Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «soggiogare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Soggiogare

Verbo
Soggiogare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è soggiogato. Il gerundio è soggiogando. Il participio presente è soggiogante. Vedi: coniugazione del verbo soggiogare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola soggiogare è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: gg. Lettera maggiormente presente: gi (tre).
Divisione in sillabe: sog-gio-gà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
soggiogare si può ottenere combinando le lettere di: oso + gareggi; osi + aggrego; rogo + saggie; gorgo + [esiga, segai]; sgorgo + gaie; giogo + [sagre, sarge]; ego + sgorgai; sego + [aggiro, gorgia, raggio, ...]; [ergo, gore, orge] + saggio; sorge + aggio; erogo + saggi; seggo + [agiro, orgia]; seggio + [agro, argo, gora]; reggio + [gaso, sago]; greggio + osa.
Componendo le lettere di soggiogare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = soggiogassero; +rand = disaggregarono; +[arsi, rais, rasi, ...] = riaggiogassero.
Vedi anche: Anagrammi per soggiogare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: soggiogate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: soia, soie, sire, giare, gore.
Parole contenute in "soggiogare"
gare, ioga, oggi, soggioga. Contenute all'inverso: ago, era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "soggiogare" si può ottenere dalle seguenti coppie: soggiogai/ire, soggiogata/tare, soggiogatore/torere.
Usando "soggiogare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = soggiogata; * areate = soggiogate; * areati = soggiogati; * areato = soggiogato; * rendo = soggiogando; * resse = soggiogasse; * ressi = soggiogassi; * reste = soggiogaste; * resti = soggiogasti; * retore = soggiogatore; * retori = soggiogatori; * ressero = soggiogassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "soggiogare" si può ottenere dalle seguenti coppie: soggiogata/atre, soggiogato/otre.
Usando "soggiogare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = soggiogata; * erte = soggiogate; * erti = soggiogati; * erto = soggiogato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "soggiogare" si può ottenere dalle seguenti coppie: soggioga/area, soggiogata/areata, soggiogate/areate, soggiogati/areati, soggiogato/areato, soggiogai/rei, soggiogando/rendo, soggiogasse/resse, soggiogassero/ressero, soggiogassi/ressi, soggiogaste/reste, soggiogasti/resti, soggiogate/rete, soggiogati/reti, soggiogatore/retore, soggiogatori/retori.
Usando "soggiogare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * torere = soggiogatore.
Sciarade incatenate
La parola "soggiogare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: soggioga+gare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "soggiogare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = soggiogatrice.
Frasi con "soggiogare"
»» Vedi anche la pagina frasi con soggiogare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ti sei lasciato soggiogare dalle belle parole di Arianna.
  • Luisa si è lasciata soggiogare dall'affabilità di Mario!
  • Mi sono lasciato soggiogare dalla bellezza di quella ragazza.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Sottomettere, Assoggettare, Soggiogare; Soggetto, Suddito, Sottomesso, Sottoposto, Ligio, Vassallo; Sottomissione, Sommissione; Sottostare, Soggiacere - Sottomettere nel senso materiale è più; assoggettare è più nel senso morale o traslato; si sottomette anco a forza colui che sfida, che resiste; si assoggetta anco chi neppure fa cenno di difendersi: gli antichi Romani sottomettevano le bellicose nazioni mano a mano che le incontravano nell'allargarsi di loro potenza; così si assoggettarono pressochè tutto il mondo conosciuto. Soggiogare è più ancora; è proprio fare schiavo; ridurre non a condizione di soggetti ma di schiavi: chi è sottomesso, sottostà; chi è soggiogato, soggiace, ed è grande, immensa sventura. Soggetti diconsi i popoli interi, le provincie; sudditi, gl'individui. Ligio, chi è dell'opinione altrui e troppo facile conviene in essa, sia pure per qualunque motivo: vassallo, chi ha un signore da cui dipende direttamente. I re hanno sudditi; i ricchi e i potenti del secolo persone ligie più che l'umana dignità non comporta; i gran signori hanno, o, a meglio dire, avevano vassalli: l'antico sistema feudale era un'immensa gerarchia di vassallaggio e di signoria alternativa fra le diverse classi della società, che partiva dal servo o colono, e metteva al re. La sommissione è nella dipendenza ordinaria; è di chi non ricalcitra, di chi sa d'essere dipendente e vuole esserlo per ragione d'uffizio, di condizione, o altra consimile; la sottomissione è atto parziale di chi abdica la propria indipendenza per amore o per forza: dalla sottomissione la sommessione deriva; la prima è un atto, la seconda un'abitudine, una conseguenza del carattere, dell'educazione, e va dicendo. [immagine]
Vincere, Superare, Sormontare, Sorpassare, Debellare, Soggiogare; Vinto, Battuto, Disfatto, Rotto, Sconfitto - Vincere il nemico, superare un ostacolo, sormontare un intoppo, una difficoltà, sorpassare chi ci precede, chi a noi prevale. Debellare è vincere in guerra, con mezzi di guerra, e non solo vincere, ma scomporre l'armata nemica, disperderla; soggiogare è non solo vincere, ma tenersi sotto il nemico e imporgli dure condizioni o di tributo o di servaggio. Rotta, un'armata che non solo fu vinta, ma scomposta, dispersa; battuta può essere ma non darsi vinta ancora, volendo cimentarsi in altra estrema prova. Sconfitta quando se ne riporta vittoria completa, disfatta, quando i restanti soldati vanno sbandati senza fare più corpo, senza avere più ordini, file, armi, disciplina. Tutti o quasi tutti questi verbi e participii hanno altri sensi proprii o traslati già dichiarati in altri articoli, o facili a capirsi ed ovvii. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Soggiogare - † SOGGIUGARE, e † SUGGIUGARE. V. a. e N. ass. Vincere, Superare, Metter sotto la sua potestà. Subjugo, aureo. G. V. 8. 86. 1. (C) Faceano guerra e soggiogavano tutto il Mugello. Petr. cap. 6. Che vale a soggiogar tanti paesi? Ar. Fur. 33. 37. (M.) Poi come volge i Genovesi in fuga Fatti ribelli, e la città soggiuga. (Altri legge meglio suggiuga.) Cronichett. d'Amar. 121. (C) Soggiogò gran parte di tutto il mondo. [Camp.] Bib. Giud. 4. E bene per tempo di venti anni avea soggiogati (oppresserat) i figliuoli d'Israel. = Dant. Purg. 18. (M.) Maria corse con fretta alla montagna: E Cesare, per suggiugare Ilerda, Punse Marsiglia, e poi corse in Ispagna. E Par. 12. (C) Cit. in SOGGIACERE. Fr. Giord. 58. (M.) Sempre stare in battaglia, e vincere ogni resistenza e suggiugare, e non essere soperchiato in alcuna. [Pol.] Din. Comp. 1. Uccidiamo amici e nimici…, sicchè giammai non siamo da loro soggiogati. Dav. Scism. Cesare soggiogò i protestanti, Arrigo s'unì con Cesare.

2. Fig. Guitt. Lett. 12. 33. (M.) Ahi che miracol magno, e che doglioso, Da femmina veder sia soggiugato Barone forte e onorato? [Pol.] Teol. Mist. cap. 2. part. 2. Non si lasci (l'anima) soggiogare a così vile signoria. Fatt. En. rubr. 26. Questo Iddio umanato soggiogherà il mondo. [G.M.] Segner. Mann. Giugn. 5. Voglio che tu per espugnatori di città intenda più sottilmente quei fervorosi predicatori, che con tanta gloria lo soggiogano a Cristo.

3. Trasl. Vit. SS. Pad. 1. 16. (C) Era bisogno di soggiogare il corpo, ed imponergli fatiche e asprezze. T. Gli affetti men degni non soggioghino i più degni.

4. Vale Soprastare, Essere a cavaliere. Non com. Dant. Purg. 12. (C) Ove siede la chiesa che soggioga La ben guidata (Firenze) sopra Rubaconte. [Camp.] Avv. Cicil. II. Oss. E dette le parole, andonne in su la sommità del monte che soggioga la città.

5. † N. pass. Per Liberarsi dal giogo, Porsi in libertà, Riscuotersi. Bus. 291. (M.) Gli abitatori di quelle si erano soggiogati dal re di Russia.

6. † Soggiogarsi, fig., per Sottomettersi. [Camp.] Serm. 42. Della umiltà della Vergine Maria, la quale ne fe' intendere, soggiogandosi alla legge della purificazione, alla quale non era obbligata. E ivi, più sotto: Si volle soggiogare alla legge della purificazione.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: soggioga, soggiogai, soggiogammo, soggiogando, soggiogano, soggiogante, soggioganti « soggiogare » soggiogarono, soggiogasse, soggiogassero, soggiogassi, soggiogassimo, soggiogaste, soggiogasti
Parole di dieci lettere: soggiogano « soggiogare » soggiogata
Lista Verbi: sogghignare, soggiacere « soggiogare » soggiornare, soggiungere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): dogare, addogare, sdogare, affogare, sfogare, aggiogare, riaggiogare « soggiogare (eragoiggos) » dialogare, catalogare, riepilogare, omologare, monologare, astrologare, slogare
Indice parole che: iniziano con S, con SO, iniziano con SOG, finiscono con E

Commenti sulla voce «soggiogare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze