Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «informare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Informare

Verbo
Informare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è informato. Il gerundio è informando. Il participio presente è informante. Vedi: coniugazione del verbo informare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di informare (mettere al corrente, avvertire, tenere al corrente, aggiornare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola informare è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: in-for-mà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: informerà (scambio di vocali).
informare si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): rom + [farine]; [noir] + [ferma]; [miro] + [farne]; [mino] + ferra; fon + [mirare]; [fior] + marne; fin + [armerò]; [fino] + marre; [forni] + [arem]; [firmo] + [nera]; nero + [farmi]; rem + [finora]; [ermo] + frani; [meno] + farri; norme + [afri]; [meri] + [frano]; mirre + fano; [mirerò] + fan; [meni] + [farro]; [enormi] + [far]; [ferro] + [iman]; fen + [morirà]; [freno] + [armi]; [fermo] + iran; ife + marron; [ferì] + [norma]; ferri + [mano]; fine + morra; freni + [amor]; ...
Componendo le lettere di informare con quelle di un'altra parola si ottiene: +mat = frammentario; +gru = frangirumore; +nei = infarineremo; +voi = infervoriamo; +sos = informassero; +non = informeranno; +tiè = interferiamo; +pet = perforamenti; +tac = riconfermata; +tic = riconfermati; +toc = riconfermato; +tiè = rifomenterai; +ozi = riformazione; +[dio, odi] = rinfoderiamo; +caia = afroamericani; +azza = anamorfizzare; +[cito, coti] = confirmatorie; +dong = ginandromorfe; +bebè = infamerebbero; +[meni, mine] = infarineremmo; +[veti, vite] = interferivamo; +[afro, faro, fora] = riaffermarono; +fava = riaffermavano; +efod = riaffonderemo; ...
Vedi anche: Anagrammi per informare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: inforcare, informale, informate, infornare.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: informe, normare, norma, norme, noma, nome, forme, forare, fora, forre, fare, orme, orare, rare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: informarle.
Parole con "informare"
Finiscono con "informare": disinformare.
Parole contenute in "informare"
are, info, mare, orma, forma, formare, informa. Contenute all'inverso: era, ram.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "informare" si può ottenere dalle seguenti coppie: inforco/comare, informassi/massimare, informi/mimare, informai/ire, informali/lire, informata/tare, informatore/torere.
Usando "informare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * marena = inforna; * areale = informale; * areali = informali; * areata = informata; * areate = informate; * areati = informati; * areato = informato; coi * = conformare; * rendo = informando; * evi = informarvi; * resse = informasse; * ressi = informassi; * reste = informaste; * resti = informasti; * retore = informatore; * retori = informatori; * ressero = informassero; * arealmente = informalmente.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "informare" si può ottenere dalle seguenti coppie: informerà/areare, informata/atre, informato/otre.
Usando "informare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = informata; * erte = informate; * erti = informati; * erto = informato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "informare" si può ottenere dalle seguenti coppie: inforna/marena, informa/area, informale/areale, informali/areali, informalmente/arealmente, informata/areata, informate/areate, informati/areati, informato/areato, informe/aree, informai/rei, informale/relè, informando/rendo, informasse/resse, informassero/ressero, informassi/ressi, informaste/reste, informasti/resti, informate/rete, informati/reti, informatore/retore...
Usando "informare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * informale = areale; * informali = areali; * comare = inforco; * lire = informali; * informalmente = arealmente; * mie = informarmi; * tiè = informarti; * vie = informarvi; * massimare = informassi; * torere = informatore.
Sciarade incatenate
La parola "informare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: info+formare, informa+are, informa+mare, informa+formare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "informare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = informatrice.
Frasi con "informare"
»» Vedi anche la pagina frasi con informare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Informare il medico delle nostre patologie lo aiuta a conoscerci meglio.
  • Provvederemo ad informare i nostri clienti in caso di cambiamento di orari del nostro ufficio.
  • E' compito dei giornalisti informare in modo obiettivo e completo i lettori delle loro testate.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Informare, Ragguagliare - Informare è dar notizia di una cosa senza entrare in particolari. Ragguagliare è darne notizia, noverandone tutte le circostanze. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Avvertire, Informare, Far sapere - L'avvertire è più conciso; può farsi anche con un'esclamazione, con un cenno. L'informare è più diffuso, e per ben informare è d'uopo venire a minuti particolari: all'informazione si va, l'avvertimento si riceve. S'informa chi si crede potere avere interesse nella cosa, o chi si vuole che la sappia per qualche nostro fine, o per semplice abitudine di pettegolezzo; e ciò si fa sempre con qualche calore, o con aria di mistero, secondo l'occorrenza. Per far sapere non ci vanno tante storie, in quattro parole si spiccia: e poi si fa sapere a chiunque, a troppi talvolta, ed anche a chi non si vorrebbe; poichè la curiosità è così desta e maligna che da un gesto o da una parola, se è già sulla via, capisce i nostri segreti. Dunque a far sapere ci va poco, ad informare più. Uno dice: Già so quel che volete dire; l'altro ripiglia: Sì, ma non siete bene informato; e segue ad accennare nuovi particolari. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Informare - [T.] V. a. Formare in modo sostanziale, compiuto, e con intima conformità d'uno a altro oggetto. I sensi filos. della voce Forma, non noti all'aureo lat., ma non affatto estranei, son penetrati anco nel comune uso moderno. Il verbo usasi e att. e rifl. Col Di denota meglio la causa efficiente a dare la forma; coll'A, la causa finale, il modello a cui la forma si attempera. Il senso è essenzialm. spirit. anche quando riguarda il mondo corporeo, e però comprende e l'intell. e il mor. [Cont.] Picc. A. filos. nat. 162. v. L'altre tre cause in quanto la forma informando, e dando l'essere e la causa fattiva, la materia disponendo;… vengon' tutt'a tre per necessità ad inchiudere in loro stesse perfezione. T. Cic. Le arti con cui l'età puerile suole a intellettuale coltura informarsi – Informare della religione i pensieri. Mass. di Tor. Le barbare nazioni informava alla fede, parlando le proprie lingue loro. = Bocc. Vit. Dant. 263. (C) Informano l'anime e gl'intelletti degli ascoltanti, e de' leggenti, li quali generalmente dottori, in qualunque facultà si sia, sono appellati. [Tav.] Cass. Collaz. 1. 14. Spogliata la mente da questa grossezza corporale, per la quale impigrisce al presente, informino in meglio le sue virtù intellettuali. [Par.] Cresc. Proem. Con ciò sia cosa che, per la virtù della prudenza, la quale tra il bene e il male cautamente discerne, l'animo dell'uomo sia informato alla conoscenza delle cose utili e dilettevoli.

Senso più espressam. intell. [Camp.] D. 3. 2. (Siccome al sole si dilegua il freddo e il color della neve) Così rimaso te nell'intelletto Voglio informar di luce sì vivace, Che ti tremolerà nel suo aspetto. (La luce, anche corporeamente della sua virtù riforma le cose.) [Tav.] Tratt. Color. Rett. p. 16. (L'ingegno)… non si confonda, anzi s'informi.

[Tav.] Tratt. Color. Rett. pag. 35. S'informano meglio del tuo dire, e confermano alla loro memoria. (Pare intenda: Imprimono fermamente quel dire nella memoria.)

2. Del fornire tale idea che sia come la forma piena del concetto, ne' seg. la voce presentasi in altro atteggiamento. [Camp.] D. Conv. III. 12. Il quale nella mia mente informava continuo nuove ed altissime considerazioni di questa donna. T. Principii che informano l'insegnamento. Principii che informano la legge.

D. 2. 17. (C) O imaginativa…, Chi muove te se 'l senso non ti porge? Muoveti lume che nel ciel s'informa.

3. T. Informare e Informarsi, quasi Informar la mente di cognizione piena o almeno sufficiente, d'una serie di fatti o d'un fatto che abbia qualche importanza per l'informato o per l'informante. Ar. Fur. 10. 76. Acciò tu te n'informi pienamente, Io ti distinguerò tutta la gente. =Bocc. Nov. 20. 9. (C) Lui della sua intenzione informò. E 79. 35. Acciocchè voi siate d'ogni cosa informato. E 80. 3. S'informano i sensali e delle qualità e della quantità delle mercatanzie. T. Informarsi da…, Pigliar notizia presso taluno. – Informarsi del fatto. – Dell'uomo, de' suoi andamenti. – Ero informato che… Ass. Mi sono informato, ho preso notizie opportune della cosa della quale si tratta. – Informatevi. – Di chi mostra saperne anche troppo sull'altrui conto, e segnatam. in male, quasi iron. È bene informato.

4. Segnatam. di fatti. T. Vill. M. 2. 250. Due degli ambasciadori… tornarono in Firenze, per informare a bocca i rettori.

T. E la pers. e lo scritto informa. Lettera che c'informa.

Ass. T. De Luc. Dott. volg. 9. 2. 26. Che quello al quale si deferisce l'eredità, dopo l'accettazione avesse un anno di tempo ad informarsi.

Informare una supplica, ell. Intorno a quella. Cantin. Band. e Legg. V. 347. (Fanf.) Varie volte appresso.

Ancora più ass. T. Ennod. Frequentemente informando delle cose tra voi operate. = Dav. Scism. (C) Il papa… al maestro del sacro palazzo commise che, intesa la causa, citate le parti, informasse.

Specialm. in senso forense e d'inquisizione. T. Informare il giudice. [Cont.] Stat. Merc. Siena, II. 75. Nelle cause d'appellazione, non sia alle parti lecito informare i giudici se non quando sono tutti adunati alla residenza. T. Più specialm. d'inquisizione, La giustizia informa. E in gen., L'autorità informa.

[Cont.] L'avvocato. Cit. Tipocosm. 452. Il trovarsi patrono, informarlo, il patrono pigliar la causa, far il consulto, trattar cause, citar il reo, o in persona, o a la causa, o per lettere.

5. Modo fam., oggidì non com. Il tale informi o ne informi (Fanf.), quando citasi altri per esempio di ciò che diciamo, come quello che ne ha piena notizia, che lo prova col fatto. Buon. Fier. 1. 2. 3. (Gh.) Onde le nostre selve,… Nostri fiumi e renai… Ci fur copiosi (di pietre preziose): E Calandrin ne informi, Per finirla con riso. Magal. Lett. Ateis. 2. 109. Se Iddio togliesse all'anima di un uomo quella sola perfezione che dá l'essere alla parte superiore di essa, per modo ch'ei non potesse operare altrimenti che a seconda della porzione inferiore rimastagli, in che cosa distinguereste voi, per vita vostra, quest'uomo da un irrazionale? Nabucodonosor informi, ridutto per sett' anni a esser pe' campi a pascere il fieno come un bue. [G.M.] Fag. Comm. Gli ha fatto di begli allievi! Pasquino informi! (iron.).

6. Del fare, ma sempre in rispetto all'idea, all'esemplare. Ar. Fur. 28. 62. (C) E pianamente come far convegna, E dell'andare e del tornar l'informa.

T. Cic. Informar l'oratore, Educarlo all'arte; Addestrarlo dice più che Formarlo. [Tav.] Cennin. Tratt. Pitt. c. 4. Cennino di Andrea Cennini… fu informato nella detta arte dodici anni da Agnolo di Taddeo suo padre.

† Fav. Esop. S. 104. (C) La usignola, avendo fatto i suoi figliuoli, istava sopra il nido, e cantava con gran diletto, acciocchè, dilettandosi, informasse i suoi figliuoli del modo di cantare.

7. In alcuni degli es. preced. Informare s'accosta al senso di Formare; e così ne' seg., ma avendo la mira al da farsi, e quindi anco al volere, giacchè principio dell'opera è la libera elezione. Med. Arb. Cr. 2. (Man.) Acciocchè in noi s'accenda l'amore e l'affetto, e informisi in uso il pensiere nostro,… sì mi sono studiato di raccogliere questo fastello della mirra (concetti di pietà rel.).

[Camp.] † D. Conv. III. 1. E a questo diliberamento tre ragioni m'informâro; delle quali l'una fu lo proprio amore di me medesimo.

† Petr. Canz. 9. 3. (C) Ah! crudo Amor, ma tu allor più m'informe A seguir d'una fera, che mi strugge, La voce e i passi. E 8. 4. (Ferraz.) Com'Amor m'informa. Ar. Fur. 28. 62.

[Camp.] † Bib. Job. prol. II. Ad informare fidanza contra l'avversitade venne Josuè.

8. Ne' seg. s'accosta più agli usi vivi, e Informare più tiene del senso filos. di Forma, in quanto esemplare. T. Eugip. Informandoci all'amore del prossimo. = Petr. Son. 7. (C) Ed è sì spento ogni benigno lume Del ciel, per cui s'informa umana vita. Belc. Prat. Spirit. cap. 139. (Man.) L'abate Sergio, perchè costui venne volendo dimorare con noi nell'eremo, lo dette a me ch'io l'informassi. (Così ass., inusit.) Vit. SS. Pad. 1. 13. (Gh.) Raccomandando la sorella ad alquante santissime vergini d'un monisterio, che la informassero al loro esempio. Med. Arb. Cr. 13. (Man.) Il dolce Gesù,… per informarci d'esempio di perfetta umiltade, nacque piccolo. Guitt. Lett. 13. (C) A cui s'affaitan tutti i minori vostri, e della forma vostra informan loro.

9. Nel senso più propriam. filos. T. Boez. Natura è la differenza specifica, che informa ciascuna cosa. = Capr. Bott. 4. 58. (C) Non è però che per insino al dì del giudicio io possa informar giammai altro corpo che te. G. E per qual cagione? A. Per quella abitudine che io (anima) ho ad informare te e non altri. G. E che cosa è questa abitudine che tu di'? A. Una certa convenienza e inclinazione, ch'io ho d'operare in te per cominciare a gustare la mia perfezione. T. Bald. Naut. 15. Qual mente l'universo informi, e quale Puro accende le stelle eterno foco. D. 3. 7. Gli elementi (aria, fuoco, acqua, terra), E quelle cose che di lor si fanno, Da creata virtù sono informati. = Ang. Metam. 2. 1. (Man.) Il sublime real superbo tetto, Di lui che il mondo alluma, informa e veste (il sole).

10. Nel senso corp. D. Purg. 23. (C) Pallida nella faccia e tanto scema, Che dall'ossa la pelle s'informava. Buon. Descr. nozz. 27. (Gh.) La nugola (ond'era involta l'Aurora)… moveasi ondeggiante,… ed una ed altra figura si vide prendere per varie guise, ora di un delfino o cavallo, ora d'una selva o d'una montagna, o d'altro indistinto componimento informandosi. Pass. 332. (C) I quali egli (il diavolo) puote trasmutare, alterare, informare e figurare. Vitr., lo schizzo, Informatio.

11. [Cont.] Mettere il campione o modello nella terra della staffa, o nel luto, per cavarne la forma. Biring. Pirot. I. 8. Sopra della quale (pasta di luto)… informavano altri campioni. E VIII. 4. S'informa in staffette, o in casse di legname, quel che volete; e, cavati li vostri rilievi, fate li gitti, e sfiatatoi, caso che insieme con la cosa formata non gli aveste fatti.

[Cont.] Adattar feltro, cuojo, e sim., sopra un modello rilevato; o Metter terra, gesso, cacio, e sim., entro un modello cavo, perchè ne prendano la forma. Spet. nat. XI. 137. Informare il feltro, o applicarlo sopra una forma di legno. Cit. Tipocosm. 436. Tagliar le scarpe, il cucirle, il dirizzarle, l'informarle, il tondarle, provarle. Bocc. Museo fis. 217. Coagulato che sia il latte, lo rompono con un bastone diritto, che ritorni come latte grumoso; da questo si raccoglie il cascio con un cocchiaro grande, e s'informa nelle fiscelle, dette fattocchie di giunco, o in altro vaso.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: informalmente, informammo, informando, informano, informante, informanti, informarci « informare » informarla, informarle, informarli, informarlo, informarmi, informarono, informarsi
Parole di nove lettere: informano « informare » informata
Lista Verbi: infondere, inforcare « informare » informatizzare, infornare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): firmare, controfirmare, formare, deformare, preformare, uniformare, riformare « informare (eramrofni) » disinformare, conformare, sformare, trasformare, ritrasformare, normare, entusiasmare
Indice parole che: iniziano con I, con IN, iniziano con INF, finiscono con E

Commenti sulla voce «informare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze