Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «voluta», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «voluto», sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Voluta

Forma di un Aggettivo
"voluta" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo voluto.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola voluta è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: vo-lù-ta. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: valuto (scambio di vocali), valutò (scambio di vocali).
Componendo le lettere di voluta con quelle di un'altra parola si ottiene: +ace = autoclave; +ace = cautelavo; +idi = diluviato; +mie = emulativo; +[evi, vie] = evolutiva; +gin = glutinavo; +[adì, dai, dia] = laudativo; +rio = ovulatori; +spa = postulava; +psi = postulavi; +sir = risultavo; +psi = stipulavo; +ras = svuotarla; +sir = svuotarli; +[dan, dna] = valutando; +[ira, ria] = valutario; +[ami, mai, mia] = valutiamo; +tir = voluttari; +[arde, dare, rade] = adulteravo; +[alci, cali] = allocutiva; +[celi, cile, elci] = allocutive; ...
Vedi anche: Anagrammi per voluta
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: valuta, volata, volute, voluti, voluto.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: doluto.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: volta.
Altri scarti con resto non consecutivo: volt, vola, vota.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: evoluta, voluttà.
Parole con "voluta"
Iniziano con "voluta": volutamente.
Finiscono con "voluta": evoluta, devoluta, involuta, benvoluta, convoluta, malvoluta.
Contengono "voluta": involutamente.
Incastri
Inserendo al suo interno bili si ha VOLUbiliTA (volubilità); con tari si ha VOLUTtariA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "voluta" si può ottenere dalle seguenti coppie: volai/aiuta, voli/iuta, volt/tuta, volume/meta, volumone/moneta.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "voluta" si può ottenere dalle seguenti coppie: volva/avuta.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "voluta" si può ottenere dalle seguenti coppie: turavo/lutatura.
Usando "voluta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lutatura * = turavo; * turavo = lutatura.
Lucchetti Alterni
Usando "voluta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * aiuta = volai; * meta = volume; * moneta = volumone.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "voluta" (*) con un'altra parola si può ottenere: * meri = volumetria; * trio = voluttario; * turi = voluttuari.
Frasi con "voluta"
»» Vedi anche la pagina frasi con voluta per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La voluta è un elemento decorativo molto usato nell'architettura classica e moderna.
  • Ti avevo avvertito, ma non mi hai dato ascolto: questa te la sei proprio voluta!
  • E' voluta andar via sebbene l'avessi invitata a rimanere a pranzo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Voluta - S. f. Sorta di ornamento proprio dell'ordine Jonico o del Composito; il quale rappresenta una scorza d'albero attortigliata, e voltata in linea spirale. Voluta, in Vitruv., da Volvere Magal. Lett. At. 384. (M.) Quel marmo, che, a tirar per diritto non sarebbe venuto innanzi quant'è la grossezza d'un capello, fatto girare colle volute di quella spira, ne veniva quanto bisognava.

[Cont.] Vas. Arch. III. Il suo capitello (dell'ordine jonico) sia ben girato colle sue volute, o cartocci, o viticci. E Vit. Pitt. Scul. Arch. III. 63. Cominciò (Giuliano) il primo chiostro di Cestello, e ne fece quella parte che si vede di componimento jonico, ponendo i capitelli sopra le colonne, con la voluta, che, girando, cascava sino al collarino dove finisce la colonna Lom. Pitt. Soul. Arch. 83. Le otto parti sotto l'abaco, si dànno al cartoccio, chiamato viticchio, ed anco voluta. Scam. V. Arch. univ. II. 19. 9. Le volute del capitello jonico, che Greci chiamavano elici, secondo l'opinione di Vitruvio, furono imitate dalle increspature de' capelli, che, per ornamento, da un estremo all'altro della fronte facevansi anticamente le donne. Serlio, Arch. IV. 60. v. Il capitello (composito) si potrà fare con le regole date nel corintio, facendo le volute alquanto maggiori dei caulicoli corintii. Mart. Arch. III. 4. Tornando (Callimaco) a casa, ne disegnò più (capitelli), con foglie, viticci, caulicoli e volute; alle quali parti ancora trovò la proporzione. Barbar. Arch. Vitr. 149. Leone chiama l'occhio della voluta, Ciclo. La voluta è uno invoglio, ad imitazione delli cincinni dei capelli muliebri. I volgari la chiamano cartoccio. E 155. Quelle volute che nascono dalle foglie de' cauliculi, vengono agli estremi anguli dello abaco: ma le minori volute, sotto a' fiori, che sono nel mezzo dell'abaco… T. Magal. Operett. var. 393. Si vedono ancora alcune tazzette,… con le sponde laterali accartocciate in dentro con una mezza voluta, lasciando nelle due testate l'abboccatura per le labbra. – Patera con manichi a volute [Cont.] Spet. nat. I. 30. Allorchè la farfalla non fa più uso della sua tromba, la ripiega e l'accartoccia a guisa d'una voluta.

2. Filo d'ottone, d'acciajo, avvolto minutissimamente sopra se stesso, e, per conseguenza elasticissimo, come il saltaleone. Non com. [Cont.] Bart. D. Tens. Press. XXXVII. Come vedremo appresso farsi da una spira, o voluta di fil d'acciajo, quando, premendola da amendue i capi contra 'l suo mezzo, ella resiste e rispinge in contrario, con tutta in atto la gagliardia ch'ella ha.

3. Quelle spire in cui si ripiega il guscio delle chiocciole, o simili. Bart. Ricr. 1. 11. (M.) Alcune (chiocciole) si girano con volute campate l'una fuori dell'altra, appunto come se si attorcigliassero attorno a un fuso. E appresso: Che direm di quelle, a cui, su le giunture delle volute, spiana una cornice di maraviglioso intaglio? [Cont.] Cit. Tipocosm. 241. Le chiocciole, o grosse o mezzane o piccioline, o bianche o nere, e le lor cornicine, e la casa loro con la sua voluta, e 'l coperchio che si fanno pel verno.

4. Per Giro, Voltata, Avvoltatura. Bellin. Disc. 1. 100. (M.) Quando quel maladetto del picchio sente la lingua ben carica. comincia a girare pian piano un certo arganetto di muscoli, che egli tiene avvolti al canale dell'aria con otto o dieci volute.

5. E per Roteamento. Bart. Op. mor. 1. 640. (M.) Come l'aquile, che, ite con quelle loro ampie volute montando largo largo per l'aria fin d'appresso alle nuvole, indi piombano giù…

6. Voluta, per Valanga. [Tig.] Quando su i nostri Appennini la neve per circa un mezzo braccio vi ghiaccia, e poi sopra quella ne cade della nuova, allora da questa, se comincia a dimojare, si distacca un piccolo globo, e, via via che rotola giù per il poggio, ne ravvolge seco dell'altra, sino a formarne un grande ammasso. Il rotolare di essa si chiama Voluta, da Volvere, Avvolgersi sopra se stesso; che equivale alla valanga delle Alpi. Non sapevano quei poveretti che sulla neve ghiacciata bisogna calare il monte dall'alto al basso, e non mai per traverso. Infatti, tagliando essi la neve che giù dimojava, ne smossero le masse; e cadendo su di loro molte volute, alcuni vi rimasero ricoperti e sommersi.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: voluminosamente, voluminose, voluminosi, voluminosità, voluminoso, volumone, volumoni « voluta » volutamente, volute, voluti, voluto, voluttà, voluttari, voluttaria
Parole di sei lettere: volumi « voluta » volute
Vocabolario inverso (per trovare le rime): bernoccoluta, riccioluta, irresoluta, risoluta, insoluta, assoluta, dissoluta « voluta (atulov) » evoluta, devoluta, malvoluta, benvoluta, involuta, convoluta, catorzoluta
Indice parole che: iniziano con V, con VO, iniziano con VOL, finiscono con A

Commenti sulla voce «voluta» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze