Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «zara», il significato, curiosità, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Zara

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Zar « * » Zebre]
Giochi di Parole
La parola zara è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ara).
Anagrammi
Componendo le lettere di zara con quelle di un'altra parola si ottiene: +zie = aizzare; +zie = aizzerà; +nel = alzarne; +[ile, lei] = alzerai; +giù = arguzia; +zie = azzerai; +bel = balzare; +bel = balzerà; +[ciò, coi] = croazia; +dei = daziare; +[agi, gai, già] = garzaia; +nei = nazirea; +pin = pranzai; +noi = raziona; +zii = razziai; +ili = rialzai; +sei = saziare; +sei = sazierà; +zen = zanzare; +gin = zingara; +eden = aderenza; ...
Vedi anche: Anagrammi per zara
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bara, cara, darà, farà, gara, para, rara, sara, tara, vara, zama, zana.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bare, bari, baro, barò, card, care, cari, caro, dare, dark, darò, fard, fare, fari, faro, farò, gare, hard, kart, lare, lari, laro, mare, mari, marò, pare, pari, paro, parò, rare, rari, raro, sari, sarò, tare, tari, taro, tarò, vari, varo, varò, yard.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: ara, zar.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: zafra.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: arai.
Parole con "zara"
Iniziano con "zara": zaratina, zaratine, zaratini, zaratino.
Finiscono con "zara": zanzara.
Parole contenute in "zara"
ara, zar.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "zara" si può ottenere dalle seguenti coppie: zac/cra, zame/mera, zane/nera.
Usando "zara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rame = zame; * rana = zana; * rane = zane; forza * = forra; marza * = marra; terza * = terra; verza * = verrà; * rampa = zampa; * rampe = zampe; * rappa = zappa; * rappe = zappe; * aro = zarro; scorza * = scorra; sferza * = sferra; * rampino = zampino; * rampone = zampone; * ramponi = zamponi; * rampogna = zampogna; * rampogne = zampogne.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "zara" si può ottenere dalle seguenti coppie: zaffo/offra.
Usando "zara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arma = zama; * arme = zame; * arino = zaino; * aridità = zaidita.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "zara" si può ottenere dalle seguenti coppie: sterza/raster.
Usando "zara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * sterza = raster; raster * = sterza.
Lucchetti Alterni
Usando "zara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mera = zame; * nera = zane; forra * = forza; marra * = marza; terra * = terza; verrà * = verza; scorra * = scorza; sferra * = sferza.
Sciarade incatenate
La parola "zara" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: zar+ara.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "zara" (*) con un'altra parola si può ottenere: cd * = czarda; aioni * = azionaria; * vorrei = zavorrerai.
Rotazioni
Slittando le lettere in egual modo si ha: deve.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "zara"
»» Vedi anche la pagina frasi con zara per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In Italia ben due città, Padova e Reggio Emilia, sono gemellate con Zara.
  • Durante il mio soggiorno in Dalmazia, mi è capitato di vedere anche Zara.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Zara - S. f. Giuoco che si faceva con tre dadi. Vogliono sia dal turco Zar, in illir. Zari, Dado. Ma il Salvin. Fier. Buon. 4. 3. 4. Zara credo io sia strascico di τέσσαρα, onde il latino tessera perocchè è un quadrato solido.

Dant. Purg. 6. (C) Quando si parte 'l giuoco della zara, Colui che perde si riman dolente. But. ivi: Questo giuoco si chiama zara per li punti divietati, che sono in tre dadi, da sette in giù e da quattordici in su; e però quando veggono quelli punti, dicono li giocatori zara. Nov. ant. 5. 2. Appresso mangiare, quali presero a giucare a zara, e quali a tavole, od a scacchi, o ad altri diversi giuochi. Ar. Sat. 2. Pensa che la cara Tua libertà non meno abbi perduta, Come giucata te l'avessi a zara.Alleg. 226. Poichè la corte è simile alla zara, Dove chi sta a vedere ha più diletto, E chi vi giuoca men, quel più v'impara.

2. † Detto di uno dei due punti più bassi, che possono venire in detto giuoco. Ott. Com. Purg. 6. 74. (C) In tre dadi si è tre lo minor numero che vi sia; e non può venir se non in un modo, cioè, quando ciascuno dado viene in asso: quattro non può venire in tre dadi se non in un modo, cioè, l'uno dado in due, e due dadi in asso: e perocchè questi due numeri non possono venire se non in un modo per volta, per ischifar tal fastidio e non aspettar troppo, non sono computati nel giuoco, e sono appellati zare, e sono nell'estremo numero. Gal. Consid. Dad. 3. 121. (Man.) Da questa tavola potrà ognuno ch'intenda il giuoco, andar puntualissimamente misurando tutti i vantaggi, per minimi che sieno, delle zare, degli incontri, e di qualunque altra particolar regola che in esso giuoco si osserva.

3. † Onde i proverb. Zara a chi tocca, o Zara all'avanzo, che vagliono: A chi ella tocca, suo danno; A chi ella tocca, è sua. Ora diciamo: Bazza a chi tocca. Pataff. 10. (C) Zara a chi tocca; i' ho vôto il borsello. Alleg. 89. Zara a chi tocca; e chi l'ha per mal, si scinga. Morg. 18. 138. Nè vo' che tu credessi ch'io mi curi Contro a questo, o colui; zara a chi tocca. Bern. Orl. Inn. 6. 19. Guardatevi, Pagan, che vien la morte; Zara all'avanzo, omai non c'è più giuoco. Car. Lett. 2. 128. (M.) Or datevi dentro, e zara a chi tocca. [Val.] Corsin. Torr. 8. 32. Zara a chi tocca. [Cont.] Cart. Urb. Arch. St. It. IX. 291. Se quando si opposero a quella gabella, l'estate passata, ed altre volte che… hanno alzato troppo la cresta, ne avessi impiccati una dozzina; e poi che non si trovaron per appunto i capi, zara a chi toccava;… adesso non ardirebbero di perdergli il rispetto.

4. † Zara, per Risico. Tac. Dav. Ann. 15. 205. (C) Ned ei mettesse a zara la sua gloria in tanti anni acquistata. Disc. Calc. 29. Perchè venendo alle mani del suo datore, senza zara d'alcuno innanzi, le potrà pigliandola, dare in qual modo e in qual verso ben gli verrà.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: zapping, zappino, zappò, zappo, zapponatura, zapponature, zar « zara » zaratina, zaratine, zaratini, zaratino, zarevic, zarina, zarine
Parole di quattro lettere: zane « zara » zebù
Vocabolario inverso (per trovare le rime): gruppettara, vara, avara, bavara, bovara, novara, kosovara « zara (araz) » zanzara, macabra, abracadabra, calabra, candelabra, glabra, labbra
Indice parole che: iniziano con Z, con ZA, iniziano con ZAR, finiscono con A

Commenti sulla voce «zara» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze