Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sovrano», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sovrano

Aggettivo
Sovrano è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: sovrana (femminile singolare); sovrani (maschile plurale); sovrane (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di sovrano (supremo, sommo, eccelso, superiore, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola sovrano è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: so-vrà-no. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
sovrano si può ottenere combinando le lettere di: rovo + san; [orso, roso] + van.
Componendo le lettere di sovrano con quelle di un'altra parola si ottiene: +pie = aponevrosi; +[avi, iva, vai, ...] = avvisarono; +[adì, dai, dia] = disonorava; +idi = disonoravi; +[dio, odi] = disonoravo; +dei = esordivano; +[eta, tea] = esortavano; +tic = incrostavo; +pii = insaporivo; +ape = pavesarono; +[api, pia] = riposavano; +lao = rosolavano; +[ila, lai] = salivarono; +giù = sanguivoro; +ala = savonarola; +alé = savonarole; +abs = sborsavano; +cip = scoprivano; +tac = scortavano; +fai = sfioravano; +fan = sfornavano; +gag = sgorgavano; ...
Vedi anche: Anagrammi per sovrano
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: soprano, sovrana, sovrane, sovrani.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: sono, sano, orno, vano.
Parole contenute in "sovrano"
ano.
Incastri
Inserendo al suo interno sta si ha SOVRAstaNO; con staro si ha SOVRAstaroNO; con stava si ha SOVRAstavaNO; con stima si ha SOVRAstimaNO; con stimi si ha SOVRAstimiNO; con stampa si ha SOVRAstampaNO; con stampi si ha SOVRAstampiNO; con fattura si ha SOVRAfatturaNO; con fatturi si ha SOVRAfatturiNO; con stimava si ha SOVRAstimavaNO; con stampava si ha SOVRAstampavaNO; con utilizza si ha SOVRAutilizzaNO; con utilizzi si ha SOVRAutilizziNO; con fatturava si ha SOVRAfatturavaNO; con utilizzava si ha SOVRAutilizzavaNO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sovrano" si può ottenere dalle seguenti coppie: sovrafattura/fatturano, sovrafatturava/fatturavano, sovrafatturi/fatturino, sovraprezzi/prezzino, sovrasta/stano, sovrastampa/stampano, sovrastampava/stampavano, sovrastampi/stampino, sovrastava/stavano, sovrastima/stimano, sovrastimava/stimavano, sovrastimi/stimino, sovrasto/stono, sovrastruttura/strutturano, sovratemporali/temporalino, sovrautilizza/utilizzano, sovrautilizzava/utilizzavano, sovrautilizzi/utilizzino.
Lucchetti Alterni
Usando "sovrano" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * stono = sovrasto; * stimino = sovrastimi; * prezzino = sovraprezzi; * stampino = sovrastampi; * fatturino = sovrafatturi; * utilizzino = sovrautilizzi; * temporalino = sovratemporali.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sovrano" (*) con un'altra parola si può ottenere: * astro = sovrastarono; * tesine = sovratensione.
Frasi con "sovrano"
»» Vedi anche la pagina frasi con sovrano per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il cuore è sovrano e la ragione è suddito impotente!
  • Il sovrano inglese è anche governatore supremo della Chiesa Anglicana.
  • Dicesi che popolo è sovrano ma la massa è acefala.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Supremo, Sovrano, Superno, Sommo - Sommo è un superlativo così assoluto che non si può andare al di là: uomo sommo, sommo lavoro, e sommo Iddio; perchè in essi, supponsi, sta la somma delle cose o delle qualità loro relative. Sovrano, nome, il re, l'imperatore, l'autocrata; sovrano, aggettivo, ciò che dal sovrano emana; così ordine, editto, grazia sovrana, che viene da esso direttamente. Supremo, ciò che in genere viene dall'alto in ordine gerarchico, o in alto sta per la stessa ragione di gerarchia: ordine supremo, quello che viene dall'ultima superiore autorità; ma può essere da corpo costituito come da sovrano; la Corte di cassazione è il supremo de' tribunali in Francia; e ora, cioè da 10 anni anche da noi. Supremo per estremo sia in ordine che in gravità; l'ora, il punto supremo è quello della morte. Superno ha senso più direttamente ascetico; si riferisce a un ordine di cose superiore a noi, soprannaturali, all'ordine delle cose divine, che stanno a noi di sopra non tanto come semplice fatto, ma come dignità e diritto d'ingerenza nelle cose nostre: quando nell'orazione all'angelo custode diciamo me tibi commissum pietate superna, non si potrebbe sostituire nè summa, nè suprema. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Sovrano - Dal latino supra o superior. Questo nome si dava anticamente a colui ch'era primo in qualche cosa, o superiore agli altri. Nel secolo XII sotto Carlo VI si trovano ordinanze che conferivano il titolo di sovrano ad alcuni balì e siniscalchi, e generalmente a giudici che decidevano di appelli da' giudici inferiori. Oggi si applica esclusivamente ai re od a' principi regnanti.

Il più antico esempio che si conosca in cui il Papa sia chiamato Sovrano Pontefice s'incontra nella sottoscrizione di un concilio composto di tre provincie d'Africa diretta al Papa Teodoro I.° morto nel 649. Il titolo poi di Pontefice o di Sovrano Prelato, si vede nelle bolle sino dal secolo quinto; essendosi per altro in ogni tempo riconosciuto il Primato del Papa con i fatti, e con titoli equivalenti.

Sovrana è nome di una moneta coniata nei Paesi Bassi verso la metà del secolo decimottavo per editto della regina d'Ungheria, ed è al titolo di 22 carati. La sovrana che ha corso in Austria vale franchi 17. 58 centesimi di Francia. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sovrano - S. m. Chi sta sopra. Dant. Inf. 32. (M.) Così 'l sovran li denti all'altro pose (parla del conte Ugolino, che stava colla bocca sovra il capo dell'arcivescovo Ruggieri).

2. Che ha sovranità o superiorità sopra checchessia. Dant. Conv. 63. (C) Comandare il suggetto al sovrano procede da ordine perverso; chè ordine diritto è il sovrano al suggetto comandare. G. V. 11. 97. 1. Fecene signori i suoi cugini…, volendo egli tuttora esserne sovrano. E 12. 3. 11. Quando ciò fu rapportato al Re Filippo di Francia suo sovrano, subitamente disse.

Fig. T. Sovrano di se medesimo: la più alta delle sovranità. – Sovrana de' cuori; dicono con affezione sdolcinata.

3. Sovrano, assolutamente, coll'articolo determinato, si dice generalmente del Principe, che comanda nel luogo di cui si parla, come: Passa il Sovrano. – Jersera arrivò il Sovrano. (Man.) T. Sovrano; dall'imperatore al duca.

4. † Sovrano, nella Musica, è la voce più acuta. Adesso: Soprano. V. questa voce. Bern. Orl. Inn. 14. 52. (C) Aquilante cantava e Chiarione, L'un faceva sovran, l'altro tenore.
Sovrano - Agg. Che sta sopra. E dicesi così di persona, come di cosa. [Cont.] G. G. N. sci. XIII. 16. L'inferior pietra si solleva, ma subito ricade, seguendo solamente la sovrana per quel brevissimo tempo che basta per la distrazione di quella poca di aria che s'interponeva tra le lastre. = Tass. Ger. 1. 77. (M.) Qui del monte Seir, ch'alto e sovrano Dall'Orïente alla cittade è presso. Car. En. 11. 1070. Egli nel mezzo Degli altri suoi con le due teste andava Sovrano a tutti. Ar. Fur. 27. 79. Non voltò rota mai con più prestezza Il macigno sovran che il grano trita.

T. Sovrano, nel senso mat., contrapposto a Disotto. Non com. D. 2. 9. Vidi una porta…, Ed un portier ch'ancor non facea motto: E come l'occhio più e più v'apersi, Vidil seder sopra 'l grado soprano. Liv. 136. Le sovrane cose tornerebbero eguali alle sottane.

Senso mor. Amm. Ant. 25. 6. 7. (Man.) Quando le virtù sottane sono fortemente occupate, le sovrane se ne 'mpediscono e si disordinano.

2. Vale anche Supremo. [Cors.] D. 3. 26. De' tuoi amori a Dio guarda (serba) il sovrano. = Petr. Son. 57. part. II. (C) Or hai spogliata nostra vita, e scossa D'ogni ornamento, e del sovran suo onore.

E a modo di Sost. Amm. Ant. 13. 3. 6. (C) La morte non cura alta gloria; involge il piccolo come il grande, e agguaglia i sottani ai sovrani.

3. Nel senso più prossimo a Sovranità, Potere di sovrano. Tass. Ger. 12. 102. (C) Ei me, pregante e contendente invano, Coll'imperio affrenò, che ha qui sovrano.

T. Stato sovrano. – Rescritto sovrano. – Augusta sovrana.

T. Promessa sovrana, per dire, del Sovrano, a me suona anfibologico.

4. Per Eccellente, Sommo. Bocc. Lett. Pin. Ross. 274. (C) Comechè del rubare, quando fatto lor venga, e del barattare sieno maestri sovrani. G. V. 11. 12. 1. Il più sovrano maestro stato in dipintura, che si trovasse al suo tempo. Nov. ant. 88. 1. Lo 'mperadore Federigo andava una volta a falcone, e avevane uno molto sovrano, che l'avea più caro d'una cittade. Teseid. 5. 20. (M.) Non ha guari che qui venne Alimeto, Di medicina maestro sovrano, Uom d'alto senno e di vita quïeto. Dant. Inf. 22. Barattier fu non piccol, ma sovrano. Tac. Dav. Ann. 4. 92. (Man.) Tito Livio, sovrano in eloquenza e verità, loda tanto Gneo Pompeo, che Augusto il dicea Pompeano, e pur se lo ritenne amico. Salvin. Pros. Tosc. 2. 7. Quindi il canto d'Orfeo, cantor sovrano, era un incanto. [F.T-s] Dav. Tac. Stor. 1. 15. La fede, la libertà, l'amicizia, virtù sovrane nell'uomo.

[Pol.] Din. Comp. Intellig. 69. Sovrana prudenza. [Val.] Pucc. Centil. 40. 80. La corona di valor sovrano, Che fu di Gostantino imperatore. T. Bellin. Disc. Anat. 3. 36. Numerosità di congegnamenti e di tempere…, delle quali, insieme adattamente mosse, ne risulta quell'edifizio sovrano, che uomo tu nomini. – Mente sovrana. Salvin. Pros. tosc. 1. 212. Prima d'uscire (le cicale) del guscio, sono, dice Aristotile, al sovrano grado saporite. – Sovrano rimedio. [G.M.] Segner. Mann. Magg. 14. Tu ancora non prezzi tanti benefizi sovrani che Iddio ti fa. E 23. L'istesse buone opere, con le quali ti meriti il Paradiso, sono una grazia sovrana che Dio ti fa; mercè che da te medesimo tu non sei atto a far altro se non peccati.

5. Per Valoroso. [Val.] Pucc. Centil. 87. 15. E messer Pier con sua gente sovrana Si fece loro incontro. E Guerr. Pisan. 2. 15. Trecento Cavalier, gente sovrana.

6. [Val.] Considerevole, Potente. Pucc. Centil. 89. 6. Avien perduta Terra sì sovrana.

[Val.] Col Più. Pucc. Centil. 89. 25. Quest'era pur la (terra) più sovrana Di tutta Italia.

7. [Val.] Accorto, Saggio. Pucc. Centil. 11. 85. Un altro Cardinal molto sovrano… Disse.

8. [Val.] Maggiore, Principale. Pucc. Centil. 61. 35. Era la festa sovrana Di San Giovanni.

9. [Camp.] Per Notabile per eccellenza di lavoro. M. Pol. Mil. E quivi si fanno i più sovrani tappeti del mondo e di più bello colore.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sovrane, sovrani, sovranista, sovranità, sovrannaturale, sovrannaturali, sovrannazionale « sovrano » sovraoccupazione, sovraoccupazioni, sovrappassi, sovrappasso, sovrappeso, sovrappiù, sovrappone
Parole di sette lettere: sovrani « sovrano » sozzona
Lista Aggettivi: sovranazionale, sovrannaturale « sovrano » sovrappeso, sovrapponibile
Vocabolario inverso (per trovare le rime): pitturano, scritturano, otturano, strutturano, ristrutturano, suturano, manovrano « sovrano (onarvos) » sano, sanò, basano, accasano, rincasano, gasano, rasano
Indice parole che: iniziano con S, con SO, iniziano con SOV, finiscono con O

Commenti sulla voce «sovrano» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze