Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «solitudine», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Solitudine

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
malinconia (12%), solo (10%), compagnia (7%), tristezza (5%), isolamento (4%), eremita (4%), depressione (3%), silenzio (3%), tranquillità (3%), noia (2%), moltitudine (2%), beata (2%), vecchiaia (2%), desolazione (2%), anziani (2%), triste (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate solitudine

Parcheggiata in spiaggia

Riflessioni

In solitaria.
Giochi di Parole
La parola solitudine è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: so-li-tù-di-ne. È un pentasillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
solitudine si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): nut + sedioli; unto + sedili; sunto + [edili]; [sul] + [editino]; tolù + [desini]; soul + [indite]; onlus + editi; [sui] + dolenti; ito + indulse; [osti] + lunedì; situo + linde; uni + [dolesti]; unti + solide; [insù] + ditelo; sunti + elido; [noti] + delusi; [nuoti] + slide; [suino] + tilde; stoni + [dulie]; ostuni + [ledi]; lui + [destino]; ilo + [desunti]; [liuto] + densi; [liso] + udenti; suoli + [denti]; [listo] + duine; [lino] + [seduti]; insulto + dei; ...
Componendo le lettere di solitudine con quelle di un'altra parola si ottiene: +sto = sostituendoli; +zar = stridulazione; +[capi, paci, pica] = autodiscipline; +[nera, rane, rena] = neoindustriale; +iran = neoindustriali; +effe = telediffusione; +emanava = duemilanovantasei; +malmeni = multidimensionale; +[contezza, cozzante] = decontestualizzino; +ecdemica = duecentosedicimila; +camicine = seicentoundicimila; +carezzate = decontestualizzerai; +scamozzaste = decontestualizzassimo.
Vedi anche: Anagrammi per solitudine
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: solitudini.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: soliti, solite, solidi, solide, soldi, sole, soie, sodi, sode, slide, situi, siti, site, studi, stie, sudi, suine, olii, oidi, liti, lite, lidie, lidi, lide, ludi, lune, tuie.
Parole contenute in "solitudine"
din, oli, sol, udì, dine, soli, udine. Contenute all'inverso: ilo.
Frasi con "solitudine"
»» Vedi anche la pagina frasi con solitudine per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non soffro affatto per la mia solitudine: ho tante attività di varia natura che mi impegnano nel corso della giornata!
  • La solitudine è il male che affligge la maggior parte degli anziani.
  • La "Solitudine" è il titolo di una famosa canzone portata al successo da Laura Pausini.
Citazioni
  • Nel 1842, in Virtù e vita della Ss. V. Maria di Gentile gesuita, Giovanni Battista Cola e Nicola Valentano Lisini, è riportato: "Nella solitudine, ove si respira un’aria più pura, hai cominciato a purificarti, ma fuor di questa, respirando l’aria impura del mondo, comincierai a contaminarti".
  • Il 25 ottobre 2013, la Gazzetta di Salerno, in un articolo su Fausto Russo Alesi che calca il palcoscenico con una versione rivisitata del capolavoro di Eduardo De Filippo, scrive: "Ogni personaggio vive la sua solitudine, ironica e amara, negando la realtà e non accettando la verità".
Libri
  • Cent'anni di solitudine (Scritto da: Gabriel García Márquez; Anno 1967)
  • La solitudine dei numeri primi (Scritto da: Paolo Giordano; Anno 2008)
Canzoni
  • Canto della solitudine (Cantata da: Nilla Pizzi e Teddy Reno; Anno 1953)
  • La solitudine (Cantata da: Laura Pausini; Anno 1993)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Deserto, Solitudine, Romitaggio - Il Deserto è luogo dove manca ogni agio e comodità da vivere, e dove, anche volendo, non può abitarvi l'uomo, perchè il terreno non è capace di coltivazione, non è irrigato da fiumi o torrenti, ed è solo stanza di fiere. - La Solitudine è luogo lontano o remoto dalla città e terre abitate, dove altri può vivere solo e libero dai tumulti civili e dalle male compagnie. - Romitaggio è generalmente in luogo ermo e montuoso; ed è luogo così detto per essere scelto a stanza da qualche Romito, o perchè è tale da potervisi far vita eremitica. - La voce Deserto alcuni pongono potersi dire anche per luogo dove sia qualche casa, o qualche raro abitante, fondandosi sugli antichi padri del deserto; ma allora è detto abusivamente. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Eremita, Solitario, Monaco, Cenobita, Anacoreta; Eremo, Solitudine, Ritiro - «I monaci un tempo vivevano soli nella loro cella, come indica il nome (Μόνος): poi furono radunati sotto una regola. Ora i monaci non vivono più nè solitarii, nè soli. Cenobiti piuttosto sono i monaci d'oggidì; perchè cenobita è colui che vive con altri nel luogo stesso, e in comune (κοινòς). Solitario, chiunque vive in solitudine più o meno assoluta, in città o in deserto, per pietà religiosa, o per capriccio, o per altra ragione qualsiasi. Eremita, chi vive nell'eremo, cioè in solitudine deserta ed incolta ('Eρημoς). Anacoreta, chi vive lontano dall'abitato ('Aνἀ χωρή), lontano dagli agi della vita civile, in mortificazioni e digiuni. L'eremita ha cella propria: l'anacoreta non ha certa dimora. Il solitario può far vita agiata in solitudine deliziosa: il monaco non è più solitario: anacoreta ed eremita sono oramai termini storici, il primo segnatamente». Romani e Gatti.

Eremo è il luogo, ma proprio in sito deserto e selvaggio; solitudine è il luogo, e il fatto dello star solo; onde si dice di chi si compiace starsene da sè, anche vivendo in paesi o città: il tale ama la solitudine. Ritiro è luogo qualunque ove uno vive appartato dalla società, abitualmente o soltanto in alcune ore del giorno: nel ritiro, e lontano dai profani rumori del mondo, si pensa, si medita, si studia, si scrive, si prega meglio che non in mezzo al trambusto e alle distrazioni. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Solitudine - S. f. Luogo non frequentato, Deserto. Solitudo, aur. Bocc. Nov. 10. g. 3. (C) Nelle solitudini de' deserti di Tebaida andati se n'erano. Tes. Br. 3. 2. Appresso sono le solitudini grandissime, e le terre disabitate verso levante. Cavalc. Frutt. ling. 192. var. Non potendo sopportar la congregazione, fuggono alla solitudine. Coll. SS. Pad. Là ove abitano in solitudine disertissima, sceverati dalla compagnia di tutti gli uomini. Segner. Mann. Giugn. 3. 2. (M.) Questo luogo appartiene… a que' Cristiani più degni, i quali, sollevatisi dalla turba, anzi sequestratisine, attendono in solitudine ad udir la voce di Dio.

2. Per Luogo devastato, ruinato. Car. En. lib. 10. v. 74. (M.) Per l'incendio, Signor, per la ruina, E per la solitudine ti prego Della mia Troja, che ritrar mi lasci Salvo da questa guerra Ascanio almeno.

3. Dicesi anche dello Stato di chi vive solo, od è rimasto privo di alcuno. Fir. As. 71. (M.) Levate le strida al Cielo lamentevolmente gridavano… abbiate compassione di questi giovani tagliati a pezzi indegnamente, abbiate misericordia della nostra vedovanza, della nostra solitudine, del danno nostro.

[T.] Solitudine dice e Il luogo e Lo stato. T. Vivere in solitudine, Solitudine del cuore, è lo stato. – Silenzio di solitudine è il luogo. Come luogo ha plurale: Le solitudini degli anacoreti: come stato, no.

Luogo. [G.M.] Segner. Mann. Apr. 16. Quei che dimorano in solitudine. E appresso: Quei giusti ancora che vivono in solitudine, hanno a temere. E: E però, quando tu per Dio ti sei dato alla solitudine, hai da temere come quei che per Dio si sono eletti di stare nell'abitato. E Quares. 16. 3. Tra gli orrori d'un'asprissima solitudine. E 21. 4. Lasciò l'uno per qualche tempo i deserti della Tebaide, e l'altro per sempre la solitudine di Manresa. [Pol.] G. Gozz. Nov. 17. Il bujo e la solitudine gli cominciarono a metter la paura in corpo. T. Vang. D'onde saziarli di pane in questa solitudine? Ap. Erranti nelle solitudini, nei monti e nelle spelonche, e nelle caverne della terra. Cic. I sassi e le solitudini alle voci rispondono. Al. Manz. Staccandomi con rammarico da questa cara solitudine. – Vaste solitudini di Siria.

T. Per estens. Le solitudini si popolano di anacoreti.

II. T. Stato. Servire a Dio nella solitudine. S. Girol. A me la città è carcere; la solitudine è paradiso. – Sovvenire all'inopia e alla solitudine dei Cristiani giacenti nelle carceri. – Vita di solitudine. – La mesta mia solitudine. – Desiderio della solitudine. – Operosa solitudine. – Solitudine del sepolcro.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: solitaria, solitariamente, solitarie, solitario, solite, soliti, solito « solitudine » solitudini, sollazzamenti, sollazzamento, sollazzarci, sollazzare, sollazzarmi, sollazzarsi
Parole di dieci lettere: solistiche « solitudine » solitudini
Vocabolario inverso (per trovare le rime): mansuetudine, consuetudine, abitudine, sollecitudine, longitudine, bianchitudine, similitudine « solitudine (enidutilos) » planitudine, plenitudine, magnitudine, finitudine, turpitudine, negritudine, vicissitudine
Indice parole che: iniziano con S, con SO, iniziano con SOL, finiscono con E

Commenti sulla voce «solitudine» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze