Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «mendicante», il significato, curiosità, forma del verbo «mendicare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Mendicante

Forma verbale
Mendicante è una forma del verbo mendicare (participio presente). Vedi anche: Coniugazione di mendicare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate mendicante

Carità

Foto 222126001

Indifferenza
Informazioni di base
La parola mendicante è formata da dieci lettere, quattro vocali e sei consonanti. Divisione in sillabe: men-di-càn-te. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con mendicante per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Un mendicante fuori dal tempio, per pochi spiccioli, leggeva il futuro nelle linee della mano.
  • Un mendicante chiedeva l'elemosina all'angolo della strada.
  • Così conciato sembri proprio un mendicante, datti una mossa!
Citazioni da opere letterarie
Col fuoco non si scherza di Emilio De Marchi (1900): L'amore vien dal lievito dell'anima. L'amore va solo anche senza il corteo delle venerate virtù, va al tristo, al povero, al malato, al mendicante, allo storpio, al cieco: ma non c'è catena che possa trascinarlo per forza. Amore sale dove la sua natura ignea lo porta, abbrucia tanto il palazzo di marmo, come la capanna di paglia: ma tu non puoi suscitare una scintilla in un cuore di ghiaccio.

Cenere di Grazia Deledda (1929): Egli apparve così alla misera donna che si avanzava tremando, timida e lacera come una mendicante. Egli la guardò: ella lo guardò: lo spavento e la diffidenza era negli occhi d'entrambi. Nè l'uno nè l'altra pensarono neppure a stendersi la mano, neppure a salutarsi: tutto un mondo di dolore e di errore era fra loro e li divideva inesorabilmente, come due mortali nemici.

Il libro delle vergini di Gabriele D'Annunzio (1884): Io e Giacinta eravamo rimasti in piedi, stretti l'uno contro l'altra dalla pressione della folla, silenziosi, guardando. Nell'aria, già fatta tepida da tanti aliti umani, in mezzo alle esalazioni della turba nuotavano li odori acuti delle giunchiglie, delle viole e del rosmarino. Un chiarore cupo scendeva dalle finestre semilunari coperte di tende rosse. Non si udiva che il soffiare dei mantici su l'organo e a tratti, quando uno apriva la porta per entrare, la voce lamentevole e rauca della mendicante malata.
Canzoni
  • Mendicante (Cantata da: Mariella Nava; Anno 1992)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per mendicante
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: mendicanti, mendicaste, vendicante.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: vendicanti.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: medicante, mendicate.
Altri scarti con resto non consecutivo: meniate, meni, menante, menate, mena, mente, mene, medicate, medica, mediante, mediane, mediate, media, medie, medi, mete, mica, mine, mite, mante, mate, enne, ente, edite, nane, nate, dice, diate, dine, dite, dante, date, cane.
Parole contenute in "mendicante"
can, ante, dica, mendica. Contenute all'inverso: etna.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "mendicante" si può ottenere dalle seguenti coppie: mendicasti/stinte, mendicato/tonte, mendicavi/vinte, mendicando/dote.
Usando "mendicante" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ramen * = radicante.
Lucchetti Alterni
Usando "mendicante" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: radicante * = ramen; * tonte = mendicato; * vinte = mendicavi; * dote = mendicando; * stinte = mendicasti.
Sciarade incatenate
La parola "mendicante" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: mendica+ante.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Mendicante, Accattone, Mendico, Pezzente, Pitocco - Mendicante è chi chiede l'elemosina o per impotenza al lavoro, o anche per istituto, come certi Ordini religiosi. - Accattone è colui che la chiede per oziosità. - Mendico è colui a cui manca ogni cosa, e però bisogna che faccia il mendicante. - Pezzente e Pitocco sono gradazioni dell'accattone: il primo accenna a quelli straccioni che vanno chiedendo un pezzo di pane; il secondo quelli altri che chiedono ogni piccola cosa a quanti incontrano, e lo fanno con insistenza. [immagine]
Povero, Poverello, Mendicante, Questuante, Accattone, Pitocco, Un povero, Un uomo povero, Un pover’uomo - Povero, a modo di sostantivo, è colui che non ha nulla e vive dell’altrui carità, che per atto di compassione suol dirsi anche Poverello. Per esempio: «Soccorre amorevolmente i poveri.» - Il Mendicante è colui che va attorno chiedendo di che vivere, e spesso è mestiere d’oziosi, come sono certi Ordini di frati. - Questuante è chi va attorno chiedendo denari da destinarsi a pubblica opera di carità. - Accattone è colui che chiede la limosina per oziosità. - Pitocco si usa ora per colui che con parole umili chiede o denari o altro a questo o a quello, esagerando la sua povertà. – [Quella del Povero è una condizione sociale, quando non sia un mestiere. È un povero chi manca del necessario per vivere e, non potendo o non volendo lavorare, campa d’elemosina. Un uomo povero è chi vive stentatamente, ma non è ridotto a elemosinare. Un uomo povero può essere tale relativamente a più ricchi di lui e ricco per un povero. Un povero arricchisce per un’eredità inaspettata, per una vincita al lotto; il ricco decaduto è un uomo povero: un povero che sa far bene il suo mestiere alle volte sciala allegramente in una sera quanto spende in una settimana un uomo povero che lavora dalla mattina alla sera, come un martire. - Pover’uomo è locuzione di compassione e spesso anche di canzonatura e di biasimo, quasi un eufemismo di Minchione, di Grullo, di Pazzo e simili galanterie. - «Gli è morto ieri il padre all’improvviso. – Pover’uomo!» - «S’è rotto una gamba. – Pover’uomo!» - «Spera di diventar deputato. – Pover’uomo!» - «S’immagina d’essere il primo poeta d’Italia. – Pover’uomo!» - «Quel Creso, pover’uomo! voleva sempre impancarsi a parlar d’arte.» G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Povero, Necessitoso, Indigente, Mendico, Mendicante, Pezzente, Accattone, Pitocco, Tapino - Povero, chi non ha beni di fortuna; è generico; indigente è ordinariamente il povero perchè abbisogna delle cose di prima necessità; ma vi sono de' poveri che collo scarso guadagno sanno misurarsi in modo da non essere assolutamente mai nell'indigenza. Necessitoso, e l'indigente, e chi ha altra necessità; chi cade è necessitoso d'aiuto; molti necessitano di consigli, di guida; e per difetto di questi precipitano in cattiva, in peggior condizione. Mendico chi è ridotto a tale da mendicare: mendicante il mendico nell'atto di chiedere per Dio. Pezzente chi ha gli abiti stracciati indosso e cadenti a pezzi. Accattone l'abituato ad accattare la limosina; ha mal senso per lo più; e i moderni economisti non rifiniscono dal ripeterlo; l'uomo costretto per fatalità e durezza di circostanze ad accattare una volta, deve fare ogni possa onde sottrarsi a quella dura e ignobile necessità: l'accattone è d'ordinario un vile poltrone che si compiace nel lezzo per non lavorare. Pitocco non solo il povero, ma anco l'avaro che spende poco e lesina su tutto, ed ha per conseguenza ogni esteriore apparenza del vero povero. Tapino chi è proprio flagellato dall'avversa fortuna, e chi si arrovella per ciò. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Mendicante - Part. pres. di MENDICARE. Che mendica. G. V. 10. 122. 2. (C) Ma quasi gran parte de' poveri di Toscana mendicanti sostenne.

2. E in forza di sost. Mendicabulum in Plin. – Amet. 68. (C) La morte ti fia più utile che aspettare la bianca vecchiezza, sommo infortunio de' mendicanti. Bocc. Lett. Pr. S. Ap. 294. Io non avea detto le quisquilie, picciolissimi pesciolini, ancora a' mendicanti lasciate.

T. Mendicante in falda, mendicanti gallonati, i ben vestiti e in dignità vilmente cupidi.

3. (Eccl.) Nome di religiosi, i quali, per praticare la povertà evangelica, vivono di limosine, e vanno ad accattare il loro sostentamento. I quattro ordini Mendicanti più antichi sono i Francescani, i Carmelitani, i Domenicani e gli Agostiniani; i più moderni sono i Cappuccini, i Recolleti, i Minimi, ecc. (Mt.) G. V. 7. 44. 4. (C) Vietò tutti li ordini de' frati mendicanti. Salvin. Disc. 3. 73.. (M.) Sacca chiamano anche in oggi quella che portano sopra le spalle i frati mendicanti. [Val.] Pucc. Centil. 20. 26. E vietò tutti i frati mendicanti.

E ass. T. È de' mendicanti. – Sopprimere i mendicanti.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: mendacemente, mendaci, mendica, mendicai, mendicammo, mendicando, mendicano « mendicante » mendicanti, mendicare, mendicarono, mendicasse, mendicassero, mendicassi, mendicassimo
Parole di dieci lettere: memorizzai, mendicammo, mendicando « mendicante » mendicanti, mendicasse, mendicassi
Vocabolario inverso (per trovare le rime): strascicante, radicante, sradicante, abdicante, dedicante, medicante, predicante « mendicante (etnacidnem) » vendicante, rivendicante, indicante, claudicante, giudicante, aggiudicante, rigiudicante
Indice parole che: iniziano con M, con ME, parole che iniziano con MEN, finiscono con E

Commenti sulla voce «mendicante» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2023 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze