Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «perire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Perire

Verbo
Perire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo regolare, intransitivo. Ha come ausiliare essere. Il participio passato è perito. Il gerundio è perendo. Il participio presente è perente. Vedi: coniugazione del verbo perire.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di perire (finire, defungere, decedere, morire, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola perire è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pe-rì-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con perire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Bisogna guidare con prudenza: il rischio di perire per una disattenzione è sempre più alto!
  • Marcello ha rischiato di perire in un incidente stradale.
  • A tredici anni sono stata vicina a Lola, la mia cagnetta, che stava per perire, perché investita da un'auto: rivivo ancora il dolore provato.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per perire
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ferire, perirà, perirò, perite.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ferirà, ferirò.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: pere, erre.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: perirei.
Parole con "perire"
Iniziano con "perire": perirei, periremo, perirete, perirebbe, periremmo, perireste, periresti, perirebbero.
Finiscono con "perire": deperire, esperire, reperire, sopperire, inviperire.
Contengono "perire": deperirei, reperirei, deperiremo, deperirete, reperiremo, reperirete, sopperirei, deperirebbe, deperiremmo, deperireste, deperiresti, reperirebbe, reperiremmo, reperireste, reperiresti, sopperiremo, sopperirete, sopperirebbe, sopperiremmo, sopperireste, sopperiresti, deperirebbero, reperirebbero, sopperirebbero.
»» Vedi parole che contengono perire per la lista completa
Parole contenute in "perire"
eri, ire, per, peri.
Incastri
Inserito nella parola dei dà DEperireI; in rei dà REperireI; in demo dà DEperireMO; in remo dà REperireMO; in rete dà REperireTE; in sopì dà SOPperireI; in demmo dà DEperireMMO; in deste dà DEperireSTE; in desti dà DEperireSTI; in reste dà REperireSTE; in resti dà REperireSTI.
Inserendo al suo interno oda si ha PERIodaRE; con est si ha PERIRestE; con zia si ha PERIziaRE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "perire" si può ottenere dalle seguenti coppie: pericolo/ricolorire, periambi/ambire, periamo/amore, pericarpi/carpire, pericolo/colore, perii/ire, perimenti/mentire, perimento/mentore, periodo/odore, peritura/turare.
Usando "perire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: paperi * = pare; superi * = sure; capperi * = capre; * rete = perite; * reti = periti; rapper * = rapire; coppe * = coprire; * resse = perisse; * ressi = perissi; * reste = periste; * resti = peristi; * ressero = perissero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "perire" si può ottenere dalle seguenti coppie: pepa/aprire, peretta/atterrire, perda/adire, periodoni/inodore, perito/otre.
Usando "perire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * eriche = perché; * erte = perite; * erti = periti; * erto = perito; * erodi = periodi; * erodo = periodo; * errai = perirai.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "perire" si può ottenere dalle seguenti coppie: neper/irene, operi/reo.
Usando "perire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * neper = irene; irene * = neper.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "perire" si può ottenere dalle seguenti coppie: perii/rei, perisse/resse, perissero/ressero, perissi/ressi, periste/reste, peristi/resti, perite/rete, periti/reti.
Usando "perire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: coprire * = coppe; pare * = paperi; rapire * = rapper; sure * = superi; capre * = capperi; * amore = periamo; * odore = periodo; * aie = perirai; * ricolorire = pericolo; * remore = periremo; * turare = peritura; * mentore = perimento; pericolo * = ricolorire.
Sciarade e composizione
"perire" è formata da: per+ire.
Sciarade incatenate
La parola "perire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: peri+ire.
Intarsi e sciarade alterne
"perire" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: pi/erre.
Intrecciando le lettere di "perire" (*) con un'altra parola si può ottenere: * te = petriere; suo * = superiore; * refi = preferirei; imiti * = impietrirei; * regna = peregrinare; * metal = perimetrale; * metro = perimetrerò.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Perire, Deperire - Perire si dice delle cose o persone che finiscono di esistere per qualsivoglia naturale cagione. - Deperire, di quelle che tendono naturalmente al loro fine, perchè perdono a poco a poco la sicurtà e la forza. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Finire, Perire; Finito, Perito, Andato; Se n’è andato - Finisce una cosa, giunta che sia al suo temine; finisce un ordine di cose quando giunge l'ultima di esse, e questa medesima al suo ultimo fine: finisce la vita, nè si può dire: l'uomo finisce in tutto: ed ecco che la ragione intima della lingua, ignota a noi il più delle volte, ma che racchiude per certo un senso arcano e mistico, direi quasi, non meno dei geroglifici antichi, ci dà un'alta lezione di morale, di filosofia: finisce la vita, l'uomo finisce di vivere, ma l'uomo non finisce in tutto come dicemmo; ei comincia in quel punto una nuova esistenza in un altro ordine di cose. Perisce una cosa quando gli manca l'alimento, la cura necessaria a conservarla: i poverelli periscono talvolta di fame; perisce una pianta se gli manca quell'umore benefico che la ristora; perisce a poco a poco la memoria delle maggiori cose se l'istoria non le registra nelle sue carte; perisce l'istoria stessa, o per lo meno certi periodi storici, quando, per la loro antichità, o per essersi perduti i monumenti che gli attestavano, passano nell'ordine dei miti, delle favole; così la mitologia. Finito indica meglio una fine naturale; perito, una violenta. Dell'uomo, e di altra cosa viva dicesi: è andato, è andata, quand'è in pericolo della vita, e che non v'ha più alcuna o almeno pochissima speranza di salvarla. Se n'è andato, vale, è morto; e dicesi dell'uomo in ispecie, quasi accennando che è andato in altro luogo, all'altro mondo e simili. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Perire - V. n. ass. Aff. al lat. aur. Perire. Capitar male, Mancare, Morire. Bocc. Nov. 7. g. 2. (C) Non potendone per la contrarietà del tempo tanti reggere il paliscalmo, andato sotto, tutti quanti perirono. Cavalc. Med. cuor. 254. Temendo lo giudicio di Dio, del quale ella lo minacciava, se quivi la lasciasse perire. G. V. 9. 116. 2. Rotte le lor galee, e periti gran parte della gente, perciò non lasciarono la guerra. Dant. Par. 13. E legno vidi già dritto e veloce Correr lo mar per tutto suo cammino, Perire al fine all'entrar della foce. Fior. S. Franc. 188. Per alcuna tempesta, ovvero per lo difetto dello governatore, perisce e sommerge questa nave, ed annegasi miserabilmente. Sen. Pist. 8. (M.) Il mare si turba subitamente, e le navi periscono in quel luogo, dov'elle avevano in quel medesimo dì sollazzato. [Val.] Fortig. Ricciard. 30. 12. Il buon Clemente non perisca mai.

[G.M.] Segner. Crist. Instr. 2. 19. 13. Pera quel miserabile che non teme di giugnere a tanto eccesso. (È modo enfat. da non abusare.)

2. [Camp.] Per Pericolare in un naufragio. Guid. G. XV. 184. E queglino il domandarono chi egli era; ed e' disse ch'era di Grecia, e ch'egli era perito in mare… e sono iscampato, per grande avventura, della fortuna del mare.

3. Detto delle piante. Cr. 4. 7. 3. (Man.) Le fosse non sieno in tutto oltre a due piedi per alto cavate, nè meno, acciocchè i sermenti non periscano per lo freddo. [Cont.] Cr. P. Agr. I. 145. Egli avviene spesse volte che 'l frutto perisce, e non perisce il fiore.

4. Parlandosi di fiumi, o sim., vale Perdersi, Finire. Buon. Fier. 5. 4. 3. (Man.) Là dove è un ponte, Che il rivo abbraccia, e ch'e' suoi orti inonda, Il rivo, che a perir poi va nel flume, Che questa città fende. Arrigh. 43. Innanzi al frutto perisce il fiore.

5. Per Dannarsi eternamente. Cavalc. Discipl. Spir. 38. (M.) Io t'infrenerò delle lodi mie, acciocchè tu non pecchi, e non perischi. [Laz.] Mor. S. Greg. 25. 8. Chiaramente volle dimostrare che tutti quegli che periscono, non sono nel numero degli eletti. [Camp.] Mac. Vit. S. Cat. II. 8. Ah! Signore mio dolcissimo, sono queste le promessioni che tu m'hai fatte che nessuno di questa casa perirebbe? – Accenna S. Caterina alla morte della propria madre, defunta senza sacramenti e in mala disposizione d'animo e di mente.

6. E fig. Bocc. Nov. 7. g. 10. (C) Presilo a riguardare Innamorata sì, che il mio cuor pere. Petr. Canz. 12. 8. part. I. Solo per cui conforto In così lunga guerra anco non pero. E Son. 142. part. I. Ma perir mi dà 'l ciel per questa luce. Omel. Orig. 285. (M.) Ogni consiglio era perito, e ogni speranza t'era venuta meno. Nov. ant. 14. 1. E che la giustizia non volea perire.

7. [Camp.] Fig. per Languire d'amore e sim. Comp. ant. Test. E questo Amon periva tutto per lei (per Tamar), e stava sempre pensoso, e tutto si disfaceva.

8. [Camp.] Fig. per Cadere in dispregio e poscia nell'obblio. D. 2. 14. Ma degno Ben è che 'l nome di tal valle pera.

9. † E att. vale Far perire; modo famigliare anche ai Greci. ̓Ανατρέπειν. Fr. Giord. Pred. S. (C) Or non sarebbe questi matto, che va a perir la nave? Amm. ant. 22. 5. 3. Or non sono minutissime le granella della rena? e se troppa rena si mette nella nave, sì la sommerge e perisce. (Qui potrebbe intendersi neut.) [Camp.] Somm. Questo peccato (l'invidia) avvelena primieramente lo cuore dell'uomo invidioso; poi lo abbocca, e poi lo pere.

[T.] Di morte. T. Prov. Tosc. 83. Chi di coltel ferisce, di coltel perisce. Ovvero: Chi di coltello fere, di coltello pere. – Perire, col Di. Di morte violenta. Virg. Di meritata morte. – Di ferro.

T. Di languore, Di fame; e del morire e anco del lungo penare.

T. Perire per naufragio.

Ass. T. Tass. Ger. 2. 12. Pur che il reo non si salvi, il giusto pera. Vang. Che profeta perisca fuori di Gerusalemme. E: Maestro, si perisce.

II. Di piante. T. Cr 4. 7. I sermenti non periscano per lo freddo. Ar. Prol. Innanzi il frutto perisce il fiore. – Il freddo fa perir la semente.

III. Senso mor. e rel. T. Vang. Venne il figlio dell'uomo a cercare e far salvo quel ch'era perito. E: Ognuno che crede in esso non perisca, ma abbia vita eterna.

T. Perire dell'anima. Vang. Tutti similmente perirete.

IV. Senso soc. T. Buon. Fier. 2. 5. 3. Da' medesimi Uomin' savii ascoltai che se nessuno S'ingolta temerario, e a perir corre, Quegli è che, immeditato, alcun pensiero S'espone a palesar.

T. Sperdersi, Andar a male. Perire di stato, Di regno, Di governanti.

T. Di nazione: Catullo: Chalibon omne genus pereat. Vang. Conviene che muoia un uomo per il popolo, acciocchè tutta la gente non perisca.

V. T. Non della fine totale, ma di gravissimo danno ch'è avviamento alla fine. Ricchezza che va a perire. – Malato che lentamente perisce.

T. Vang. Il mio figliuolo era perito, e l'ho ritrovato. – Ha il cuore buono, non perirà mai.

VI. Di cose. T. Vang. Un capello del capo vostro non perirà.

T. Quello che i Fr. e certi It. con loro, Deperire, e di pers. e di cosa, meglio Perire. – Le forze, La vista che va a perire.

T. Prov. Tosc. 65. Per un peccatore perisce una nave.

T. Vang. Non il cibo che perisce ma che rimane in vita eterna. Ps. I cieli periranno; ma tu, Dio, sempre sei.

VII. Di cose fig. T. Giob. La speranza dell'ipocrita perirà.

De' pensieri e disegni. T. Ps. Peribunt omnes cogitationes eorum. [Pol.] Imit. Crist. 3. 9. 1. Ogni mia estimazione sarà sommersa nella valle della mia nichilità, e perirà in eterno.

T. Bonich. Bind. Rim. 3. 145. Grave è all'uomo verace Riprension, se 'l fallire D'altrui fa in sè perire Le virtudi.

T. Gloria che non perirà. – Non perisca la memoria di lui. – Perì la memoria col suono.

VIII. Uso gen. T. Non solo della vita corp., ma dell'anima e della condizione civile, e non pur del pericolo esterno, ma d'ogni danno. Così diciamo che Chi spera in Dio non perisce. Vang. Così non vuole il Padre vostro che uno di questi pusilli perisca.

T. Far perire. – Miseramente perire.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: periptera, periptere, peripteri, periptero, perirà, perirai, periranno « perire » perirebbe, perirebbero, perirei, periremmo, periremo, perireste, periresti
Parole di sei lettere: pereti, pereto, perirà « perire » perirò, perite, periti
Lista Verbi: perimetrare, periodizzare « perire » periziare, perlustrare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ingerire, infierire, impensierire, incollerire, incenerire, intenerire, annerire « perire (erirep) » deperire, reperire, inviperire, sopperire, esperire, immiserire, inserire
Indice parole che: iniziano con P, con PE, parole che iniziano con PER, finiscono con E

Commenti sulla voce «perire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze