Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «certezza», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Certezza

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 99 persone)
sicurezza (34%), dubbio (12%), pena (10%), assoluta (4%), convinzione (4%), incertezza (4%), sicura (3%), pensiero (2%), risultato (2%), domani (2%), sicuro (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola certezza è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: cer-téz-za. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
certezza si può ottenere combinando le lettere di: terze + zac.
Componendo le lettere di certezza con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ceo, eco] = accozzerete; +ree = carezzerete; +tai = cateterizza; +ito = cateterizzo; +[ehi, hei] = chiazzerete; +[ero, ore, reo] = corazzerete; +[adì, dai, dia] = decatizzare; +osi = esorcizzate; +gin = grecizzante; +psi = spezzatrice; +anca = accarezzante; +casa = accarezzaste; +caia = accarezziate; +[cose, esco, seco] = accozzereste; +[cosi, scio, soci] = accozzeresti; +[iute, tuie] = acutizzerete; +[iman, mani, mina] = carezzamenti; +[mano, noma] = carezzamento; +[erse, rese, sere] = carezzereste; ...
Vedi anche: Anagrammi per certezza
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: certezze.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: certa, cerea, cere, cera, crea, erta.
Parole con "certezza"
Finiscono con "certezza": incertezza.
Parole contenute in "certezza"
erte, certe. Contenute all'inverso: tre, azze.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "certezza" si può ottenere dalle seguenti coppie: cefo/fortezza, cesto/stortezza.
Usando "certezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: foce * = fortezza.
Lucchetti Alterni
Usando "certezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fortezza * = foce; * stortezza = cesto.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "certezza" (*) con un'altra parola si può ottenere: sella * = scelleratezza.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "certezza"
»» Vedi anche le pagine frasi con certezza e canzoni con certezza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nessuno può avere la certezza che la propria opinione sia condivisa da tutti.
  • Se avessi la certezza di non soffrire il mal di mare, parteciperei volentieri ad una crociera nel Mediterraneo.
  • Nella vita c'è un'unica certezza: tutti dobbiamo morire... Che allegria!
Citazioni
  • Il 13 novembre 2013, l'agenzia di stampa Adnkronos, scrive: "Con la legge di stabilità va data certezza di una fiscalità chiara e un po' stabile. Lo ha affermato il ministro degli Affari regionali Graziano Delrio, ospite a Unomattina".
Espressioni e Modi di Dire
  • Avere la certezza matematica
Canzoni
  • Nessuna certezza (Cantata da: Tiromancino; Anno 2003)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Raccertare, Rassicurare, Accertare, Certificare, Cerziorare; Certo, Sicuro; Sicurezza, Certezza - Raccertare è accertare di nuovo, o dare doppia certezza; si accerta però non solo coll'affermare la cosa, il che può essere sempre sottoposto a dubbio; ma si accerta l'esito di una cosa col disporne in modo gli elementi o le concomitanze che non possa virtualmente succedere altrimenti. Rassicurare è ridare fiducia a chi teme o a chi dubita: i miracoli di Cristo rassicuravano gli Apostoli nella dubbiosa loro fede, e accertavano la vittoria del Vangelo sulle false religioni del gentilesimo. Certificare, alla lettera, è far certo, o con asserzione solenne, o con documenti: i certificati che hanno da prodursi in giudizio, per essere validi vogliono essere firmati e bollati dalle autorità competenti. Cerziorare è fare vieppiù certo; è il verbo a grado comparativo, da certior, comparativo di certus. Certo dice più di sicuro; ciò che è certo è positivo, indubitabile; ciò che è sicuro non ha che un grado di certezza morale: l'uomo giovane, sanissimo, robusto, è certo di morire, ma si fa sicuro di vivere per molti anni ancora, salvo accidente; così almeno gli sta scritto in cuore. La sicurezza proviene dal sentimento, la certezza dal calcolo: l'uomo può dare sicurezza; ma non è egli stesso passibile di troppe eventualità per potervisi fidare? Da Dio solo la certezza; ma troppa nebbia oscura l'intelletto dell'uomo, perchè possa formolare nettamente gli assiomi di questa sua fede, o formolati, torna a travedere, e perciò a dubitare. Certo si riferisce al vero, esclude il falso e il dubbio; sicuro, da sine cura, esclude il timore, il pericolo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Certezza - [T.] S. f. Persuasione ferma, conforme alla verità conosciuta. Nel Gloss. gr. lat. è Certitas; onde si sarà poi formato il barb. Certities, Certizia. (Rosm.) Acciocchè la verità dia certezza, deve non solo essere creduta da noi, ma creduta per buona ragione. T. Certezza vera non è la Persuasione, anche ferma, del falso, o la Persuasione del vero, per ragione men che vera: ma per estens. intendesi che ci sia anco una certezza imperfetta, come una non sincera coscienza.

T. Le ragioni vere potendo essere più o men valide, più o men chiaramente vedute, possono dare certezza più o meno piena. Onde non è pleon. Certezza che mi rassicura. Il criterio della certezza è posto da alcuni nel consentimento del genere umano, ma falsamente: è conferma, non principio. – Il principio intrinseco della certezza è la cognizione intuitiva della verità; l'estrinseco è la cognizione di un segno certo di quella proposizione di che si tratta. – Erroneamente si divise la certezza, ch'è una, in due: esterna ed interna. – Fondamento di certezza; ne dice or la causa or l'effetto, ora entrambi.

T. La certezza di fede è più piena, perchè si fonda sopra una ragione suprema e infallibile, e perchè abbraccia le facoltà umane tutte; onde la fede è atto e abito, giudizio e virtù; norma di raziocinio e d'atti virtuosi.

T. Certezza metafisica, filosofica, di coscienza.

T. Certezza matematica, de' sensi, morale.

T. Certezza morale, non piena, ma prossima a pienezza; la qual basta in più casi a determinare e il giudizio e l'azione; e se non bastasse, l'uomo dovrebbe rimanersene sospeso e inerte, e perire. Dicesi morale e perchè pratica, e perchè nel saper vincere il dubbio è moralità.

2. Segnatam. Certezza del fatto. [Val.] Lett. Greg IX. a Fed. II. (Coraz. 93.) ha in questo senso Certanità. [Cors.] Car. Ret. Arist. 1. 9. Travagliandosi intorno al fatto, e dubitandosi della sua certezza, ha maggior bisogno che si assegni la cagione. T. La certezza del corpo nostro è il criterie dell'esistenza degli altri.

3. Del sentimento, che non solamente viene dal giudizio accertante, ma nell'unità dello spirito s'immedesima a quello. [Val.] Ar. Fur. 14. 60. Certezza prese, non che speranza, che… T. Certezza della speranza. = Bocc. Nov. 13. 23. (C) Con più certezza del piacer di colui del quale voi siete vicario, noi possiamo insieme… vivere. E g. 2. n. 8. v. 2. p. 242. (Gh.) Parendo al medico avere assai piena certezza (della cagione ond'era infermo il giovane). Petr. Canz. «Se il pensier che mi strugge.» st. 6. E più certezza averne, fôra il peggio. T. Alf. Dunque il sospetto? – È omai certezza.

T. Non avere certezza d'altri, di sè. = Bocc. Nov. 89. 6. (C) Essere di quello liberalissimo mostratore a chiunque per esperienza ne voleva certezza.

4. Quest'ult. es. conduce all'idea di certezza, in quanto è realtà ch'è nelle cose, la quale assicura quel sentimento. [Cors.] Sen. Ben. Varch. 6. 3. Cerca di possederle di maniera e con tale certezza, che elleno esserti tolte non possano. T. Le cose del mondo non hanno certezza veruna. [Camp.] Boez. 2. Se in tante maniere si varia il mondo non servando in sè certezza.

Plur. non com., ma può cadere. T. Fr. Jac. Tod. 2. 18. 17. L'alma giunta a tai certezze, Parle (le pare) il resto vanitade.

5. Modi com. a parecchi degli usi not. T. Cercare la certezza, assolutam., nelle indagini filos. in gen. – Cercare certezza in tale o tal caso, di tale o tal cosa. – Non si contentare d'indizii probabili, volere certezza. – Trovarla.

T. Giungere alla certezza, in astr. – Pervenire a… in casi speciali. Anco in questi Alla dice più.

T. Acquistare certezza si può anco non la cercando: Pervenire, e sim., suppone l'intenzione e la cura.

T. Avere certezza dell'origine propria, de' proprii genitori. – Averla è meno di Possederla; e questa concerne meglio i generali che i fatti.

T. Conoscere con… può essere un sempl. atto; Sapere con è più abituale e costante. – Essere, Trovarsi nella certezza, in piena certezza.

T. Il fatto, l'esperienza, il ragionamento, l'autorità, dá certezza.

T. Dimostrare con certezza. = Vit. SS. Pad. 2. 265. (C) Non mi partirò dal tuo sepolcro piangendo, infinochè tu non mi dimostri con certezza quello che sia del mio peccato.

T. Con certezza sperimentare da noi.

T. Non avere certezza dove uno sia; se operare o no, del come operare.

T. Certezza ferma. – In tutta certezza.

6. Dell'oggetto che dá certezza, sia testimonianza o ragionamento, o segno o altra prova. [M.F.] Vivian. Vit. Galil. in Test. Cons. 397. Avendole estratte per la maggior parte dalla viva voce del medesimo sig. Galileo… da molti riscontri e certezze prive di ogni eccezione. = Cavalc. Frut. Ling. 127. (C) All'ultimo, a compimento e certezza d'ogni loro carità, dico. E Pungil. 245. A certezza del fatto (a dimostrazione certa).

† Affermazione certa. Vit. S. Gio. Gualb. 284. (C) Di quelle che… spesse fiate avea udite essere state vere, per certezza di molti uomini.

T. Ve lo domando a mia certezza, Ve ne scrivo vostra certezza; dice e la causa e l'effetto, e la notizia e il giudizio e il sentimento.

Più espressam. l'oggetto che ci fa certi, congiunto all'idea della nostra certezza. T. Non ne ho altra certezza. [Camp.] Dant. Conv. 4. 13. Il disciplinato chiede di sapere certezza nelle cose secondo che la loro natura di certezza riceva. T. Non ne sapere certezza (il certo).

7. Effetto e indizi della certezza negli atti dell'uomo. T. Con certezza affermare.

T. Operare.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: certaldese, certaldesi, certaldo, certame, certamente, certami, certe « certezza » certezze, certi, certifica, certificai, certificammo, certificando, certificano
Parole di otto lettere: certaldo « certezza » certezze
Vocabolario inverso (per trovare le rime): lucentezza, lentezza, contentezza, scontentezza, contezza, prontezza, vuotezza « certezza (azzetrec) » incertezza, accortezza, malaccortezza, fortezza, stratofortezza, superfortezza, smortezza
Indice parole che: iniziano con C, con CE, iniziano con CER, finiscono con A

Commenti sulla voce «certezza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze