Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «usura», il significato, curiosità, forma del verbo «usurare» sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Usura

Forma verbale
Usura è una forma del verbo usurare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di usurare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola usura è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: u-sù-ra. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di usura con quelle di un'altra parola si ottiene: +ton = suturano; +tre = suturare; +tot = suturato; +tav = suturava; +tre = suturerà; +mio = usuriamo; +per = usurpare; +tap = usurpata; +pet = usurpate; +top = usurpato; +vip = usurpavi; +[agri, gira, riga] = augurarsi; +sega = augurasse; +gasi = augurassi; +gita = augurasti; +[baro, bora, orba, ...] = burosaura; +[ebro, orbe, robe] = burosaure; +[biro, brio, orbi] = burosauri; +[boro, orbo] = burosauro; ...
Vedi anche: Anagrammi per usura
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: userà, usure, usuri, usuro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: usurai, usurpa.
Parole con "usura"
Iniziano con "usura": usurai, usuraia, usuraie, usuraio, usurano, usurare, usurari, usurata, usurate, usurati, usurato, usurava, usuravi, usuravo, usurammo, usurando, usurante, usuranti, usuraria, usurarie, usurario, usurasse, usurassi, usuraste, usurasti, usurabile, usurabili, usurarono, usuravamo, usuravano, ...
Finiscono con "usura": chiusura, clausura, antiusura.
»» Vedi parole che contengono usura per la lista completa
Incastri
Inserendo al suo interno ari si ha USURariA; con per si ha USURperA (usurperà); con fruì si ha USUfruiRA (usufruirà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "usura" si può ottenere dalle seguenti coppie: usa/aura, usufruì/fruirà.
Usando "usura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * api = usurpi; status * = statura; * aera = usurerà; * aero = usurerò; * aerai = usurerai; * aerei = usurerei; * aiate = usuriate; * apiate = usurpiate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "usura" si può ottenere dalle seguenti coppie: pus/pura, status/statura.
Usando "usura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * pia = usurpi; * poa = usurpo; * fruirà = usufruì; * area = usurare; * aria = usurari; * atea = usurate; * paia = usurpai; * pavia = usurpavi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "usura" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ai = usuaria; * pi = usurpai; * eri = usurerai; * peri = usurperai; * pite = usurpiate; formi * = fuormisura; * fruii = usufruirai; * prono = usurparono.
Frasi con "usura"
»» Vedi anche la pagina frasi con usura per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ogni parete della casa era soggetta ad un'usura costante per via dell'umidità.
  • A causa di un prestito concesso ad usura, spesso l'imprenditore è costretto a cedere l'attività.
  • Praticare l'usura è un reato odiosissimo, chi lo fa è un vero strozzino.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Usura - La legge del Vangelo proibisce d'imprestare ad usura. I concilj ed i papi insorsero pure fortemente contro tali prestiti. Furgault dice, che i Greci intendevano meglio d'ogni altro popolo l'arte di far profittare il loro danaro, e che presso di essi l'usura era portata ai maggiori eccessi. Lo impiegavano o dai banchieri o da altre persone al dodici per cento all'anno, o piuttosto a uno per cento ad ogni luna nuova; ma siccome le leggi di Solone non vietavano di richiedere il più forte interesse possibile, così si vedevano dei privati a ricavare dal danaro più di sedici per cento al mese; ed altri, specialmente tra il volgo, ad esigere per ciascun giorno un quarto del capitale. Se il debitore mancava di pagare alla scadenza, gli arretrati si accunulavano ogni dì, ed alla fine pareggiavano od anche sorpassavano il capitale. Allora il debitore, esauriti tutti i termini concessigli, era abbandonato a' suoi creditori, i quali sovente lo tenevano in carcere e coi ferri a' piedi. L'epoca delle scadenze era il dì primo di ogni mese, giorno della neomenia, cioè della luna nuova. I Greci lo chiamavano apophrada (disgraziato, che non si ardisce nominare). I primi Romani non ebbero leggi per regolare il prezzo dell'usura. Nell'anno 398 di Roma, i tribuni Duellio e Menenio fecero passare una legge, che riduceva gli interessi ad uno per cento all'anno. Questa è la legge che Tacito confonde con quella delle dodici tavole, ed è la prima fatta presso i Romani onde fissare la cifra dell'interesse. Dieci anni dopo quell'usura fu ridotta alla metà; ed in seguito si soppresse affatto; e se prestiamo fede ad alcuni autori che avea veduti Tito Livio, ciò avvenne sotto il consolato di C. Marzio Rutilio e di P. Servilio nell'anno 413 di Roma. Sotto Silla, L. Valerio Flacco fece una legge che permetteva l'interesse a tre per cento all'anno. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Usura - I Romani chiamavano Usura l'interesse del denaro, che prestavano, senza ripeterlo mai. Era tra loro un commercio come tra i Greci, che quantunque permesso non era meno ingiusto di per sè stesso, nè meno odioso ai Cittadini onorati. È uno strozzar l'uomo, diceva Catone, il prestargli ad usura. L'interesse il più comune era dell'uno per mese, ed in conseguenza il dodici per cento l'anno, in guisa che per poco che un Debitore si trovasse nell'impossibilità di pagare, i frutti si cumulavano in poco tempo; e ciò che portava al colmo l'ingiustizia si è che ordinariamente si esigeva l'anatocismo vale a dire il frutto de' frutti o il frutto e rifrutto. Si può vedere nell'Articolo Imprestiti con qual rigore i Greci e i Romani trattassero i lor Debitori. Questo fu spinto in Roma tant'oltre che fu obbligato il Governo di promulgare diverse Leggi per porre un freno alla cupidigia de' Creditori imprestanti certi limiti alle lor vessazioni; ma quasi sempre ciò avvenne senza nessun favorevole resultamento. Gli usuraj Romani sapevano impiegar come i nostri de' mezzi sottili ed artificiosi per mettersi al coperto delle pene che la Legge minacciava, e infliggeva. (V. Centesimae, Versura).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: usufruivamo, usufruivano, usufruivate, usufruivi, usufruivo, usufrutto, usufruttuario « usura » usurabile, usurabili, usurabilità, usurai, usuraia, usuraiacce, usuraiacci
Parole di cinque lettere: usino « usura » usure
Vocabolario inverso (per trovare le rime): agrimensura, tonsura, arsura, fessura, flessura, commessura, brossura « usura (arusu) » clausura, chiusura, antiusura, tura, sgambatura, arrembatura, bombatura
Indice parole che: iniziano con U, con US, iniziano con USU, finiscono con A

Commenti sulla voce «usura» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze