Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «neppure», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Neppure

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola neppure è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: pp.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (eruppe), un bifronte senza capo né coda (ruppe).
Divisione in sillabe: nep-pù-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di neppure con quelle di un'altra parola si ottiene: +tai = appunterei; +tir = interruppe; +zii = inzupperei; +tao = perpetuano; +ito = perpetuino; +pos = presuppone; +[atta, tata] = appartenute; +[mota, toma] = appunteremo; +[atte, tate, teta] = appunterete; +[atti, tait] = appuntirete; +odia = depauperino; +[cita, taci] = inceppature; +gote = oppugnerete; +[dato, dota] = perpetuando; +[atte, tate, teta] = perpetuante; +[atti, tait] = perpetuanti; +[giro, rigo] = propugnerei; +[setta, state, testa] = appuntereste; +[istat, stati, tasti] = appunteresti; +[istat, stati, tasti] = appuntireste; ...
Vedi anche: Anagrammi per neppure
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: seppure.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: eppure.
Altri scarti con resto non consecutivo: nepe, nere.
Parole contenute in "neppure"
pur, pure, eppur, eppure. Contenute all'inverso: ruppe, eruppe.
Incastri
Si può ottenere da nepe e pur (NEPpurE); da ne e eppur (NeppurE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "neppure" si può ottenere dalle seguenti coppie: neo/oppure.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "neppure" si può ottenere dalle seguenti coppie: nepa/purea, nepe/puree.
Frasi con "neppure"
»» Vedi anche la pagina frasi con neppure per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non ha avuto neppure un briciolo di buonsenso chi ha gettato quei rifiuti lungo il fiume.
  • Quella torma di esagitati non aveva rispetto neppure per l'inno nazionale.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Neanche, Neanco, Nemmeno, Neppure - Neanche esclude, ma quasi rammaricandosi che la cosa manchi. - «Non c'era neanche un po' di fuoco.» - Si dice altresì Neanco. - Nella voce Nemmeno la esclusione è più negativa. - «Non volle nemmeno vederla.» - Il Neppure è meno efficace di tutte e tre. - «Non ne vidi neppur uno.» - Qui si dice per la stretta proprietà; ma nell'uso si scambia spesso l'una particella per l'altra. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Neppure - e NÈPURE. [T.] Partic. aff. a Nemmeno, corrispondente al lat. aureo Ne quidem. In questo senso sarebbe da scrivere tutt'una voce, per distinguerlo da Non pure, dove l'E congiunto alla negaz. fa Ne (V. Diz. Man. § 9. e 11. Petr. Son. 3. part. I. A voi armata non mostrar pur l'arco). D. 2. 26. Nè pure a me la tua risposta è uopo. = Tiene del Solamente, e però va disgiunto. Vit. SS. Pad. 1. 84. (M.) La qual cosa non volendo egli fare, nè pure udire. Ma andrebbe unito nel seg. Cavalc. Att. Ap. 144. Non gli trovo cagione per la quale egli sia degno di morte, neppure di prigione.

T. Una tra le differenze da Neppure a Nemmeno, gli è che nel ling com. preposto al verbo, Neppure sta meglio. Neppure quel giorno ci venne. – Neppure ora la Morte mi ha voluto. – Neppur egli lo sapeva. – Neppure io gli scrissi. – Neppure lo guarderei.

2. Altro costrutto. T. Di suo mi dèsse neppure un picciolo!, sottint. Che me lo desse! Non me l'ha dato nè dà.

T. Senza neppure un soldo. – Senza neppure speranza.

3. Con doppia negaz., la qual però non conta per affermazione, ma raddoppiasi per pleon., senonchè il pleon. ha sua ragione nella maggiore evidenza, o in altro perchè, non impossibile a ritrovarsi pensandoci, se non facile a dirsi. Cavalc. Specch. Cr. 113. (M.) Io non ebbi nè pur dell'acqua; e tu inebrii di molti vini. – Non mi ha dato neppure un ti ringrazio. – Per la servitù che gli fa, non sarebbe pagata neppure se… – Non mi pagherà neppure il fuoco.

T. Vogliono che sia il cholera per forza, quando che non ci è neppure malattie. – Non so neppure io cosa mi fare, se resterò qui.

T. Neppure de' miei so nulla. – Tanto, vedo che amicizia vera non se ne trova neppure tra i parenti. – Con me non saranno sagrificati neppur d'un quattrino. – Neppur questo non m'è riuscito. – Non posso neppur respirare. – La gente non vorrebbe vederci neppure il fiato.

[T.] La serva non l'ho tenuta neppure un mese. – Non gli servirà neppure per il vitto. – Non dirò neppure.

4. Per enf. T. Con altri non direi neppure una sillaba. – Non mi conta neppure tra gli ultimi suoi conoscenti. – Colpevole neppur d'un pensiero.

5. Per ell. omesso un verbo. T. Neppure a essere di ferro (ci si potrebbe resistere). – Neppure a sognarle certe cose (di cose stravaganti). – Neppur per idea, negaz. assoluta.

6. Posp., può avere maggiore efficacia. T. Non ci pensava neppure. – Io non lo voglio, e Giuseppe neppure.

[L.B.] Il Neppure, posposto dà talvolta altro senso. Neppur egli lo disse (nè altri lo disse nè egli, neanch'egli). – Non lo disse neppure (non solamente non lo fece, non lo propose deliberatamente, con lunghe o serie parole, ma non lo disse neanche. Senonchè qui Neppure è più pr. di Neanche.

7. T. Qui toccheremo delle diff. sottili che l'uso e il sentimento, e però la ragione (chi ben riguardi), pongono tra Nemmeno e Neppure. Non lo disse nemmeno, non s'userebbe; preposto, sì, nel senso che ha Neppure preposto: Nemmen lui lo disse.

T. Nemmen ora è contento, sarebbe meglio che Neppur ora, per evitare l'equivoco di Nè pur ora, Pur dianzi, Appena dianzi.

T. Talvolta il suono è che fa prescegliere l'uno all'altro; ma l'espressione del suono poi mette al sentimento. Neppur per sogno, sarebbe insoave; Nemmen per sogno, oltre al più soddisfare all'orecchio, con l'agilità de' suoni, dice negaz. più pronta. Così Nemmen per idea. – Neppur una, torna meglio che Nemmen una; meglio che Neppur due, Nemmen due. Molto più se la voce sia intera. Nemmeno due; che Neppure due nessuno direbbe. E così meglio Nemmen tre.

T. Non ci andrei neppur solo, meglio che Nemmen solo, e questo per una ragione più intima e più gen.: che il Pure tiene del meramente, semplicemente, attenua; il Meno detrae e nega: onde cade più pr. dove la proposizione è più negativa e la negazione vuol essere più risoluta. Non ci penso neppure, pare che sottintenda Ci penso ancora un pochino; Non ci penso nemmeno, suona Niente affatto. Ma l'affetto o la passione, che illude se stessa piuttosto che tendere a illudere altri, dice talvolta Nemmeno, quando anco il Neppure sarebbe troppo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: nepotiste, nepotisti, nepotistica, nepotisticamente, nepotistiche, nepotistici, nepotistico « neppure » nequizie, nera, nerastra, nerastre, nerastri, nerastro, nerazzurra
Parole di sette lettere: nepenti « neppure » nerbata
Vocabolario inverso (per trovare le rime): anure, steganure, pianure, purè, pure, impure, eppure « neppure (eruppen) » seppure, oppure, parure, cesure, stesure, misure, telemisure
Indice parole che: iniziano con N, con NE, iniziano con NEP, finiscono con E

Commenti sulla voce «neppure» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze