Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «verità», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Verità

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Terminanti con l'accento sulla a [Verificherà « * » Vernicerà]
Giochi di Parole
La parola verità è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: ve-ri-tà. È un trisillabo tronco (accento sull'ultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: averti, traevi, vetrai, virate, vitrea.
verità si può ottenere combinando le lettere di: tir + [ave, eva]; tre + [avi, iva, vai, ...]; [evi, vie] + [tar, tra]; [ire, rei] + tav.
Componendo le lettere di verità con quelle di un'altra parola si ottiene: +dea = aderivate; +pii = aperitivi; +[pio, poi] = aperitivo; +ras = arrestavi; +rna = arrivante; +ras = arrivaste; +[ari, ira, ria] = arriviate; +sir = arriviste; +sos = assertivo; +sos = asservito; +[tar, tra] = atterravi; +[tar, tra] = atterriva; +tir = atterrivi; +tai = attiverai; +ani = avantieri; +[ave, eva] = avveriate; +lev = avvertile; +tav = avvertita; +avo = avviatore; +[avi, iva, vai, ...] = avviterai; +[evi, vie] = avviterei; ...
Vedi anche: Anagrammi per verità
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ferita, merita, nerita, versta.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ferite, feriti, ferito, meriti, merito, meritò, nerite, perite, periti, perito.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: verta.
Altri scarti con resto non consecutivo: vera, vita, erta.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: verista.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: patire, satire.
Parole con "verità"
Finiscono con "verita": riverita, severità, impoverita.
Parole contenute in "verita"
eri, rita, veri. Contenute all'inverso: ire, tir.
Incastri
Inserendo al suo interno gin si ha VERginITA (verginità); con dici si ha VERIdiciTA (veridicità).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "verità" si può ottenere dalle seguenti coppie: vene/nerita, vera/rarità, vespa/sparita, verde/deità, verista/stata.
Usando "verità" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: doveri * = dota; poveri * = pota; roveri * = rota; severi * = seta; viveri * = vita; polveri * = polta; * ritagli = vegli; * ritardi = verdi; * ritassa = vessa; * ritassi = vessi; * ritasso = vesso; * ritasta = vesta; * ritasti = vesti; * ritasto = vesto; annoveri * = annota; cave * = carità; neve * = nerita; pavé * = parità; rave * = rarità; * ritaglia = veglia; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "verità" si può ottenere dalle seguenti coppie: veri/irrita, vercelli/illecita, verde/edita, verdure/erudita, verga/agita, vermi/imita, verse/esita, verve/evita.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "verità" si può ottenere dalle seguenti coppie: stative/ritastati, stive/ritasti, riverì/tari, roveri/taro.
Usando "verità" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * roveri = taro; ritasti * = stive; tari * = riverì; taro * = roveri; * stive = ritasti; ritastati * = stative; * stative = ritastati.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "verità" si può ottenere dalle seguenti coppie: vegli/ritagli, veglia/ritaglia, vegliai/ritagliai, vegliammo/ritagliammo, vegliamo/ritagliamo, vegliando/ritagliando, vegliano/ritagliano, vegliante/ritagliante, veglianti/ritaglianti, vegliare/ritagliare, vegliarono/ritagliarono, vegliasse/ritagliasse, vegliassero/ritagliassero, vegliassi/ritagliassi, vegliassimo/ritagliassimo, vegliaste/ritagliaste, vegliasti/ritagliasti, vegliate/ritagliate, vegliato/ritagliato, vegliava/ritagliava, vegliavamo/ritagliavamo...
Usando "verità" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: parità * = pavé; rarità * = rave; guarita * = guave; * deità = verde; * sparita = vespa; chiarita * = chiave; dota * = doveri; pota * = poveri; vera * = rarità; rota * = roveri; seta * = severi; polta * = polveri; * verdi = ritardi; schiarita * = schiave; * stata = verista; annota * = annoveri; * verdino = ritardino.
Sciarade incatenate
La parola "verità" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: veri+rita.
Intarsi e sciarade alterne
"verità" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: vi/erta.
Intrecciando le lettere di "verità" (*) con un'altra parola si può ottenere: * segga = verseggiata.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "verità"
»» Vedi anche la pagina frasi con verità per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La nasconde con tutti i mezzi, chi ha paura che la verità venga a galla!
Proverbi
  • La verità viene sempre a galla.
Titoli di Film
  • L'orribile verità (Regia di Leo McCarey; Anno 1937)
Canzoni
  • La verità (Cantata da: Povia; Anno 2010)
  • Il momento della verità (Cantata da: Enrico Ruggeri; Anno 1996)
  • Mezze verità (Cantata da: Sottotono; Anno 2001)
  • La verità (Cantata da: Marcella; Anno 1986)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Effettivamente, In effetto, In fatto, Infatti, Difatto, Realmente, Veramente, Propriamente, Assolutamente, In verità - Effettivamente dà la cosa per vera ed esistente. - In effetto la mostra vera o non vera alla prova. - « Chi può dirsi effettivamente giusto ed onesto? chi è tale in effetto. » - In fatto è tutt'altra cosa che In ragione, o speculativamente. - « Molte belle teorie si trova che in fatto non reggono. » - Infatti pare voglia dire Secondo la verità del fatto e del detto: o che la cosa succedette come si era preveduto; infatti, si dice, la cosa succedette di qui fin qui. - Prova di fatto, è quella che, dell'asserzione, il fatto stesso porta con se. - « Contro le prove di fatto non vale l'argomentare. » - Realmente indica la realtà, cioè l'esistenza, e quasi l'identità della cosa. - « Non è realmente bello che il vero, il giusto, il buono. Egli è realmente quello che pare. » - Veramente significa la verità assoluta della cosa. - « Chi non sarà veramente mondo d'ogni macchia di colpa, non entrerà nel regno de' cieli. » - Propriamente dice la convenienza e l'aggiustatezza della cosa all'uso suo. - « Chi parla e scrive propriamente, si serve de' termini precisi ed esatti. » - Assolutamente non ammette alcuna dubbiezza o tergiversazione. Un padre dice a' suoi figli: « Voglio che ciò si faccia assolutamente. » - In verità è forma di sacramento, di giuramento: è forma quasi sacra, perchè traduce la parola così autorevole e così piena di celeste gravità che Gesù Cristo ripeteva, quando voleva inculcare qualche eterna verità negli Apostoli suoi: « Amen, amen, dico vobis, etc.: In verità, in verità vi dico che il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno giammai. » (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Effettivamente, In effetto, In fatto, Infatti, Difatto, Realmente, Veramente, Propriamente, Assolutamente, In verità - Effettivamente dà la cosa per vera ed esistente; in effetto la mostra vera o non vera alla prova: chi può dirsi effettivamente giusto ed onesto? - colui che lo è in effetto. In fatto è tutt'altra cosa che in ragione, o speculativamente: moltre belle teorie si trova che in fatto non reggono. Infatti pare voglia dire: secondo la verità del fatto e del detto: o che la cosa succedette come si era preveduto; infatti, si dice, la cosa succedette di qui fin qui. Prova di fatto, è quella che, dell'asserzione, il fatto stesso porta con sè: contro le prove di fatto non vale l'argomentare. Realmente indica la realtà, cioè l'esistenza, e quasi l'identità della cosa: non è realmente bello che il vero, il giusto, il buono: egli è realmente quello che pare. Veramente significa la verità assoluta della cosa: chi non sarà veramente mondo d'ogni macchia di colpa, non entrerà nel regno de' cieli. Propriamente dice la convenienza e l'aggiustatezza della cosa all'uso suo: chi parla e scrive propriamente, si serve de' termini precisi ed esatti. Assolutamente non ammette alcuna dubbiezza o tergiversazione: un padre dice a' suoi figli: voglio che ciò si faccia assolutamente. In verità è forma di sacramento, di giuramento: è forma quasi sacra, perchè traduce la parola così autorevole e così piena di celeste gravità che G. Cristo ripeteva, quando voleva inculcare qualche eterna verità negli apostoli suoi: amen, amen, dico vobis ecc.: in verità, in verità vi dico che il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno giammai. [immagine]
Verità, Veracità - La verità è quella virtù, o quella essenzialissima qualità virtuale che fa reale e duratura ogni azione, ogni principio, ogni scienza umana: la veracità è la verità nel favellare, nell'esporre: avvi il trito proverbio che la bugia ha le gambe corte, il quale dà la ragione del come molte cose che parevano fondate a perpetuità, pure al menomo urto rovesciarono; esse poggiavano sul falso, e la recente (1848) caduta della monarchia francese ne è grande e memorando esempio: la Carta non era una verità! questo detto di Luigi Filippo non fu trovato, come altre molte sue promesse, verace. [immagine]
Verità, Fatto - Il fatto è vero come fatto, ma può attestare un principio falso o dubbioso; la verità è assoluta, è una: è essa stessa un fatto indestruttibile nell'ordine delle idee, abbenchè possa venire talora nascosto o dimenticato: altro è dire, questa è la verità; altro, questo è il fatto: Il primo dire è una specie di giuramento; il secondo è una semplice asserzione. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Verità - † VERITADE e † VERITATE. S. f. La verità, in gen., è la rappresentazione fedele, nel pensiero o nella parola, della cosa tal quale ella è, La verità è opposta all'errore, alla menzogna. Veritas, aureo.

T. Plat. Verità, quel che è. S. Bonav. Adaequatio rei et intellectus. S. Tomm. La conformità dell'esemplare coll'esemplato.

T. Un poeta del secolo XII. Vertà, per Verità.

Incominciamo da Dio. [G.M.] Dio è verità, somma, assoluta verità; Fonte ed essenza di verità; Incrollabile fondamento di verità.

T. Salm. 56. (a Dio parlando): Veritas tua. Vang. S. Giovann. 14. Io sono la via, e la verità, e la vita. [G.M.] Morg. 25. 243. Che s'egli avessi detto in ciò menzogna, Com'egli era mandato il ver Messia Dal Padre, il qual sol veritate agogna, Perchè egli è vita e verità e via; Potestà non arebbe in quella vece Di far le cose mirabil' ch'e' fece. Segner. Mann. Magg. 7. Iddio è verità; e però troppo conviene che aborrisca i doppii, i finti, i fraudolenti.

[P.Occell.] Rosm. L'Ente è la stessa verità, l'unica forma della ragione, il fonte della morale.

T. Dio di verità, dice altro che il Dio vero. Questo contrapponesi ai falsamente adorati per déi; quello riconosce la verità essere una con Dio.

2. Il vero, in gen., Ciò che è vero. But. Par. 2. 2. (C) Tremolare della luce nell'aspetto di Dante, non è altro che l'accendere dell'amore inverso la verità, ch'è luce dello 'ntelletto. Fior. Virt. A. M. 21. 98. var. Verità è a usare il vero, senz a alcun mentimento. Tesorett. Br. 19. 181. E io, che ognora attendo A saper veritate… Bocc. g. 8. f. 4. Niun perciò alla verità del fatto pervenne. E nov. 9. g. 8. Diede tanta fede alle parole di Bruno, quanta si saría convenuta a qualunque verità. Dant. Par. 4. Ma perchè puote vostro accorgimento Ben penetrare a questa veritate, Come desiri ti farò contento. Pass. 333. Tutte queste cose… non furono secondo verità, ma così parevano. Ricord. Malesp. cap. 31. Ma la propria verità è questa, che lo 'mperadore nacque di loro. Bern. Orl. Inn. 220. La verità è bella nè per tema Si debbe mai tacer nè per vergogna. Varch. Err. Giov. 48. (M.) E sebbene i Fiorentini dicevano che aveano ciò fatto non per accordarsi, ma per onorar Cesare e fare il debito loro; tuttavia, io che vo in sulla verità, e non in sulle gavillazioni, credo, anzi so certo… che avrebbono fatto accordo.

[Camp.] D. 2. 25. Apri alla verità che viene il petto. Bon. Bin. XV. 3. Ma non sia curïoso, Che 'n voler dignitade, Perderà veritade (perderà la conoscenza del vero). Boez. lib. 3. Ed ella: O mio nutrito, troppo mi rallegra che tu hai con la mente ferito in mezzo della veritate. [Pol.] S. Greg. Omel. 1. 1. La verità delle cose preterite ci dà certezza delle future.

[G.M.] D. Conv. 4. 2. Chiamo la verità che sia meco; la quale è quel signore che negli occhi, cioè nelle dimostrazioni della filosofia dimora: e ben è signore, chè, a lei disposata, l'anima è donna, e altrimenti è serva fuori d'ogni libertà. S. Agost. C. D. 1. 15. Guarda forse che contro alla chiarissima veritade, con tanta pazzia di mirabile cechità, alcuno si contrapponga. E 2. 1. Contrastare alla ragione della chiarissima veritade. Segner. Mann. Magg. 29. Non iscorgono sì gran luce, qual'è questa dell'evangelica verità. E Giugn. 9. Sapienza in questo luogo significa l'alta notizia della verità divina, qual'è quella che hanno i teologi: scienza significa l'alta notizia delle verità umane, qual'è quella che hanno i filosofi naturali. E Ag. 11. Altissima verità. E 19. Ma che vuol dire che tu, quantunque conosca eziandio per prova, che queste verità sono indubitate, con tutto ciò non sai staccarti dal mondo per darti a Cristo? E Crist. instr. 2. 3. 20. Sprofondatevi bene con la mente, o Dilettissimi, in queste altissime verità. E Incred. 1. 1. 2. Verità naturali. E ivi: Verità che oltrepassano la natura. E 1. 1. 4. Mi sono indotto a dar fuori un piccolo libro, da cui si additi a questi traviati il sentiero diritto a trovare la verità. E 1. 2. 3. Fu perpetuo parere di tutti i saggi, che, ad indagare qualunque verità, non pure alta, ma comunale, nulla più giovi che l'avere libero il cuore dalle passioni troppo abili ad ingombrarlo. E 1. 5. 10. Ciò sia detto a pura sovrabbondanza di verità. E 1. 7. 10. È gran prodigio che una verità così folgorante non ferisse a forza le pupille di Democrito.

T. Vico: il tener dietro con un cammino non mai interrotto alle sentenze degli avversarii, egli è d'uomo pugnace, e che voglia piuttosto opprimere l'oppositore, che rintracciare la verità. Pallav. Ben. 3. 49. Errore mascherato di verità. Gozz. Oss. p. 3. Disc. p. 146. Certi grandi ingegni, con le loro continne perscrutazioni, fecero intorno al palagio della verità non so quali inferriate.

T. Criterio, Indizio che accompagna la verità. – Appoggiato tutto sulla verità. – Con fondamento di verità.

T. Verità rilevantissima. Verità lampanti; di tutta evidenza.

T. È verità, È la verità. Questo secondo dice più che È vero; come dire: Quel ch'io dico e credo, non solo ha la qualità del vero, ma è per l'appunto la verità stessa. Senza l'articolo dice un po' meno che l'altro; ma però sempre un po' più che È vero; quasi dica: È una verità. Così: È pura verità; È la pura verità.

T. La verità è che… – È di verità; di tutta verità.

3. T. In senso biblico, Verità, vale Rettitudine, Sincerità nell'operare secondo che a verità si conviene; in modo che il fatto corrisponda al sentimento proprio, e all'ordine delle cose. Adorare Iddio in spirito e verità. – Fare verità; Operare rettamente. Ap. Camminare nella verità. [Camp.] Bib. Ep. Can. IV. 1. Noi andiamo per le tenebre, noi mentiamo, e non facciamo la verità.

[Camp.] D. 3. 7. Questa natura (la natura umana) al suo Fattore unita, Qual fu creata, fu sincera e buona: Ma per se stessa (per sua colpa) pur fu isbandita Di Paradiso, perocchè si torse Da via, da verità, e da sua vita. Bib. Prov. 29. Lo re che giudica li poveri nella veritade, la sedia sua si confirmerà in eterno.

4. La verità più espressamente nelle parole; Il dire le cose quali sono senza alterazione. [Camp.] D. Conv. II. 6. E disse a noi (G. C.) la verità di quelle cose, che noi sapere sanza lui non potevamo, nè vedere veramente. E IV. 17. La nona si chiama verità, la quale modera noi dal vantar noi oltre che siamo, e dal diminuir noi oltre che siamo, in nostro sermone. [G.M.] Morg. 25. 10. Io ti dirò la pura verità. Segner. Mann. Genn. 5. Tu per questo a Dio piaci tanto quando ti umilii, perchè dici la verità. E Magg. 7. La verità non pretende che tu scopra a tutti te stesso; ma prescrive che tu non menta. E Ag. 11. A dire la verità, Quegli solo è che ha l'essere da se stesso. Fag. Rim. E pura dimostrar la verità Senz'addobbo di fior, di frange e piume.

T. Quel che egli parla è tutto verità. Vang Se io dico la verità, perchè non mi credete?

T. Giurare la verità. – Disse tutta la verità. – Confesso la verità, le vostre maniere mi dispiacciono. – Per dire la verità, sto più volentieri a Firenze che a Torino.

5. Nella Musica. [Ross.] Alg. 1. 8. Niuno (pensiero sogliono darsi i cantori) per la verità nella maniera del cantare e del recitare Bain. 1. 2. 11. 335. E so ancora quanto è difficile cantare con anima e verità. stando immobile con la persona. S. Ruf. 1. 4. 20. La verità del suono si dêe tenere in conto della più malagevole ed essenzial parte dell'esecuzione musicale. E 2. 3. 12. 425. Là (nelle prime Messe) freddo, insignificante; qui (nelle Lamentazioni) tutto fuoco, tutto anima, tutto verità.

T. Anco di rappresentazione o d'immagine d'arte, o di significazione in atti fatta d'un concetto o d'un sentimento: È o Non è verità.

6. [G.M.] Essere alla verità; In luogo di verità; Essere nell'altra vita; il contrario di Essere alla bugia, cioè, in questo mondo Zannon. Scherz. Com. E' son tutt'a due alla erità (verità), e io sono alla bugia. – V. anche BUGIA, § 5

7. Essere la bocca della verità; si dice d'uomo sincero, veritiero, e anche di fanciulli, la cui semvlicità di cuore è cagione che dicano il vero. Lasc. Gelos. 1. 5. (C) Ma che? Non l'ho io inteso da Giulio? C. Dalla bocca della verità! [G.M.] Schietto e candido fanciullo, che è la bocca della verità.

Si disse anche d'un orologio. Magal. Lett. fam. 2. 291. (Man.) Quell'altra, posata sopra un tavolino, o attaccata a un chiodo, è la bocca della verità: portata addosso, il moto la scompone. [G.M.] Adesso di orologio, o sim., usiamo piuttosto: Dire il vero. Orologio, Barometro, Bilance che dicono il vero; che vanno bene: che sono precisi.

8. Lasciare la verità al suo luogo, o al suo posto; Modo di dire, col quale altri intende di Non garantire per vero ciò che egli ha affermato. Bertin. Giamp. 22. (Man.) E' dicono che voi, con tutto il vostro intitolarvi de' Lucardesi di Lucardo, siete da Montespertoli. Io però lascio la verità al suo luogo: e nelle cose ch'io non ho chiare chiare non m'infilzo.

9. [G.M.] E vaglia la verità; suol dirsi, quando, nel ragionare, vogliamo venire alle prove di quello che abbiamo affermato. E anche dicesi: E vaglia il vero. Segner. Crist. instr. 1. 4. E vaglia la verità: da che il Verbo vestissi di umana carne, noi siamo tanto cresciuti di dignità, che…

10. Modi avverb. In verità, Per verità, Per la verità.

T. In verità, afferma asseverantemente; e così traducesi il biblico Amen! Per verità, concede o confessa, o è quasi attenuazione di quanto si afferma. Per la verità, è locuzione che suol essere retta da altre parole: Parlo per la verità; cioè, per sostenerla, per palesarla, non per altro fine.

Bocc. Nov. 5. g. 7. (C) In verità, madonna, di voi m'incresce. Petr. Son. 4. part. II. E 'l rimembrare e l'aspettar m'accora Or quinci or quindi sì, che 'n veritade… l'sarei già di questi pensier fora. Guid. G. In veritade per li nostri Dei testimoniamo che nostra intenzione… Vend. Crist. A. 101. Egli, così facendo, lo seguitava, e non sapea per verità quello che l'Angiolo facea. [G.M.] Segner. Quares. 32. 7. Quel povero figliuol prodigo, che, vago di libertà, s'era figurato di doversi godere, lontan dal padre, poco men che un secolo d'oro, sempre in lussi, sempre in conversazioni, sempre in conviti, sempre in prosperità, trovò alla fine che del secolo d'oro non gli era rimasto, per verità, se non che il cibarsi di ghiande. E Mann. Ag. 1. Nessun uomo è più servo, per verità, che chi è servo alle proprie concupiscenze. E ivi, 11. Stimano dentro sè di essere da se medesimi qualche cosa, mentre per verità sono un puro niente.

T. In verità, in verità; ripetuto, afferma di più le cose dette, o che stannosi per dire: ma giova non abusare di questo modo solenne e quasi sacro, massime in tono d'ironia o impazienza. Vang. In verità, in verità dico a voi…

Di verità, Nella verità; Altri modi di asseverare, ma meno usit. dei precedenti. Fr. Giord. Pred. S. (C) Allora è ben peccato mortale, che ti menerebbe al ninferno; così è di verità. Sig. Viagg. Sin. 64. (M.) Nella verità, a Baruti è gran dovizia d'ogni cosa. Segner. Lett. Cos. 31. (Man.) Le acque continue, di verità non hanno spento il fervore, ma l'han fatto conoscere maggiormente.

T. In verità buona; Affermazione più calzante che senza l'agg.; e denota l'unità del vero col bene. In verità buona, vorrei potervi ajutare come meritate. – In verità buona, non poteva toccarvi una madre più affettuosa.

Bocc. Nov. 2. g. 8. (C) Gnaffe, sere, in buona verità, io vo infino a città per alcuna mia vicenda

T. In verità di Dio; Affermazione di chi invoca Dio a testimone del detto, giacchè Dio è verità. L'uomo non dice, ne può dire: La mia verità.

T. In verità santa; Affermazione molto asseverante, e che inchiude un inno alla verità. Si dice anche, e con più efficacia: In verità santa e benedetta.

11. T. Prov. Tosc. 126. Chi vuol sapere la verità, la domandi alla purità (ai bambini, che, semplici come sono di cuore, non mentono). E 300. La verità vien sempre a galla. E: L'olio e la verità tornano alla sommità. E: La verità può languire, ma non perire. E: La verità è figliuola del tempo. E: Il tempo scuopre la verità. E: La verità è una sola. E: La verità è madre dell'odio. (Veritas odium parit.) E 334. Quattro madri buone fanno figliuoli cattivi: la Verità, l'Odio… E 320. La verità è nel vino (In vino veritas.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: veriste, veristi, veristica, veristicamente, veristiche, veristici, veristico « verità » veritiera, veritiere, veritieri, veritiero, verme, vermetti, vermettini
Parole di sei lettere: verghi « verità » vermut
Vocabolario inverso (per trovare le rime): immiserita, inserita, reinserita, disinserita, alterità, posterità, austerità « verità (atirev) » severità, riverita, impoverita, dimagrita, smagrita, negrità, integrità
Indice parole che: iniziano con V, con VE, iniziano con VER, finiscono con A

Commenti sulla voce «verità» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze