Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «bruciare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Bruciare

Verbo
Bruciare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, sia transitivo che intransitivo. Ha come ausiliare sia avere che essere. Il participio passato è bruciato. Il gerundio è bruciando. Il participio presente è bruciante. Vedi: coniugazione del verbo bruciare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di bruciare (infiammare, ardere, ustionare, accendere, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Verbi sulla pelle [Avvizzire « * » Bruciarsi]

Foto taggate bruciare

la castagnata2

Foto 1348666001

il falò
Giochi di Parole
La parola bruciare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: bru-cià-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: brucerai, ribucare.
bruciare si può ottenere combinando le lettere di: uri + brace; erri + [buca, cuba]; cru + [barie, erbai, ibera]; cui + [barre, berrà]; curi + [bare, erba]; [cure, ecru] + bari; [ceri, crei, crie] + ruba; curie + [bar, bra]; cerri + [bau, bua]; bui + racer; [buri, rubi] + [acre, care, cera, ...]; bue + carri; [bure, urbe] + [acri, cari, cria]; brie + [cura, ruca, urca]; cubi + [arre, erra, rare]; cebi + urrà.
Componendo le lettere di bruciare con quelle di un'altra parola si ottiene: +[beo, boe] = acuirebbero; +fot = biforcature; +toc = brocciature; +sos = bruciassero; +[abc, cab] = burberaccia; +sto = burocratesi; +alt = calibrature; +ton = conturberai; +don = derubricano; +dot = derubricato; +mat = embricatura; +mat = imbarcature; +sos = ribucassero; +[ari, ira] = riubriacare; +tai = riubriacate; +hac = rubacchiare; +hac = rubacchierà; +tav = rubricavate; ...
Vedi anche: Anagrammi per bruciare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bruciate, bruciore.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: brucare.
Altri scarti con resto non consecutivo: bruca, brie, bucare, buca, buia, buie, bure, bare, ruca, rare, care.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: bruciarle, bruciarne.
Parole contenute in "bruciare"
are, bruci, brucia. Contenute all'inverso: era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "bruciare" si può ottenere dalle seguenti coppie: brucio/ciociare, bruciti/tiare, bruciai/ire, bruciamo/more, bruciata/tare, bruciatore/torere, bruciatura/turare.
Usando "bruciare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arena = brucina; * arene = brucine; * areno = brucino; * remo = bruciamo; * areata = bruciata; * areate = bruciate; * areati = bruciati; * areato = bruciato; * rendo = bruciando; * evi = bruciarvi; * resse = bruciasse; * ressi = bruciassi; * reste = bruciaste; * resti = bruciasti; * retore = bruciatore; * retori = bruciatori; * ressero = bruciassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "bruciare" si può ottenere dalle seguenti coppie: bruciata/atre, bruciato/otre.
Usando "bruciare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erano = brucino; * ermo = bruciamo; * erta = bruciata; * erte = bruciate; * erti = bruciati; * erto = bruciato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "bruciare" si può ottenere dalle seguenti coppie: brucia/area, bruciata/areata, bruciate/areate, bruciati/areati, bruciato/areato, brucina/arena, brucine/arene, brucino/areno, bruciai/rei, bruciamo/remo, bruciando/rendo, bruciasse/resse, bruciassero/ressero, bruciassi/ressi, bruciaste/reste, bruciasti/resti, bruciate/rete, bruciati/reti, bruciatore/retore, bruciatori/retori.
Usando "bruciare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * more = bruciamo; * mie = bruciarmi; * tiè = bruciarti; * vie = bruciarvi; * torere = bruciatore.
Sciarade e composizione
"bruciare" è formata da: bruci+are.
Sciarade incatenate
La parola "bruciare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: brucia+are.
Intarsi e sciarade alterne
"bruciare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: bruca/ire.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "bruciare"
»» Vedi anche la pagina frasi con bruciare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per un'ottima grigliata, bisogna bruciare il carbone e, solo quando non c'è più la fiamma, cuocere il cibo.
  • Faccio sempre delle passeggiate ed in estate anche giri in bicicletta per bruciare le calorie in sovrappiù.
  • Spesso, girando per le campagne, si vedono fuochi accesi per bruciare la sterpaglia.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Abbruciare, Bruciare - Significano ambedue Consumare col fuoco o in tutto o in parte un oggetto, ma è più usato Bruciare; e per avventura Abbruciare ha più efficacia, ma è più alieno dall'uso comune.

[I due verbi hanno poi usi da non si poter cambiare l'uno con l'altro: Abbruciare è sempre affine a Ardere: Bruciare è affine talora a Scottare. Una pietanza levata bollente dal fuoco brucia, ma non abbrucia. G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Accendere, Abbruciare, Bruciare, Infiammare, Infiammarsi, Avvampare, Ardere, Infuocare, Incendiare - Accendere è metter fuoco a checchessia, il suo contrario è spegnere; ha senso buono: s'accende il fuoco, il lume. Abbruciare vale consumare per mezzo del fuoco: dice anche la sensazione dolorosa dal fuoco prodotta: strettamente, nel senso positivo, vuol dire distruggere appositamente qualche cosa riducendola in cenere; l'uso si serve anche di bruciare per significare meno esattamente la stessa cosa; questo verbo però dovrebbe essere usato sempre nel senso intransitivo.

«Infiammare non dicesi (l'indica il suono) se non là dove è fiamma. S'accende il lume, il carbone, s'infiamma un edifizio, una selva. Se la fiamma meni vampa, abbiamo avvampare, che può dinotare anco gli effetti dal fuoco avvampanti. Se il fuoco, con fiamma o no, penetri un corpo duro e lo investa del suo calore e colore, abbiamo infuocare». Tommaseo.

«Ardere è l'atto del bruciare: intransitivo per lo più, può anche farsi transitivo. Dino Compagni: Arsono più di novecento magioni». Cioni.

Incendiare è appiccare il fuoco appositamente e per malo animo a cosa non destinata a bruciare: dicesi, i ladri incendiarono la casa; i soldati nemici, la città, il villaggio ecc. Infiammarsi dicesi di corpo che prende fuoco da sè: il fieno per una certa fermentazione, quando è abbarcato non abbastanza secco, da sè s'accende e s'infiamma. Infiammarsi, ardere, e qualche altro di questi verbi hanno sensi traslati; ardesi d'ira, di sdegno; i santi ardevano d'amor di Dio: volto infiammato vale rosso oltre misura per qualunque causa vi faccia affluire il sangue in abbondanza. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Bruciare - V. a. Abbruciare. T. Non da Pruna: ma suono imit. come Torrere, Fervere. Lo slav. Vruce vale Caldo in gen., con che spiegasi il senso it. di Bruciare, per Scottare senza fiamma che arda. Altri da Peruro, Perustus, postavi la B, come Brina da Puina. Altri da Amburere, quasi Amburitare. = Bocc. Nov. 29. 7. (C) Se io infra otto giorni io non vi guarisco, fatemi bruciare. G. V. 1. 61. 1. E la provincia intorno ardendo e bruciando. Dant. Inf. 16. Ma perch'io mi sarei bruciato e cotto. [Cam.] Salvin. Om. Odiss. 37. E bruciò molte cosce sovra i sacrati altari degli Dei.

T. Prov. Tosc. 71. Piccola scintilla Può bruciare una villa.

[Cont.] Biring. Pirot. II. 9. Per sè sola (la giallamina) non fonde, ma si brucia, e ogni sua sustanza se ne va in fumo, e in compagnia col rame si fonde.

2. Bruciare cera, olio e sim., vale Servirsi, Adoperar candele di cera, o lume a olio per illuminare, (Man.)

3. Bruciare si dice anche delle sostanze che hanno la proprietà di produr gli effetti del fuoco, consumando o corrodendo le materie animali o vegetali. (Man.)

T. Le false tinte bruciano il panno.

[G.M.] Bruciare un'escrescenza colla pietra infernale.

[Cont.] E delle materie minerali. Biring. Pirot. I. 2. È necessario che l'uno (lo zolfo) bruci l'argento, e l'altro (il mercurio) sel porti, e così de la miniera non li resta se non la terrestreità molte volte infusibile.

4. [Cont.] Dicesi che le pietre si bruciano quando, tormentate lungamente da fuoco gagliardo, si scompongono o disgregano. Biring. Pirot. VII. 1. Fate una intonacatura di cenere da bucato, che difenda dalle fiamme (le pareti), e così anco il cielo, che se le son pietre non brucino.

5. [Cont.] Bruciare il ferro vale Lasciarlo troppo a lungo in mezzo a fuoco violento di carboni, e così dargli agio a disporre le sue molecole secondo la natural loro tendenza alla cristallizzazione, ed a combinarsi con molto carbonio; il pezzo assume perciò la fragilità e la grossa grana del ferraccio, e si riduce in frantumi sotto il martello. Biring. Pirot. IX. 6. Molti, che credonsi bollire il masso del ferro, lo bruciano… e molti che di tal cosa temono, nol conducono con il scaldare al segno vero che dovrebbono, perchè lavorandolo duro si sfoglia e schianta, e non si salda insieme.

6. T. In alcuni casi Bruciare dicesi per Scottare; ma questo più propriam. dove il calore senza fiamma offende, non consuma. Prov. L'uno mi brucia, l'altro mi scotta (e dall'una cosa e dall'altra ho male).

7. Detto dell'Ardere incensi. [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 177. Uno bruci l'incenso.

8. Per Diseccare, Inaridire. [Cam.] (Il sole) brucia gli erbaggi dell'orto, e la massaja non ce ne trova per cucinare.

9. T. Mettere corpo ardente su carne viva. Bruciare il morso di cane arrabbiato.

10. Bruciare o Abbruciare l'alloggiamento. V. ALLOGGIAMENTO.

11. [G.M.] Bruciar pagliaccio. Mancare a un dato appuntamento. Aveva promesso di venir da me alle sei, ma ha bruciato pagliaccio, mi ha bruciato pagliaccio.

[Fanf.] Dicesi pure Mi ha bruciato, senz'altro. Vale anco Mi ha ingannato.

12. [Fanf.] E al giuoco delle carte dicesi che brucia chi smette per non riperderli.

[G.M.] Si brucia anco non tenendo la posta, senza smettere il giuoco

13. T. Bruciare, se significa incendio, è quasi neut. Diremo dunque Brucia, È bruciato il teatro della Fenice, e non Abbrucia, È abbruciato. Targ. Viagg. 3. 196. Prendono (i contadini) a terratico un pezzo di bosco, e gli dánno fuoco procurando che bruci più che sia possibile: quando è finito di bruciare,…

[M.F.] Quando brucia il vicinato, porta l'acqua a casa tua. Proverbio vivo per significare che bisogna premunirsi, quando il pericolo s'approssima, e non aspettare che ci venga addosso.

[G.M.] Per iperb. Si brucia! (fa gran caldo).

T. Prov. Tosc. 89. Quando la casa brucia, tutti si scaldano (di quelli che godono dell'altrui male).

T. Prov. Tosc. 364. Brucia come la paglia, come l'esca. – Brucia che porta via le mani. Segnatam. dello Scottare, cioè calore senza fuoco.

14. Trasl. T. C. Pop. tosc. Del vostro bel cantar ne brucio ed ardo. – Ardere dice la fiamma, Bruciare, talvolta il calore soltanto.

15. Dicesi pure dell'effetto di un freddo eccessivo, o di freddissimo vento. Att. Car. Long. 3. (Mt.) Cominciando a sentire che un rovajo gli bruciava il capperone. E appresso: Fatto giorno, si mise un gran freddo, con una borea che ogni cosa bruciava.

[M.F.] Del freddo forte si dice che Brucia le piante.

16. Neut. [M.F.] E di pietanza, dove sia molto pepe, si dice che La brucia dal pepe.

17. T. Fig. fam. Quelle parole mi bruciavano. – Questa mi brucia, in ant. Mi cuoce, M'addolora vivamente, non senza irritare.

18. T. Fig. Parole che bruciano (ardenti d'affetto o d'altra passione).

19. T. Fig. Occhi che bruciano; naturalmente potenti per vivacità e per bellezza; o che esprimono affetto o passione viva, e la infondono.

20. [Sav.] Bruciare d'una data cosa è modo comune, che significa quanto Ardere e smaniare per tormento ch'essa reca. Cant. pop. tosc. So' in mezzo al mare, e brucio dalla sete.

21. Dicesi anche in modo basso di Chi è poverissimo, e non ha un quattrino. (C)

[Fanf.] E dicesi anche per Avere scarsità di checchessia. Dall'imagine dell'aridità. La Celid. v. 95. Ma vedo infatti che a saper si brucia, Perchè un'infinità detto han d'errori. (Così non com.)

22. [G.M.] Bruciare, al giuoco della palla o del pallone, è Mandar la palla bassa e strisciata, così che l'avversario non possa riprenderla. Glie l'ha bruciata.

Talora dicesi nel significato medesimo Bruciar come l'esca. (Man.)

23. [Grad.] Nel giuoco fanciullesco dell'Impiattarello dicesi che brucia colui che cercando s'avvicina all'oggetto rimpiattato.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: bruciandovi, bruciano, bruciante, brucianti, bruciapelo, bruciaprofumi, bruciarci « bruciare » bruciarla, bruciarle, bruciarli, bruciarlo, bruciarmi, bruciarne, bruciarono
Parole di otto lettere: bruchino, bruciamo, bruciano « bruciare » bruciata, bruciate, bruciati
Lista Verbi: brucare, bruciacchiare « bruciare » brulicare, brunire
Vocabolario inverso (per trovare le rime): scamosciare, ammosciare, scrosciare, sgusciare, frusciare, strusciare, sfiduciare « bruciare (eraicurb) » radiare, irradiare, mediare, rimediare, insediare, assediare, riassediare
Indice parole che: iniziano con B, con BR, parole che iniziano con BRU, finiscono con E

Commenti sulla voce «bruciare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze