Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «velo», il significato, curiosità, forma del verbo «velare» sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Velo

Forma verbale
Velo è una forma del verbo velare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di velare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Calcio [Vantaggio « * » Veronica]

Foto taggate velo

Sguardo dolce

relax in spiaggia

Devozione a New York
Tag correlati: donna, occhi, donne, mani, due, foulard, capelli, sposi, sguardo, ritratto, veli, viso, naso, tre, devozione, pizzo, matrimonio
Giochi di Parole
La parola velo è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (olé), un bifronte senza coda (lev), un bifronte senza capo né coda (le).
Divisione in sillabe: vé-lo. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: velò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: levo (scambio di consonanti), levò (scambio di consonanti).
Componendo le lettere di velo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[agi, gai, già] = agevoli; +ago = agevolo; +[ila, lai] = allevio; +[ila, lai] = allievo; +[tar, tra] = altrove; +[ali, ila, lai] = alveoli; +[lao, ola] = alveolo; +tav = avvolte; +dir = dolervi; +tai = elativo; +[eta, tea] = elevato; +ave = elevavo; +[ere, ree] = eleverò; +nei = elevino; +due = eludevo; +sui = elusivo; +zie = elvezio; +[sua, usa] = esulavo; +[tau, tua] = evoluta; +tue = evolute; +[out, tuo] = evoluto; ...
Vedi anche: Anagrammi per velo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: belo, celo, gelo, melo, pelo, telo, vedo, vela, vele, veli, vero, veto, volo, zelo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bela, beli, cela, celi, gela, geli, help, mela, mele, meli, pela, peli, relè, selz, tela, tele, teli, zeli.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: svelo, vello.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: fole, gole, mole, sole.
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si possono ottenere: leva, leve, levi, levo.
Parole con "velo"
Iniziano con "velo": veloce, veloci, velone, veloni, velours, velocità, velocista, velociste, velocisti, velocizza, velocizzi, velocizzo, velocizzò, velodromi, velodromo, velociferi, velocifero, velocipede, velocipedi, velocizzai, velocemente, velocimetri, velocimetro, velocissima, velocissime, velocissimi, velocissimo, velocistica, velocistici, velocistico, ...
Finiscono con "velo": svelo, svelò, rivelo, rivelò.
Contengono "velo": autovelox, iperveloce, iperveloci, superveloce, superveloci, motovelodromi, motovelodromo.
»» Vedi parole che contengono velo per la lista completa
Parole contenute in "velo"
Contenute all'inverso: lev, olé.
Incastri
Inserito nella parola motodromi dà MOTOveloDROMI; in motodromo dà MOTOveloDROMO.
Inserendo al suo interno ari si ha VELariO; con trio si ha VEtrioLO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "velo" si può ottenere dalle seguenti coppie: vece/celo, vedo/dolo, veglie/glielo, veridico/ridicolo, vespa/spalo, veste/stelo, vesti/stilo.
Usando "velo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: beve * = belo; bove * = bolo; cave * = calo; cove * = colo; dove * = dolo; fave * = falò; nove * = nolo; pavé * = palo; pive * = pilo; * loda = veda; * lode = vede; * lodi = vedi; * lodo = vedo; * lori = veri; * loro = vero; * loti = veti; * loto = veto; belve * = bello; calve * = callo; malve * = mallo; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "velo" si può ottenere dalle seguenti coppie: vero/orlo.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "velo" si può ottenere dalle seguenti coppie: batave/lobata, bove/lobo, cave/loca, cove/loco, dative/lodati, deve/lode, dive/lodi, dove/lodo, rive/lori, schive/loschi.
Usando "velo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lobo * = bove; loca * = cave; loco * = cove; lode * = deve; lodi * = dive; lodo * = dove; * bove = lobo; * cave = loca; * cove = loco; * deve = lode; * dive = lodi; * dove = lodo; lori * = rive; lobata * = batave; lodati * = dative; * batave = lobata; * dative = lodati; * schive = loschi; loschi * = schive.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "velo" si può ottenere dalle seguenti coppie: veda/loda, vedano/lodano, vede/lode, vedi/lodi, vediamo/lodiamo, vediate/lodiate, vedo/lodo, vegli/logli, veglio/loglio, ventre/lontre, verde/lorde, verdi/lordi, verdino/lordino, verdume/lordume, verdumi/lordumi, verdura/lordura, verdure/lordure, veri/lori, vero/loro, veti/loti, veto/loto...
Usando "velo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bolo * = bove; colo * = cove; dolo * = dove; falò * = fave; nolo * = nove; palo * = pavé; pilo * = pive; * dolo = vedo; bello * = belve; callo * = calve; mallo * = malve; mollo * = molve; parlo * = parve; piolo * = piove; sello * = selve; stilo * = stive; vallo * = valve; * spalo = vespa; * stilo = vesti; batalo * = batave; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "velo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * gi = veglio; pil * = pivello; san * = svelano; * gin = veglino; andò * = avendolo; siam * = sveliamo; * arno = velarono; bendo * = bevendolo; sorgi * = sorveglio; sarno * = svelarono; carnico * = cavernicolo; ridendo * = rivedendolo.
Frasi con "velo"
»» Vedi anche la pagina frasi con velo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La sposa era titubante sulla scelta dell'acconciatura poi optò per il velo.
  • Una volta, in chiesa, tutte le donne e le ragazze portavano il velo; oggi non lo porta quasi più nessuna.
  • Il suo viso era completamente nascosto dal velo nero.
Titoli di Film
  • Il velo dipinto (Regia di John Curran; Anno 2006)
Canzoni
  • Sotto il velo del cielo (Cantata da: Nuova Compagnia di Canto Popolare; Anno 1998)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Cresta, Cuffia, Cuffino, Berretto, Velo - Qui, come in altre cose concernenti mode, abbigliamenti o utensili, ci va proprio un Toscano, e lo cito come lo porta il Tommaseo: dirò in fine in che cosa differisce la lingua scritta, almeno in altre parti d'Italia.

« Cresta de' polli, cresta de' cimieri; per metafora, cresta de' monti; e cresta per superbia. Cresta, abbigliamento delle donne, con gala, onde, crestaia chi lavora di berrette e cappelli da donna. Ma cresta, in questo senso, è disusato e si direbbe per celia o per dispregio. L'abbigliamento del capo a Firenze dicesi berretta; e ve n'è con gala e senza, di varia e più o meno fine materia, con più o meno fronzoli o nastri. In antico la berretta senza gala e di panno o d'altra roba ordinaria dicevasi cuffia. Oggidì cuffia a Firenze è il velo che appeso alla berretta o alla tesa del cappello, scende sul viso, o può esser gittato dietro le spalle o da banda. In altri dialetti toscani cuffino. La berretta usata dalle nostre avole si dirà sempre cuffia, nel vecchio senso a cui corrisponde ora berretta; e così si dice in molte provincie d'Italia. Cuffia poi dicon il calice de' muschi: ed uscire per il rotto della cuffia, è frase dell'uso ». Neri.

Crestaia è passato nella lingua scritta: cresta in senso di cuffia no, che io sappia; potrebbe forse significare meglio i nastri di vivo colore che l'adornano, che non la cuffia stessa: ciò che qui sopra è detto berretta, chiamasi e scrivesi cuffia quasi dappertutto, e ciò parmi per due ragioni, anzi per tre assai buone: 1° perchè berretta è meglio detta quella degli uomini; 2° perchè berretta mi sa del francese bonnet; 3° perchè anticamente, come lo stesso Neri dice, quella specie di berretto che era di panno (e allora assai propriamente domandavasi così) dicevasi cuffia; onde cuffia è a mio giudizio parola meglio nostrale di berretto, più acconcia, e che lascia come di dovere quella a significazione di berretta da uomo. Il dir poi cuffia o cuffino al velo non so quanto sia ragionevole: in Piemonte, perchè vicino alla Francia, questo velo dicesi coeffa, e viene dal francese coiffe, che vale in genere ciò di cui si cuoprono il capo le donne: la perdòno a Torino, ma a Firenze non così facilmente; e badi anzi a non dar ricetto a gallicismi, se vuol conservare il giusto suo primato in fatto di lingua. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Velo - Dal latino Velum - Così dicesi la stoffa che serve a cuoprire tutta la testa o il volto. L'usanza del velo per nascondere le donne allo sguardo degli uomini data dai tempi favolosi ed eroici. Nella Teogonia d'Esiodo, Minerva dopo aver posta a Pandora una veste, l'adorna di un bel velo. Nell'Odissea, Penelope comparisce d'innauzi a' suoi pretendenti, coperto il viso da un velo magnifico. Tra i Greci ed i Romani, le donne si mostravano di rado in pubblico senza velo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: vellutazioni, vellutiera, vellutiere, vellutieri, vellutini, vellutino, velluto « velo » veloce, velocemente, veloci, velociferi, velocifero, velocimetri, velocimetro
Parole di quattro lettere: veli « velo » vena
Vocabolario inverso (per trovare le rime): spedirtelo, stelo, fattelo, cautelò, cautelo, tutelò, tutelo « velo (olev) » rivelo, rivelò, svelo, svelò, zelo, siglo, siglò
Indice parole che: iniziano con V, con VE, iniziano con VEL, finiscono con O

Commenti sulla voce «velo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze