Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «volubile», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, anagrammi, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Volubile

Aggettivo
Volubile è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: volubile (femminile singolare); volubili (maschile plurale); volubili (femminile plurale).
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Carattere delle persone [Volitivo « * ]
Giochi di Parole
La parola volubile è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Anagrammi
volubile si può ottenere combinando le lettere di: vuol + beli; voi + bulle; voli + [blue, bulè]; [ovuli, ulivo] + bel; [villo, volli] + bue; uve + bolli; [evo, ove] + bulli; ulve + [boli, lobi]; [vello, volle] + bui; [evi, vie] + bullo; [olive, ovile, viole] + blu.
Vedi anche: Anagrammi per volubile
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: solubile, volubili.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: solubili.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: voli, volle, vile, olle.
Parole contenute in "volubile"
ile, bile.
Frasi con "volubile"
»» Vedi anche la pagina frasi con volubile per una lista di esempi.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Leggero, Incostante, Instabile, Variabile, Mutabile, Volubile - Leggero ciò che non è pesante o posato; incostante, che non ha fermezza; instabile, che non ha stabilità, chi non dura uguale a se stesso; variabile, che è di sua natura cambiar d'aspetto, di apparenze; mutabile, che è sul punto di cambiare, che può cambiare affatto da un momento all'altro; volubile, che gira, che non ha forza di resistenza o di volontà, che volentieri cambia e vola d'oggetto a oggetto. Leggero l'uomo di poco cervello, di poca mente, di poco merito; leggero il male che facile si porta; leggera la piuma che lieve alito di vento estolle e trasporta. Incostante l'uomo che non serba la fede data, l'affetto posto a cose e a persone, che non è fermo ne' propositi, nel sentire, nel giudicare, nel volere; l'uomo, dice la Bruyère, è incostante di sua natura, e non è costante che nell'incostanza. Instabile la fortuna, il tempo, le circostanze dipendenti dalla volontà dell'uomo; instabile ciò che non può fermarsi. Variabile il tempo atmosferico: mutabile è più; nel variare è più gradazione; nel variare, nella variazione è amenità, diletto: variata placent: mutare è più brusco, più assoluto: variare una circostanza, una condizione non è mutare affatto di proposito. Volubile è la cosa che posa su di un punto e che, urtata o spinta, facilmente su di se stessa gira: volubile è la banderuola che al minimo soffio di vento cede e gira, e ogni cosa cha a banderuola somigli. La volubilità nell'uomo mi par volontaria (volo), o perchè non è contento d'un primo giudizio ed esperimento, o perchè crede trovar meglio passando da cosa a cosa, o perchè le cose di quaggiù non possono appagare totalmente, e trova presto presto in esse e per esse quella sazietà e quel disgusto che è da loro inseparabile, se non si vedono quai mezzi, ma sibbene come fine si ricercano. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Volubile - Agg. Girevole, Che si volge facilmente in un verso o in un altro. Volubilis, aureo. Petr. Canz. 4. 8. part. II. (C) Detto questo alla sua volubil ruota Si volse. Tass. Ger. 3. 2. (M.) Più facile saría svolgere il corso Presso Cariddi alla volubil onda.

[Cont.] G. G. N. sci. VI. XIII. 309. Accomodò in un'asta assai gagliarda, e di lunghezza di circa tre braccia, volubile sopra un perno, a guisa dell'ago di una bilancia. E Sist. IV. I. 486. Negli orivoli da ruote, e in particolare nei grandi, per temperare il tempo, accomodano i loro artefici certa asta volubile orizzontalmente. E Mecc. XI. 101. Aggiungere sotto la linea FL una girella volubile, facendo passare sopra di essa la corda avvolta intorno la ruota. E ivi, 102. Asse di figura colonnare, volubile intorno il centro B.

2. Aggiunto di Tronco o Ramo che sale a spira, avvoltandosi ad altre piante, come fanno i convolvoli, l'ellera, i fagiuoli, ecc. [P. Occell.] Un mod. I tralci della volubil vite.

3. Fig. Instabile, Variabile. Detto di pers. Maestruzz. 2. 15. (C) Nel terzo modo si può considerare la carità dalla parte del suggetto in che ella sta, il quale è volubile secondo la libertà dell'arbitrio. Ar. Fur. 21. 15. Ma costei, più volubile che foglia, Quando l'autunno è più priva d'umore,… Verso il marito cangiò tosto voglia, Che fisso qualche tempo ebbe nel core, E volse ogni pensiero, ogni desio, D'acquistar per amante il fratel mio. [G.M.] Fag. Rim. Son volubili Qual banderuola.

T. L'uomo debole è instabile; la donna vana è volubile; l'ambizioso è variabile. – L'uomo instabile ha poca mente; il volubile, poco affetto; il variabile poca coscienza.

4. E detto di cose, come Il tempo, Le ore, La fortuna, ecc. Petr. Son. 64. part. II. (C) O tempo, o ciel volubil, che, fuggendo, Inganni i ciechi e miseri mortali. Lab. 20. Cominciammo a ragionare delle volubili operazioni della fortuna. [G.M.] Morg. 2. 49. Le volubil ruote (della fortuna). E 22. 38. Ma che val tardi l'essersi pentuto? Lascia pur volger le volubil ruote A quella che nel ciel tutto ha veduto. (Qui pare accenni al sopraggiungere che farà la divina vendetta, a suo tempo.)

5. Riferito alla voce, vale Pieghevole, Facile, Che si modula facilmente. Bart. Op. Mor. 1. 386. (M.) Che direm della voce? Quanto è più chiara ne' cani,… più soave e volubile negli usignuoli? (Dell'uso scelto).

T. Crudel. Rim. 9. L'agil voce alata Su volubil ruote In mille giri ondeggia Per gli aerei sentieri.

6. E aggiunto di Discorso, Parole, o simili, per Pronto, Non stentato, Scorrevole, Abbondante. Cic. Volubilis oratio. Tass. Ger. 20. 13. (M.) E cominciò da loco assai sublime Parlare, ond'è rapito ogni uom che ascolte. Come in torrenti dalle alpestri cime Soglion giù derivar le nevi sciolte, Così correan volubili e veloci dalla sua bocca le canore voci. (Del linguaggio nobile.)
Volubile - S. m. (T. bot.) [Fanf.] Erba che si avvolge intorno alle piante che le sono vicine. Linn. Convolvulus sepium.

Cr. 6. 131. 1. (C) La volubile è un'erba. la quale s'involge sopra le piante le quali son prossimane; ed è poco calda, ma molto secca: la qual cosa la sua tortura dimostra. [Cont.] Matt. Disc. Diosc. IV. 571. Sia (la elsine) una specie di convolvolo, ovvero volubile; ma il dire Dioscoride che la fa le frondi simili all'edera, ma molto minore, con le quali abbraccia ciò che locca, e che la nasce nelle siepi, nelle vigne e nelle biade, pare che dichiari che la sia quella che, ne' campi, s'avvolge attorno alle biade, al lino ed ai legumi, e, nelle vigne, a' pali ed alle viti, la quale noi chiamiamo vilucchio.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: voltolini, voltolino, voltolò, voltolo, voltura, volturare, volture « volubile » volubili, volubilità, volubilmente, volumacci, volumaccio, volume, volumenometri
Parole di otto lettere: voltolai « volubile » volubili
Lista Aggettivi: volontario, volonteroso « volubile » volumetrico, voluminoso
Vocabolario inverso (per trovare le rime): risolubile, insolubile, liposolubile, idrosolubile, orosolubile, dissolubile, indissolubile « volubile (elibulov) » nubile, cile, bacile, facile, gracile, uracile, decile
Indice parole che: iniziano con V, con VO, iniziano con VOL, finiscono con E

Commenti sulla voce «volubile» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze