Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «annunzio», il significato, curiosità, forma del verbo «annunziare» sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Annunzio

Forma verbale
Annunzio è una forma del verbo annunziare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di annunziare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli
Giochi di Parole
La parola annunzio è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: nn. Lettera maggiormente presente: enne (tre).
Divisione in sillabe: an-nùn-zio. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: annunziò.
Anagrammi
annunzio si può ottenere combinando le lettere di: unno + [anzi, nazi]; unni + zona.
Componendo le lettere di annunzio con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dan, dna] = annunziando; +dna = dannunziano; +alza = annualizzano; +alzi = annualizzino; +vana = annunziavano; +[erme, mere] = annunzieremo; +foro = funzionarono; +favo = funzionavano; +[mete, teme] = manutenzione; +[item, mite, temi] = manutenzioni; +drop = pronunziando; +ressa = annunziassero; +[massi, sisma] = annunziassimo; +renna = annunzieranno; +etico = continuazione; +[coiti, otici] = continuazioni; +cedei = denunciazione; +dieci = denunciazioni; +[freno, freon] = funzioneranno; +filmo = malfunzionino; +[prema, rampe] = preannunziamo; +parte = preannunziato; +parve = preannunziavo; +porro = pronunziarono; ...
Vedi anche: Anagrammi per annunzio
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: annuncio, annunzia.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: annunzi. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: anni.
Altri scarti con resto non consecutivo: annui, annuo, anno, anzio, anzi.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: annunzino.
Parole con "annunzio"
Finiscono con "annunzio": preannunzio, preannunziò.
Parole contenute in "annunzio"
zio, nunzi, nunzio, annunzi. Contenute all'inverso: unna.
Incastri
Si può ottenere da ano e nunzi (ANnunziO).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "annunzio" si può ottenere dalle seguenti coppie: annua/anzio, annuncerà/cerazio.
Lucchetti Riflessi
Usando "annunzio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: prona * = pronunzio; interna * = internunzio.
Lucchetti Alterni
Usando "annunzio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cerazio = annuncerà; * ateo = annunziate.
Sciarade incatenate
La parola "annunzio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: annunzi+zio, annunzi+nunzio.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "annunzio" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = annunziarono; * ciane = annunciazione; * ciani = annunciazioni.
Frasi con "annunzio"
»» Vedi anche la pagina frasi con annunzio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il lietissimo annunzio della nascita dell'erede al trono fu diffuso nella notte.
  • Dicono che il canto della civetta sia annunzio di sventure.
  • L'arcangelo Gabriele portò il lieto annunzio a Maria.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Manifesto, Annunzio, Avviso, Affisso, Notificazione - Differiscono tra loro secondo la importanza. Manifesto è generalmente per cosa di gran momento, e che si mette a notizia di tutti dalle autorità civili, e spesso dai capi di una nazione. - Annunzio è il semplice atto del porre una cosa a notizia del pubblico. - Avviso è quando tale atto si fa, perchè altri sappia come governarsi in certi casi. - Affisso è qualunque annunzio, avviso, ecc., stampato ed esposto sulle cantonate agli occhi del pubblico. - Notificazione è atto pubblico dell'autorità municipale, o dei prefetti, che mettono a notizia del pubblico cose spettanti alla loro amministrazione. [immagine]
Denunzia, Annunzio, Avviso, Le denunzie - Si fa la Denunzia quando si va in persona, o si manda per iscritto, a un ufficiale pubblico, per significargli, o le rendite che si hanno per pagarne le tasse, o qualche forestiero ricevuto in alloggio, o simili. - Le Denunzie si fanno, o dal prete all'altare. o dall'ufficio dello stato civile per mezzo di pubblico affisso, per notificare al pubblico un matrimonio da contrarsi. - Annunzio è il far sapere pubblicamente e con qualche solennità un fatto di gran momento. - Avviso è il significare alcune cose ad alcuno, anche privatamente, non solo perchè le sappia, ma perchè sappia come governarsi. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Intimare, Annunziare, Nunziare, Denunziare; Annunzio, Annunziazione; Nunzio, Messo - Annunziare è dar nuova o avviso di cosa non saputa: intimare è annunziare cosa spiacevole con minaccia di farla eseguire per forza: s'intima la guerra, s'intimano le sentenze: il padron di casa intima agli inquilini restii, o di pagare o di sgombrare sul fatto: a siffatto annunzio ognun pensa a ripieghi. L'Annunziazione della B. Vergine: questo vocabolo non ha altro significato. Nunziare sembrami un pretto latinismo che ha il suo equivalente in annunziare. Denunziare alla giustizia un reo o un reato, è dirle ciò che si sa dell'uno e dell'altro onde metterla sulle tracce di quello, e illuminarla intorno a questo; è meno diretto dell'accusare, ma sovente ha lo stesso scopo od effetto. Messo è chi è mandato a portar lettera, ambasciata o altro che di consimile: nunzio è chi dice, annunzia la cosa a viva voce: in nunzio, l'idea di essere mandato non è così strettamente collegata come in messo; eccetto il caso de' nunzii apostolici che sono gli ambasciatori della S. Sede presso le corti estere. [immagine]
Nuova, Novità, Annunzio, Notizia, Ragguaglio - Novità, in genere, ciò che è nuovo, o che come nuovo riesce; novità un libro, una moda, un'invenzione; novità un decreto, una legge che troppo si allontani da quelle fino allora in corso; per cui si suole esclamare: che novità è questa! La nuova pare che avrebbe ad essere proprio di cosa nuova, non saputa, non conosciuta; la notizia può essere riferibile a persona o a cosa non solo conosciuta, ma appartenente a chi la notizia si dà; vi do nuova del mio matrimonio; vi porto notizie di vostro fratello: nel parlare famigliare si scambiano però, e si dice datemi nuove o notizie di vostra salute, di vostra moglie, e simili. L'annunzio è nuova data con una certa enfasi o a chi ha interesse a sapere la cosa, o al pubblico perché la conosca o sappia che esiste: così gli annunzii che i giornali fanno di opere letterarie o d'altre cose. Ragguaglio è notizia circostanziata. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: annunzieremmo, annunzieremo, annunziereste, annunzieresti, annunzierete, annunzierò, annunzino « annunzio » annuo, annurca, annurche, annusa, annusai, annusammo, annusando
Parole di otto lettere: annunzia « annunzio » annurche
Vocabolario inverso (per trovare le rime): depotenzio, corinzio, protocorinzio, periodonzio, ronzio, stronzio, nunzio « annunzio (oiznunna) » preannunzio, preannunziò, pronunzio, pronunziò, internunzio, ozio, oziò
Indice parole che: iniziano con A, con AN, iniziano con ANN, finiscono con O

Commenti sulla voce «annunzio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze