Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «volgere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Volgere

Verbo
Volgere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, sia transitivo che intransitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è volto. Il gerundio è volgendo. Il participio presente è volgente. Vedi: coniugazione del verbo volgere.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di volgere (orientare, girare, tendere, dirigere, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola volgere è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: vòl-ge-re. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
volgere si può ottenere combinando le lettere di: [gol, log] + vere; [over, vero] + gel; lev + [ergo, gore, orge].
Componendo le lettere di volgere con quelle di un'altra parola si ottiene: +ala = agevolarle; +aia = agevolerai; +aie = agevolerei; +can = grancevole; +fai = legiferavo; +tai = levigatore; +tai = regolative; +ama = relegavamo; +psi = spregevoli; +tag = traveggole; +[ami, mai, mia] = vaglieremo; +mie = veglieremo; +don = verdognole; +gli = villeggerò; +sos = volgessero; +tag = volteggerà; +atee = agevolerete; +[agli, glia] = alleggerivo; ...
Vedi anche: Anagrammi per volgere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: volgare, volgerà, volgerò, volgete, voliere.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: volere.
Altri scarti con resto non consecutivo: voler, volée, vere.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: svolgere, volgerei.
Parole con "volgere"
Iniziano con "volgere": volgerei, volgeremo, volgerete, volgerebbe, volgeremmo, volgereste, volgeresti, volgerebbero.
Finiscono con "volgere": svolgere, avvolgere, rivolgere, ravvolgere, travolgere, capovolgere, coinvolgere, riavvolgere, sconvolgere, stravolgere.
Contengono "volgere": svolgerei, avvolgerei, rivolgerei, svolgeremo, svolgerete, avvolgeremo, avvolgerete, rivolgeremo, rivolgerete, svolgerebbe, svolgeremmo, svolgereste, svolgeresti, travolgerei, avvolgerebbe, avvolgeremmo, avvolgereste, avvolgeresti, capovolgerei, coinvolgerei, riavvolgerei, rivolgerebbe, rivolgeremmo, rivolgereste, rivolgeresti, sconvolgerei, stravolgerei, travolgeremo, travolgerete, capovolgeremo, ...
»» Vedi parole che contengono volgere per la lista completa
Parole contenute in "volgere"
ere, volge.
Incastri
Inserito nella parola si dà SvolgereI; in avi dà AVvolgereI; in rii dà RIvolgereI; in rimo dà RIvolgereMO; in tramo dà TRAvolgereMO; in capote dà CAPOvolgereTE; in trasti dà TRAvolgereSTI.
Inserendo al suo interno est si ha VOLGERestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "volgere" si può ottenere dalle seguenti coppie: voler/ergere, voleri/erigere.
Usando "volgere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = volgete; * rendo = volgendo; * resse = volgesse; * ressi = volgessi; * reste = volgeste; * resti = volgesti; * ressero = volgessero.
Lucchetti Riflessi
Usando "volgere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = volgete; * errai = volgerai.
Lucchetti Alterni
Usando "volgere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ergere = voler; * erigere = voleri; * aie = volgerai; * remore = volgeremo.
Sciarade incatenate
La parola "volgere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: volge+ere.
Frasi con "volgere"
»» Vedi anche la pagina frasi con volgere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Al volgere della sera preparo la cena e accendo la televisione.
  • L'estate sta per volgere al termine, prepariamoci al freddo invernale.
  • Ormai il giorno è al suo volgere e la notte si avvicina.
Espressioni e Modi di Dire
  • Volgere al tramonto
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Volgere - e, nel verso, VOLVERE. V. a. Piegare, Voltare checchessia verso una parte, o in altra parte, o dall'altra parte. Volvere, aureo. – Voltare, stando all'uso, cade più spesso in senso corpor.; Volgere, in senso intell. e mor.

[G.M.] Volgere la faccia, la persona. – Volse il capo sulla destra, per ischivare il colpo. – Mi perdoni se le volgo le spalle. – Ecco là Costantinopoli, diceva, volgendo la mano all'oriente.

Dant. Purg. 21. (M.) Volser Virgilio a me queste parole (di Stazio), Con viso che, tacendo, dicea: Taci. [G.M.] E 24. Così tutta la gente che lì era, Volgendo 'l viso, raffrettò suo passo. = But. Purg. 23. 1. (C) Volgere lo viso è atto che dimostra la inclinazione della volontà, informata dalla ragione. [G.M.] Morg. 9. 27. Volse il cavallo, e tutto acceso d'ira Prese del campo (lo fece piegare indietro, per poi correre addosso al nemico). [Cont.] Cr. P. Agr. III. 7. E poi sia segato il fieno, si dêe lasciare per un giorno o per due nei prati, innanzi che si volga. Appresso, si dêe volgere e convenevolmente seccare; e poi si dêe raccogliere e portare e riporre al coperto. Cellin. Oref. 2. E dappoi benissimo farlo cuocere (il nastretto d'oro), perch'e' sia tanto più facile a volgere colle mollette.

2. Indirizzare verso un punto, verso un luogo. Bocc. Nov. 3. g. 5. (C) E, come seppe, verso una selva grandissima volse il suo ronzino. E nov.5. g. 9. Volse i passi verso la casa della paglia. But. Purg. 23. 1. Volgere il passo è atto che dimostra la inclinazione dell'affezione, informata ancora dalla ragione. [G.M.] Ar. Fur. 43. 94. Ed esso, con non molti che raccolse, Al ponte, ond'era entrato, i passi volse.

Fig. [G.M.] D. 2. 30. E volse i passi suoi per via non vera.

3. Volgere gli occhi, lo sguardo. Petr. Son. 87. part. II. (C) Spirto felice, che sì dolcemente Volgei quegli occhi più chiari che 'l sole. [G.M.] D.2. 12. Quando mi disse (Virgilio): Volgi gli occhi in giue: Buon ti sarà, per alleggiar la via, Veder lo letto delle piante tue. – Volgeva, sospirando, gli occhi al cielo. – Volgeva sopra di lei cupido lo sguardo.

4. Fig. Riferito alla mente, al pensiero, all'animo, al desiderio, ecc. Bocc. Nov. 7. g. 3. (C) Alla salute d'Aldobrandino il pensier volse. Amet.79. Se il suo disio Avesse Dido ad essa, quando Enea Lasciò lei, volto senza dire addio… D. 2. 8. (M.) Era già l'ora che volge 'l disio A' naviganti, e 'ntenerisce 'l core Lo dì ch'han detto a' dolci amici addio… [G.M.] E 33. Ma già volgeva il mio disiro e 'l velle, Sì come ruota che igualmente è mossa, L'Amor che muove il sole e l'altre stelle. T. Guicc. Stor. 1. 27. Volgere l'animo e i pensieri a questa santa impresa. Bemb. Pros. 1. Volger l'animo allo scrivere.

E n. pass. Ott. Com. Purg. 8. 109. (M.) Descrive l'ora del tempo,… nella quale a' naviganti si volge il desio, perchè è ora da posare.

Così: Volgersi l'ira, l'odio, lo sdegno sopra alcuno; Riversarsi, Sfogarsi su di lui. Bocc. Nov. 7. g. 2. (C) Temeva forte non sopra lei l'ira si volgesse de' parenti.

5. Volgere una cosa in mente, in animo, in cuore, e ass., Volgere tra sè; Aver fisso l'animo, la mente a una cosa; Andar considerando, rimuginando una cosa. T. Volgere pensieri in mente: Plurima volvens.

Bocc. Nov. 3. g. 2. (C) Al quale nuove cose si volgono per lo petto. (Qui N. pass.) Tass. Ger. 5. 1. Volge tra sè Goffredo a cui commetta La dubbia impresa ov'ella (Armida) esser dèe guida. [Val.] Fortig. Ricciard. 25. 20. E volve in suo pensier… Di poter quinci… [Tor.] Mont. Iliad.10. 299. Chiedea del pari Penetrar ne' trojani accampamenti Il forte Ulisse, perocchè nel petto Sempre il cor gli volgea le ardite imprese.

6. Volgere uno ad un luogo, per un luogo; Condurlo, Menarlo in quel luogo, per quel luogo. [G.M.] D. 1. 10. O virtù somma, che per gli empi giri Mi volvi, cominciai, come a te piace, Parlami e soddisfammi a' miei desiri. = E 2. 7. (M.) Prima che 'l poco sole omai s'annidi, Cominciò 'l Mantovan che ci avea volti, Tra color non vogliate ch'io vi guidi. (Era Sordello, che aveva menato fuor di strada Virgilio e Dante in una valletta.) E 22. Già era l'Angel dietro a noi rimaso, L'Angel che n'avea volti al sesto giro (avviati).

7. Volgere col Da o col Di; Sviare, Distogliere. [Camp.] D. 2. 19. Io son, cantava, io son dolce sirena, Che i marinari in mezzo 'l mar dismago:… Io volsi Ulisse del suo cammin vago Al canto mio. (Alcuni leggono trassi invece di volsi, contro l'autorità de' migliori codici.)[G.M.] E 23. Se ti riduci a mente Qual fosti meco, e quale io teco fui, Ancor fia grave il memorar presente (dei falli commessi). Di quella vita mi volse costui che mi va innanzi (Virgilio).

E assol., per Dissuadere, Smuovere, o sim. Bocc. Nov. 2. g. 1. (C) Ostinato in sulla sua credenza, volger non si lasciava.

8. Per Muovere in giro. Bocc. g. 3. p. 7. (C) Con grandissima orza, e con non piccola utilità dei Signore, due mulina volgea. Dant. Par. 2. E 'l ciel, cui tanti lumi fanno bello, Dalla Mente profonda che lui volve, Prende l'image. [Cont.] G. G. Mecc. XI. 88. Per volger molini ci serviremo del corso d'un fiume, o della forza d'un cavallo. [G.M.] Morg. 19. 80. Margutte acconcia l'arrosto di botto; Poi disse: Volgi (gira, giralo); e' sarà pur buon ch'io Cerchi dell'acqua, se c'è ignun ridotto (se ce ne fosse qualche ricettacolo).

Neutr. pass. Petr. Son. 187. part. I. (C) E, stringendo ambodue, volgeasi attorno. E Canz. 17. 3. part. I. Or ti solleva a più beata spene, Mirando il ciel che ti si volve attorno.

E n. assol. D. Purg. 24. (C) Non hanno molto a volger quelle ruote (E drizzò gli occhi al ciel), ch'a te fia chiaro Ciò che 'l mio dir più dichiarar non puote.

9. Fig. Governare, Moderare. Petr. Canz. 4. 4. part. II. (C) E reggo e volgo quanto al mondo vedi. Boez. Varch. 3. Rim. 2. Quanto possente regga Natura, e volga delle cose il freno.

10. E pur fig., per Mutare, Cambiare. Petr. Son 204. part. I. (C) L'ordine volgi: e' non fûr, madre mia, Senza onestà mai cose belle o care.[Val.] Lanc. Eneid. 1. 168. Li Africani lasciano li feroci cuori, volgendoli Iddio.

11. Circondare. Dant. Inf. 18. (M.) Luogo è in Inferno detto Malebolge, Tutto di pietra e di color ferrigno, Come la cerchia che d'intorno il volge.

12. Avvolgere, Avvoltare. But. Inf. 21. 1. (C) Ed altri volge sarte, cioè li canapi, che li volgono al torno; e vogliamo dire, cioè li marinari, che li volgono, quando l'hanno adoperate.

13. Rivolger contro. Fiammett. 5. 36. (C) O pietoso marito mio, volgi nel petto mio con debita ira la spada tua. Guid. G. Che contra li nemici e nostri offensori volgiamo le mani. [G.M.] Tass. Ger. 20. 38. Ove il ferro volgeva o il corridore, Uccideva, abbattea cavallo o fante.

14. Volgere ad altro uso. Tass. Ger. 1. 63. (M.) Seimila Elvezii, audace e fera plebe, Dagli alpini castelli avea raccolto, Che 'l ferro, uso a far solchi, a franger glebe, In nuove forme e in più degne opre ha volto.

15. Detto di libri che si abbiano a mano frequentemente, nel signif. del lat. Versare. [G.M.] Cic. Brut. 87. Volvendi sunt libri, cum aliorum, tum in primis Catonis. [P.Occell.] Leopard. Pros. Non pur lo ammiro, ma l'amo (il Caro); e di leggerlo e rileggerlo, e volgerlo e rivolgerlo, non mi sazio mai.

16. Fig. Esporre, Svolgere, Dichiarare. Dant. Conv. 132. (M.) Però, secondo le divisioni fatte, la litterale sentenzia trascorrerò per questa, volgendo il senso della lettera là dove sarà mestieri.

17. Riferito allo scorrere delle acque nei fiumi, o sim. [P. Occell.] Pindem. Odiss. 5. 392. Volvean quattro bei fonti acque d'argento.

[G.M.] Alfier. Son. L'idioma gentil, sonante e puro, Per cui d'oro l'arene Arno volgea, Fatto è deserto, inonorato, oscuro, Privo di chi 'l più bel fior ne cogliea.

18. Far la vôlta agli edifizi. G. V. 12. 45. 1. (C) A dì 18 di luglio si cominciò di volgere e serrare il nuovo ponte.

19. Neutr. Per Girare, Estendersi. Dant. Inf. 29. (M.) Pensa se tu annoverar le credi (le ombre dei morti), Chè miglia ventiduo la valle volge. E30. Io sarei messo già per lo sentiero, Cercando tui tra questa gente sconcia, Con tutto che la volge undici miglia (la valle nella quale stanno).

20. Volgersi, neut. pass., Piegarsi col volto, colla persona verso una parte, o verso qualcuno. [G.M.] D. 2. 21. Ci apparve un'ombra… Noi ci volgemmo subito. E 23. Si come i peregrin' pensosi fanno, Giugnendo per cammin gente non nota, Che si volgono ad essa e non ristanno; Così… E 27. Volgiti 'n qua, e vieni oltre sicuro. E 30. Volsimi alla sinistra. = E Par. 3. (C) Volsesi al segno di maggior desìo. Petr. Son. 71.part. I. Che volver non mi posso ov'io non veggia O quella o simile indi accesa luce.

21. Nel seg. è Capovolgersi. [Camp.] D. 2. 34. Di là fosti cotanto quanto io scesi; Quando mi volsi, tu passasti il punto al qual si traggon d'ogni parte i pesi (il centro della terra. Virgilio uscì d'Inferno aggrappandosi con Dante al pelo di Lucifero; e quando fu alla coscia di esso Lucifero, Volse la testa ov'egli avea le zanche).

22. Volgersi a un luogo, verso un luogo; Dirizzare il cammino a quella volta. T. Tass. Ger. 20. 69. Là si volge di corso, anzi di volo. [G.M.] E20. 47. Entra in guerra Goffredo, e là si volve Ove appresso vedea che il duce Perso Le più ristrette squadre apre e dissolve.

Fav. Esop. M. 139. (M.) Venne la volpe a passare per la contrada, e volsesi sotto la casa del lupo.

A modo d'impers. D. 2. 25. (M.) E già vennío all'ultima tortura S'era per noi, e volto alla man destra.

E assol. D. Inf. 19. (M.) Volgemmo, e discendemmo a mano stanca.

23. Di cose. [G.M.] I fiori volgonsi al raggio del sole. – Le onde volgonsi là dove il vento le spinge.

Bocc. Nov. 1. g. 1. (C) Per ogni fuscello di paglia che vi si volge tra' piedi, bestemmiate Iddio e la Madre, e tutta la corte del Paradiso. (Qui locuz. fig.)

24. Volgersi ad alcuno, nell'indirizzargli la parola. [G.M.] D. 1. 4. Volsersi a me con salutevol cenno. E 2. 27. Volsersi verso me le buone scorte, E Virgilio, mi disse: Figliuol mio, Qui puote esser tormento. ma non morte. E 28. L'uno a Virgilio, e l'altro a un si volse Che sedea lì, gridando: Su, Currado, Vieni a veder che Dio per grazia volse. Morg. 6. 26. Caradoro a Rinaldo si volgía, Dicendo: Pro'baron, che vuoi tu fare? E 18. 89. E volsesi a Rinaldo, e disse seco: Questo gigante vuol provarsi teco. E 25. 205. E poi si volse ad un certo scudiere, E disse…

25. Volgersi ad alcuno, per Andargli incontro e combatterlo. [G.M.] Morg. 23. 8. Ognun del campo a suo senno si tolse, E colla lancia al nemico si volse.

26. Volgersi, per Muoversi in giro. [Camp.] D. 3. 8. Noi ci volgiam co' Principi celesti D'un giro, d'un girare, e d'una sete (amore); A' quali tu nel mondo già dicesti: Vo' che, intendendo, il terzo ciel movete. [Cont.] Barb. Arch. Vitr. 367. C'immaginiamo due stabilissimi punti, opposti per diametro, dai quali immaginiamo che passi per lo centro una linea; e quelli punti sono detti cardini, perchè, quasi come sopra i suoi cardini, il cielo sopra quelli si vo' ge.

27. Volgersi in su checchessia, per Aggirarvisi sopra. [Camp.] D. 2. 28. Volsesi in su' vermigli ed in su' gialli Fioretti, verso me, non altrimenti Che vergine che gli occhi onesti avvalli.

28. Volgersi indietro; Voltarsi a guardare indietro. [G.M.] D. 1. 1. Così l'animo mio, che ancor fuggìa, Volsesi indietro a rimirar lo passo, Che non lasciò giammai persona viva. Morg. 12. 54. Questo è quel dì che ti convien morire; Volgiti in dietro, tu non puoi fuggire.

29. Per Trasformarsi. Ovid. Simint. 2. 89. (Man.) Quindi vede gli campi… consapevoli del re che si volse in uccello colla moglie.

30. [G.M.] Detto del vino, per Guastarsi, Incerconire, che ora diciamo Girare. Vino debole, che gira facilmente. – Questo vino ha girato.

Cr. 4. 39. tit. (C) In che tempi il vino più agevolmente si volga e corrompa. E cap. 4. tit. In che modo si può provvedere che 'l vino non si volga. E num. 1. I sali arsi, messi nel vino, nol lasciano volgere, nè, più che non si conviene, bollire.

31. Volgersi e Volgere, riferito al tempo, vale Trascorrere, Passare, Compiersi. Dant. Inf, 5. (M.) Elena vidi per cui tanto reo tempo si volse.[G.M.] E 3. 9. Ma disse: Taci, e lascia volger gli anni. = Petr. Son. 40. part. I. (C) Or volge, signor mio, l'undecim' anno, Ch'i' fui sommesso al dispietato giogo. Cas. Rim. son. 66. (M.) Mostra gli affanni, il sangue, i sudor sparsi (Or volgon gli anni), e l'aspro tuo dolore A' miei pensieri, ad altro oggetto avvezzi. Tass. Ger. 1. 6. (C) Già il sesto anno volgea ch'in orïente Passò il campo cristiano all'alta impresa.[P. Occell.] Pindem. Odiss. 1. 26. Ma poichè giunse alfin, volvendo gli anni, La destinata dagli Dei stagione…

32. Neut. ass., detto di colore, Tendere, Pendere, Accostarsi, Tirare. Ricett. Fior. 3. 59. (C) Il ribes è una pianta che ha il gambo rosseggiante, che volge al verde. E altrove: Si eleggono i più grossi di color nero, che volge al rosso.

33. Altri modi.

Volgere bandiera, mantello; Cambiare opinione, proposito, partito. [Val.] Pucc. Centil. 48. 36. E' Padovan gli volsero bandiera. E 50. 27. Lucca avea volto mantello. E 57. 98. Ma sì come fûr fuor delle sue mani, Volse mantello, come ancor diremo, E tutti i saramenti fece vani.

† Volgere i danari su un banco; Voltargli, cioè Metterli a interesse su qualche banco. Lasc. Parent. 1. 1. (M.) Non passeranno però quattro mesi, che io voglio aver volto tutti i miei danari in sul banco Salviati.

Volgere in basso; Ridurre in umile stato, Rovinare. Dant. Inf. 30. (M.) E quando la Fortuna volse in basso L'altezza de' Trojan che tutto ardiva…

Volgere in fuga; Mettere in fuga, Far fuggire. [G.M.] Dopo un'ostinata battaglia, volsero in fuga l'esercito nemico. – Furono sloggiati dalle alture, e volti in fuga.

Dant. Purg. 13. (M.) Rotti fûr quivi e volti negli amari Passi di fuga.

E Volgere, senz'altro, si disse nello stesso signif. Stor. Ajolf. 2. 29. (Man.) E veramente era una grande maraviglia che centodiecimila avieno volti per forza d'arme dugentocinquantamila.

E neut., per Fuggire. Petr. Son. 6. part. I. (M.) Sì traviato è 'l folle mio desío A seguitar costei che 'n fuga è volta,… Che quanto richiamando più l'invio Per la secura strada, men m'ascolta

Volgere la faccia o la fronte; Stare a petto del nemico, Resistere. [G.M.] Ar. Fur. 27. 65. Venite pur innanzi amenduo insieme, E vengane per terzo Rodomonte, Africa e Spagna e tutto l'uman seme, Ch'io son per sempre mai volger la fronte.

E Volgere la faccia a uno, si dice fig. per Abbandonarlo. Vit. S. Gir. 19. (M.) Iddio l'ha dimenticato, e hagli volta la faccia.

Volgere le cose in mal senso; Volgerle in un senso piuttostochè in un altro; Volgerle in un senso contrario, Interpretarle sinistramente, Dar loro un diverso significato. [G.M.] Chi volge in mal senso le cose dette innocentemente, dà segno di animo preoccupato o malvagio.

Bocc. Nov. 8. g. 10. (C) Di Sofronia, ricordandosi, in contrario volgendo, ogni cosa detta dannava.

[Val.] T. Liv. 420. Si posson le cose dubbie volgere in tutti i sensi.

Volgere le insegne verso un luogo, parlandosi di milizie; Incamminarsi alla volta di quello. Guicc. Stor. 11. 421. (M) Elessero per meno pericoloso volgere le insegne verso la Magna, per ritornarsene per la via di Trento a Verona.

Volgere le spalle a un luogo; Partire da quello. [Val.] Fortig. Ricciard. 23. 77. Ma tempo egli è di volgere le spalle Al Cafro lido.

Volgere le spalle, il dorso, ecc., vagliono anche Fuggire, Darsi alla fuga. Sen. ben. Varch. 6. 30. (C) Tosto che sentissero che venisse, volgerebbero le spalle [Val.] T. Liv. 6. 29. Elli volsero il dosso. E 9. 39. Allora cominciaro li più forti a rinculare, e a volgere li dossi.

E fig. Petr. Son. 4. part. III. (C) Per farvi al bel desío volger le spalle.

† Volgere l'uova al fuoco; Cuocerle. Franc. Sacch. Nov. 206. (M.) Diceli che tutta notte s'è sentito male al mulino, e che li vada a volgere due uova al fuoco.

Volgere sottosopra; Mandare in scompiglio, in conquasso. Ar. Fur. 10. 53. (M.) E così fu la pugna aspra ed atroce E per acqua e per terra incominciata, Per cui fu il regno sottosopra volto, Ch'avea già Alcina alla sorella tolto. [G.M.] E 45. 72. Qual talor, dopo il fumo, orrido vento Subito segue, che sozzopra volge L'ondoso mare, e leva in un momento Di terra fino al ciel l'oscura polve…

Volgere un canto, una cantonata, di casa, di strada; quel che comunem. dicesi: Voltare il canto, la cantonata, cioè Piegare il cammino dietro il canto d'una casa, d'una strada. Lasc. Sibill. 2. 2. (M.) Lasciami chiamarlo prima che volga quel canto.

Volgersi a una cosa; Darsi a quella. Guicc. Stor. 17. 17. (M.) Della quale risoluzione pareva si vedessero indizii manifesti; conciosstachè, atteso poco alla riparazione de' borghi, si fossero tutti volti alla fortificazione della città.

[G.M.] Vuol lasciare le matematiche, e volgersi alla letteratura. – Messo da parte il ballo, si volse alla musica.

Volgersi a freddo, detto del tempo, della stagione, del vento; Cominciare a divenir freddo. Cr. 1. 4. 5. (C) I venti meridionali si volgono a freddura. Sagg. nat. esp. 15. (M.) Conciossiacosachè abbiano monti pieni di neve dalla parte di mezzogiorno, onde i venti, nel passarvi sopra, si volgono a freddo. [G.M.] leri era dolco, ma oggi il tempo s'è volto a freddo.

E: Volgersi tempo contrario; Farsi tempo cattivo Sig. Viagg. Sin. 66. (M.) Poi si volse tempo contrario, e menocci in alto mare.

Volgersi o Esser volto a uno; Provare un sentimento di benevolenza verso quello; Essere propenso o affezionato a lui. [Cors.] Segr. Fior. Mandr. 1. 3. Si porta pericolo… che intervenga che la copia de' concorrenti la facciano più dura, o che, dimesticandosi, la si volga ad un altro, e non a te. = Tac. Dav. Stor. 3. 318. (C) Pozzuolo era tutto volto a Vespasiano.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: volge, volgemmo, volgendo, volgente, volgerà, volgerai, volgeranno « volgere » volgerebbe, volgerebbero, volgerei, volgeremmo, volgeremo, volgereste, volgeresti
Parole di sette lettere: volgerà « volgere » volgerò
Lista Verbi: volere, volgarizzare « volgere » voltare, volteggiare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): prediligere, armigere, erigere, dirigere, esigere, transigere, vigere « volgere (ereglov) » travolgere, stravolgere, rivolgere, coinvolgere, sconvolgere, capovolgere, svolgere
Indice parole che: iniziano con V, con VO, iniziano con VOL, finiscono con E

Commenti sulla voce «volgere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze