Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scalzo», il significato, curiosità, forma del verbo «scalzare», aggettivo qualificativo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scalzo

Forma verbale
Scalzo è una forma del verbo scalzare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di scalzare.
Aggettivo
Scalzo è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: scalza (femminile singolare); scalzi (maschile plurale); scalze (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di scalzo (a piedi nudi, senza calze e scarpe, miserabile, povero)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate scalzo

Chi si contenta gode

Fantasy

Penitenza
Informazioni di base
La parola scalzo è formata da sei lettere, due vocali e quattro consonanti. Divisione in sillabe: scàl-zo. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: scalzò.
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con scalzo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel mio paese c'è un pover'uomo, che a causa delle sue condizioni psichiche cammina sempre scalzo, qualsiasi siano le condizioni atmosferiche.
  • La caratteristica dell'evento dell'Intorciata a Bitonto è che l'uomo cammina scalzo.
Citazioni da opere letterarie
La luna e i falò di Cesare Pavese (1950): E avrei voluto ritrovarmi nel cortile della Mora, quel pomeriggio d'agosto che tutti erano andati in festa a Canelli, anche Cirino, anche i vicini, e a me, che avevo soltanto degli zoccoli, avevano detto: - Non vuoi mica andarci scalzo. Resta a fare la guardia -. Era il prim'anno della Mora e non osavo rivoltarmi. Ma da un pezzo si aspettava quella festa: Canelli era sempre stata famosa, dovevano far l'albero della cuccagna e la corsa nei sacchi; poi la partita al pallone.

Dopo il divorzio di Grazia Deledda (1902): Ritte, intorno al focolare ed al forno, le donne proseguirono il loro coro: il barlume rosso-violaceo del fuoco tremolava sulle loro persone, rischiarando i corsetti gialli e le camicie bianche. La boccuccia aperta e rotonda di zia Anna-Rosa pareva un forellino nero sul volto roseo e lucente. Il cieco aveva sentito il fuoco e vi si andava avvicinando a poco a poco, senza smettere di suonare. Arrivato sull'orlo del focolare mise il piede scalzo sulla pietra ardente.

L'Isola dell'Angelo Caduto di Carlo Lucarelli (1999): Zecchino era di famiglia contadina, camminava scalzo da quando era nato e se si metteva le scarpe era solo per entrare in paese o perché doveva incontrare una persona importante e di rispetto. In paese non c'era entrato. E allora per chi se l'era messe quelle scarpe lucide che adesso gli bruciavano ai piedi rosse per i raggi del tramonto?
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per scalzo
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: sbalzo, scaldo, scalmo, scalpo, scalza, scalze, scalzi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: calzo, scalo.
Altri scarti con resto non consecutivo: salo, calo.
Parole con "scalzo"
Contengono "scalzo": mascalzone, mascalzoni, mascalzonata, mascalzonate.
Parole contenute in "scalzo"
alzo, calzo.
Incastri
Inserito nella parola mani dà MAscalzoNI; in manata dà MAscalzoNATA; in manate dà MAscalzoNATE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "scalzo" si può ottenere dalle seguenti coppie: scarica/ricalzo.
Usando "scalzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: basca * = balzo; casca * = calzo; * zoea = scalea; * zoee = scalee; ricasca * = ricalzo.
Lucchetti Riflessi
Usando "scalzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ozena = scalena; * ozene = scalene; * ozino = scalino; * ozoni = scaloni; * oziamo = scaliamo; * oziate = scaliate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "scalzo" si può ottenere dalle seguenti coppie: scalea/zoea, scalee/zoee, scalo/zoo.
Usando "scalzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * aio = scalzai; * ateo = scalzate; * avio = scalzavi; * astio = scalzasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "scalzo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = scalzarono.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: L'attività delle aziende che hanno scambi con l'estero, Si scambia tra colleghi, Cioccolatini... che si scambiano, Lo scalzava un usurpatore, È molto facile scambiarlo per un altro.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scalzo - Agg. Senza calzari. È anche sinc. di Scalzato, part. pass. di SCALZARE. Bocc. Nov. 10. g. 5. (C) Io vorrei innanzi andar con gli stracci in dosso, e scalza, ed essere ben trattata da te… Petr. Madr. IV. 4. part. I. Ed ella in trecce e 'n gonna Si siede, e scalza, in mezzo i fiori e l'erba. Dant. Par. 12. Che fur de' primi scalzi poverelli, Che nel capestro a Dio si fêro amici. [G.M.] Segner. Quaresim. 13. 1. Scalzi ne' piedi, laceri nelle vesti. E 23. 3. Non calcar mai il pavimento de' templi consacrati a' lor numi, se non a piè scalzi. E ivi, 6. Con la testa scoperta e co' piedi scalzi. Fag. Rim. Vede scalzo il poverino.

2. † Per simil. Morg. 22. 182. (C) Rinaldo vide un bel colpo da fare, E che scoperta avea la mano, e scalza (cioè, nuda, disarmata).

3. Trasl., si dice di Persona povera o negletta. Tac. Dav. Ann. 1. 8. (C) Che tanto ubbidire, come schiavi, a quattro scalzi centurioni, e meno tribuni? Segn. Stor. 3. 80. Che genti ha seco condotte? se non gente collettizia, scalza, e bisogni veramente, siccome suona l'istesso nome? Alleg. 121. E mille sollevare infami e scalzi. E 237. Ogni scalzo vuol far del mercatantone a credenza. (Qui a modo di Sost.) [Val.] Adim. Sat. 2. Soffrir che la virtù, mendica e scalza, Procacci il vitto con perpetuo affanno Da piante alpestri in solitaria balza.

4. † Oh vacci scalzo! Maniera che si usa per denotare, doversi in quella tal cosa procedere accuratamente; fam. Buon. Tanc. 3. 11. (C) Ma i' vo' pian piano un po' ben ben guardare, S'io veggo oltre qui Pietro, o s'io lo sento, Cancherusse! e' mi fu per ingojare… Oh vacci scalzo! so ch'e' m'are' concio… Menz. Sat. 5. Oh vacci scalzo! e' non ha tanti un ghetto Ladri costumi.

5. Mandare uno scalzo a letto; Minaccia scherzevole fatta ai fanciulli di gastigarli. Lib. Son. 56. (C) Vien qua, bambolin mio: e che ti fanno? Dànnomi. Chi? Quel Franco maladetto. Francaccio! noi 'l manderemo scalzo a letto.

[T.] Una delle tante prove che l'it. vivente era vivo anco vivente il lat., l'abbiamo qui, che non solam. in Vell. e nella Volg. rincontrasi Discalceatus, e il De Vit. nota anco Scalciatus; ma la forma del part. contratto è fatta agg. – Excalceus l'abbiamo e in Salvian. e in Paolino di Nola.

II. T. Petr. Son. 20. part. I. Già fiammeggiava l'amorosa stella In oriente… Levata era a filar la vecchierella Discinta e scalza. Vas. Vit. Raff. Vecchia scalza e sfibbiata.

T. Prov. Tosc. 183. Di marzo ogni villan va scalzo; D'aprile, va il villano e il gentile. E 170. Chi semina spine non vada scalzo (delle difficoltà che l'uomo procaccia ad altri, avrà pena in sè).

III. Ass. Ordine relig. T. Carmelitane scalze. – Trinitarii scalzi. In Ven. la Chiesa degli Scalzi. Filostr. Scalzi o Scalzati, dicevansi certi eretici i quali affermavano dover tutti gli uomini andare scalzi. – Ma il Calasanzio istitui che i suoi, per più decenza, andassero, non come prima Scalzi; che v'era altri modi d'osservare la povertà e l'astinenza.

IV. Per estens., di miseria per dispr. T. G. Gozzi. Un villanaccio scalzo. [G.F.] Quando venne nel nostro paese, quando entrò in quella casa, gli era scalzo e ignudo; e ora gli ha messo insieme de' quattrini e fa il grande.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scalzeresti, scalzerete, scalzerò, scalzi, scalziamo, scalziate, scalzino « scalzo » scambi, scambia, scambiabile, scambiabili, scambiai, scambiammo, scambiamo
Parole di sei lettere: scalza, scalze, scalzi « scalzo » scambi, scampa, scampi
Lista Aggettivi: scaligero, scaltro « scalzo » scamosciato, scampato
Vocabolario inverso (per trovare le rime): calzo, ricalzò, ricalzo, incalzò, incalzo, rincalzò, rincalzo « scalzo (ozlacs) » rialzo, rialzò, innalzo, innalzò, infilzo, infilzò, smilzo
Indice parole che: iniziano con S, con SC, parole che iniziano con SCA, finiscono con O

Commenti sulla voce «scalzo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze