Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ciancia», il significato, curiosità, anagrammi, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ciancia

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola ciancia è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: accanii, cianica (spostamento di una lettera), incaica.
ciancia si può ottenere combinando le lettere di: cin + caia.
Componendo le lettere di ciancia con quelle di un'altra parola si ottiene: +ogm = accingiamo; +toc = acconciati; +col = anaciclico; +tac = anticaccia; +nut = anticucina; +sob = biascicano; +sob = biascicona; +tot = caciottina; +sto = canoistica; +ton = canonicati; +ton = canonicità; +tot = catatonici; +toc = catinaccio; +dir = cianidrica; +dir = circadiani; +rem = emicranica; +tap = incapacità; +[tar, tra] = incaricata; ...
Vedi anche: Anagrammi per ciancia
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: cincia.
Altri scarti con resto non consecutivo: ciani, ciana, ciac, cina, cica, cani, caci, caia, inca, inia, anca.
Parole con "ciancia"
Iniziano con "ciancia": cianciare, cianciata, cianciate, cianciatore, cianciatori, cianciamenti, cianciamento, cianciatrice, cianciatrici, cianciafruscola, cianciafruscole.
»» Vedi parole che contengono ciancia per la lista completa
Parole contenute in "ciancia"
ancia.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ciancia" si può ottenere dalle seguenti coppie: cip/pancia, ciao/oncia.
Usando "ciancia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: licia * = lincia; tracia * = trancia; * aoni = ciancioni.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "ciancia" si può ottenere dalle seguenti coppie: ciano/ciao.
Usando "ciancia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lincia * = licia; * area = cianciare; * atea = cianciate.
Intarsi e sciarade alterne
"ciancia" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: cica/ani, caì/inca.
Definizioni da Cruciverba
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Ciarla, Ciancia - «Ciancia, discorso vano: ciarla, vano ed importuno; e talvolta è fama maledica, o anche solamente falsa, che corre intorno a taluno». Gatti. [immagine]
Dare il giambo, La ciancia, La baia, La berta, La burla, Beffare, Farsi beffe - I primi sono tutti meno di beffare; indicano burla più o meno aperta, o circonvoluta in parole, più o meno studiata o combinata: ma beffare e farsi beffe è sempre un insulto, e talora sacrilegio, se l'oggetto ne è santo e sacro: Cham si fece beffe del padre suo e questi ne lo maledì. Dare il giambo e dare la ciancia, avverte Tommaseo che sono oggidì fuori d'uso: qui poi non si danno particolari dichiarazioni di questi, pur troppo, numerosi modi di dire, perchè facili abbastanza, e perchè di un'importanza troppo minore da non valere le parole occorrenti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ciancia - S. f. Beffa, Burla, Scherzo, Bagattella, Cosa di poco valore. T. Segnatam. pl. Cose da poco. Ci cisuono esile. = Bocc. g. 4. pr. 3. (C) Dicono ch'io farei più saviamente a starmi colle Muse in Parnaso, che con queste ciancie mescolarmi tra voi. E nov. 11. 8. Ma sa meglio, che altro uomo…, far queste ciance di contraffarsi in qualunque forma vuole. E nov. 85. 14. Facendosi talvolta dare, siccome dimandato dalla sua donna, quando un pettine d'avorio, e quando una borsa, e quando un coltellino, e cotali ciance. Dant. Par. 29. Non disse Cristo al suo primo convento: Andate, e predicate al mondo ciance. [Val.] Ar. Fur. 23. 24. Il giunger mano a mano Di matre e di fratelli estimo ciancia.

T. Prov. Tosc. 232. Le ciancie spesso riescon lancie (feriscono).

T. Ciancia, anco in iscritto. – Ciancie de' giornalisti.

2. Comunemente Ciance si dicono le Parole vane e lontane dal vero. Petr. cap. 3. (C) Poco dinanzi a lei vedi Sansone Via più forte che saggio, che per ciance In grembo alla nemica il capo posa. E Frott. Egli è da nulla Colui che si trastulla colle ciance. Franc. Sacch. Rim. (nella Tav. Barb. alla voce SERÀ). Ciancetta mia, che nuova ciancia cianci? Certi seran che ti terran ciarliera.

3. [Val.] Avere a ciancia. Prendere in ischerzo. Ant. Pucc. Centil. 6. 8. E Papa Gregor non l'ebbe a ciancia.

4. E Avere a ciancia per Non prendere a cuore. [Val.] Ant. Pucc. Centil. 85. 94. E 'l Re Filippo già non l'ebbe a ciancia; A' Fiorentini scrisse il fatto aperto.

5. (Tom.) Dar ciance, Vender ciance. Quest'ultimo è più comune, ma ha senso diverso. Si dá ciance per tenere a bada, e intanto fare il fatto suo: si vende ciance per ingannare a dirittura: e ilvenderle denota meglio inganno consumato, la vendita quasi bell'e fatta.

6. Dar ciance a chicchessia. Dar parole, Discorrere per non attenere. [Val.] Ar. Cassar. 2. 6. S'immagina Ch'io le dia ciancie.

7. [Val.] Mettere in ciancia. Porre in baja, in ischerzo. Boson. Guerr. Crist. 487. E non è cosa da mettere in ciancia.

8. Prendere una cosa a ciancia vale Averla per beffe, Recarsela in baja. Dant. Par. 5. (C) Non prendano i mortali il voto a ciancia.

9. Prendere una cosa in ciancia vale Non farne caso. Varch. son. Cosm. 26. (Man.) Dunque si prende in ciancia, Che 'l miglior uom, che mai regnasse, mora?

10. Tenere una cosa a ciancia vale Averla per una favola, Non crederla vera. Ciriff. Calv. 4. 115. (Man.) lo ho veduto a Calvaneo far cosa Col brando e similmente colla lancia, E a te, padre, sì maraviglïose Che chi l'udisse le terrebbe a ciancia. [Val.] Ant. Pucc. Centil. 12. 84. Sicchè non era da tenerlo a ciancia.

11. E [Val.] Tenere a ciancia, per Farsene beffe. Ant. Pucc. Centil. 2. 37. Scomunicollo, ed egli il tenne a ciancia.

12. E [Val.] Tenere a ciancia, per Non curare, Trascurare. Ant. Pucc. Centil. 26. 67. Aveva d'una lancia Nel viso ricevuta una fedita Alla sconfitta, e tenevala a ciancia.

13. E [Val.] Tenere a ciancia, per Non farsene caso. Ant. Pucc. Centil. 18. 84. Lo 'mbusto disteso Rimase in terra, e fu tenuto a ciancia.

14. E Tenere a ciancia, o in ciance, una persona, vale Tenerla a bada con vane parole. Franc. Barb. Regg. Donn. 234. (Man.) Di tutti sembri a lei tanto fedele, Che poco ti vogliam tenere in ciance. Ar. Fur. 41. 49. E fece voto di core e di fede D'esser cristian…, Nè Bradamante più terrebbe a ciancia, E verria a fine onesto de' suoi amori. [Val.] Ar. Cassar. 1. 3. Vogliono la baja, e ci tengono in ciancie.

15. Uscire in ciancia, per Andare a vôto, Riuscir vano, o Cosa da beffe. Ar. Fur. 11. 4. (Mt.) Con questo fe' gl'incauti uscire in ciancia Di Malagigi al petron di Merlino.

16. T. Ellissi d'escl., rispondendo: Ciancie! (e va o a chi parla, o a quello del quale egli reca le parole o le idee).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ciampino, ciana, cianammide, cianammidi, cianati, cianato, ciance « ciancia » cianciafruscola, cianciafruscole, cianciamenti, cianciamento, cianciare, cianciata, cianciate
Parole di sette lettere: cianato « ciancia » cianica
Vocabolario inverso (per trovare le rime): intralcia, stralcia, spulcia, ancia, aggancia, riaggancia, sgancia « ciancia (aicnaic) » lancia, bilancia, termobilancia, microbilancia, controbilancia, sbilancia, rilancia
Indice parole che: iniziano con C, con CI, iniziano con CIA, finiscono con A

Commenti sulla voce «ciancia» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze