Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «collera», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Collera

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola collera è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ll.
Divisione in sillabe: còl-le-ra. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: collerà.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: collare (scambio di vocali).
Componendo le lettere di collera con quelle di un'altra parola si ottiene: +[agi, gai, già] = allegorica; +[ahi, hai] = allocherai; +[ehi, hei] = allocherei; +[out, tuo] = allocutore; +bis = arboscelli; +sob = arboscello; +[agi, gai, già] = argillaceo; +sta = ascoltarle; +bra = barcollare; +bui = biloculare; +bit = bollatrice; +caì = calcolerai; +zia = calzoleria; +zie = calzolerie; +tan = cantarello; +ben = carbonelle; +din = cardellino; +[tar, tra] = carrellato; ...
Vedi anche: Anagrammi per collera
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bollerà, collega, collere, collerò, colmerà, cullerà, mollerà, rollerà, tollera.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bollerò, mollerò, rollerò, tolleri, tollero, tollerò, vollero.
Con il cambio di doppia si ha: correrà, cozzerà.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: colera.
Altri scarti con resto non consecutivo: colla, cola, cora, cera, olla.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: collerai, crollerà, scollerà.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: barello.
Parole con "collera"
Iniziano con "collera": collerai, colleranno.
Finiscono con "collera": scollerà, accollerà, decollerà, incollerà, barcollerà, tracollerà, caracollerà, protocollerà.
Contengono "collera": scollerai, accollerai, decollerai, incollerai, barcollerai, scolleranno, tracollerai, accolleranno, caracollerai, decolleranno, incolleranno, barcolleranno, protocollerai, tracolleranno, caracolleranno, protocolleranno.
»» Vedi parole che contengono collera per la lista completa
Parole contenute in "collera"
col, era, olle, colle. Contenute all'inverso: are.
Incastri
Si può ottenere da cra e olle (ColleRA).
Inserito nella parola si dà ScolleraI; in dei dà DEcolleraI; in bari dà BARcolleraI.
Inserendo al suo interno zione si ha COLLEzioneRA (collezionerà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "collera" si può ottenere dalle seguenti coppie: como/mollerà, comode/modellerà, copia/piallerà, coro/rollerà, cose/sellerà, costi/stillerà, colga/galera, colina/inalerà, colpe/pelerà, colla/aera, collant/antera, collodi/odierà, collega/gara, collegi/gira, collego/gora.
Usando "collera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cocolle * = cora; baco * = ballerà; roco * = rollerà; seco * = sellerà; * ragno = collegno; * ratta = colletta; * ratti = colletti; * ratto = colletto; speco * = spellerà; * raziona = colleziona; * razione = collezione; * razioni = collezioni; * raziono = colleziono; distico * = distillerà; * razionai = collezionai; * razionano = collezionano; * razionare = collezionare; * razionata = collezionata; * razionate = collezionate; * razionati = collezionati; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "collera" si può ottenere dalle seguenti coppie: collega/agra.
Usando "collera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areare = collare; * areata = collata; * areate = collate; * areato = collato; * argo = collego; * argano = collegano; * argata = collegata; * argate = collegate; * argati = collegati; * argato = collegato; * arresti = colleresti.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "collera" si può ottenere dalle seguenti coppie: collegno/ragno, colletta/ratta, colletti/ratti, colletto/ratto, colleziona/raziona, collezionabile/razionabile, collezionabili/razionabili, collezionai/razionai, collezionammo/razionammo, collezionando/razionando, collezionano/razionano, collezionante/razionante, collezionanti/razionanti, collezionare/razionare, collezionarono/razionarono, collezionasse/razionasse, collezionassero/razionassero, collezionassi/razionassi, collezionassimo/razionassimo, collezionaste/razionaste, collezionasti/razionasti...
Usando "collera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ballerà * = baco; * sellerà = cose; sellerà * = seco; * galera = colga; * pelerà = colpe; * piallerà = copia; * stillerà = costi; spellerà * = speco; * inalerà = colina; * modellerà = comode; cora * = cocolle; * antera = collant; * gara = collega; * gira = collegi; * gora = collego; * odierà = collodi; distillerà * = distico; * remora = colleremo.
Sciarade incatenate
La parola "collera" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: colle+era.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "collera" (*) con un'altra parola si può ottenere: * gal = collegarla; * assi = collasserai; * teli = coltelleria; * teli = coltelliera; righe * = ricollegherà; seghi * = scollegherai.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "collera"
»» Vedi anche la pagina frasi con collera per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ho avuto uno scatto di collera eccessivo, e me ne scuso, ma il suo comportamento era provocatorio in maniera intollerabile.
  • La collera che gli salì fece diventare rosso il viso.
  • Non farti prendere dalla collera, cerca di valutare il tuo comportamento.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Collera, Bile, Sdegno, Ira, Stizza - Collera è movimento interno che può durare lungo tempo, detta così perchè si immagina esser cagionata dall'umore bilioso; e però, quando è istantanea e passeggiera, suol chiamarsi anche Bile; per es.: «Mi rodevo dalla bile.» Il divario si vede anche da ciò: io dico, a modo d'esempio: Sono in collera col tale; ma non potrei dire: Sono in bile con esso. - Anche la Stizza è un movimento cruccioso e dispettoso dell'animo, il quale nasce al vedere o udire cosa contraria al nostro genio, alla decenza, ecc. - Lo Sdegno è invece quel sentimento per cui l'uomo rifugge con disprezzo da una cosa che sembragli indegna, e il disprezzo e il corruccio significa con atti e con parole. - L'Ira per ultimo è movimento disordinato dell'animo, onde siamo violentemente eccitati contro chi ci offende, o ci fa comecchessia dispiacere. Questa passione difficilmente si tempera; e però la Scrittura, conoscendo che al tutto non si può vincere, ci consiglia a non trascendere in eccessi: Irascimini et nolite peccare; e anche Catone diede il precetto Iracundiam tempera. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Imbestialire, Imbestiarsi, Entrare in bestia, Saltare in bestia, Montare in bestia, Essere in bestia, Uscir de’ gangheri, Infuriare, Infuriarsi, Entrar in furia, Montar sulle furie, Montar la furia, Montar la stizza, La collera, Dar nelle furie, Essere in furia, Montare in collera, in rabbia, in ira, Dare in escandescenze - In collera, in ira, in rabbia, in furia, in bestia, son modi che progrediscono uno dopo l'altro dal più al più: entrare è il principio: montare, il progresso; essere, il pieno stato; saltare è un entrare e un montare più precipitoso: chi è in furia, per esserci saltato o montato, dà naturalmente nelle furie: è la manifestazione in atti del violento stato dell'animo. Dare in escandescenze è perdere quasi la ragione per l'ira e il dolore, e prorompere in atti o in grida disperate. Uscir de' gangheri è meno assai, ed è per ciò che è modo dello stile faceto; e così montare la stizza, che può indicare dispetto, ma non vera rabbia. Infuria chi ha o pare avere le furie in corpo, chi si move, fa, parla a precipizio: infuria il vento, il mare, gli elementi tutti quando scatenati si agitano con fracasso, alla dirotta: imbestialire di essi non si direbbe, perché non hanno ragione; onde imbestialire, solo dell'uomo che alla ragione fa il sordo e si lascia dagl'istinti animali del corpo unicamente condurre. S'infuria chi si mette in questo stato. Imbestiarsi è più d'imbestialire, è quasi divenir bestia non per accesso subitaneo di collera, ma per la perdita quasi totale d'ogni lume dell'intelletto. [immagine]
Entrare, Andare, Essere, Montare (in collera), Incollerirsi, Incollerire - I primi tre non differiscono che per il momento dell'atto: l'andare è più lontano; l'entrare è più prossimo; l'essere dice che l'atto è già consumato: montare è più dei primi tre, almeno in quanto al grado, perchè montare dice salire, andar più su; andare indica la disposizione prossima; l'entrare, il cambiamento di stato dell'animo; l'essere, l'effetto: si va in collera mano a mano che ne crescono i motivi e che si accende l'ira: vi si entra quasi di slancio; questo è proprio de' caratteri impetuosi e violenti; si è in collera quando la dura un certo tempo, e più che repentino sfogo non conviensi: quando si è in collera è più naturale tenere il broncio che gridare o schiamazzare, o far altri atti violenti esterni, i quali si sa che durare a lungo non possono: un padre è in collera con un figlio dissipato o disubbidiente, e tanto vi perdura, finchè l'altro non dia segni di emenda. Incollerirsi è andare ed entrare in collera per moto quasi spontaneo e per effetto di carattere irascibile, alla vista di qualche cosa men giusta, o contraria ai nostri desiderii: incollerire è dar segno di collera, farne provare gli effetti a qualcheduno: incollerire contro gli stolti è sciocchezza, perchè l'è fiato perduto. [immagine]
Rabbia, Adiramento, Risentimento, Sdegno, Disdegno, Dispetto, Indignazione, Collera, Collere, Cruccio, Corruccio, Furore, Sfuriata, Smania - Dispetto è il meno di tutti; si sente nell'animo se qualche cosa non ci va a versi, o se qualche persona fa cosa contro nostra aspettazione o desiderio; se l'interno dispetto si mostra con un leggiero corrugar di ciglio o di labbra, allora è corruccio: cruccio dice più che non indica la sua somiglianza con corruccio; il cruccio è dolore, pena morale, dispiacere risentito per cagione vera o immaginaria che sia: uomo o donna pieni di crucci possono dare in ismanie se quelli troppo a lungo perdurano, o se chi li soffre è di fibra troppo sensibile e irritabile. «Collera, in origine, è l'umore (xολή) che rende l'uomo irritabile e pronto allo sdegno, al risentimento, all'ira», così Tommaseo. La collera adunque è moto del temperamento; e v'hanno degli uomini collerici, come de' biliosi, de' linfatici: la collera muove all'ira, che è forte sdegno, alla rabbia; ma sdegnarsi e arrabbiarsi può l'uomo d'umore pacifico e dolcissimo; che anzi v'ha l'adagio che: chi vuole vedere uno in furia faccia arrabbiare un uomo pacifico: la rabbia, nell'uomo, è passione violentissima, scoppii o no; e può degenerare in furore, in demenza, o pazzia; negli animali, è malattia mortale. Collere sono quei moti d'ira che per effetto del temperamento diventano poco meno che abituali; poca cosa per sè, isolatamente; molta, considerate nell'insieme, perchè con persona di tal fatta non si può alla lunga convivere. Le finte collere, le dolci ire, l'immensa rabbia, il fiero sdegno, le interne smanie, gl'infiniti crucci, il cieco furore, sono modi di dire e da senno e da burla. Disdegno non è sdegno o ira, è piuttosto spregio o ripugnanza verso cosa o persona, è moto più d'orgoglio che di collera; l'indegnazione si risente per fatto non giusto o creduto non tale; è risentimento o moto di quell'equità naturale che si chiama complessivamente coscienza; l'adiramento è principio o moto d'ira, ma che non passa certi limiti. Sfuriata è moto d'ira accompagnato da smanie, da grida o da altro segno esterno; impetuosa, ma passeggiera, per la ragione del nil violentum durabile. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: collegialmente, collegiata, collegiate, collegio, collegno, collegò, collego « collera » collerai, colleranno, collere, collerebbe, collerebbero, collerei, colleremmo
Parole di sette lettere: collego « collera » collere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): distillerà, ridistillerà, instillerà, squillerà, cavillerà, sfavillerà, bollerà « collera (arelloc) » caracollerà, tracollerà, accollerà, decollerà, incollerà, protocollerà, barcollerà
Indice parole che: iniziano con C, con CO, iniziano con COL, finiscono con A

Commenti sulla voce «collera» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze