Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «vuoto», il significato, curiosità, forma del verbo «vuotare» aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Vuoto

Forma verbale
Vuoto è una forma del verbo vuotare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di vuotare.
Aggettivo
Vuoto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: vuota (femminile singolare); vuoti (maschile plurale); vuote (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di vuoto (vacante, libero, sgombro, svuotato, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
pieno (39%), sotto (7%), rendere (6%), nulla (6%), bicchiere (5%), perdere (5%), spazio (3%), contenitore (2%), memoria (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate vuoto

1 sedia per minimalismo

La signora ha apprezzato.
 
Giochi di Parole
La parola vuoto è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: vuò-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: vuotò.
Anagrammi
Componendo le lettere di vuoto con quelle di un'altra parola si ottiene: +[del, led] = devoluto; +[del, led] = dovutole; +sir = ostruivo; +[tar, tra] = otturavo; +psi = spiovuto; +sir = virtuoso; +[dan, dna] = vuotando; +[ami, mai, mia] = vuotiamo; +axel = autovelox; +clan = convoluta; +[levi, live, veli, ...] = evolutivo; +[afri, fari, rifa'] = fuorviato; +[anna, nana] = nuotavano; +[lari, lira, rial] = ovulatori; +[apra, arpa, para, ...] = portauova; +[apro, paro, rapo] = portauovo; +[amar, arma] = ruotavamo; +rana = ruotavano; +[anna, nana] = tuonavano; +[ansi, nasi, sani] = ustionavo; +vana = vuotavano; ...
Vedi anche: Anagrammi per vuoto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: nuoto, quoto, ruoto, vuota, vuote, vuoti.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: nuota, nuoti, quota, quote, quoti, ruota, ruote, ruoti.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: voto.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: svuoto.
Parole con "vuoto"
Iniziano con "vuoto": vuotometri, vuotometro.
Finiscono con "vuoto": svuoto, svuotò, semivuoto, sottovuoto, ultravuoto.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "vuoto" si può ottenere dalle seguenti coppie: vuoi/ito.
Usando "vuoto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * totano = vuotano.
Lucchetti Riflessi
Usando "vuoto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ottano = vuotano; * ottava = vuotava; * ottavi = vuotavi; * ottavo = vuotavo; * ottante = vuotante.
Lucchetti Alterni
Usando "vuoto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: vuotarla * = tarlato; * ateo = vuotate; * avio = vuotavi; * tarlato = vuotarla; * astio = vuotasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "vuoto" (*) con un'altra parola si può ottenere: san * = svuotano; sta * = svuotato; rita * = rivuotato; siam * = svuotiamo; * arno = vuotarono; sarno * = svuotarono.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "vuoto"
»» Vedi anche la pagina frasi con vuoto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non si sa mai se il bicchiere è meglio mezzo pieno o mezzo vuoto.
  • Quando è mancata la mamma, mi è rimasto un grande vuoto.
  • Ho trovato il locale completamente vuoto ieri sera.
Libri
  • Memoria del vuoto (Scritto da: Marcello Fois; Anno 2007)
Canzoni
  • Siamo soli nell'immenso vuoto che c’é (Cantata da: Raf; Anno 1991)
  • Mezzo pieno o mezzo vuoto (Cantata da: Max Pezzali; Anno 2008)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Vacuo, Voto, Vuoto, Vacuità, Vanità; Vuotamento, Vuotatura - Vacuo richiama sempre all'idea la rimozione di ciò che occupava il luogo rimasto perciò vacuo, ed anche evacuato. Voto si direbbe ordinariamente più di vaso o di altra cosa capace che soglia contenere materia solida o liquida, ma che in quel momento non ne contenga: il bottaio fa una botte, il vetraio fa delle bottiglie: questi vasi sono voti senza mai essere stati pieni: ma evacuare un fosso, una casa, una città, richiama proprio, come si disse, l'idea della pienezza od occupazione primiera. Vano non è aggettivo che traslatamente: uomo vano, donna vana; e questa vanità nasce dalla mancanza di cose sode, di principii sani in capo. Vano, materialmente, non è che sostantivo; il vano di una finestra. Vuoto, sostantivo, è parola filosofica, o scientifica: il vuoto assoluto, secondo i principii della moderna filosofia, non si dà; e ciò è naturale, secondo me, poichè se le forze cosmiche che reggono l'universo non riempissero esattamente lo spazio, l'equilibrio verrebbe a rompersi, e questa oltresublime opera divina verrebbe a sfasciarsi. Si fa però il vuoto artificialmente, come ognuno che abbia qualche nozione di fisica sa; questo vuoto però non è mai perfetto. La vacuità è un vuoto relativo: la vacuità delle idee, del cervello, sono espressioni usuali, ma esagerate, che però esprimono bene l'idea traslata che vuolsi venire con esse a significare. Il vuotamento è l'atto materiale, fatto a poco alla volta; la vuotatura è il risultato, la fine di quest'atto; l'operazione intiera. [immagine]
Esaurire, Vuotare; Esausto, Vuoto, Esaurito - Si vuota ciò che è pieno anche accidentalmente; si esaurisce quando si trae o trar si pretende da una fonte, da una sorgente più di quello che possa dare. Vuotare ha per contrapposto empiere e riempire: esaurire non ha contrapposto, poichè in ciò che si esaurisce si considera consumato il prodotto di una forza o potenza o virtù interna, e quasi occulta od ignota, alla quale coi mezzi esterni non si può supplire o coadiuvare: distrutta, essiccata, dirò così, che sia, non vale più mezzo alcuno a rintegrarla, a farla rivivere; se non è spenta, distrutta affatto, il riposo, il tempo può ripararne i danni. Esaurire ha senso traslato, vuotare no, o non così sovente; si dice per altro uomo vuoto di forze, testa vuota. Vuoto è ciò che non è pieno; esaurito dicesi meglio del prodotto, del contenuto; esausto, del produttore, del contenente: uomo esausto è chi ha esaurite le forze; fonte esausta, che non ha o non dà più acqua: cassa esausta, che non contiene più numerario, o quasi, il quale fu esaurito in ispese o altro. [immagine]
Invano, A vuoto, Vanamente, Inutilmente, Indarno - Invano si fanno le cose, se non si fanno bene; inutilmente si lavora se si manca di direzione e di principii; indarno si fanno le ultime prove se la cosa è di sua natura refrattaria; a vuoto riescono sovente per un nonnulla; e vanamente si spera vederle andare a bene un'altra volta se non se ne cambiano gli elementi. I primi tre sono meglio riferibili al principio e a colui che le fa; gli altri due alle fine e al caso che in tutte le cose umane può in certo modo intromettersi. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: vuoterò, vuotezza, vuotezze, vuoti, vuotiamo, vuotiate, vuotino « vuoto » vuotometri, vuotometro, w, wad, wafer, waferini, waferino
Parole di cinque lettere: vuoti « vuoto » wafer
Lista Aggettivi: vulcanizzabile, vulnerabile « vuoto » wagneriano, wahabita
Vocabolario inverso (per trovare le rime): nuotò, nuoto, pallanuoto, quotò, quoto, ruotò, ruoto « vuoto (otouv) » ultravuoto, semivuoto, sottovuoto, svuoto, svuotò, voto, votò
Indice parole che: iniziano con V, con VU, iniziano con VUO, finiscono con O

Commenti sulla voce «vuoto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze