Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «zinco», il significato, curiosità, forma del verbo «zincare» sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Zinco

Forma verbale
Zinco è una forma del verbo zincare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di zincare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola zinco è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: zìn-co. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: zincò.
Anagrammi
Componendo le lettere di zinco con quelle di un'altra parola si ottiene: +bea = benzoica; +bei = benzoici; +[beo, boe] = benzoico; +mie = coenzimi; +[ari, ira, ria] = corinzia; +[eri, ire, rei] = corinzie; +rio = corinzio; +[ile, lei] = licenzio; +ohe = ozoniche; +sii = sincizio; +che = zecchino; +[dan, dna] = zincando; +[ori, rio] = zirconio; +tao = zoticona; +ito = zoticoni; +caie = accezioni; +naia = azioncina; +[iena, naie] = azioncine; +bene = benzenico; +alza = canalizzo; +zana = canonizza; ...
Vedi anche: Anagrammi per zinco
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: pinco, vinco, zinca.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cince, finca, lince, linci, pince, tinca, vinca, vince, vinci.
Parole con "zinco"
Iniziano con "zinco": zincografa, zincografe, zincografi, zincografo, zincotipia, zincotipie, zincografia, zincografie, zincografica, zincografici, zincografico, zincotipista, zincotipiste, zincotipisti, zincografiche.
Contengono "zinco": fotozincografia, fotozincografie, fotozincografica, fotozincografici, fotozincografico, fotozincografiche.
»» Vedi parole che contengono zinco per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola fotografia dà FOTOzincoGRAFIA; in fotografie dà FOTOzincoGRAFIE; in fotografica dà FOTOzincoGRAFICA; in fotografici dà FOTOzincoGRAFICI; in fotografico dà FOTOzincoGRAFICO; in fotografiche dà FOTOzincoGRAFICHE.
Lucchetti
Usando "zinco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: pizi * = pinco; vizi * = vinco; * ohi = zinchi; * conia = zinnia; stravizi * = stravinco.
Lucchetti Riflessi
Usando "zinco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * occhi = zinchi; * occhino = zinchino; * occhiate = zinchiate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "zinco" si può ottenere dalle seguenti coppie: zinnia/conia.
Usando "zinco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ateo = zincate; * avio = zincavi; * aggio = zincaggi; * cantico = zincanti; * astio = zincasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "zinco" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = zincarono; * atre = zincatore; * atri = zincatori.
Frasi con "zinco"
»» Vedi anche la pagina frasi con zinco per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Lo zinco, metallo noto fin dall'antichità, viene utilizzato come componente di molte leghe.
  • Dicono che quando si hanno i segnetti bianchi sulle unghie delle mani è mancanza di zinco.
  • Le pile zinco-carbone sono più convenienti delle pile alcaline, ma sono anche meno efficienti.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Zinco - Lo zinco è una sostanza metallica brillante, di un bianco ceruleo, duttile, di contestura lamellosa, e la di cui frattura presenta larghe faccette. Entra in fusione al disotto del calore ardente, e si volatizza al disopra di tale temperatura. L'estrazione dello zinco si opera per mezzo del suo ossido, che si calcina col carbone, giacchè quel metallo non si trova in natura nello stato nativo; e solo s'incontra nello stato di ossido, di solfuro e del sale. Verso la metà del secolo decimosesto fu conosciuta la natura di questa sostanza; di fatti, nulla v'ha di meno esatto che quanto ne scrissero gli antichi autori. Paracelse fu il primo a farne menzione. Valmon di Bomare e Linneo sono i soli che parlino dello zinco vergine o nativo, e certamente per errore. Douy di Liegi fu il primo ad occuparsi della fabbricazione dello zinco. Sul principio del presente secolo, Guyton Morveau ha trovato mediante il suo ossido un bianco preferibile per la pittura al bianco di cerussa; Vincent di Montpetit pretende che possa essere sostituito al bianco di piombo, spesso tanto funesto, o nella pittura di quadri o in quella de' fabbricati. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Zinco - S. m. Corpo semplice metallico, di colore cenerino, assai molle, il quale a una data temperatura diventa duttile, malleabile, e si può ridurre in lastre e in filo sottile. Unito per fusione al rame, produce quella lega gialla, che si chiama Ottone. [G.M.] Vassoi di zinco. – Vasi di zinco per l'olio. T. Cassetta fatta di bandone di zinco.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: zincheria, zincherie, zincherò, zinchi, zinchiamo, zinchiate, zinchino « zinco » zincografa, zincografe, zincografi, zincografia, zincografica, zincografiche, zincografici
Parole di cinque lettere: zinca « zinco » zinia
Vocabolario inverso (per trovare le rime): stinco, vinco, stravinco, evinco, rivinco, convinco, avvinco « zinco (ocniz) » monco, bronco, tronco, troncò, ritronco, ritroncò, stronco
Indice parole che: iniziano con Z, con ZI, iniziano con ZIN, finiscono con O

Commenti sulla voce «zinco» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze