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «silenzio», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Silenzio

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere silenzio (tombale, assordante, assoluto, totale, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
rumore (17%), pace (8%), assenso (8%), oro (5%), innocenti (5%), assoluto (5%), chiasso (3%), tacere (3%), tombale (3%), classe (3%), tranquillità (3%), tomba (2%), quiete (2%), muto (2%), stampa (2%), meditazione (2%), totale (2%), vuoto (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate silenzio

La giusta atmosfera

Tramonto sul fiume!

Attracco
Tag correlati: alberi, acqua, nebbia, fiume
Giochi di Parole
La parola silenzio è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: si-lèn-zio. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
silenzio si può ottenere combinando le lettere di: sol + zinie; sino + zeli; sii + lonze; ioni + selz; lisi + [enzo, zone]; isoli + zen.
Componendo le lettere di silenzio con quelle di un'altra parola si ottiene: +oda = desolazioni; +ano = insolazione; +può = liposuzione; +[ami, mai, mia] = maliziosine; +poa = posizionale; +uro = risoluzione; +ava = salivazione; +[eta, tea] = selezionati; +[ave, eva] = selezionavi; +[neo, noè] = selezionino; +dama = aziendalismo; +[asce, case, esca] = coessenziali; +ceca = coscienziale; +[caci, ciac, cica] = coscienziali; +data = dilazionaste; +[cado, coda, daco] = dislocazione; +sudo = dissoluzione; +foia = esfoliazioni; ...
Vedi anche: Anagrammi per silenzio
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: silenzi.
Altri scarti con resto non consecutivo: silo, sino, seni, seno, ilei, ileo, ilio, lenì, enzo.
Parole con "silenzio"
Iniziano con "silenzio": silenziosa, silenziose, silenziosi, silenzioso, silenziosità, silenziosamente.
Parole contenute in "silenzio"
ile, zio, silenzi. Contenute all'inverso: nel.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "silenzio" si può ottenere dalle seguenti coppie: silenti/tizio.
Lucchetti Alterni
Usando "silenzio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tizio = silenti; * ateo = silenziate.
Sciarade incatenate
La parola "silenzio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: silenzi+zio.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "silenzio" (*) con un'altra parola si può ottenere: * atre = silenziatore; * atri = silenziatori.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "silenzio"
»» Vedi anche la pagina frasi con silenzio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel silenzio assoluto un essere umano potrebbe impazzire.
  • Solo nel silenzio della natura possiamo ascoltare noi stessi e i nostri pensieri.
Proverbi
  • È più facile trovar dolce l'assenzio, che in mezzo a poche donne il silenzio.
  • Il silenzio è d'oro, la parola d'argento.
Libri
  • Luisa e il silenzio (Scritto da: Claudio Piersanti; Anno 1997)
  • Il silenzio del mare (Scritto da: Vercors; Anno 1942)
Titoli di Film
  • Il silenzio degli innocenti (Regia di Jonathan Demme; Anno 1991)
Canzoni
  • La voce del silenzio (Cantata da: Tony Del Monaco e Dionne Warwick; Anno 1968)
  • Il grido del silenzio (Cantata da: Alessandro Errico; Anno 1996)
  • Il profumo del silenzio (Cantata da: Alice; Anno 1983)
  • Zitti zitti (il silenzio è d'oro) (Cantata da: Aeroplanitaliani; Anno 1992)
  • La voce del silenzio (Cantata da: Mina; Anno 1968)
  • Il silenzio (Cantata da: Rudy's Brass; Anno 1978)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Silenzio, Taciturnità; Tacito, Taciturno, Silenzioso - La taciturnità è un'abitudine di silenzio, e può essere anche eccessiva, però viziosa. Il silenzio consiste specialmente nel non parlare, ma anco nel non fare altro rumore: in letteratura v'hanno di quelli che a certe critiche insane o scipite rispondono col silenzio, e qualche volta può star bene. Silenzioso adunque chi non parla; taciturno, chi non suol parlare che di rado. Taciti si va, si sta quando proprio non si apre bocca per tema di farsi sentire; tacito l'assenso non espresso in parole; poeticamente, tacita l'aura, taciti i ruscelli per la poca acqua, per la pianezza del letto su cui scorrono. [immagine]
Far tacere, Imporre silenzio, Intimar silenzio, Chiuder la bocca - Far tacere è fare che chi parla, taccia; è non solamente il comando, ma l'effetto eziandio: imporre silenzio è comandarlo con autorità, intimarlo è comandarlo con minaccia; ma tuttavia queste maniere, tuttochè forti e severe, qualche volta non sortono il loro effetto. Chiuder la bocca, oltre il significato materiale, ne ha uno traslato, che vale dire uno o più ragioni tanto convincenti, che l'altro non sappia che cosa rispondere: si chiude poi la bocca di chi vorrebbe o potrebbe parlare per nostro danno col fargli un regalo, con danaro o minaccia. Il maestro impone, intima il silenzio agli scolari, e oh quante volte inutilmente! Se si mette a raccontar loro una storia, una novella, li fa tacere tutti in un istante. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Silenzio - S. m. Aff. al lat. aur. Silentium. Taciturnità, o Lo star cheto. (Fanf.) Alcuni fanno venir la parola dall'ebr. Sialah, o Scialah;Esser quieto. Petr. Canz. 9. 5. part. I. (C) In silenzio parole accorte e sagge. Vit. SS. Pad. 1. 10. Puosesi ivi presso, e con silenzio orava.

2. Significa anche Il parlar sottovoce. Cavalc. Espos. Simb. 1. 2. (C) Lo primo (simbolo)… si dice in silenzio dalli religiosi, e non in voce a Prima ed a Compieta.

3. Si usa altresì ad accennare Cessazione di commercio di lettere tra persone che erano solite a scriversi. Cas. Lett. 44. (C) Veggo per esperienza quello di che io era in ogni modo sicuro, cioè che il mio lungo silenzio con V. S. Illustriss. e Reverendiss. non ha avuto forza di sminuire la sua affezione verso di me. [Cast.] T. Tass. Lett. n. 1296. Di nuovo sono sforzato rompere il silenzio con vostra paternità. E Lett. 1357. Ora romperò il silenzio con le lettere solamente.

4. Per Intermissione, Posa. Non com. G. V. 7. 134. 1. (C) Per dare alquanto silenzio alla guerra, onde erano aggravati.

5. Per Quiete, o Solitudine. Petr. Son. 124. part. I. (C) Raro un silenzio, un solitario orrore D'ombrosa selva mai tanto mi piacque.

6. (B.A.) Silenzio, nelle Belle Arti esprime una Composizione savia, che produce nello spettatore calma, a causa della moderazione de' movimenti e della dolcezza degli effetti. Questo bel Silenzio è opposto al Fracasso del colorito e dei movimenti. (Mt.)

7. Altri modi.

[Camp.] † Concedere silenzio alle cose, per Tacerle, Dissimularle, ecc. Art. Am. II. Grande virtute è concedere silenzio alle cose (praestare silentia rebus).

8. Dar silenzio alla guerra. Non com., Sospenderla. (M.) V. sopra § 4 e GUERRA, § 65.

9. [Camp.] † Dare silenzio ad alcuno, per Tenersi in silenzio con lui, ecc. Bib. Is. 62. Voi che vi ricordate del Signore, non vogliate tacere, e non date silenzio a lui (ne detis silentium ei; cioè, non vi ristate dal supplicarlo), mentre ch'egli conferma, e infino a tanto che ponga Jerusalem in laude in terra.

10. [Camp.] † Dissolvere il silenzio, per Romperlo. S. Gir. Pist. 5. Armò me a cacciar via la disutile vergogna, e a dissolvere il dannoso silenzio.

11. [Val.] Esser silenzio di una cosa. Non parlarne. Fortig. Ricciard. 28. 47. Sia fra noi silenzio di sì tristo amore.

12. † Far fare il silenzio. Comandare che altri taccia. G. V. 10. 70. 1. (C) Come fu posto a sedere, fece fare il silenzio.

13. Far silenzio, vale Chetarsi, Tacere. G. V. 8. 92. 6. (C) E fatto silenzio, sì disse, che mai quelle resíe e peccati loro opposti non erano stati veri. Cecch. Dot. Prol. Ed allo arrivo solo D'uno far così subito silenzio?

[G.M.] Faccia silenzio! (Si cheti). E assol. Silenzio!

14. Mettere una cosa, o una persona in silenzio, vale Non farne parola. Non com. Chiabr. Rim. 2. 76. (M.) Taccio di Clizia, trapasso Isifile, Metto in silenzio Procri di Cefalo.

15. Passar sotto silenzio alcuna cosa, vale Non farne alcuna menzione. M. V. 10. 75. (C) Gli altri, per meno male, passati furono sotto silenzio.

16. Porre, e, più com., Imporre silenzio, vagliono Far sì che altri non parli. Bocc. g. 6. p. 6. (C) La Reina l'avea bensì imposto silenzio. Amet. 26. Aveva detto Alcesto; e Acaten irato già voleva rispondere, quando le donne quasi ad una boce gli posero silenzio. [Camp.] Lett. Morbos. Richeggiamo che a vostri messi pogniate silenzio. – Scrive a Clemente VI, nel 1345. = Petr. Son. 15. part. II. (C) Posto hai silenzio a' più soavi accenti Che mai s'udiro. Vit. SS. Pad. 1. 27. (Man.) Impose loro silenzio, e non gli lasciò parlare, pognamo che bene dicessero la verità.

E fig. Dant. Par. 5. (C) Poser silenzio al mio cupido ingegno.

17. Porre silenzio detto di Legge, vale Abrogarla, Cassarla. Non usit. Varag. Legg. S. Gio. Batt. 19. (M.) E poneasi silenzio alla legge.

18. Rompere il silenzio, vale Cominciare a parlare. Tass. Ger. 10. 59. (M.) Alfin del Re Britanno il chiaro figlio Ruppe il silenzio, e disse alzando il ciglio. Sannaz. Arcad. pros. 10. (Man.) Onde Selvaggio… ruppe finalmente il silenzio in queste parole.

19. [Camp.] Stare a silenzio, per Tenersi in silenzio, Tacersi, ecc. Vit. S. Gir. Si posero a sedere, e stettero uno poco a silenzio; e poi l'uno disse all'altro che parlasse. – Il com. sarebbe Stare in silenzio.

20. [Camp.] † Tenere in silenzio, per Tenere in obbedienza, in sommessione. Bib. Maccab. I. 1. Tolse le spoglie della moltitudine delle genti, e tenne la terra in silenzio nel suo aspetto (siluit terra in conspectu ejus).

[G.M.] Nel pr. Durante la lezione, sapeva tenere gli scolari in silenzio.

21. Tener silenzio, vale Non parlare, Star senza parlare. Più com. Stare in silenzio, Osservare il silenzio. S. Bern. Pist. 18. (Man.) Se tu puoi, dopo compieta tieni silenzio. Franc. Barb. Regg. donn. 216. E questo tempo tenean silenzio, e ciò durava sin l'ora del vespro.

[T.] Il non metter suono. D. 1. 1. Dinanzi agli occhi mi si fu offerto Chi per lungo silenzio parea fioco. [Pol.] S. Greg. Omel.21. 11. Era osservantissima di silenzio, e sommamente studiosa ad uso di continua orazione.

T. Eccles. Serpente che morde in silenzio, non è meno chi occultamente detrae. Prov. Salom. Le parole de' sapienti ascoltansi in silenzio. Sap. Cum quietum silentium contineret omnia. Ap. Operando in silenzio, mangino il loro pane.

T. Cupo, Mesto, Prudente, Pudico silenzio. Tenace silenzio. – Sacro silenzio.

T. Virg. Il silenzio de' luoghi. – Silenzio della selva. – Silenzio della notte. – Legni erranti per il silenzio delle acque. – Quiete del silenzio. Nel silenzio d'una povera stanza. Ritorno al silenzio del chiostro.

T. Plur. Altri silenzii rotti dallo scoppio delle armi. Ne' silenzii della meditazione.

T. Fig. Silenzio del feretro. Silenzio di morte.

II. T. Del non scrivere o non rispondere alle altrui lettere. Vi ho scritto già tre lettere; e voi, silenzio! Non so spiegare il vostro silenzio. Dopo un mese di silenzio ho ricevuto una vostra letteruccia di pochi versi.

III. Per estens. [G.M.] I Gr. fecero del Silenzio una dignità allegorica; come l'Arpocrate degli Egizii.

T. Personif. nell'Ar. – Bern. Tass. E i silenzii danzâr al letto intorno. Tass. Ger. 5. 79. Ma come uscì la notte, e sotto l'ali Menò il silenzio e i lievi sogni erranti. Prov. Tosc. 319. Dove può il vino, non può il silenzio.

IV. T. Del parlare sommesso, segreto. Jo. 11. Vocavit Mariam silentio, dicens: Magister adest, et vocat te.

V. Con varii verbi. Contenersi sotto silenzio, per Tenersi in silenzio, non com. [Cors.] Belc. Prat. spir. c. 174. Ed essendosi un poco sotto silenzio contenuto, mi disse…

[G.M.] Dispensare il silenzio, quando il superiore, nelle Comunità relig., permette che a refettorio si possa parlare, e fa perciò cessare la lettura spirituale.

Far silenzio, Silentium facere. Gr. Σιωπὴν ποιεῖν. T. Non solo Chetarsi, ma anco Cessar di fare rumore. Fate un po' di silenzio costà; con questo fracasso non si può far nulla. – E ass. Silenzio. [Pol.] Poliz. Orf. arg. Silenzio! Udite: E' fu già un pastore…

T. Farsi silenzio. Apoc. Fecesi silenzio in cielo.

Imporre silenzio; e men com., Porre. [Pol.] Bocc. Nov. 4. g. 1. Imposegli di ciò che udito aveva, silenzio. Imit. Cr. 1. 24. 3. A tutti gli uomini iniqui sarà posto silenzio. T. Prov. Salom. Chi impone silenzio allo stolto, mitiga le ire,

Passare, Trapassare, sotto silenzio. [Cors.] Tass. Dial. 1. 41. Mi pare che il Tasso… infingendosi di conoscere l'importanza della ragione, se la passi sotto silenzio. E appresso: Se ora sia in uso o non sia, voglio che mi giovi sotto silenzio di trapassare. Pallav. Stor. Conc. 12. 15. 8. Il Soave, narratore per altro di minuzie non raccontabili, ha passato in silenzio il vero tenore del Decreto di Costanza.

T. Premere in silenzio, men com., e però più deliberato e più forte. Virg. Premere silentia.

T. Rompere il silenzio. Mart. Rumpere silentium. [Pol.] Comp. Discipl. 19. Rapporti segretamente s'alcuno rompesse il silenzio.

T. Rimanere in silenzio. G. Gozz. Nov. 45. Si rimasero in profondo silenzio.

Ritornare a silenzio, e più com., al silenzio. [Pol.] Imit. Crist. 1. 10. 1. Perchè tanto volentieri parliamo, rade volte ritorniamo a silenzio senza offensione e danno della coscienza.

T. Serbare la dignità del silenzio. – Soffrire in silenzio. Stare in silenzio.

Tener silenzio. [Pol.] Fior. S. Franc. cap. 16. Comandò prima alle rondini che cantavano, che tenessero silenzio. Fatt. En. rubr. 15. Fatto che ebbe fine la reina del suo dire, tutta la gente tenne silenzio. S. Bern. Op. penit. 3. Studiate di tenere silenzio. Imit. Crist. 1. 3. 2. Tutte le scritture tengano silenzio nel tuo cospetto (o Dio). E 2. 5. 2. Tu non sarai mai divoto interiormente, se non terrai silenzio dei fatti altrui.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: silenziare, silenziata, silenziate, silenziati, silenziato, silenziatore, silenziatori « silenzio » silenziosa, silenziosamente, silenziose, silenziosi, silenziosità, silenzioso, silesia
Parole di otto lettere: signorsì « silenzio » silicati
Vocabolario inverso (per trovare le rime): circostanziò, circostanzio, licenziò, licenzio, paradenzio, evidenziò, evidenzio « silenzio (oiznelis) » referenzio, referenziò, differenzio, differenziò, laurenzio, presenzio, presenziò
Indice parole che: iniziano con S, con SI, iniziano con SIL, finiscono con O

Commenti sulla voce «silenzio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest silenzio


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze