Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «traffico», il significato, curiosità, forma del verbo «trafficare» associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Traffico

Forma verbale
Traffico è una forma del verbo trafficare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di trafficare.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
caos (13%), intenso (10%), auto (8%), caotico (7%), lento (5%), città (4%), automobilistico (3%), ingorgo (3%), cittadino (3%), semaforo (3%), droga (3%), stradale (3%), congestionato (2%), vigile (2%), smog (2%), congestione (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate traffico

Traffico a SF

matrimonio

Lungotevere
Giochi di Parole
La parola traffico è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ff.
Divisione in sillabe: tràf-fi-co. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: trafficò.
Anagrammi
traffico si può ottenere combinando le lettere di: tir + coffa; [tifo, tofi] + frac; offri + tac; toc + riffa; tic + offra.
Componendo le lettere di traffico con quelle di un'altra parola si ottiene: +[sai, sia] = affaristico; +[ami, mai, mia] = fitofarmaci; +[amo, moa] = fitofarmaco; +[agi, gai, già] = fitografica; +noi = fortificano; +[eri, ire, rei] = fortificare; +tai = fortificata; +ito = fortificato; +[avi, iva, vai, ...] = fortificava; +ivi = fortificavi; +voi = fortificavo; +ago = fotografica; +osé = fotosferica; +[suo, uso] = offuscatori; +sei = soffiatrice; +sii = soffiatrici; +oso = soffocatori; +[dan, dna] = trafficando; +[lisa, sali, sial] = afflosciarti; +dina = affondatrici; +[asse, essa] = affossatrice; +[assi, issa] = affossatrici; +rana = affrancatori; ...
Vedi anche: Anagrammi per traffico
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: traffica, traffici.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: trio.
Parole con "traffico"
Iniziano con "traffico": trafficona, trafficone, trafficoni.
Finiscono con "traffico": antitraffico, narcotraffico, spartitraffico.
Parole contenute in "traffico"
tra, fico. Contenute all'inverso: far.
Lucchetti
Usando "traffico" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ohi = traffichi.
Lucchetti Riflessi
Usando "traffico" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * occhi = traffichi; * occhini = traffichini; * occhino = traffichino; * occhiate = traffichiate.
Lucchetti Alterni
Usando "traffico" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: trafficoni * = conico; trafficanti * = cantico; * ateo = trafficate; * avio = trafficavi; * astio = trafficasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "traffico" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = trafficarono; * atre = trafficatore; * atri = trafficatori.
Frasi con "traffico"
»» Vedi anche la pagina frasi con traffico per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Pensare ad una città senza traffico rappresenta purtroppo un'utopia.
  • Al giorno d'oggi, il traffico aereo è aumentato tantissimo in quanto il mezzo di trasporto utilizzato è molto veloce.
Espressioni e Modi di Dire
  • Zona a traffico limitato
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Negoziato, Negozio, Negoziazione, Maneggio, Traffico, Rigiro, Negozietto, Negoziuccio - « La negoziazione è politica; il negoziato è mercantile; il negozio è, in senso generalissimo, qualunque affare, o per celia, cosa qualunque che abbia in sè del singolare, dello strano o che si voglia rappresentare in aspetto ridicolo. Poi, negozio, è il luogo dove si vendono le merci; da ultimo è l'atto del far cambii o vendite o compre: e in questo senso è affinissimo a negoziato. Se non che il negoziato versa sopra valori non piccoli; il negozio anche sopra minuti: ond'ha i diminutivi negozietto, negoziuccio. Chi compra o baratta libri, fa un negozio che certo non è negoziato. Il negozietto può indicare negozio anche buono e ben utile, ma che così si chiama per vezzo; il negoziuccio è sempre da poco ». Tommaseo.

La negoziazione io non la direi sempre politica; ma anche in genere l'atto e gli atti del trattare altri affari e contratti. Negoziato, colla sua forma di participio passato mi fa pensare che bene si potrebbe dire di contratto già stabilito nelle sue basi principali, o presso ad esserlo. Maneggio dice l'autorità di trattare gli affari, e il modo destro con cui si trattano, e l'amministrarli, il che si spiega coi modi di dire: avere, pigliare il maneggio, maneggiare le cose, maneggiarsi in modo da escirne e condurle a bene. Il rigiro può essere una parte del maneggio; però ha sovente mal senso, per la sua affinità con raggiro: rigirare o rigirarsi è studiare ogni mezzo di fare alla meglio e il più convenientemente; e talora ai mezzi, purchè convengano, non si fa coscienza di badar tanto per minuto. Traffico è commercio vivo di cambio o vendita di merci, danaro, cambiali e altre valute. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Traffico - S. m. Il trafficare. Bocc. Nov. 2. g. 1. (C) Lealissimo e diritto, e di gran traffico d'opera di drapperia. G. V. 8. 68. 5. Questo traffico del grano fu coll'altre una delle cagioni di voler rivedere le ragioni del Comune. T. E 11. 87. 3. Condivano co' loro traffichi gran parte del traffico della mercatanzia de' Cristiani. = M. V. 11. 10. (C) Il traffico de' Fiorentini fu levato da Pisa. Pass. 360. Dalla parte di fuori son cagioni di sogni l'arti, gli oficii, i lavorii ed ogni mestiero e traffico, che si fa del continuo con istudio e con sollecitudine. Segner. Pred. Pal. Ap. 6. 12. (M.) Guai a quello ardito noleggiatore, che ricettandole (quelle merci) volesse quindi farne alcun traffico a parte!

2. Fig. [Val.] Bart. Simb. 451. Aristotele avesse… fatto mercatanzia e traffico della sua (amicizia) col medesimo Re. Fag. Rim. 1. 274. È diventata un traffico la fede Per molt'uomini.

T. Far traffico della bellezza, dell'ingegno, delle cose sacre.

3. Vale anche il Luogo dove si traffica. Malm. 1. 82. (C) Tosto che v'ebbe fitto il capo, volle Che ognun serrasse il traffico e 'l negozio. [G.M.] Biscion. Not. ivi. È da osservare che Serrare il traffico e il negozio, vuol dire Serrare il luogo ove si traffica e si negozia, che son le botteghe, o fondachi, o banchi, che anticamente si chiamavano tavole. [Cam.] Sozzini, Rivol. di Siena. Nè sapeano quello che dovea seguire, che con grandissima sollecitudine si vedea serrar le botteghe e traffichi.

T. Traffico è d'ordinario un negozio d'industria e d'attività, più che di gran capitali.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: traffichiamo, traffichiate, traffichina, traffichine, traffichini, traffichino, traffici « traffico » trafficona, trafficone, trafficoni, trafigga, trafiggano, trafigge, trafiggemmo
Parole di otto lettere: traffici « traffico » trafigga
Vocabolario inverso (per trovare le rime): autografico, teleautografico, rilievografico, malefico, beneficò, benefico, venefico « traffico (ociffart) » antitraffico, spartitraffico, narcotraffico, saffico, pacifico, pacificò, riappacifico
Indice parole che: iniziano con T, con TR, iniziano con TRA, finiscono con O

Commenti sulla voce «traffico» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze