Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «svista», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Svista

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola svista è formata da sei lettere, due vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: svì-sta. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di svista con quelle di un'altra parola si ottiene: +ala = assaltavi; +nei = assentivi; +[neo, noè] = assentivo; +[era, rea] = assertiva; +[ere, ree] = assertive; +[eri, ire, rei] = assertivi; +[ero, ore, reo] = assertivo; +[era, rea] = asservita; +[ere, ree] = asservite; +[eri, ire, rei] = asserviti; +[ero, ore, reo] = asservito; +[eta, tea] = assettavi; +sei = assistevi; +osé = assistevo; +[sai, sia] = assistiva; +sei = assistive; +sii = assistivi; +osi = assistivo; +[aro, ora] = assortiva; +[ori, rio] = assortivi; +oro = assortivo; +[eta, tea] = attivasse; ...
Vedi anche: Anagrammi per svista
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: smista, svesta, sviata, sviste.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: vista, svita.
Altri scarti con resto non consecutivo: svia, sita, vita.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: vistai.
Parole contenute in "svista"
sta, vista.
Incastri
Inserendo al suo interno cera si ha SVISceraTA; con oggetti si ha SoggettiVISTA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "svista" si può ottenere dalle seguenti coppie: svia/asta, sviasse/assesta, sviassi/assista, sviasti/astista, svilì/lista, svio/osta, svita/tasta, svitassi/tassista, svito/tosta, sviscera/cerata.
Usando "svista" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * stata = svita; * stati = sviti; * stato = svito; * stasare = svisare; * statino = svitino; * stagnare = svignare; * tacerà = sviscera; * tacerò = sviscero; * tacerai = sviscerai.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "svista" si può ottenere dalle seguenti coppie: svignare/stagnare, svii/stai, svisare/stasare, svita/stata, sviti/stati, svitino/statino, svito/stato, sviscera/tacerà, sviscerai/tacerai, sviscero/tacerò.
Usando "svista" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tasta = svita; * tosta = svito; * svisare = stasare; * assesta = sviasse; * cerata = sviscera.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "svista" (*) con un'altra parola si può ottenere: cori * = corsivista.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "svista"
»» Vedi anche la pagina frasi con svista per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • A volte, scrivendo le frasi con la parola data, faccio errori, per svista, sia di battitura che di dimenticanza.
  • Il tuo è stato un errore consapevole e non una svista.
  • Per una svista ho presentato l'istanza errata in ufficio.
Citazioni
  • Nel 1827, su I teatri: giornale drammatico musicale e coreografico, è riportato: "Una svista ortografica di un corrispondente ha dato origine in altro Fascicolo ad un'assai peggiore svista, della quale si potrebbe ridere".
  • L'11 ottobre 2013, la rivista Panorama, in un articolo sull'avvistamento di oggetti non identificati da parte dei piloti di aerei, scrive: "Tutto è avvenuto in pieno giorno, non sto parlando di lucine in lontananza: era lì ed era ben visibile, impossibile che tutte quelle persone insieme abbiano avuto una svista".
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Abbaglio, Sbaglio, Errore, Sproposito, Svista - Abbaglio è il non apprendere la cosa se non confusamente, e però mal descriverla: Sbaglio il pigliare l'una cosa per l'altra; Errore è il deviare dal buon raziocinio, e il rappresentare la cosa quale essa non è. - Sproposito è quando si dice cosa aliena dal proposito del nostro discorso; Svista è il non conoscere l'errore manifesto, non per cagione d'ignoranza, ma per difetto di attenzione. - L'Abbaglio è cagionato da falsa apparenza; lo Sbaglio e la Svista da disattenzione; nell'Errore e nello Sproposito concorrono altresì il difetto della mente ed il poco sapere. [immagine]
Errore, Sbaglio, Sproposito, Svista - Errore è l'operare, il parlare o lo scrivere contro le regole dell'arte; ed altresì l'intendere una dottrina, un luogo d'autore, e simili, in modo contrario al vero; e ciò avviene o per ignoranza o per leggerezza o per ispirito di setta. - Sproposito è errore più materiale; e generalmente procede da cortezza d'intelletto. - Lo Sbaglio è più leggiero: è il non intendere la cosa per il suo verso, il dirla in modo non conforme al vero e alla regola, e procede da disattenzione. - La Svista è il più lieve tra gli errori, ed è quando si devia dal vero, porchè il non porre ben mente a una cosa ce la fa apprendere diversa da ciò che è di fatto. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Inavvertenza, Disattenzione, Sbadataggine, Svista - L'inavvertenza è quel non porre mente a tutte le circostanze di una cosa, per cui qualcheduna di esse o si dimentica o non si adempie appuntino. La disattenzione è quel badare dell'animo ad altro oggetto che al presente, all'attuale, per cui questo non si capisce bene, o punto. La sbadataggine è una disattenzione continua, una debolezza o quasi atonia dello spirito, per la quale non può, direi, prestare attenzione a cosa importante. La svista è errore sfuggito all'occhio, o all'attenzione, che è l'occhio della mente. Le sviste sono sempre effetto dell'inavvertenza: il disattento è preocupato per lo più; l'inavvertente, distratto; lo sbadato, incapace e melenso. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Svista - S. f. Sbaglio. Cr. alla v. SCAPPUCCIO. (M.) [Tor.] Targ. Ar. Vald. 1. 292. Volendosi poi presentemente salvare le sviste fatte in tal occasione, bisogna ricorrere ad argomenti insussistenti e compassionevoli.

T. Svista è l'atto del non veder bene, e quindi del non giudicare o del non fare a dovere: può esser causa d'errore o di fallo; e prendesi anco per il fallo stesso. Ma è, per lo più, fallo o errore non grave, come quello che par provenire da debolezza dell'occhio; l'occhio, dico, o del corpo o della mente, Fare, commettere una svista. Il secondo più grave.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sviscererò, svisceri, svisceriamo, svisceriate, sviscerino, sviscerò, sviscero « svista » sviste, svita, svitai, svitamenti, svitamento, svitammo, svitando
Parole di sei lettere: svilii « svista » sviste
Vocabolario inverso (per trovare le rime): stilnovista, diciannovista, rovista, riservista, intervista, videointervista, radiointervista « svista (atsivs) » avvista, provvista, sprovvista, taxista, rexista, marxista, neomarxista
Indice parole che: iniziano con S, con SV, iniziano con SVI, finiscono con A

Commenti sulla voce «svista» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze