Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «vetro», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Vetro

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
finestra (13%), trasparente (12%), bottiglia (10%), soffiato (8%), fragile (7%), murano (5%), rotto (5%), trasparenza (4%), plastica (4%), cristallo (3%), ialino (2%), smerigliato (2%), cemento (2%), vaso (2%), resina (2%), infrangibile (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate vetro

Galleria 2

Geometrie in un grattacielo

Foto 5599038
Tag correlati: vetri, finestre, bicchiere, grattacielo, bicchieri, finestra, palazzo, acqua, calice, vetrate, vetrina, calici, trasparenza, palazzi, tavolo, ombra, tre, grattacieli, due, muro, geometrie, trasparente, milano, luci, cristallo, sfera, trasparenze, gocce, vetrata, fiori
Giochi di Parole
La parola vetro è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: vé-tro. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: torve, trevo.
Componendo le lettere di vetro con quelle di un'altra parola si ottiene: +ala = alteravo; +tai = attiverò; +aia = aviatore; +ava = avverato; +[avi, iva, vai, ...] = avviterò; +bei = bevitore; +can = centravo; +can = converta; +tac = corvetta; +[adì, dai, dia] = derivato; +[adì, dai, dia] = divorate; +ada = doravate; +[tau, tua] = eruttavo; +[sai, sia] = esortavi; +osa = esortavo; +[ali, ila, lai] = evitarlo; +fai = favorite; +afa = foravate; +ala = lavatore; +ala = lavorate; +[ami, mai, mia] = meritavo; +[ami, mai, mia] = morivate; +[ami, mai, mia] = motivare; +[ami, mai, mia] = motiverà; ...
Vedi anche: Anagrammi per vetro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: metro, retro, tetro, vedrò, verro, vetri, vitro.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cetra, cetre, metri, tetra, tetre, tetri.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: vero, veto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: aorte, corte, forte, morte, porte, sorte, torte.
Parole con "vetro"
Iniziano con "vetro": vetrone, vetroni, vetrosa, vetrose, vetrosi, vetroso, vetroflex, vetrofania, vetrofanie, vetrocamera, vetrocamere, vetrocromia, vetrocromie, vetroresina, vetroresine, vetrocementi, vetrocemento, vetroceramica, vetroceramiche, vetrocementista, vetrocementisti.
»» Vedi parole che contengono vetro per la lista completa
Incastri
Inserendo al suo interno ari si ha VETRariO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "vetro" si può ottenere dalle seguenti coppie: vela/latro, veli/litro, vere/retro, veto/oro, vetta/taro, vettore/torero, vetture/turerò.
Usando "vetro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: duvet * = duro; lave * = latro; live * = litro; * trolli = velli; * trotta = vetta; * rote = vette; vive * = vitro; pieve * = pietro; * troniste = veniste; * tronisti = venisti; * rotore = vettore.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "vetro" si può ottenere dalle seguenti coppie: vela/altro, veloni/inoltro, vena/antro, vene/entro, vetta/atro.
Usando "vetro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orrifica = vetrifica; * orrifico = vetrifico.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "vetro" si può ottenere dalle seguenti coppie: cove/troco, nove/trono, pive/tropi, vive/trovi.
Usando "vetro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: troco * = cove; trono * = nove; tropi * = pive; trovi * = vive; * cove = troco; * nove = trono; * pive = tropi; * vive = trovi.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "vetro" si può ottenere dalle seguenti coppie: velli/trolli, veniste/troniste, venisti/tronisti, vetta/trotta, vetta/rota, vette/rote, vettore/rotore.
Usando "vetro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: latro * = lave; litro * = live; * latro = vela; * litro = veli; vitro * = vive; duro * = duvet; * taro = vetta; vetrose * = rosero; * vetta = trotta; * ateo = vetrate; * rosero = vetrose; * torero = vettore; * turerò = vetture.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "vetro" (*) con un'altra parola si può ottenere: * si = vestirò; * ilo = vetriolo; dine * = diventerò; dote * = dovettero; pane * = paventerò; risi * = rivestirò; * sino = vestirono; piote * = piovettero; stano * = svettarono; * resse = vertessero; * rette = vertettero; citano * = civettarono; citasse * = civettassero; spanano * = spaventarono; spanasse * = spaventassero; citerebbe * = civetterebbero; spanerebbe * = spaventerebbero.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "vetro"
»» Vedi anche la pagina frasi con vetro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La bottiglia cadde a terra e si ruppe: cocci e schegge di vetro dappertutto...
  • Murano è l'isola del vetro, ci sono molti artigiani che lavorano con maestria questo fragile elemento.
  • Ho assistito al forgiare del vetro da parte di un ragazzo seduto per strada.
Libri
  • Il gioco delle perle di vetro (Scritto da: Hermann Hesse; Anno 1943)
Canzoni
  • Cuore di vetro (Cantata da: Camaleonti; Anno 1976)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Vetro colorito - I vetri di colore sono soltanto vetri ordinarj, a' quali nel farli si aggiunge una data quantità d'ossido colorante. S'impiegano per le invetriate. Molti se ne osservano negli antichi edifizj. Si adoprano altresi per imitare le pietre preziose; e l'arte è in questo proposito tanto avanzata, che non si possono distinguere le pietre artificiali dalle naturali se non perchè quelle sono meno dure di queste. [immagine]
Vetro - È noto essere il vetro un prodotto, che si ottiene esponendo un miscuglio di silice e di varie materie all'azione del fuoco violento continuato bastantemente. Tutto ne induce a credere che il vetro fosse conosciuto nei più vecchi tempi. Se ne parla ne' libri di Mosè e di Giobbe - Aristotele domanda il perchè noi vediamo traverso al vetro, e perchè esso possa piegarsi - Lucrezio è il primo poeta latino che discorra del vetro e della sua trasparenza. - Plinio dice, che certi mercanti di nitro, i quali traversavano la Fenicia, essendosi fermati sulle sponde del fiume Belo onde far cuocere la carne, misero in mancanza di pietre dei pezzi di nitro per sorreggere i vasi, e quel nitro mescolato con la rena, ed abbruciato dal fuoco, si sciolse, e formò un liquido trasparente e chiaro, che si condensò e diede la prima idea del vetro. - Leggesi parimente in Plinio, che Sidone fu la prima città famosa per la fabbrica del vetro, e che questo non si cominciò a fare in Roma se non sotto Tiberio. - Il medesimo storico narra, come sotto il regno di Nerone s'inventasse l'arte di far vasi e tazze di vetro bianco trasparente: quei vasi si traevano da Alessandria, e costavano un prezzo immenso.

Ad onta di queste citazioni, De Paw crede che fra tutti i popoli antichi gli Egizj siano quelli che meglio lavorarono quella materia, e che la fabbrica di vetro della grande Diospoli, capitale della Tebaide, sia stata la prima regolare di questo genere. Secondo Winckelmann gli antichi portarono tal lavoro ad un grado maggiore di perfezione che non si sia fatto ne' tempi moderni.

Oltre ai vasi che servivano per l'uso ordinario, e di cui trovasi grande quantità nel gabinetto di Ercolano, se ne veggono pure alcuni, i quali erano destinati a conservare le ceneri dei morti. Ivi William Hamilton, ambasciatore d'Inghilterra alla corte di Napoli, possedeva i due vasi di vetro più grandi che si siano mantenuti interi: uno, alto più di due palmi e mezzo, si trovò in una tomba vicina a Pozzuolo; l'altro, minore, fu scoperto a Cumo.

Indipendentemente da quei vasi, gli antichi, per quanto dice lo stesso antiquario, impiegavano il vetro come pavimento delle stanze delle loro case: a tale effetto, non solo adopravano quelli di un colore, ma ne prendevano ancora di varj colori e ne componevano una sorta di mosaico.

Sembra che l'arte di fare il vetro passasse dall'Italia in Francia, e di là in Inghilterra. Nel 674 se ne introdussero le fabbriche dalla Francia nell'Inghilterra, in occasione della costruzione della nuova abbazia di Wiremouth, la di cui chiesa fu edificata da muratori ed architetti francesi secondo il gusto romano. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: vetriniste, vetrinisti, vetrinistica, vetrinistiche, vetrino, vetrioleggiare, vetriolo « vetro » vetrocamera, vetrocamere, vetrocementi, vetrocementista, vetrocementisti, vetrocemento, vetroceramica
Parole di cinque lettere: vetri « vetro » vetta
Vocabolario inverso (per trovare le rime): retrò, retro, feretro, piretro, arretrò, arretro, tetro « vetro (ortev) » arbitro, arbitrò, recalcitro, recalcitrò, litro, decalitro, decilitro
Indice parole che: iniziano con V, con VE, iniziano con VET, finiscono con O

Commenti sulla voce «vetro» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest vetro


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze