Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ambiguo», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ambiguo

Aggettivo
Ambiguo è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: ambigua (femminile singolare); ambigui (maschile plurale); ambigue (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di ambiguo (vago, misterioso, confuso, enigmatico, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Carattere delle persone [Altruista « * » Ambivalente]
Giochi di Parole
La parola ambiguo è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: am-bì-guo. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
ambiguo si può ottenere combinando le lettere di: [mou, umo] + biga; ogm + buia; mugo + bai; giù + [ambo, boma]; mogi + [bau, bua]; bum + [agio, gaio, ioga]; bui + mago; bug + miao.
Componendo le lettere di ambiguo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[alvi, lavi, vali] = giubilavamo; +snida = disambiguano; +[dista, stadi] = disambiguato; +snidi = disambiguino; +[darsi, sardi, sdrai] = sbugiardiamo; +[lenirò, lirone, neroli] = emoglobinuria; +gratta = marabuttaggio; +[gretta, target] = tambureggiato; +[donarsi, sdraino, sordina] = disambiguarono; +snidava = disambiguavano; +sedermi = disambigueremo; +[fiorista, sfiorati, sfiorita] = autobiografismi; +sfiorato = autobiografismo; +gravante = tambureggiavano; +smagriste = tambureggiassimo.
Vedi anche: Anagrammi per ambiguo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ambigua, ambigue, ambigui.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: ambio, ambo, bigo.
Parole con "ambiguo"
Finiscono con "ambiguo": disambiguo, disambiguò.
Parole contenute in "ambiguo"
big, ambi.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "ambiguo"
»» Vedi anche la pagina frasi con ambiguo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Certe volte Antonio è molto ambiguo nei suoi discorsi.
  • Il mio amico ha un comportamento ambiguo: il suo discorso non è chiaro e permette interpretazioni contrastanti.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Dubbio, Dubbioso, Incerto, Non certo, Problematico, Ambiguo, Sospetto, Equivoco, Amfibologico (negozio, pensiero ecc., e anche persona) - Cosa dubbia è quella che a prima vista non appare chiara o schietta: ha quasi senso di doppio per infinto, che cioè sotto una certa apparenza nasconda tutt'altro: dubbioso dà più da dubitare non in quanto a sè intrinsecamente, ma alla riuscita, sulla quale circostanze anche estranee possono influire: un troppo largo partito è sempre cosa dubbia; un troppo bel progetto, cosa dubbiosa: questo ultimo è affinissimo ad incerto, il quale però dice di più e ritrae l'incertezza sua più specialmente da cause estranee e non prevedibili; è incerta l'ora della morte. Non certo è un'asserzione negativa che non dice più di quello che esprime; anzi dice talvolta meno, perchè l'uomo rattenuto da una certa esitazione per l'esperienza de' casi contrarii esita ad accertare positivamente; onde dicendo: questa cosa non è certa, pare voglia significare che lo è quasi, o almeno assai probabile. Problematico è ciò che è avvolto o in una formola scientifica, o in un certo mistero la cui soluzione o spiegazione non è dato a tutti afferrare o vedere. Ambiguo, discorso, pensiero che ha due sensi, due intenzioni affatto opposte, o tra loro ben differenti; ambigua parola, che ha due significati, e anche più: erano ambigue le risposte che gli antichi oracoli davano ai loro consultatori. Sospetto è più di dubbio; cosa dubbia può farci arretrare da sè; cosa sospetta, deve. L'equivoco talvolta è proprio nel discorso, nella proposizione; talvolta ve lo trova chi non ha acume sufficiente a discernerne il vero senso: l'equivoco nasce talvolta impensatamente; l'ambiguità è talora introdotta o lasciata nel discorso appositamente. L'anfibologia, dice il Bauzée, è una specie d'equivoco, ma più visibile, più compito. Nell'equivoco è dubbio, ma con un po' d'attenzione non è difficile il toglierlo. Il noto verso: Ajo te, Æacida, Romanos vincere posse, è anfibologia. Quando non si sa in un costrutto quale sia il primo caso e quale il quarto, ma l'uno e l'altro può prendersi e pel quarto e pel primo, allora c'è anfibologia. L'equivoco sta sempre nel senso, l'anfibologia nel costrutto. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ambiguo - [T.] Sost. V. AMBIGUO, Agg.
Ambiguo - [T.] Avverb. Per Ambiguamente. V. AMBIGUO, Agg., § 3.
Ambiguo - [T.] Agg. Che lascia la mente dubbia fra due o più idee. Am, Ago.

T. Può essere ambigua una parola, una proposizione, un intero discorso. L'equivoco cade più propriam. nelle voci, ciascuna da sè o poche insieme. = Pass. 345. (C) Dirà parole mozze e doppie… e simili cose ambigue e dubbiose. (L'ambiguità è una delle cause del dubbio, non l'unica. Può esserci dubbio senza ambiguità. Può esprimersi il dubbio in parole non ambigue punto.) E 316. Con vocaboli ambigui e dubbiosi dimezzando la dividono (la S. Scrittura). T. Murat. Dif. Giurispr. 35. Chi le interpretò (le leggi) in una e chi in un'altra maniera, con essere così a poco a poco giunto lo studio legale a quel gran caos di quistioni e conclusioni, ambigue, perchè provvedute sì nell'affermativa che nella negativa di ragioni e d'autorità l'una all'altra contrarie.

T. Dichiarare, Distinguere i detti ambigui. Cic. Ambigui oracoli.
T. Ambigua lezione d'un codice, lettera, in una scrittura.
T. Può un'interpretazione di cose ambigue, o no, essere ambigua.

T. Ambiguo suono, anco prima d'intendere il senso, o senza riguardo al senso; se non si sa bene di dove venga o qual corpo lo mandi.

T. Voci ambigue, tra di scusa e d'accusa. Ambigui indizi. Ambigui rumori di fama.

2. Di cose. [Cors.] Pallav. Stor. Conc. 14. 5. 3. Nello studio perpetuo d'infamare i capi ecclesiastici ha bensì renduta presso molti ambigua la fama loro, ma insieme non ambiguamente ha infamato se stesso. = Cam. Porz. Cong. Bar. 56. (Gh.) Furono da' baroni ricevuti con ambigui volti, e Sarno più volte della vita sua sospettò.

T. Ambigua, a noi, l'intenzione, l'animo d'uno; la fede, gli atti.
T. Ambiguo governo, del quale la forma e gli andamenti non sono determinati o non pajono sicuri.
T. Ambiguo cimento, vittoria.
T. Ambigua pianta, di cui non è ben certa la specie tra due o più. Ambigua forma.
T. Anche coll'A. Non è cosa ambigua a me.

3. Di pers. Dav. Scism. 69. (Man.) Regnò 37 anni, 9 mesi, 6 giorni; 21, cattolico, 5 ambiguo, gli altri scismatico. T. Ambigua prole, di chi non si sa bene l'origine.

Bocc. Filostr. 217. 31. (Gh.) Tu parlavi ambiguo e coperto. (Può intendersi e avverb. e anche della persona stessa.)

T. Persona ambigua, nell'uso ha senso d'inonestà, segnatam. civile e politica. Ma anco mor. Casa ambigua, dalle persone che ci bazzicano.

4. Della pers. che sta col giudizio o con la risoluzione tra due o più partiti. Machiav. Op. 3. 16. (Gh.) La signoria era ambigua: dall'una parte la costringeva la necessità per tôrre dal pericolo l'un luogo, e poter soccorrere l'altro; dall'altra conoscevano non potere levarsi senza carico dell'universale. Guicc. Stor. 17. 23. (Man.) Era stato ambiguo… il pontefice del fare impresa, del mutare lo stato di Siena, essendo varii i consigli di quelli che gli erano appresso. Stor. Eur. 1. 7. Stette ambiguo fra se medesimo o di affrontare… il campo… o di andare a incontrare gli Ungheri. T. Ambiguo, tra l'una e l'altra opinione, partito. = Guicc. Stor. 16. 799. (Man.) Ne stette ambiguo. Galil. Dial. mot. 541. (C) Sarei restato sempre ambiguo, se vero fosse.

T. Qui cade Pensieri ambigui, e sim. In quanto l'uomo non n'è sicuro, o non vi si appiglia sicuro. Virg. Dum curae ambiguae, dum spes incerta futuri.

5. Come Sost. Del sentimento. Segr. Fior. Disc. 2. 15. (Man.) In ogni consulta è bene venire allo individuo di quello che si ha a deliberare, e non istare sempre in ambiguo, nè in su lo incerto della cosa. T. S. Cat. Ric. Lett. p. 93. Di questo V. S. I. non stia in ambiguo. = Bronz. Cap. 226. (Man.) Sempre in ambiguo, e sempre si starebbe Senza risoluzion, sempre in pendente.

T. Della cosa. Lasciare in ambiguo.

Sost. Di parole. T. Fuggire ogni ambiguo. = Castigl. Corteg. 2. 177. (Man.) Se a questo è congiunto lo ambiguo, il motto diventa salsissimo (faceto). Demetr. Segn. 243. Sotto gli ambigui si possono esplicare cose pungenti, senza offesa, copertamente
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ambigramma, ambigrammi, ambigua, ambiguamente, ambigue, ambigui, ambiguità « ambiguo » ambii, ambimmo, ambio, ambirà, ambirai, ambiranno, ambire
Parole di sette lettere: ambigui « ambiguo » ambimmo
Lista Aggettivi: ambientale, ambientalista « ambiguo » ambito, ambivalente
Vocabolario inverso (per trovare le rime): seguo, eseguo, inseguo, conseguo, proseguo, perseguo, susseguo « ambiguo (ougibma) » disambiguo, disambiguò, irriguo, esiguo, contiguo, attiguo, dissanguo
Indice parole che: iniziano con A, con AM, parole che iniziano con AMB, finiscono con O

Commenti sulla voce «ambiguo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze