Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «disturbo», il significato, curiosità, forma del verbo «disturbare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Disturbo

Forma verbale
Disturbo è una forma del verbo disturbare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di disturbare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola disturbo è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: di-stùr-bo. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: disturbò.
Anagrammi
disturbo si può ottenere combinando le lettere di: sudi + bort; dir + busto; [dosi, sodi] + brut; tordi + [bus, sub, usb].
Componendo le lettere di disturbo con quelle di un'altra parola si ottiene: +aie = disabituerò; +rii = distribuirò; +ivi = distribuivo; +[dan, dna] = disturbando; +[ami, mai, mia] = disturbiamo; +agà = sbugiardato; +osa = subodorasti; +ana = subordinata; +ani = subordinati; +ano = subordinato; +acca = bastarduccio; +[cefi, feci] = bustrofedici; +[cefo, foce] = bustrofedico; +dine = distribuendo; +mimi = distribuimmo; +scii = distribuisco; +viti = distributivo; +[erti, irte, iter, ...] = distributore; +[irti, riti, tiri, ...] = distributori; +vana = disturbavano; ...
Vedi anche: Anagrammi per disturbo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: disturba, disturbi.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: disto, dito, dirò, duro, sturo, turo, tubo.
Parole con "disturbo"
Finiscono con "disturbo": antidisturbo, radiodisturbo.
Parole contenute in "disturbo"
turbo. Contenute all'inverso: brut.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "disturbo" si può ottenere dalle seguenti coppie: dima/masturbo.
Usando "disturbo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * bobino = disturbino.
Lucchetti Alterni
Usando "disturbo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * disturbino = bobino; * ateo = disturbate; * avio = disturbavi; * astio = disturbasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "disturbo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = disturbarono; * atre = disturbatore; * atri = disturbatori; * atti = disturbatoti.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "disturbo"
»» Vedi anche la pagina frasi con disturbo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Scusa se ti disturbo, hai per caso del sale da prestarmi?
  • Scusami se ti disturbo durante il lavoro, ma devo chiederti notizie su una pratica importante.
  • Sono del parere che se riesco a fare tutto da sola è meglio, almeno non causo disturbo a nessuno.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Disturbo, Sconcerto - Disturbo è lieve turbamento di animo per qualche cosa spiacevole. - Sconcerto è lo stesso, ma con qualche alterazione di funzioni vitali. - Ambedue tali voci pigliano pure significato fisiologico; e Disturbo vale non grave turbamento delle funzioni digestive: Sconcerto è turbamento un poco più grave, con sintomi di altre alterazioni fisiologiche. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Afflizione, Cordoglio, Pena, Disturbo, Croce, Dispiacere, Mortificazione, Tristezza - « Pena, in senso retto, è castigo, punizione; in senso traslato, sta per afflizione, angustia d'animo ». Cioni.

Afflizione è meno di cordoglio; questo è più intimo, e suona proprio doglia del cuore; disturbo è meno ancora: può essere del corpo o della mente. Croce, per afflizione, è parola di senso stretto cristiano: ognuno ha la sua croce; beato chi la porta con rassegnazione. Dispiacere, afflizione, tristezza sono sentimenti dolorosi dell'animo che gradatamente così appunto vanno crescendo; con questa differenza però tra i due primi, che può uno avere un dispiacere ma non essere sempre afflitto; lo è quando vi pensa o che qualche circostanza glielo richiama alla mente. L'afflizione è più profonda, più diuturna, può venire da una serie di dispiaceri. La tristezza nasce in noi quando l'afflizione è divenuta abituale, quando uno si compiace in certo qual modo nel ruminare i proprii dispiaceri e nel pascersi in quelli. Nella mortificazione è dispiacere e vergogna di qualche nostro fallo; o provati da noi per riflessione spontanea, o perché messi in avvertenza da altri. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: disturberesti, disturberete, disturberò, disturbi, disturbiamo, disturbiate, disturbino « disturbo » disubbidendo, disubbidente, disubbidì, disubbidiamo, disubbidiate, disubbidiente, disubbidienti
Parole di otto lettere: disturbi « disturbo » disumana
Vocabolario inverso (per trovare le rime): biturbo, conturbò, conturbo, perturbò, perturbo, masturbò, masturbo « disturbo (obrutsid) » antidisturbo, radiodisturbo, cubo, succubo, cecubo, incubo, binubo
Indice parole che: iniziano con D, con DI, parole che iniziano con DIS, finiscono con O

Commenti sulla voce «disturbo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze