Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «patrizi», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «patrizio», frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Patrizi

Forma di un Aggettivo
"patrizi" è il maschile plurale dell'aggettivo qualificativo patrizio.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Wikipedia
Informazioni di base
La parola patrizi è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con patrizi per una lista di esempi.
Esempi d'uso
Non ancora verificati:
  • Scusi maestra potrebbe raccontarmi la storia dei patrizi?
  • Per il costumista fu difficile reperire i vestiti dei patrizi veneziani.
  • Nell'antica Roma si formarono due opposte fazioni in conflitto, quella dei patrizi e dei plebei.
Citazioni da opere letterarie
Carthago di Franco Forte (2009): Publio sbuffò, poi fece segno a Sumia di andare avanti. Avrebbe pensato a tempo debito a cosa fare della sua capigliatura. Adesso aveva solo fretta di prepararsi per scendere in strada e avventurarsi nelle insulae cittadine. Non aveva mai compiuto una sortita in quel mondo caotico e misterioso, sporco e dominato da persone di ogni genere, preferendo frequentare gli ambienti patrizi dell'Urbe e spostandosi sempre insieme al corteo di schiavi che circondava sua madre o suo padre, ogni volta che si avventuravano per Roma.

La Storia di Elsa Morante (1974): Senza dubbio, per lui non esistevano differenze né di età, né di bello e brutto, né di sesso, né sociali. Tole e Mémeco, erano, veramente, due giovanotti stortarelli e rincagnati, di professione incerta (borsari neri, oppure ladri, secondo i casi), ma per lui erano tali e quali a due fusti di Hollywood o a due patrizi d'alto rango. La sora Mercedes puzzava; ma lui, quando giocava a nascondarella, sceglieva a preferenza, come nascondiglio, la coperta che lei teneva sui ginocchi; e al momento di sparire là sotto, le mormorava in fretta in fretta, con aria complice: «Stà zitta, eh, stà zitta».
Uso in vari contesti
  • Nel 1835, nelle Storie genovesi del secolo XVIII di Eman Celesia, è riportato: "Come al Minore Consiglio, il doge e i Collegi presiedeano al Gran Consiglio, nel quale avean seggio tutti i patrizi che toccavano il ventiduesimo anno".
  • Il 5 novembre 2013, Blasting.News, in un articolo sul Circolo Massimo di Roma, scrive: "Nello stesso luogo in cui patrizi e plebei, uniti dalla febbre del gioco, incitavano l'atleta che sarebbe stato l'artefice delle loro fortune o delle loro disgrazie, proprio in quello stesso luogo, brindiamo al nostro anniversario".
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per patrizi
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: patii, patì, parii, pari, pizi, atrii, trii, tizi.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: patrizia, patrizie, patrizio.
Parole con "patrizi"
Iniziano con "patrizi": patrizia, patrizie, patrizio, patriziale, patriziali, patriziati, patriziato.
Parole contenute in "patrizi"
atri, patri. Contenute all'inverso: tap, irta.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "patrizi" si può ottenere dalle seguenti coppie: patrio/ozi.
Intarsi e sciarade alterne
"patrizi" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: par/tizi.
Intrecciando le lettere di "patrizi" (*) con un'altra parola si può ottenere: * so = pastorizi.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Agli antipodi del patriziato, Una delle più celebri famiglie patrizie italiane, Un canto patriottico, La più famosa delle sette patriottiche italiane, I patrioti che combatterono le Cinque Giornate.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Patrizi - Oltre alla divisione del Popolo Romano in Tribù, Centurie, ec., eravene la piè generale in due Classi, una delle quali comprendeva i Patrizi, cioè tali che fra noi sono adesso le persone qualificate, perchè traevano la loro origine dalle più antiche Famiglie. Però si pongon tra noi anco in questa medesima classe qualche volta i Nobili in generale, che confondere non si dovrebbero co' Patrizj. Per essere annoverato tra' Nobili veramente Patrizj era d'uopo avere esercitato qualche carica Curule, o fosse questa stata occupata da' proprj Antenati. Questa Nobiltà speciale dava il diritto delle imagini (jus imaginum), diritto, di cui tutti i Nobili non godevano. Il rimanente del Popolo formava l'altra più numerosa classe detta de' Plebei. Romolo avea stabilita una sì felice armonia tra gli uni e gli altri, che sino a tanto che sussistè fu cagione della felicità, della forza, del potere, e della gloria di tutti i Romani. Per tema che la differenza delle condizioni non alterasse l'unione, alle Società Civili cotanto necessaria, unì e vincolò questi due Ordini con legami di reciproca dipendenza ponendo i Piccoli sotto la protezione dei Grandi colla intera libertà della scelta dei lor Protettori. Il dovere del Protettore consisteva nel consigliare i suoi Clienti, di renderli dall'oppressione, ed invigilare sul buon andamento de' loro domestici affari, in fine nel procurar loro quella tranquillità e contentezza, che da lui potesse dipendere. I Plebei dal canto loro dovevano nelle occasioni soccorrere quelli da essi scelti per Protettori, pagare il riscatto dei loro figli fatti prigionieri di guerra, e sovvenire alle spese inseparabili dagl'impieghi, e dalle dignità di quei Protettori medesimi. Ed affinchè tal unione fosse indissolubile, era proibito lagnarsi di questa reciproca dipendenza, o di prendere un partito contrario a quello, in cui ciascuno si fosse impegnato. Il vantaggio, che da una costituzione sì egregiamente ideata ricavavano i Plebei fece loro nascer la voglia di divenire ancor essi Protettori nelle Colonie e nelle Città alleate della Repubblica, regolandosi in tutto su quello, che veniva operato dai Protettori o Patroni a loro riguardo. Dietro di tale esempio diventavano essi i Consiglieri de' loro Clienti, e conciliavano e sopivano tutti i dispareri con tanta equità che sovente il Senato autorizzava le lor Decisioni, o rimetteva ad essi le Sentenze degli affari delle Colonie, allorchè le Cause alle medesime relative si portavan davanti al Tribunal del Senato.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: patriottico, patriottismi, patriottismo, patristica, patristiche, patristici, patristico « patrizi » patrizia, patriziale, patriziali, patriziati, patriziato, patrizie, patrizio
Parole di sette lettere: patissi, patiste, patisti « patrizi » patrona, patrone, patroni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): propizi, frontespizi, retrofrontespizi, ospizi, perizi, laterizi, pastorizi « patrizi (izirtap) » sissizi, tizi, locatizi, trasudatizi, essudatizi, impiegatizi, prelatizi
Indice parole che: iniziano con P, con PA, parole che iniziano con PAT, finiscono con I

Commenti sulla voce «patrizi» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze