Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «comodità», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Comodità

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Terminanti con l'accento sulla a [Commuterà « * » Comparabilità]
Giochi di Parole
La parola comodità è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: co-mo-di-tà. È un quadrisillabo tronco (accento sull'ultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: comodati (scambio di vocali), dicotoma, domotica.
comodità si può ottenere combinando le lettere di: [moto, tomo] + [cadi, caid, ciad, ...]; [mito, moti, timo, ...] + [cado, coda, daco]; dot + amico; doto + [acmi, cima, mica]; [domo, modo] + [cita, taci]; [dito, doti] + [coma, moca]; domi + taco; modio + tac; toc + [amido, diamo, domai]; [cito, coti] + [damo, doma, moda]; doc + atomi; dico + [mota, toma].
Componendo le lettere di comodità con quelle di un'altra parola si ottiene: +can = accomodanti; +cra = accomodarti; +ace = accomodiate; +[era, rea] = comodatarie; +ora = comodatario; +suv = custodivamo; +per = dermopatico; +cri = dicromatico; +pil = diplomatico; +sms = discostammo; +sir = distorciamo; +[csi, ics, sci, ...] = docimastico; +nei = incomodiate; +cra = raccomodati; +rna = ricomandato; +cave = accomodatevi; +cava = accomodativa; +cave = accomodative; +cavi = accomodativi; +[cavo, cova] = accomodativo; +[acro, arco, caro, ...] = accomodatori; +[urei, urie] = audiometrico; ...
Vedi anche: Anagrammi per comodità
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: comoda, coma, coda, cita, odia, moda, mota.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: scomodità.
Parole con "comodità"
Finiscono con "comodita": scomodità.
Parole contenute in "comodita"
odi, como, dita, modi, comodi. Contenute all'inverso: domo.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "comodità" si può ottenere dalle seguenti coppie: comode/dedita, comodino/nota.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "comodità" si può ottenere dalle seguenti coppie: comoda/addita, comodino/onta.
Lucchetti Alterni
Usando "comodità" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: comode * = dedita; * nota = comodino.
Sciarade e composizione
"comodità" è formata da: como+dita.
Sciarade incatenate
La parola "comodità" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: comodi+dita.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "comodità"
»» Vedi anche la pagina frasi con comodità per una lista di esempi.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Comodo, Comodità - Comodo è tutto ciò che sodisfà ed è conveniente a' bisogni. - «In quella casa ci sono tutti i comodi.» Onde si dice Comodo, per antonomasia, il luogo dove si scarica il ventre. - La Comodità sta contenta al modo dell'agevolare una o più operazioni. - «Fu creato direttore del gabinetto, e dategli tutte le comodità da fare esperienze.» [immagine]
Dare agio, Dare comodo, Dar comodità, Dar campo - Si dà agio lasciando volontariamente ad altri tutto il tempo e tutte le comodità necessarie per condurre a termine una cosa. - Dar comodo è meno; è Lasciare appena che altri possa fare una cosa, ed è quasi sempre involontario, mentre è quasi sempre volontario Dar comodità, e dice un Dar comodo più pieno e più largo. Dar campo indica maggior tempo e maggior larghezza lasciata altrui all'opera, ma senza idea di opportunità che è nelle altre espressioni. Nel Dare agio il tempo è lunghissimo, men lungo nel Dar comodità, breve o brevissimo nel Dar comodo, libertà di largo spazio nel Dar campo. G. F. [immagine]
Agio, Comodo, Comodità, Agiatezza - Agio, dice il Tommaseo, è tempo che basti pienamente a fare una cosa. - Comodo, comprende, oltre alle condizioni esterne, le interiori disposizioni. Si può aver agio a una faccenda, e non essere in comodo per farla. - Agj e Agiatezze sono quelle condizioni della vita, per le quali l'uomo può non attendere ad altro che a star bene; e di qui Ad agio, Con tutti i suoi agi, si trasporta anche al mezzo che ci pone in tali condizioni: onde Agj s'intendono anche le possessioni, e Agiatezza lo stato di chi è ricco abbastanza da non esser costretto a lavorare per vivere; e Agiata si chiama la persona che è in tal condizione. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Dar comodità, Dar comodo, Dar agio - Il primo è dare ad altri luogo e talvolta anche i mezzi di far qualche cosa. Il secondo è dar tempo; il terzo, dare un tempo maggiore, cioè non solo per fare, ma per prepararsi a fare con tutta tranquillità. Si dà la o le comodità a un operaio che si chiami a lavorare; si dà comodo a un debitore; si dà agio ad un letterato, ad un artista onde possa concepire, disporre, eseguire l'opera proposta o richiesta. [immagine]
Opportunità, Comodità, Opportuno, Tempestivo, Comodo - La prima è circostanza favorevole di tempo, la seconda, circostanza favorevole di luogo o di modo: qualche volta si prestano aiuto a vicenda; qualche volta, e forse anco ben di sovente, venuta l'opportunità, l'uomo non è, non si trova in comodo, o gli pare di non essere: i destri sanno prevedere e si preparano; i più risoluti sacrificano all'opportunità ogni comodità, e s'acconciano alla meglio purchè s'avvantaggino; ai fortunati, le due cose convengono assieme. Tempestivo, meno usato del suo contrario intempestivo, vale a tempo, e così intempestivo, fuor di tempo: opportuna la cosa quando si fa nel momento buono, cioè quando è necessario, conveniente il farla. [immagine]
Comodo, Agio, Comodità, Agiatezza, Agi - Comodo ed agio al singolare per indicare un certo bene stare di convenzione, non mi sembrano nè calzanti nè tampoco atti a significarlo: poichè che cos'è avere un comodo, avere un agio? non sarebb'ella troppo poca cosa per voler accennare a quelle comodità o agiatezze che come agi non puonno significare lo star bene che nel numero del più? Comodo ed agio non puonno a sénno mio accennare che un'idea di tempo, di luogo, e fors'anche di modo, ma nulla più; ciò detto, giacchè nè il Tommaseo nè altri pensò a dichiarare questa circostanza, soggiungerò che agio dice più di comodo; comodità accenna più al bene stare corporeo; agi, agiatezze, e queste più di quelli, alla ricchezza che le può dare. Vi son di tali, che senza tante rendite sanno con un pò di studio e d'industria crearsi sufficienti comodità; gli agi e le agiatezze compri a suon di pecunia costano forse più che non valgono. Comodità suona pure certa opportunità; agi, piaceri di vita signorile; agiatezze, le morbidezze e le delicature degli epicurei. Star comodo, fare ad agio, godere le agiatezze della vita. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Comodità - † COMODITADE e † COMODITATE. S. f. Ciò che dá agio di fare in tempo e agevolmente che che sia. Aureo lat. Fir. As. 249. (C) Nè sappiendo io altro che farmi, presomi la comodità della presente fortuna, mi misi a giacere sopra del letto. E 299. Sarebbemi durata un tempo questa comodità, senza che niuno se ne fosse accorto.

2. Per Agio, Comodo. Ar. Fur. 23. 108. (C) Della comodità, che qui m'è data, Io povero Medor ricompensarvi D'altro non posso, che d'ognor lodarvi. Alleg. 95. Ch'avendo un piede in terra, un nell'avello, L'anima e 'l corpo a quel punto dirizzo, Che le comodità batte a livello. Fir. Bell. Donn. (Mt.) Avrebbono vaghezza d'imparare, sempre ch'e' ne fosse loro data la comodità.

T. Soder. Agric. 171. Essendovi comodità di farle (le cantine) nel tufo, si potranno addentrare quanto si voglia, per avere un fresco quasi che freddo. Not. Malm. 189. Avendo trovato in quella grotta comodità di accendere il fuoco, l'accese, e vi s'accomodò a scaldarsi. Bart. Dan. Vit. Bellarm. 22. 2. 93. Alloggiamenti, dove, non che altra comodità maggiore, nè pur v'era su che prendere un poco di riposo.

Segnatam. plur. Le cose e i luoghi e la loro distribuzione, che rendono un'abitazione comoda agli usi continui. T. Casa che ha tutte le sue comodità. – Palazzone, ma che non ha punto comodità.

3. [Cors.] Per Ciò che torna comodo. Segret. Fior. Capit. Comp. Volendo… che ciascuno possa avere le sue comodità.

4. Agevolezza. T. Ross. B. Descr. Appar. Est. 4. Era ripiena la detta sala di panche per così acconcia maniera, che tutto il popolo circostante… potette con gradissima comodità adagiarsi.

5. Per Utile, Vantaggio. Non com. Nel senso del lat. Commodum. T. Guicc. Stor. 1. 124. Avere con grandissima spesa recuperato il porto di Livorno, senza il quale quella città (Pisa) era stata abbandonata d'ogni comodità ed emolumento.

6. [Val.] Avere comodità di una cosa. Ritrarne comodo, utile, agio. Bemb. Lett. 2. 265. Della quale stanzia penso dovere avere una gran comodità.

7. [Camp.] Per Opportunità, Destro, Occasione accettevole. Non tanto com. Com. Ces. Quelli prese a confortare che di liberarsi in perpetuo, e vendicarsi delli Romani per le ingiurie da loro ricevute, la comoditate perdere non volessono (occasionem).

8. Per Bisogno naturale. Benv. Cellin. Vit. 145. (M.) Ella si levò da tavola, dicendo che voleva andare ad alcune sue comodità, perchè si sentiva dolori di corpo. E 2. 472. Egli avvenne talvolta che entrando chetamente,… io trovavo la Duchessa alle sue comodità. [Camp.] † Comp. ant. Test. Uno cavaliere di quelli di Roma andò quando quello re sedea alla comodità della natura… e preselo…
9. Dicesi in proverb. La comodità fa l'uomo ladro, e vale, che l'Occasione induce sovente a peccare. Varch. Suoc. 2. 1. (C) Ben sai, figliuola mia, la comodità fa l'uomo ladro. T. Prov. Tosc. 322.

10. Fare comodità, per Far cosa di particolare acconcio ad alcuno. Bemb. Lett. ined. t. 1. p. 2. facc. 257. (M.) [Camp.] Om. S. Gio. Gris. Imperocchè disse: Non solamente agli altri farai comodità ed utile; ma a te medesimo presterai subito riposo. [Val.] Bemb. Lett. 2. 98. Far comodità agli studiosi è laudevolissima cosa.

E per Offerire l'agio, il destro, e sim. [Camp.] Vit. Imp. Rom. E li conducea in carretta, e li faceva ogni comoditade ed umanitade che potea.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: comodatario, comodati, comodato, comode, comodi, comodini, comodino « comodità » comodo, comodona, comodone, comodoni, comodosa, comodose, comodosi
Parole di otto lettere: comodino « comodità » comodona
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ricondita, giocondità, scondita, profondità, approfondita, rotondità, troglodita « comodità (atidomoc) » scomodità, ermafrodita, pseudoermafrodita, custodita, incustodita, ardita, sefardita
Indice parole che: iniziano con C, con CO, parole che iniziano con COM, finiscono con A

Commenti sulla voce «comodità» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze