Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «discernimento», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Discernimento

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola discernimento è formata da tredici lettere, cinque vocali e otto consonanti.
Divisione in sillabe: di-scer-ni-mén-to. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
discernimento si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): sim + [decentrino]; [miro] + [scendenti]; [mostri] + decenni; [mino] + stenderci; monti + [discerne]; smino + [credenti]; smonti + cedrine; [nitri] + mescendo; [mirti] + censendo; smini + decentro; [rimonti] + scende; [ermo] + scindenti; [mostre] + incendi; monte + rescindi; norme + [discenti]; monstre + [cnidie]; [sentir] + mendico; tennis + dermico; [metri] + condensi; risme + [condenti]; menti + [discerno]; smentì + [cedrino]; [mentirò] + [scendi]; [interim] + scendo; strenne + modici; mense + condriti; [mentore] + scindi; [mentire] + scindo; [minestre] + condi; mentine + scordi; minestrine + doc; ...
Componendo le lettere di discernimento con quelle di un'altra parola si ottiene: +[eta, tea] = decontamineresti; +ama = disarmonicamente; +[evi, vie] = disincentiveremo; +agà = disorganicamente; +[albe, bela, elba] = considerabilmente; +[mate, meta, team, ...] = modernisticamente; +[acute, caute] = trecentoundicesima; +eruttate = trecentotrentaduesimi; +[attuerete, tatuerete] = duecentotrentatreesimi; +coniavate = trecentodiciannovesima; +incoative = trecentodiciannovesimi; +[attenuavo, nuotavate, tuonavate] = trecentonovantaduesimi.
Vedi anche: Anagrammi per discernimento
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: discerne, discerno, discreto, discinto, disco, diserto, disto, dicerie, dice, dici, dico, dirne, dirime, dirimo, dire, dirò, dine, dino, dimeno, dime, dito, denim, demo, drin, dreno, isernino, ieri, iene, irto, inie, inno, scene, sceme, scemo, scie, scio, serie, serio, seri, sereno, sere, serto, seni, senno, sento, seno, seino, seme, sino, sito, cernie, cerino, cerio, ceri, cereo, cere, certo, cero, cenino, ceni, cene, cenno, cento, cent, ceno, cemento, ceto, cren, creo, cimento, cime, cinto, cito, ernie, erme, ermo, erto, rime, rimo, rito.
Parole contenute in "discernimento"
mento, discerni. Contenute all'inverso: csi.
Sciarade e composizione
"discernimento" è formata da: discerni+mento.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "discernimento"
»» Vedi anche la pagina frasi con discernimento per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non voleva comprendere che il padre, avendo più esperienze di vita, aveva più discernimento di lui.
  • Credevo che con il passare degli anni il tuo discernimento migliorasse.
  • Scusa se te lo dico ma hai veramente dimostrato poco discernimento.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Discernimento, Giudizio, Conoscimento, Senno, Buon senso, Senso comune - Il discernimento è un certo fatto, per mezzo del quale sappiamo distinguere e conoscere: il giudizio è propriamente quell'interno senso che ci fa capaci di giudicare: il giudizio dell'uomo ha varii gradi corrispondenti ai diversi periodi della sua vita: a sette anni comincia l'età del giudizio; dai venti ai trenta si mette; dicesi, il dente del giudizio; dai trenta in su, si deve avere giudizio; eppure a tutte le età si va soggetti a perderlo per cose da nulla. Il conoscimento precede e deve precedere il giudizio; perchè come mai si giudicherebbe rettamente di cosa senza conoscerla? Il senno vien dopo; di rado contemporaneamente; si fa senno molte volte quando non è più tempo; però, una mancanza, uno o più scapucci ci fanno far senno per l'avvenire. Per il conoscimento vediamo le idee nei fatti; per il discernimento le pesiamo, le classifichiamo, le adopriamo con giudizio, o tutto al più con quel qualsiasi senno di cui siamo capaci. Il buon senso è fratello, o se meglio così vogliamo, figlio della ragione: è quella capacità di ragionare così all'ingrosso sulle cose che ha l'uomo quando ha la testa a luogo, abbenchè non guidato da studio o cognizioni speciali: talvolta il buon senso più rettamente guida nella comprensione del vero e nel proferirne giudizio, che l'intricato ammasso delle leggi, de' commenti, delle decisioni. Il buon senso del popolo, fu detto più volte, intravvede o sente più sanamente nelle cose di giustizia e di convenienza, che il filosofo guidato dal filo delle proprie speculazioni. Il senso comune è quel grano o grado di senno e di giudizio per cui si vede a sufficienza chiaramente e rettamente nelle cose ovvie, ne' casi della vita; senza quello l'uomo non sarebbe dissimile dagli animali bruti; è la ragione, o meglio il raziocinio in pratica. Quante sublimi speculazioni non furono spacciate e credute, le quali, viste a mente quieta, si riconobbero prive di senso, non dirò già filosofico, ma del buon senso comune! [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Discernimento - [T.] S. m. Atto e Facoltà del discernere.

Anco nel senso corp. T. Discernimento de' colori, delle forme; delle somiglianze, delle differenze. – Può dirsi, per estens., che Il senso ha un discernimento; come dicono i Gr. che Κρίνει; onde l'equivoco del senso Che giudica. (Rosm.) Ma il giudizio devesi distinguere dal discernimento istintivo.

In certo rispetto hanno un discernimento anche le bestie, non solamente inquantochè co' sensi distinguono, ma in quanto si dá loro una specie d'intelligenza. Red. Oss. an. 66. (C) È mirabile… il naturale discernimento di tutti gli animali irragionevoli.

2. Più pr. e più com. Il discernimento è della mente, e quindi della volontà. T. Discernimento tra il vero e il falso, tra il conveniente e lo sconveniente. Il discernimento distingue colla prima intuizione, poi più determinatamente col giudizio; poi separa e divide colla elezione e col fatto. = Coll. SS. Pad. 2. 4. 20. (Man.) Hanno per usanza esercitati i sentimenti al discernimento del bene e del male. Albert. 45. (C)

T. Oltrechè col Tra, col Di e l'Inf. Discernimento del conoscere il vero affetto dalla lusinga bugiarda.

Ass. Coll. SS. Pad. 1. 19. 14. (Man.) Tutti i pensieri che vengono nel cuore con sagace discernimento disaminate.

3. Più espressam. la facoltà, e il suo esercizio abituale. T. L'età del discernimento comincia innanzi l'età del giudizio. – Giovanetto che ha discernimento.– Uomo di molto, di giusto, di sottile discernimento. – Cosa fatta con discernimento. – Laddove Cic. Non est consilium in vulgo (da intendere non della plebe; chè nella razza de' nobili e in quella de' dotti v' è pur feccia di volgo), non ratio, non discrimen, non diligentia; è da rendere Discernimento, perchè Discrimen quasi Discernimen: e questa locuz. comprova come la facoltà della ragione consista nel notare le differenze delle cose, cioè i gradi dell'essere.

T. Opera senza discernimento, e chi di questa facoltà è scarso, e avendola non l'adopra sufficientemente in tale o tale atto: onde nella giurisprudenza penale dovrebbersi computare non solo i gradi del naturale discernimento, ma la possibilità e facilità dell'usarne nell'atto incolpato; e la più o men colpevole negligenza nell'uso; e ciò prova che buon criminalista è Dio solo, e che gli uomini giudicano tutti coll'ascia.

4. [Camp.] Predilezione, Accettazione di pers. Bibb. Par. II. 19. Appo il nostro Signore Iddio non è iniquità, nè discernimento di persone, nè cupidità di doni (personarum acceptio). T. Senza discernimento di nazione o di parte, dovrebbesi il bello e il grande onorare dovunque si vegga. Un grande poeta vivente, a Maria: La femminetta nel tuo sen regale La sua spregiata lagrima depone… A te che i preghi ascolti e le querele Non come suole il mondo, nè degl'imi E de' grandi il dolor col suo crudele Discernimento estimi.

5. Gli oggetti stessi distinti. In questo senso può dirsi che la natura stessa pone discernimento tra cosa e cosa, in quanto presenta segni chiari a discernerli. Può dirsi Discernimento di colori, cioè colori distinti, come il lat. Discretio. Discernimento il Segno con cui le cose per la cura umana distinguonsi. Così Discrimen ai Lat. era la stessa reale differenza.

6. T. Fare discernimento, ch'è in Quintil., può usarsi in più d'uno de' sensi not.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: discepolo, discerne, discernere, discerni, discernibile, discernibili, discernibilmente « discernimento » discerno, discesa, discese, discesero, discesi, disceso, discetta
Parole di tredici lettere: discensionali « discernimento » discettassero
Vocabolario inverso (per trovare le rime): imbonimento, incarbonimento, ammonimento, incaponimento, componimento, proponimento, attonimento « discernimento (otneminrecsid) » fornimento, rifornimento, aerorifornimento, brunimento, pimento, rapimento, recepimento
Indice parole che: iniziano con D, con DI, parole che iniziano con DIS, finiscono con O

Commenti sulla voce «discernimento» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze