Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «delirare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Delirare

Verbo
Delirare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, intransitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è delirato. Il gerundio è delirando. Il participio presente è delirante. Vedi: coniugazione del verbo delirare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di delirare (vaneggiare, sragionare, farneticare, essere fuori di sé, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola delirare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti. Divisione in sillabe: de-li-rà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con delirare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Stavo così male che ho iniziato a delirare in greco antico.
  • Dopo l'intervento chirurgico cominciò a delirare per i postumi dell'anestesia.
  • Con la febbre così alta prese a delirare in maniera grottesca.
Citazioni da opere letterarie
Il Marchese di Roccaverdina di Luigi Capuana (1901): Ciò non ostante, le impressioni della giornata agivano ancora sui suoi nervi. Bisognava rassegnarsi a sopportarle finché non si fossero affievolite e dileguate, proprio come le allucinazioni prodotte dalla febbre, che svaniscono appena l'accesso diminuisce di grado. Così talvolta, durante il delirio, si capisce di delirare, ma non si subiscono meno le allucinazioni morbose.

Arabella di Emilio De Marchi (1888): Arabella per tre o quattro giorni non fece che delirare e chiamare con alti gridi Ferruccio, la Colomba, il suo papà morto, lo zio Demetrio, suor Maria Benedetta. La voce arrivava fino alla stanza di Angelica, oltre la Colorina. Nell'arsura infernale d'una febbre di quaranta gradi, balzava dal letto e guai se Lorenzo non era presto ad abbracciarla, a riporvela, a tenervela! Scarmigliata, cogli occhi distrutti e infossati, essa era più forte di lui, gli graffiava il viso, lo copriva di oltraggi volgari, finché rotta e sfinita in tutte le ossa, ricadeva in un profondo abbattimento.

Gioventù di Luigi Pirandello (1902): – Sì, – riprese Marietta, – e ha scritto, e la lettera sta lì, sotto il guanciale, come ha voluto, poi s'è messa a delirare… Diceva, non so, che c'era la luna… che voleva scendere in giardino… che a Pian del Viermo cantavano, non a Rufinera… Stramberie! Poi s'è messa a chiamar lei, signor Martino…
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per delirare
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: delirate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: dirà, dire, dare, elia, elie, eira, erre, lire, lare.
Parole contenute in "delirare"
are, del, ira, lira, rare, delira. Contenute all'inverso: ari, era, ile, led, rari, arile, erari.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "delirare" si può ottenere dalle seguenti coppie: delirai/ire.
Usando "delirare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areate = delirate; * areato = delirato; * rendo = delirando; * resse = delirasse; * ressi = delirassi; * reste = deliraste; * resti = delirasti; * ressero = delirassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "delirare" si può ottenere dalle seguenti coppie: delirerà/areare, delirato/otre.
Usando "delirare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = delirate; * erto = delirato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "delirare" si può ottenere dalle seguenti coppie: delira/area, delirate/areate, delirato/areato, delirai/rei, delirando/rendo, delirasse/resse, delirassero/ressero, delirassi/ressi, deliraste/reste, delirasti/resti, delirate/rete.
Sciarade incatenate
La parola "delirare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: delira+are, delira+rare.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Delirante di entusiasmo, Se è alta, si delira, Il poliziotto... per il delinquente, Chi l'ammazza non delinque, Allucinazioni e deliri ne sono sintomi.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Delirare, Vagellare - Delirare è aver perduto assolutamente il discorso, l'esser fuori di sè; e può avvenire per la violenza di un malore che turbi le funzioni del cervello; o anche per malattie del cervello medesimo. Questo si trasporta anche a significare gli effetti di altre passioni, come dell'amore. - Vagellare è quel medesimo, se non quanto è di minor gravezza; e si dice solo quando un malato comincia, per la violenza del male, a uscire fuor di sè e a saltare, parlando, dall'una idea nell'altra, le più contrarie fra loro. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Delirare, Vaneggiare, Farneticare - Nel delirio si vaneggia e si farnetica; si delira, cioè si va fuor di sè, per la febbre, o per accesso di convulsioni da stato morboso prodotto o da accesso di passione violenta, e si perde il sentimento del presente; allora si vaneggia, cioè si parla a sproposito, vanamente, senza costrutto: se l'accesso è forte, si agita, si scontorce e nel parlare eziandio si farnetica. Astrattamente hanno tutti e tre senso affinissimo, ma delirare lo direi più volontieri del pensiero, vaneggiare delle parole, farneticare de' fatti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Delirare - V. n. ass. Aff. al lat. aureo Delirare. Esser fuori di sè, Farneticare. Tass. Ger. 14. 17. (M.) E benchè or lunge il giovane delira, E vaneggia nell'ozio e nell'amore, Non dubitar però…

T. Per estens. (ma questo è il senso più conforme all'orig.), Deviar colla mente, ragionando non bene. D. 1. 11. Perchè tanto delira …lo 'ngegno tuo da quel ch'e' suole? Ovver, la mente dove altrove mira? Non ti rimembra…? = But. (C) Tanto delira, cioè esce del solco, cioè si svia. E Par. 1. 2. Delirare è dal solco della verità uscire, come esce lo bue del solco quando impazza, e non è obbediente al giogo.

Senso mor. (Tom.) Vaneggia anco l'assennato; l'ubriaco e il pazzo delirano.

2. Fam. T. Di pers. o di cosa che faccia impazientire, o che dia molta briga: Mi fa delirare.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: delira, delirai, delirammo, delirando, delirano, delirante, deliranti « delirare » delirarono, delirasse, delirassero, delirassi, delirassimo, deliraste, delirasti
Parole di otto lettere: delineai, delinque, delirano « delirare » delirate, delirato, delirava
Lista Verbi: delimitare, delineare « delirare » deliziare, delocalizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): trasmigrare, denigrare, tigrare, girare, aggirare, raggirare, rigirare « delirare (erariled) » mirare, rimirare, ammirare, spirare, aspirare, traspirare, espirare
Indice parole che: iniziano con D, con DE, parole che iniziano con DEL, finiscono con E

Commenti sulla voce «delirare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze