Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ameno», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ameno

Aggettivo
Ameno è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: amena (femminile singolare); ameni (maschile plurale); amene (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di ameno (gradevole, piacevole, accogliente, grazioso, ...)
Nomi Alterati e Derivati
Avverbio: amenamente.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola ameno è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: a-mè-no. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: emano (scambio di vocali), emanò (scambio di vocali), maone, nomea.
Componendo le lettere di ameno con quelle di un'altra parola si ottiene: +dal = amandole; +[dan, dna] = amandone; +rna = ameranno; +tai = anatomie; +mal = anelammo; +[ali, ila, lai] = aneliamo; +[ila, lai] = anomalie; +chi = anomiche; +sir = ansimerò; +tir = antimero; +[out, tuo] = autonome; +cra = camerona; +cri = cameroni; +cip = campione; +[csi, ics, sci, ...] = censiamo; +cri = coramine; +cru = cumarone; +dir = damerino; +din = denomina; +sud = desumano; +din = dimenano; ...
Vedi anche: Anagrammi per ameno
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: amano, amena, amene, ameni, amerò, amino, areno.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: meno, amen.
Scavalco
Spostando la prima lettera al posto dell'ultima si ha: mena.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: almeno, amento, armeno.
Parole con "ameno"
Iniziano con "ameno": amenorrea, amenorree.
Parole contenute in "ameno"
amen, meno.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ameno" si può ottenere dalle seguenti coppie: amali/alieno, amar/areno, ampi/pieno, amebea/beano, amebei/beino, ameresti/restino, americi/ricino.
Usando "ameno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * enoica = amica; * enoici = amici; * enoico = amico; * enopli = ampli; forame * = forno; legame * = legno; tram * = treno; ala * = almeno; * enoiche = amiche; * enoplia = amplia; * enoplio = amplio; ara * = armeno; dia * = dimeno; dama * = dammeno; fasciame * = fascino; mala * = malmeno; sartiame * = sartino; * notista = ametista; * notiste = ametiste.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "ameno" si può ottenere dalle seguenti coppie: amerà/arno, amerete/eterno, amerò/orno.
Usando "ameno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arma * = areno.
Cerniere
Usando "ameno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mia = menomi; * moa = menomo; * maia = menomai; * marea = menomare.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "ameno" si può ottenere dalle seguenti coppie: amica/enoica, amiche/enoiche, amici/enoici, amico/enoico, ampli/enopli, amplia/enoplia, amplio/enoplio, ametista/notista, ametiste/notiste.
Usando "ameno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areno = amar; * pieno = ampi; treno * = tram; * alieno = amali; * beano = amebea; * beino = amebei; forno * = forame; legno * = legame; * ama = menoma; * ami = menomi; * amo = menomo; * ricino = americi; * amai = menomai; * restino = ameresti; fascino * = fasciame; * amano = menomano; * amare = menomare; * amata = menomata; * amate = menomate; * amati = menomati; ...
Sciarade incatenate
La parola "ameno" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: amen+meno.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "ameno" (*) con un'altra parola si può ottenere: * bit = ambiento; cri * = camerino; * ridi = amerindio; * unta = aumentano; * unti = aumentino; cast * = casamento; * mastra = ammaestrano; * mastri = ammaestrino.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "ameno"
»» Vedi anche la pagina frasi con ameno per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Possiamo senza alcun dubbio affermare che tutta l'Umbria è un luogo ameno.
  • In quel luogo ameno ho conosciuto la mia attuale compagna.
  • Ho visitato quello che tu definisci un luogo ameno.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Bellumore, Celione, Capo ameno, Capo armonico - Il Bellumore è seguace della dottrina di Democrito: da ogni cosa, anche grave, trae materia di riso e di piacevolezza: è brioso e di spirito pronto; tutto rallegra e si rallegra di tutto; sa trovare nuovi partiti da cose di nulla, nè mai dà nello sciocco. - Celione è Colui che manda in burla ogni cosa, che è vago di far delle burle e degli scherzi. - Capo ameno è Chi è amante degli spassi, inventore di novelle e di giuochi, spensierato e capriccioso. - Il Capo armonico è la medesima cosa, se non quanto è più variato ne' capricci e alquanto più leggiero di senno. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ameno - [T.] Agg. Che piace al senso segnatam. degli occhi, e quindi all'animo. In ispecie di luoghi. Tac. Dav. ann. 4. 95. (C) Vivesse fuori di Roma in luoghi ameni. T. Anche Amena città.

T. Giambull. Stor. Scandania, cioè amena e piacevole Dania (dal germ. Schoen). Tac. Paese. Hor. Surrentum amoenum. Cic Poderi. Hor. Campagna. = Fir. As. 3. (C) Orto. E Alam. Colt. 1. 2. Car. En. 1. 45. Selva. Ang. Metam. 1. 11. I colli ameni di varii arboscelli. Car. En. 6. 951. A l'amene verdure. Ennio. Piantagione. Virg. L'ameno eliso. T. Tass. Gerus. 7. 6. E vede un uom canuto all'ombre amene Tesser fiscelle alla sua greggia accanto. D'una pianta sola non com., ma Orazio: Flores amoenae rosae. = Varch. Egl. 284. (C) Ameno faggio. T. S. Cat. Oraz. Producono fiori più odoriferi, e frutti più ameni.

Per celia. Lasc. Cap. ined. (C) Il cielo stesso, In crear questa dolce frutta amena (de' poponi), Ha ogni suo valor e forza messo.

Tass. Ger. 13. 43. (C) Una spelonca giace D'edera, d'ombre e di dolci acque amena. Hor. Lucos, amoenae Quos et aquae subeunt et aurae. Tac. Ameni lidi. Ar. Fur. 15. 76. Trovâr ch'apparecchiata era la cena Ad una fonte limpida ed amena. Virg. L'Adige ameno. Fluvio Tiberinus amoeno.

2. T. Ameno clima, stagione.

T. Tac. Ameno vivere. Giornata amena, passata in luoghi ameni, o in luoghi piacenti. In questo e altri sensi comporta il dat., come l'usa Gellio. Ai lieti è ameno ogni luogo per uggioso che sia; Nulla agli uggiosi ameno. Ameni i bagni ai galanti. = Sannazz. Arcad. egl. 3. 36. (Gh.) Per cortesia, canzon, tu pregherai Quel dì fausto ed ameno Che sia sempre sereno. Bocc. (cit. dal Caro) in apol. 61. Poichè l'amena festa fu fatta. E Amor. vis. 19. Liber pigliava ogni piacere ameno.

3. Di piaceri che riguardano la mente. T. Amene lettere, dissersi quelle che anco belle; e così Amena letteratura, riguardando più alla forma piacente che al sodo delle idee e degli affetti. Studi ameni furono sovente gli studi oziosi.

Salvin. Pros. Tosc. 1. 84. (Man.) Si ragunassero il verno a dotte ed amene veglie. Ricc. A. M. Rim. e Pros. p. XI. (Gh.) Erano essi da me sovente eccitati in varii recitamenti, de' quali volli che alcuni ameni fossero e piacevoli. Salvin. Pros. Tosc. 2. 246. I libri pastorali di Longo, amena e delicata lettura. E Annot. Tanc. Buonarr. 534. 1. Un faceto ed ameno sonetto del sig. G. B. Fagiuoli, in cui lo stral d'amore è chiamato un pal di ferro. E Pros. Tosc. 2. 75. Amena e spiritosa la materia. Ricc. A. M. Rim. e Pros. XI. Ameni motti. Tocc. Lett. crit. 152. Per volerci l'ameno ho dato nel lungo. Salvin. Pros. Tosc. 2. 34. Come può esser mai che Quintiliano… si sia lasciato scappar di bocca una tal parola, che nella greca favella vi sia del barbaro e del rozzo, e nella latina allo 'ncontro dell'ameno e del grazioso? T. Amene pitture, e per le cose che rappresentano e per il modo.

T. Ameno scrittore. = Bertin. Tass. Scop. 66. (Gh.) Il vostro ameno e pellegrino talento. Tac. Ingegno. Salvin. Annot. Mur. 2. 117. (C) Ameno e erudito uomo. E Pros. Tosc. 2. 112. (Gh.) Questo erudito al pari ed ameno Signore.

4. Delle maniere piacevoli, senza eleganza. Salvin. Cical. 15. (C) Uomo molto ameno e faceto. E altrove: Nella conversazione piacevole e ameno.

5. † Per estens. Rucc. Ap. 581. (Gh.) Animaletto ameno (l'ape).

6. [A. Con.] Nel senso di Bizzarro con piacevolezza. Colui è un capo ameno. Ovvero: Tu se' proprio ameno. T. Il Capo ameno può dire e fare sul serio, dare nel ridicolo per stranezza; o apparire, senza ridicolezza, bizzarro. = (Man.) Oh questa è amena! (Ad accennare che la cosa ha dello strano o del ridevole.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: amelie, amen, amena, amenamente, amene, ameni, amenità « ameno » amenorrea, amenorree, amentata, amentate, amentati, amentato, amente
Parole di cinque lettere: ameni « ameno » amerà
Lista Aggettivi: ambulante, ambulatoriale « ameno » americano, amichevole
Vocabolario inverso (per trovare le rime): madrileno, cantilenò, cantileno, allenò, alleno, menò, meno « ameno (onema) » nientemeno, docimeno, dimeno, dimenò, nientedimeno, nondimeno, nientepopodimeno
Indice parole che: iniziano con A, con AM, iniziano con AME, finiscono con O

Commenti sulla voce «ameno» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze