Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «zoccolo», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Zoccolo

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Zittì « * » Zolfo]

Foto taggate zoccolo

il portafortuna

Antichi Mestieri

Riposo
Giochi di Parole
La parola zoccolo è formata da sette lettere, tre vocali (tutte uguali, è monovocalica) e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc. Lettera maggiormente presente: o (tre).
Divisione in sillabe: zòc-co-lo. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di zoccolo con quelle di un'altra parola si ottiene: +izba = bozzolaccio; +[aneli, anile, liane, ...] = collocazione; +[anili, inali, linai] = collocazioni; +[nitri, trini] = criticonzolo; +[arenili, lenirai, linarie, ...] = ricollocazione; +pinnata = zooplanctonica; +pinnati = zooplanctonici; +[pinnato, pontina] = zooplanctonico; +[inguaiare, inguaierà] = criocoagulazione.
Vedi anche: Anagrammi per zoccolo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: boccolo, coccolo, moccolo, roccolo, zoccola, zoccoli.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: boccoli, coccola, coccole, coccoli, moccoli, roccoli.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: zoccolio.
Parole con "zoccolo"
Iniziano con "zoccolo": zoccolone, zoccoloni.
Parole contenute in "zoccolo"
col, colo.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "zoccolo" si può ottenere dalle seguenti coppie: zoom/moccolo.
Lucchetti Alterni
Usando "zoccolo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ateo = zoccolate.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "zoccolo"
»» Vedi anche la pagina frasi con zoccolo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quel gruppetto di ragazzi è lo zoccolo duro della manifestazione.
  • In Olanda uomini e donne delle zone campestri portano il tipico zoccolo in legno con la punta ricurva.
  • Lo zoccolo dei cavalli è protetto da appositi ferri fissati dal maniscalco.
Espressioni e Modi di Dire
  • Zoccolo duro
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Sandalo, Zoccolo - Sandalo è quel calzare formato di un suolo di cuojo a cui sono attaccate strisce di pelle che si avvolgono sullo stinco, come quelli che portano alcuni Ordini religiosi e i campagnuoli calabresi e abruzzesi. - Zoccolo è calzatura rozza, colla pianta o suolo di legno assai alto, col tomajo di grossa pelle o vacchetta, e serve per i contadini o altra gente che debba stare in luoghi umidi. - [Si dicono Sandali anche certi calzari che portano i Papi, i Vescovi e altri Prelati quando vestono gli abiti pontificali. - I Sandali de' campagnuoli calabresi e abruzzesi si dicono propriamente Ciocie, onde vien loro il nome di Ciociari. - Si noti infine che, sebbene Sandalo sia il nome proprio della calzatura di certi Ordini religiosi descritta dal Fanfani, i frati Riformati che portano sandali si dicono familiarmente Zoccolanti per distinguerli da' Conventuali di San Francesco i quali, dal portar le scarpe, si dicono Scarpanti. G.F.] [immagine]
Babbuccia, Pantofola, Pianella, Ciabatta, Zoccolo - Babbuccia è una qualità di pianella appuntata, che è usata specialmente dagli Orientali, e che usasi anche fra noi, ma per casa. - La Pantofola è una scarpa assai comoda, con tomajo generalmente di pannolano e foderata di pelo, che si usa per casa l'inverno, affine di tener caldi i piedi. - Pianella è scarpa da casa, spesso senza il quartiere di dietro, e con piccolo tacco, come la Babbuccia; ora quasi fuor d'uso. - Ciabatta è scarpa vecchia, o tagliatole o buttato giù il quartiere di dietro, che suol portarsi per casa dalle donne di bassa condizione. - Lo Zoccolo è una specie di scarpa molto scollata con tomajo di vacchetta, senza quartiere di dietro, con pianta e tacco di legno piuttosto alto. Lo usano coloro che per loro mestiere stanno molto sopra terreno umido, e specialmente le trecche di mercato. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Zoccolo - S. m. Calzatura simile alla pianella, ma colla pianta di legno intaccata nel mezzo dalla parte che posa in terra. Aff. a Soccus, aureo lat. [G.M.]Minucc. Not. Malm. Zoccolo è una scarpa col fondo di legno, che serve per difendere i piedi dall'acqua.

Bocc. Nov. 10. g. 6. (C) Dove gli uomini e le femmine vanno in zoccoli su pe' monti. Pataff. 6. E de' zoccoli trasse le bullette. Capr. Bott. 3. 49. Sarebbe molto più facile a Giusto lo studiare e lo intendere una opera d'Aristotile, che non gli è a fare un bigonciuolo, o un paio di zoccoli da frati. E appresso: Che piacere ha' tu nel fare zoccoli, o botti, o cose simili? Cant. Carn. Ott. 26. Se un si mette un paio di zoccoli nuovi, Gli scoppian per la rabbia. Burch. 1. 92. Però ch'in Alessandria, Sì ben venduti vi si sono i zoccoli, Che ricogliendo vi si vanno i moccoli.

[G.M.] Morg. 8. 76. E zoccoli non ho sotto le piante. E 19. 79. Ma perch'io non v'aggiungo colla scala, Morgante, e tu v'aggiungi sanza zoccoli, E' converrà che stasera tu smoccoli (un pezzo di pino che faceva da candelliere). T. Buon. Tanc. 5. 7. Te gli vo' dare, e insieme un pa' di zoccoli, Ch'hanno le guigge rosse, e son d'ontano. [G.M.] Fag. Pros. Ne' pubblici spettacoli, e su i teatri, anticamente s'introdussero pegli attori i tanto decantati socchi; i quali erano una certa sorta di zoccoli e pianelle. [Cont.] Cit. Tipocosm. 436. Le scarpe, le pianelle, i zoccoli da donna.

T. Prov. Tosc. 283. Buoni zoccoli e buon cappello, di molti denari e poco cervello (ricchi, ma ignoranti). Serdon. Prov. Al piè villano basta un grosso zoccolo.

2. Modo avverb. In zoccoli; Calzato con gli zoccoli, Che ha in piede gli zoccoli. [G.M.] Morg. 8. 74. Manda pel prete, e fa' trovare i moccoli, Chè tu mi pari una bertuccia in zoccoli. = Vas. Op. Vit. 2. 115. (Man.) Fra' quali fece Filippo di ser Brunellesco in zoccoli. [Val.] Ajon. 1. 26. Andandosene in zoccol le vernate, E sciorinato.

T. Era in zoccoli. – I baccalarai nella bottega stanno in zoccoli, per non infradiciarsi i piedi.

3. [G.M.] Zoccolo; Sostanza cornea, che avvolge circolarmente l'estremita delle gambe di molti animali mammiferi, detti perciò solidunguli, come cavalli, asini, capre, ecc., e sulla quale essi camminano. Camminando per la neve, al cavallo s'empiono gli zoccoli. – Asino che ha gli zoccoli un po' scatenati. – Manescalchi che non sanno ferrare, e sciupano gli zoccoli a' cavalli. – Gli zoccoli delle capre. – Zoccoli bifidi dei bovi.

4. (T. arch.) Quella pietra di figura quadrata, dove posano colonne, statue, piedistalli, urne, e altro, che anche si dice Dado, Plinto. Borghin. Rip. 161. (C) Comecchè l'Adamo, per essere stato fatto troppo piccolo, rispetto all'Eva, avesse bisogno del zoccolo, assai alto, sotto i piedi. Giambull. Orig. ling. fior. 157. (Man.) Zoccolo chiamano la basa ed il sostenimento d'una colonna. T. Maff. Veron. illustr. 5. 160. Zoccolo o dado della colonna.

[Cont.] Vas. Arch. III. I suoi zoccoli (dell'ordine rustico), o piedistalli che gli vogliam chiamare, dove posano le colonne, sono quadri di proporzione, con I'avere da piè la sua fascia soda, e così un'altra di sopra, che lo ricinga in cambio di cornice. Bart. C. Arch. Alb. 159. 35. Le parti de' colonnati son queste: il zoccolo da basso. e, sopra quello, la basa; sopra la basa la colonna, dipoi il capitello. Condiv. V. Buonarr. 34. Tirando su a quel termine alcuni pilastri e zoccoli finti di marmo, che sporgono in fuori sopra un piano a guisa di poggiuolo, colle sue mensole sotto.

[Camp.] Diz. mar. mil. Il muro è partito in circuito ed altezza. Nell'altezza ha il fondamento, il zoccolo, la pariete o muraglia, il cordone o collarino, il parapetto e gli speroni.

5. Zoccoli, chiamano i Carradori Due grossi pezzi di legno che posano sullo scannello e la sala, e su cui è fermata con viti l'asse di dietro. (M.)

6. Pezzo di terra, spiccato dalla sua massa, e che più com dicesi Pane, quando vi vegeta sopra qualche pianta. Dav. Colt. 184. (C) Essere con tutte le barbe salve, e massime la maestra, cavato con grandissimo pane o zoccolo di terra.

7. [G.M.] E per simil. chiamansi Zoccoli quegli strati di terra che restano attaccati alle scarpe, a chi passi per qualche campo o viottola, quand'è piovuto. Ho dovuto attraversare un pezzo del podere per abbreviare la strada, e mi son fatto gli zoccoli alle scarpe.

8. Fam. Zoccolo; Uomo da nulla, da non farne veruna stima. Salvin. Pros. tosc. 1. 263. (C) Non lo dice uno zoccolo; lo dice Platone. [Tor.] Red. Lett. 1. 248. Buffalmacco fu pittore famosissimo, ed, a mio giudizio, che pur non sono affatto affatto uno zoccolo, teneva il vanto nella pittura.

9. Onde, Non stimare uno zoccolo, vale Non stimar nulla. Red. Poes. var. 263. (Man.) Lo vilipende e non lo stima un zoccolo.

10. Frittata con gli zoccoli; quando vi si mescolano pezzetti di prosciutto o di carnesecca. Buon. Fier. 4. 1. 6. (C) E che in casa la Bice Ci facemmo far poi quel frittatone Con gli zoccol' tant'alto. Alleg. 81. (Man.) Ordinammo alla fante che spacciatamente facesse una frittata in zoccoli. [G.M.] Panciat. L. Cical. Le vorrebbero cogli zoccoli (le frittate)

11. † Andare in zoccoli per l'asciutto; in signif. osceno. Bocc. Nov. 10. g. 5. (C).

12. † Andare, o sim, i gatti o le gatte in zoccoli, si disse per Esser tempo d'allegrezza, di dovizia, o sim. Cecch. Donz. 4. 3. (C) In questa Casa hanno a ir staser' le gatte in zoccoli. E Inc. 5. 9. E perchè i' vo' che ballino Per allegrezza insin le gatte in zoccoli. [Val.] Fag. Rim. 2. 156. In que' tempi felici ancora io trovo Che in zoccoli, oltre a questo, i gatti andavano. ([G.M.] Lo Zannoni negli Scherz. Com., alludendo a tempi felici: Allora le capre andavan con gli zoccoli; modo che non è morto.)

13. (T. art. mest.) [G.M.] Zoccolo, chiamano gl'Imbianchini e i Riquadratori di stanze Quella balza di color diverso che fanno appiè delle pareti, e che serve come da base ai fiorami o altri disegni che stampano nelle pareti. – Anche alle Carte di Francia, colle quali si parano le stanze, si fa in fondo lo Zoccolo.

14. Zoccoli! Voce che, pronunziata così assolutamente, indica Maraviglia o Premura. Ma nell'uso non si ode più. Ambr. Cof. 1. 3. (C) Egli era bastevole, Senza tanto parlar, sol dire Zoccoli! Cant. Carn. 56. Però (zoccoli), donne, udite un motto.

Varch. Ercol. 86. (C) E quello che i Latini volevano significare quando sopraggiugneva uno del quale non si parlava bene; onde veniva a interrompere il loro ragionamento e farli chetare, cioè, lupus est in fabula; si dice dal volgo più brevemente: Zoccoli.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: zoccoletti, zoccoletto, zoccoli, zoccolii, zoccolini, zoccolino, zoccolio « zoccolo » zoccolone, zoccoloni, zodiacale, zodiacali, zodiaco, zoea, zoee
Parole di sette lettere: zoccoli « zoccolo » zodiaco
Vocabolario inverso (per trovare le rime): spegnimoccolo, smoccolò, smoccolo, bernoccolo, roccolo, broccolo, anatroccolo « zoccolo (oloccoz) » secolo, trasecolo, trasecolò, cubicolo, corticicolo, fascicolo, fascicolò
Indice parole che: iniziano con Z, con ZO, iniziano con ZOC, finiscono con O

Commenti sulla voce «zoccolo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze