Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «visione», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Visione

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
notturna (10%), prima (9%), miraggio (5%), apparizione (4%), allucinazione (4%), celeste (4%), film (4%), globale (2%), mondo (2%), distorta (2%), occhio (2%), futuro (2%), mistica (2%), veduta (2%), celestiale (2%), panorama (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola visione è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: vi-sió-ne. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: sinovie.
visione si può ottenere combinando le lettere di: voi + seni; osi + nevi; [svio, viso] + nei; vino + sei; sino + [evi, vie]; ivi + seno; sii + [nevo, nove]; svii + [neo, noè]; vini + osé.
Componendo le lettere di visione con quelle di un'altra parola si ottiene: +dir = diversioni; +ala = esiliavano; +ram = inserivamo; +rna = inserivano; +ras = inviassero; +tap = ipotensiva; +pet = ipotensive; +top = ipotensivo; +tre = neoveristi; +gas = ossigenavi; +[ari, ira, ria] = revisionai; +ram = riseminavo; +gps = sospingevi; +sms = svenissimo; +alt = sviolinate; +tan = visionante; +[ira, ria] = visionarie; +sta = visionaste; ...
Vedi anche: Anagrammi per visione
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: virione, visiona, visioni, visiono.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: visone.
Altri scarti con resto non consecutivo: viso.
Parole con "visione"
Iniziano con "visione": visionerà, visionerò, visionerai, visionerei, visioneremo, visionerete, visioneranno, visionerebbe, visioneremmo, visionereste, visioneresti, visionerebbero.
Finiscono con "visione": divisione, revisione, previsione, eurovisione, provvisione, televisione, audiovisione, condivisione, mondovisione, multivisione, suddivisione, supervisione, termovisione, capidivisione, capodivisione, stratovisione, sottodivisione, radiotelevisione.
Contengono "visione": revisionerà, revisionerò, revisionerai, revisionerei, revisioneremo, revisionerete, revisioneranno, revisionerebbe, revisioneremmo, revisionereste, revisioneresti, supervisionerà, supervisionerò, supervisionerai, supervisionerei, revisionerebbero, supervisioneremo, supervisionerete, supervisioneranno, supervisionerebbe, supervisioneremmo, supervisionereste, supervisioneresti, supervisionerebbero.
»» Vedi parole che contengono visione per la lista completa
Parole contenute in "visione"
ione, visi. Contenute all'inverso: noi.
Incastri
Inserendo al suo interno ari si ha VISIONariE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "visione" si può ottenere dalle seguenti coppie: vile/lesione, visibili/bilione.
Usando "visione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: levi * = lesione; coevi * = coesione; eluvi * = elusione; torvi * = torsione; derivi * = derisione; incurvi * = incursione.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "visione" si può ottenere dalle seguenti coppie: vispa/apione, visita/atone.
Usando "visione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * enotera = visiterà.
Lucchetti Alterni
Usando "visione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lesione * = levi; * lesione = vile; coesione * = coevi; elusione * = eluvi; torsione * = torvi; visionavo * = navone; incursione * = incurvi; * aie = visionai; * aree = visionare; * arie = visionari; * atee = visionate; * eroe = visionerò.
Sciarade incatenate
La parola "visione" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: visi+ione.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "visione" (*) con un'altra parola si può ottenere: * col = visciolone; diari * = divisionarie.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "visione"
»» Vedi anche la pagina frasi con visione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ho avuto la visione che Mourinho tornava all'Inter e vincevamo un altro triplete.
  • Stasera in televisione proietteranno un film in prima visione assoluta.
  • La visione del film in 3D non piacque molto agli anziani presenti nella sala.
Libri
  • Amorosa visione (Scritto da: Giovanni Boccaccio; Anno 1343)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Visione, Apparizione - Umanamente parlando, sono due fenomeni della fantasia riscaldata o altrimenti in istato anormale. L'Apparizione però è fenomeno obiettivo, la Visione, fenomeno subiettivo; per essa si vede o si crede vedere ciò che apparisce o si crede apparisca. A Dio, per altro, nulla riesce impossibile, e le visioni e le apparizioni di cui è fatta menzione nelle sacre pagine, sono miracoli di onnipotenza, di provvidenza, di bontà tutta divina. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Vista, Aspetto, Veduta, Visione - La vista è facoltà di chi vede; l'aspetto è la faccia, dirò così, dell'oggetto che si presenta alla vista; conoscere a prima vista è difficile; giudicare dall'aspetto è pericoloso. La veduta è l'insieme della prospettiva di un sito: vi sono belle vedute nella Svizzera, nella Savoia; così, vedute diconsi anche i quadri o le stampe che le rappresentano; le vedute di Roma, di Genova, di Venezia ecc. Visione è o un'allucinazione dello spirito, o una specie di sogno, o un dono, o un fenomeno soprannaturale: le visioni di Giacobbe erano miracolose rivelazioni, eppure da' suoi fratelli era chiamato il sognatore, il visionario. [immagine]
Visione, Apparizione - Umanamente parlando sono due fenomeni della fantasia riscaldata o altrimenti in istato anormale; l'apparizione però è fenomeno obbiettivo; la visione, fenomeno subiettivo; si vede o si crede vedere ciò che apparisce o che si crede apparisca: a Dio per altro nulla riesce impossibile, e le visioni e le apparizioni di cui è fatta menzione nelle sacre pagine sono miracoli di onnipotenza, di provvidenza, di bontà tutta divina. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Visione - S. f. Il vedere, Veduta. Non usit. in questo senso. Visio, in Cic. e Apul.

Annot. Vang. (C) E non giudicherà secondo la vision degli occhi. G. V. 10. 230. 1. Si piuvicò per papa Giovanni appo Vignone… l'opinione della visione delle anime, quando sono passate di questa vita. [Camp.] Guid. G. VII. 2. E così, per visioni piacenti ed avvicendevoli,… manifestano del comune amore. (Parla di Paris ed Elena, che si davano delle occhiate nel tempio di Venere.) Reg. d'Amor. Lo cuore dell'amante trema in subita visione dell'altro. [Cors.] Varch. Lez. Dant. 1. 278. Se non fosse aria… tra 'l mio occhio e quel muro, non si farebbe la visione, cioè non potrei vederlo. [Val.] Fag. Rim. 3. 321. Lo stupore,… alla visione Del mio ritratto, mi ritiene affatto.

[Rig. e Fanf.] Prender visione, Dar visione di un atto, di un documento, e sim., è da lasciarsi a' burocratici. Meglio: Dar vista.

2. Senso filos. T. Vico: Anima è la virtù (del pensare e del dire); la visione è l'atto; nel senso, è la facoltà del vedere. Sarch. L'anima è virtù, è essenza; la visione è atto, è attributo; il senso visivo è facoltà. Rosmin. Come lo spirito vede l'essere, così vede altresì collo stesso sguardo l'identità delle cose reali coll'essere; e qualora questa visione è riflessa, e di cosa a noi unita, si dice Coscienza. – Visione chiamò impropriamente il Kant tutto ciò che dà il senso. – Visione (della mente) è di due specie; ideale o intellettiva; reale o semplice. – Visione semplice chiamasi la cognizione immediata della convenienza di un predicato con un soggetto.

3. Immagine apparente. Non com. Petr. Son. 170. part. I. (C) Non cose umane o visïon mortale. E Son. 193. part. I. Oh misera ed orribil visïone! Dant. Par. 3. Ma visïone apparve, che ritenne A sè me tanto stretto, per vedersi (per esser vista da me), Che di mia confession non mi sovvenne… Vid'io più facce a parlar pronte… T. E 33. Qual è colui che somniando vede, E, dopo il sonno, la passione impressa Rimane, e l'altro alla mente non riede; Cotal son io che quasi tutta cessa Mia visïone, e ancor mi distilla Nel cuor lo dolce che nacque da essa. = Pallav. Perf. Crist. 1. 4. (M.) Il nostro occhio, se rimira il Sole, ne forma in sè un'immagine più viva e più somigliante di quante ne sapesse dipinger Tiziano, la qual si chiama visione.

4. Visione; Apparizione di cose che l'uomo vede in sogno, o che pargli vedere in atto di grande astrazione di mente. D. Purg. 9. (C) Nell'ora che comincia i tristi lai La rondinella presso alla mattina,… E che la mente nostra, pellegrina Più dalla carne, e men da' pensier presa, Alle sue visïon quasi è divina, In sogno mi parea veder sospesa Un'aquila nel ciel… But. Inf. 26. 1. Visione è quando l'uomo nel sonno vede chiaramente e manifestamente quello che poi gli avviene. Bocc. Nov. 5. g. 4. La giovane destatasi, e dando fede alla visione, amaramente pianse. E nov. 1. g. 9. Universalmente ciascuno della lieta compagnia disse, quello che Talano veduto avea dormendo, non essere stato sogno, ma visione. Petr. Canz. 3. 7. part. II. Queste sei visïoni al Signor mio Han fatto un dolce di morir desio. Franc. Barb. 335. 4. Ed ogni sogno visione o baleno, Di paura sì pieno, Ti genera nel cuore Pavento o gran dolore.

T. D. 2. 15. Ivi mi parve in una visïone Estatica di subito esser tratto, E vedere in un tempio più persone, E una donna. E 17. Surse in mia visïone una fanciulla, Piangendo forte… (Sempre di quattro sillabe in Dante.) [G.M.] S. Agost. C. D. proem. Questo li fu mostrato in visione (ad Abramo). Morg. 11. 122. Di Carlo omai, dimmi, che credi tue? Per disperato dovette morire: Ucciso si sarà colle man' sue;… E, quel che più mi dà perturbazione, È che stanotte il vidi in visïone. E 13. 30. Questo mattin mi venne in visïone Ch'io guadagnavo sì nobil destriere. E 18. 67. ebbe pur luogo alfin la visïone (la visione s'avverò), Ch'una montagna gli cadeva addosso; Chè come il Veglio (il Veglio della montagna) allo scudo gli pone (gli drizza il colpo), Subito lo passò… E 21. 106. L'Angel di Dio apparve in visïone A un romito, e hallo salutato. E st. 108. E dicegli dell'Angiol la novella, Siccome in visïon gli era apparito. E 22. 216. In visïone una notte gli appare Un angelo che fu de' Cherubini, E disse… Segner. Mann. Marz. 29. Quando ancora fossi sollevato ad eccelse contemplazioni, a rapimenti, a rivelazioni, a visioni,… non ti hai da regolare in veruna cosa a proprio senno.

T. Più specialmente di visioni soprannatuturali. V. APPARIRE. Vang. Aveva veduta una visione nel tempio.

5. [G.M.] In senso aff. a Visionario; Cosa che uno si figura nella mente, ma che non ha sussistenza. Son visioni coteste! Colle vostre visioni non verrete mai a capo di nulla.

6. Senso teolog. Visione di Dio; e Visione beatifica, o Visione intuitiva; Quella per cui gli Eletti veggono Dio in cielo. – Visione comprensiva; Quella, che è proprio di Dio solo, potendo Egli solo vedere e conoscere se stesso qual è. – Visione profetica; La cognizione che Dio dava a' suoi profeti degli avvenimenti futuri (onde erano detti Veggenti); ed in generale Ogni rivelazione che viene da Dio. (Mt.)

G. V. 10. 230. 1. (C) Da allora innanzi per li beati perfettamente sarà in loro la visione chiara della vera e infinita Deità. Segner. Pred. Pal. Ap. 2. 12. (M.) Che dunque fu? Fu che Cristo… si privasse in qualunque parte dell'anima di quel gaudio che in lui nasceva dalla vision beatifica? [P.Occell.] S. Antonin. Lett. Confort. a rassegn. pag. 144. Carcere oscurissima (il Purgatorio) e vilissima, ritenente l'anima in sè nobilissima, e con pena della dilazione della visione beatifica, sommamente da esse (anime) desiderata. [Val.] Bianchin. Sat. Sold. 86. Questa sete non si può mai saziare, se non colla visione beatifica.

[G.M.] Segner. Crist. instr. 2. 19. 14. Non è questo il modo da comparire dinanzi a Dio, per assomigliarlo nella visione beatifica. E Mann. Apr. 7. Nello stato di eredi sono i Beati, che son entrati in possesso del patrimonio, che è la visione chiara di Dio. E 15. Lassù (in cielo) si perfeziona il pensiero, perchè al pensiero enigmatico che qui abbiamo, succederà la chiara vision di Dio. E Ag. 14. Il cumulo d'ogni bene, che solo vien dalla chiara vision di Dio.

7. Avere in visione checchessia. [Rig. e Fanf.] Lo dice il popolo, per Averlo in idea. Me ne ricordo, sì; ma ora non l'ho in visione.

8. † Fare una visione; Avere una visione; Vedere alcuna cosa in sogno. [Camp.] Aquil. III. 66. Pompeo fece quella notte davanti una visione; ma fu vana. [G.M.] Morg. 1. 39. Un'aspra visïon aveva fatta, E gli parea ch'un feroce serpente L'avea assalito… E st. 43. Rispose il Saracin con umil voce: Io ho fatta una strana visïone, Che m'assaliva un serpente feroce.

9. [Rig. e Fanf.] Visione, dicesi anche un Componimento poetico, per lo più in terza rima, ove il poeta narra cose ch'egli immagina aver veduto. Visioni del Varano. – Ha scritto una visione.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: visionato, visionava, visionavamo, visionavano, visionavate, visionavi, visionavo « visione » visionerà, visionerai, visioneranno, visionerebbe, visionerebbero, visionerei, visioneremmo
Parole di sette lettere: visiona « visione » visioni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fotoincisione, concisione, circoncisione, elisione, collisione, derisione, irrisione « visione (enoisiv) » televisione, radiotelevisione, revisione, previsione, divisione, suddivisione, capidivisione
Indice parole che: iniziano con V, con VI, iniziano con VIS, finiscono con E

Commenti sulla voce «visione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze