Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «università», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Università

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Consigli Regali: Frasi di auguri per la laurea
Almanacco: Inaugurata l’Università Bocconi; Fondazione dell’Università di Napoli
Liste a cui appartiene
Terminanti con l'accento sulla a [Universalizzerà « * » Univocità]
Tipi di scuola [Tecnica « * » Urbana]
Giochi di Parole
La parola università è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: u-ni-ver-si-tà. È un pentasillabo tronco (accento sull'ultima sillaba).
Anagrammi
università si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): suv + [aretini]; nut + [svierai]; tivù + [arnesi]; [sui] + [entravi]; uri + [investa]; [turi] + [invase]; virtù + [ansie]; sir + univate; virus + [aneti]; sturi + [nevai]; unti + [sviare]; [insù] + [averti]; sunti + [averi]; [nutri] + [evasi]; ivi + strenua; viti + usarne; sii + ventura; [svii] + neutra; [stivi] + anure; rii + [svenuta]; viri + [nasute]; trivi + saune; [iris] + venuta; [irsuti] + [nave]; vini + sature; univi + [aster]; vinti + [saure]; [intuì] + [serva]; suini + [trave]; [tunisi] + [aver]; ...
Componendo le lettere di università con quelle di un'altra parola si ottiene: +mas = entusiasmarvi; +[ciò, coi] = incuriosivate; +ode = neurosedativi; +cra = sverniciatura; +ira = universitaria; +[eri, ire, rei] = universitarie; +ori = universitario; +[aspo, posa] = supervisionata; +[epos, peso, pose] = supervisionate; +[pois, posi, sopì, ...] = supervisionati; +poso = supervisionato; +copto = precostituivano; +penso = supervisionante; +spino = supervisionanti; +[speso, spose] = supervisionaste; +sposi = supervisionasti; +[espio, poise] = supervisioniate; +lazzi = universalizzati; +lazzo = universalizzato; ...
Vedi anche: Anagrammi per università
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: universa, univi, univa, unirsi, unirà, unii, unita, unsi, unta, uvea, uria, urta, nerita, neri, nera, ieri, irta, versta, versa, verità, veri, verta, vera, vesta, vita, erta, esita, rita.
Parole con "università"
Iniziano con "universita": universitari, universitaria, universitarie, universitario.
Contengono "universita": postuniversitari, postuniversitaria, postuniversitarie, postuniversitario.
Parole contenute in "universita"
uni, ersi, sita, versi, universi. Contenute all'inverso: evi.
Incastri
Si può ottenere da unita e versi (UNIversiTA).
Inserendo al suo interno ari si ha UNIVERSITariA.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "università" si può ottenere dalle seguenti coppie: univa/avversità.
Lucchetti Alterni
Usando "università" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * aria = universitari.
Sciarade incatenate
La parola "università" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: universi+sita.
Intarsi e sciarade alterne
"università" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: unii/versta.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "università"
»» Vedi anche la pagina frasi con università per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ogni volta che passo davanti la mia vecchia università, mi viene un nodo in gola.
  • Questo è il terzo anno che sono iscritto all'università di Roma, l'anno prossimo penso di trasferirmi a Milano.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Università - Dal latino universitas, (propriamente generalità od universalità delle cose.) Si diede questo nome al corpo de' professori e degli studenti di Parigi ed altre grandi città, perchè ivi s'insegnavano tutte le arti, tutte le scienze che contribuiscono a formare l'intelletto ed a render dotti gli uomini, come la grammatica, la poetica, la rettorica, le matematiche, la teologia, la medicina e la giurisprudenza; le quali cose tutte, quae omnia et universa (dice Giacomo Bourgoing) fecero nascere il vocabolo università.

Le università cominciarono a formarsi nei secoli duodecimo e decimoterzo. Quelle di Parigi e Bologna pretendono essere state le prime stabilite in Europa, ma non erano allora sistemate come son quelle de' nostri tempi. La storia dice che Carlomagno fondò una scuola nel proprio palazzo, cioè nel palazzo ove abitava più ordinariamente: questo non è per certo quel di Parigi, dov'egli non risiedeva giammai, sendo che la sua dimora abituale era ad Aquisgrana. Da questo fatto gli storici hanno tratto la conseguenza che Carlomagno fosse il fondatore dell'università di Parigi. Tale opinione non ha base: sotto Carlomagno, e per oltre a quattrocento anni dopo di esso non v'ebbe in Parigi nè università, nè il nome tampoco: essa principiò a formarsi sotto il regno di Filippo Augusto, e il nome figurò per la prima volta nella storia sotto quello di San Luigi. [immagine]
Gradi (nelle università) - Venne questo uso nel secolo XVI. Si ritiene che Pietro Lombard e Gilberto de la Porée, in allora principali teologi dell'Università di Parigi, vi abbiano stabilito i diversi gradi scolastici di baccelliere, licenziato e dottore. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Università - † UNIVERSITADE e † UNIVERSITATE. S. f. Lo stesso, ma meno usato di Universalità. Universitas, aureo. Franc. Sacch. Op. div. 123. (C) E però l'università non si dêe pigliare per lei, perocch'ella fu sola congiunta con Dio. S. Agost. C. D. Questi Platonici, conosciuto Iddio, trovarono ove fosse la cagione della creata università, e la luce da comprender la verità, e la fonte da bêr la felicità. [Cors.] Ivi, 11. 31. Spesse volte si pone (il settenario) per l'università, come quando si dice: Sette volte cade il giusto; cioè quante volte cadrà, non perirà. [Camp.] Boez. Lib. 3. E Dio con reggimento di bontà l'università reggere disputavi (tutte le cose, l'Universo). [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 120. Vano sei, se solo a questa lingua, o alla greca, che tra di loro hanno della corrispondenza, vuoi tanto attribuire, che neghi l'università della natura.

2. Il Comune, o Tutto il popolo d'una città, d'una provincia, d'un regno. Franc. Barb. 241. 1. (C) Vuo' guardar tua cittade Nell'universitade? A' piccioli ed a' grandi, Come bisogna, spandi. G. V. 8. 8. 7. Chiunque s'è fatto caporale di popolo, o d'università, si è stato abbattuto per lo 'ngrato popolo. M. V. 1. 17. E l'università di Napoli, co' gentiluomini di Capovana e di Nido, d'un animo deliberarono il simigliante.

[Cam.] Sozzin. Rivol. Sien. Arch. Stor. v. 2. p. 371. Il che dêtte assai maraviglia all'università, pensando che tal silenzio procedesse più tosto da male nuove che da buone. = Guicc. Stor. 10. 481. (M.) Gli Svizzeri… si preparavano per scendere nel ducato di Milano, dissimulando che questo movimento procedesse dalla università de' Cantoni. [Camp.] Bib. Giud. 20. Acciò che dessono loro ajuto per combattere contra tutta l'altra universitade (universum populum) de' figliuoli d'Israel.

3. Tutta la umana società. [Tav.] Bocc. Com. v. 1. p. 72. (Ediz. Fir.) Il divino intelletto conosce una università, com'è quella dell'umana generazione, non poter consistere se non in queste diversità di ufficii. [Camp.] D. Monar. I. È adunque alcuna propria operazione dell'umana università, alla quale essa università delli uomini in tanta moltitudine sia ordinata.

4. Tutto un ordine di persone. Pallav. Stil. 219. (M.) Ove non bastino con taluno le prove da me addotte, io, per non far lunghi piati, il cito davanti all'università delle persone studiose T. E Stor. Conc. 9. 9. 11. Se l'università de' Cattolici non vedesse tante rimunerazioni a cui può aspirare.

T. Università israelitica. – Università; di Corpi d'arte. Università de' librai, de' mercanti.

[Cont.] Stat. Fabbri Fior. 46. Da ogni altro collegio ed università d'arte sia totalmente libero e absoluto, e non possa essere gravato o constretto da altre arte. Stat. Merc. Siena, I. 14. Università ed Arti, che con certi ordini, privilegi, o brevi, si reggono e si governano, come si suol dire, ad arte, sotto lor capi, o sieno consoli, rettori, o camarlenghi.

5. Pubblico Studio, dove si fanno i maggiori corsi delle scienze e delle lettere, riportandone la laurea dottorale per l'esercizio delle professioni. Cr. Lett. dedic. (C) E ancora per li savii in iscienzia naturale della Università degli scolari della città di Bologna. Red. Esp. nat. 18. Io avea raccontato quel che di sopra… vi ho scritto, al dottissimo Olao Borch, o Borricchio, famoso professore nell'università di Coppenaghen. [Cont.] Loc. Teatro arc. 30. Raccolte tutte le memorie che si trovorno nel tempio d'Apollo nate e raccolte dall'impirica, che altro non vuol dire che pratica ed esperienza, le ridusse (Ippocrate) al metodo reale, che oggidì comunemente si osserva e studia nelle pubbliche università.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: universalizziate, universalizzino, universalizzò, universalizzo, universalmente, universe, universi « università » universitari, universitaria, universitarie, universitario, universo, univi, univo
Parole di dieci lettere: universali « università » uperizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): vezzosità, bizzosità, pizzosità, scarsità, diversità, biodiversità, bibliodiversità « università (atisrevinu) » avversità, lassità, passita, appassita, parassita, emiparassita, semiparassita
Indice parole che: iniziano con U, con UN, iniziano con UNI, finiscono con A

Commenti sulla voce «università» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze