Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pastrano», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pastrano

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola pastrano è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: pa-strà-no. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: spartano, spronata.
pastrano si può ottenere combinando le lettere di: [post, spot, stop] + rana; pro + [santa, stana]; sport + ana; ton + [aspra, parsa, raspa, ...]; sta + prona; tar + spano; tap + [sarno, sonar]; spa + [antro, torna]; rap + [santo, stona]; [aro, ora] + pants; [arto, atro, rota, ...] + snap; poa + trans; [pasto, posta, spato] + rna; [parto, porta, potrà, ...] + [nas, san]; [aspro, parso, prosa, ...] + tan.
Componendo le lettere di pastrano con quelle di un'altra parola si ottiene: +pie = appesantirò; +[epo, poe] = appestarono; +psi = approntassi; +pet = approntaste; +oro = asportarono; +avo = asportavano; +[sai, sia] = assaporanti; +dei = espatriando; +[evo, ove] = esportavano; +[evi, vie] = estirpavano; +olé = estrapolano; +mio = impastarono; +mie = impersonata; +[ile, lei] = inesplorata; +dei = paradentosi; +[agi, gai, già] = paragonasti; +tiè = parasinteto; +osi = parossitona; +[ile, lei] = personalità; +sei = piantassero; +lui = polinsatura; +[epo, poe] = portasapone; ...
Vedi anche: Anagrammi per pastrano
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: castrano, pastrani.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: pasta, pasto, parano, para, paro, astro, asta, atra, atro, arano, arno, stano, sano.
Parole contenute in "pastrano"
ano, tra, strano.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "pastrano" si può ottenere dalle seguenti coppie: pass/strano, pasta/arano, paste/erano.
Usando "pastrano" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lupa * = lustrano.
Lucchetti Alterni
Usando "pastrano" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lustrano * = lupa.
Intarsi e sciarade alterne
"pastrano" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: par/stano.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "pastrano"
»» Vedi anche la pagina frasi con pastrano per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nella rappresentazione storica del paese, gli uomini indossavano il pastrano.
  • Quel povero barbone dorme sotto i portici ed ha come unica coperta il suo pastrano.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cappotto, Tabarro, Mantello, Pastrano - Il Cappotto è di panno assai grave e non fino; ha generalmente il cappuccio, e si infila come un vestito: il suo uso è quello di difendere, non solo dal freddo, ma dalla neve, dalla bufera, ecc. - Tabarro, è qualunque sopravveste ampia e grave da parare il freddo. - Mantello è voce e cosa più nobile: è molto ampio, di panno più fino, e generalmente, nell'uso odierno, senza bavero. - Pastrano è voce quasi in disuso, come la cosa che significava, la quale era come un ampio soprabito, a larghe maniche, con due o anche tre baveri sulle spalle. Le altre voci, che sono mutabili con la moda, non si notano. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Gabbano, Gabbanella, Tabarro, Cappotto, Cappotta, Pastrano, Ferraiuolo, Mantello, Pastranella, Palandrana, Ferraiolino - «Il gabbano è con maniche, e più grosso che fine: gabbano è quello del contadino; gabbano, anche quello del signore, ma non mai leggiero. Gabbanella, sopraveste quasi a forma di gabbano, men grossa e men lunga. Così chiamasi anco quella che portano e assistenti e convalescenti all'ospedale di Firenze. Non ha bavero, e non differisce da un grossolano soprabito che nella maggior lunghezza e larghezza. Il tabarro è più d'uso nella città, d'ordinario più fine. Così si chiamano quelli che i nostri avi, quarant'anni fa, usavano, di scarlatto, e che noi (imitatori anche non volendo) usavamo d'altro colore testè, ma della medesima forma a un dipresso. Il tabarro è senza maniche, con bavero o senza. Il cappotto è più forte, suol essere foderato: s'usa in città e da' marinari, barcaiuoli, navicellai, galeotti; quel de' marinari ha un cappuccio da coprire la testa. Col cappotto, i guardiani di cavalli e i cacciatori si difendono dalla pioggia e dal freddo. La fodera, d'ordinario, è di leggero ma dozzinale tessuto di lana, comunemente detto baiettone. Cappotta dicevasi quella poco fa usata dalle donne, che ha la forma del tabarro a un dipresso, ma d'altro colore e d'altro drappo. Il pastrano è gabbano co' baveri, uno o più, or più or men lunghi, con maniche; e non stretto alla vita come il gabbano e il cappotto. La pastranella è un po' più leggiera; o è pastrano di persone di servizio, come staffieri o cocchieri, con qualche segno di livrea. Mantello è voce d'uso antico e moderno. Mantello è quello de' preti. Palandrana è gabbano o cappotto largo, da casa, da strapazzo; e anche ogni altro lungo e dozzinale vestito che non assetti bene. Con questo nome (nome di disprezzo) si chiamano a Firenze al monte di pietà i ferraiuoli e i pastrani che si mettono in pegno. Il ferraiuolo è senza maniche; o mezzo o intero. L'intero cinge la persona a modo di cerchio. Quello che i preti portano la state è ferraiolino». Tommaseo.

Il ferraiuolo, e da noi in Piemonte il mantello, è sì ampio da poter prendere il lembo destro dello stesso e gettarlo sulla spalla sinistra; costume che dà un tal che di dignitoso alla persona, misto a una cert'aria di braveria che ne' giovani non disdice. In quanto ai nomi e alle fogge de' vestiti, le son tante e sì varie e differenti ne' diversi paesi e provincie d'Italia, che il dirle tutte, e il ben capirne le distinzioni è difficile, e direi quasi impossibile; chi ha nomi proprii del paese, chi adotta i nomi forestieri che vengono coi figurini delle mode, chi vuol far calzare gli antichi nomi a cose che coll'andare del tempo, e colle numerose variazioni a cui andarono soggette, or son diventate tutt'altro, ond'è che in questo caos di cose e di nomi non penetrerà l'ordine e la luce, come in tanti altri di maggiore momento, fino a tanto che non siavi in Italia unità almeno di lingua parlata. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Pastrano - S. m. Spezie di ferrajuolo colle maniche da imbracciarsi, e con bottoni, occhielli, bavero, e pistagna. Palliastrum, tristo mantello, in Apul. – Corsin. Torracch. 4. 21. (M.) E dicendo così, d'un suo pastrano Fa groppo e scudo un tempo al manco braccio. [Val.] Fag. Rim. 2. 312. Trovaron lucchi, cappotti e pastrani. [G.M.] E Commed. Pastrano scuro.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: pastosità, pastoso, pastranacci, pastranaccio, pastrani, pastranini, pastranino « pastrano » pastranucci, pastranuccio, pastrocchi, pastrocchio, pastume, pastura, patacca
Parole di otto lettere: pastrani « pastrano » patacche
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sventrano, incontrano, scontrano, riscontrano, strano, castrano, incastrano « pastrano (onartsap) » ammaestrano, addestrano, orchestrano, defenestrano, sequestrano, dissequestrano, registrano
Indice parole che: iniziano con P, con PA, iniziano con PAS, finiscono con O

Commenti sulla voce «pastrano» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze