Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «garzone», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Garzone

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola garzone è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: gar-zó-ne. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: organze.
garzone si può ottenere combinando le lettere di: zen + [agro, argo, gora]; nego + zar.
Componendo le lettere di garzone con quelle di un'altra parola si ottiene: +zia = agonizzare; +zia = agonizzerà; +[ozi, zio] = agonizzerò; +rna = garzeranno; +[adì, dai, dia] = gradazione; +sii = graziosine; +zii = ingozzerai; +rii = ingrazierò; +ili = largizione; +[csi, ics, sci, ...] = zingaresco; +[baio, boia] = abrogazione; +ilei = elargizione; +miei = emigrazione; +zite = energizzato; +ilei = generalizio; +zeli = generalizzo; +iene = generazione; +inie = generazioni; +[lori, orli] = gironzolare; +loti = gironzolate; +[lori, orli] = gironzolerà; +[assi, issa] = grassazione; +iran = grazieranno; +magi = maggioranze; ...
Vedi anche: Anagrammi per garzone
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: garzona, garzoni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: garze, gare.
Parole contenute in "garzone"
zone, garzo.
Incastri
Inserendo al suo interno cin si ha GARZONcinE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "garzone" si può ottenere dalle seguenti coppie: garzai/aione, garze/eone, garzi/ione.
Lucchetti Alterni
Usando "garzone" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * aione = garzai.
Sciarade incatenate
La parola "garzone" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: garzo+zone.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "garzone" (*) con un'altra parola si può ottenere: * unii = guarnizione.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "garzone"
»» Vedi anche la pagina frasi con garzone per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il garzone aveva gli occhi tristi e impauriti, chiaramente il padrone era duro con lui.
  • Ricordo benissimo quando ero piccolo, che il garzone del fornaio portava il pane al nostro ristorante.
Proverbi
  • Cavolo riscaldato e garzone ritornato, non fu mai buono.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Garzone, Fattorino, Garzona - Garzone è quel giovane che tengono in bottega alcuni mestieranti e artieri per ogni servigio che possa occorrere: e Garzone o Garzona è quell'uomo o donna che pigliano presso di sè i contadini i quali non hanno braccia sufficienti, acciocchè gli ajutino nelle faccende del podere. Il garzone e la garzona stanno in famiglia e sono a salario. - Fattorino è quel ragazzo di cui si servono i padroni di fondachi e di simili botteghe per i piccoli servigii. [immagine]
Fattorino, Garzone, Inserviente, i Giovani, Ministro, Tavoleggiante, Cameriere - Fattorino è quel giovanetto che sta nei negozii o di pannine o di mercerie o nei simili, destinato a far le minute faccende e andare attorno per certi servigii. - Garzone è giovane fatto, che sta in bottega di un mestierante per far i grossi servigii e imparare il mestiere. - I serventi dei caffè, liquoristi, ecc., che alcuni chiamano Inservienti, a Firenze si chiamano i Giovani, per es.: I giovani del caffè Doney; e anche Tavoleggianti, perchè accenna a servire la persona seduta alla tavola. - Quello che nei negozii sta come alla direzione di essi, e spesso sta alla cassa, si chiama Ministro. - [Tavoleggianti si dicono solamente quelli che servono nei caffè; ma quelli che servono a tavola in alberghi, in trattorie, in birrerie e simili, si dicono Camerieri, sebbene non facciano servizii nelle camere. Giovani si dice di qualunque negozio. - «Giovani di un caffè - d'un librajo - d'un parrucchiere - d'una merceria - d'un negozio di seterie.» In Firenze dicono giovane di studio, anche se avesse gli anni di Matusalemme, colui che negli studii o ufficii de' legali copia gli atti e fa altri piccoli servigii, come prender nota delle persone che vengono, ricevere e portare ambasciate e simili. G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Garzone, Giovane - In lingua di banco, il giovane è quello che fa parte dell'uffizio del principale: riceve per es. merci dai fabbricanti, le sdazia, vende al minuto, scrive sui registri, rimette in ordine le merci sparpagliate o ammontate sul banco dopo averne trattata la vendita o fattala in parte, e via via altre cose occorrenti nel fondaco o bottega. Il garzone è come il servitore della bottega o fondaco; è uomo di fatica, e perciò fa i lavori più materiali per cui si richieda forza di muscoli e mani incallite. [immagine]
Bambino, Infante, Bambolo, Bamboletto, Pargoletto, Fanciullo, Ragazzo, Garzone, Bimbo, Bamboccino, Bamboccio - « L'infante è bambino che ancora non parla, o parla non bene: il pargoletto è bambino piccino: sopra a sei anni non si chiamerà più così: ragazzo, mascolino, è men nobile di fanciullo, e avea senso di servo. Ma i diminutivi ragazzetto e ragazzino nel linguaggio famigliare non mancano di gentilezza. Ragazzaccio diciamo per altro, non già fanciullaccio. Garzone nella poesia vale giovane fatto: nell'uso comune, si chiama chi apprende un'arte, chi fa i servizi della bottega ». Gatti.

Bambino è fanciullino in fasce, e così il bambino per antonomasia dicesi al neonato Gesù. Bambolo è il bambino di due anni o a un dipresso fuori che sia delle fasce; bamboletto è vezzeggiativo di bambolo. Bimbo è voce affettuosa, e si dice d'ordinario: il mio bimbo, bel bimbo e simili. Bamboccio e bamboccino, è bambino grassoccio e vispo.

« Pargoletto, molto usato da' poeti, anche nella significazione di adiettivo, che manca agli altri ». A. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Garzone - Agg. usato per lo più in forza di S. m. Giovanetto, Fanciullo. Anche in questo senso non rimane che al verso. T. Altri lo reca a Agaso, onis; altri a Verna; altri a Gerdius, che in Lucil. sta accanto a Ancillae e Pueri. Interpretandosi da altri Γέρδιος per Tessitore; potrebbecisi vedere aff. col Garzone de' cardatori (V. GARZERIA). Scol. a Pers. Barones o Varones, lingua gallorum servi militum. Cedreno Garsonostasion, luogo distinto in chiesa a un ordine di pers. Liutpr.Carsamatium, giovane eunuco. Lat. barb. com. Garciones. Altri dall'ar. Fr. ant. Gars. Aff. a Ἄῤῥην, che renderebbe ragione del nobile senso dato a Garzonedagli It. = But. Par. 3. 1. (C) Garzone, che è più che fanciullo; fanciullo è infino a' sette anni, e garzone infino a' quattordici. Nov. Ant. 68. 1. Abbiendo un nobile e ricco uomo un suo unico figliuolo, essendo già fatto garzone, il mandò al servizio d'un Re. Amm. Ant. 9. 8. 5. La prima è apparare infino da garzone. Bocc. Nov. 50. tit. Petr. Son. 118. Garzon coll'ali non pinto, ma vivo. E cap. 1. Sopra un carro di fuoco un garzon crudo. Liv. M. Che come garzoni erano per niente spaventati. Varch. Iscriz. (Man.) Giovanni Maniero da Laterina, garzon di prima barba, amorevol senza dubbio,…

2. † Garzone si dice anche un Giovane scapolo e senza moglie. Salvin. Disc. 2. 467. (M.) Il mantenersi garzone, e, come fiorentinamente dichiamo, scapolo, per molte opportunità… sembra essere molto agevole. Malm. 1. 49. Bel Masotto Ammirato anch'egli passa, Lindo garzon d'ogni virtù dotato.

3. † Per Piccolino. Sall. Giug. 84. (M.) Anche gli mettea paura la sua età, e quella de' figliuoli, perocchè egli era già vecchio, e i suoi figliuoli molto garzoni. (Di sopra gli avea chiamati piccolini.) Fr. Giord. 83. Quelli che era Iddio… si è mutato e fatto uomo basso e umile, e garzone. (Parla della Circoncisione.)

4. † Per Figliuol maschio. Malm. (Mt.) Venne a tor donna, e n'ebbe un bel garzone. E Min. Annot. Qui il poeta seguita a mostrare il costume delle nostre donne, che quando il parto è di maschio… dánno alla creatura sempre qualche epiteto, come un bel garzone, un bel giovane, un garbato fantoccione…

5. Quegli che va a star con altri per lavorare. Tes. Br. 8. 40. (C) Io andai a richiedere voi, ed io richiesi vostro garzone, ed egli rispose. Bern. Orl. 1. 4. 29. E tanta gente ha seco ragunata, E tanti Re menava per garzoni, Ch'era una cosa orrenda e smisurata. E 2. 24. 31. Era Margolfo un feroce pagano, Che stava con Marsiglio per garzone. Malm. 1. 50. Perchè Anton Dei con tutti i suoi garzoni, In cambio di sbrigar quella faccenda, È ito al ponte a Greve a una merenda. T. Lett. dell'Antonin. al Galil. Ingegnere tanto stimato, che, se venisse Archimede a domandar soldo, lo porriano per suo garzone. [Val.] Borghin. Scritt. ined. Etrur. 1. 612. Nè dispregia (il Vasari) ancora di riguardare spesso l'opere loro; non per imitarle, che meglio sanno fare molti de' sua garzoni, ma… accrescer perfezione.

[Cont.] Spet. nat. XII. 15. Il garzone che porta la conca della malta. Stat. Orafi San. XLVI. E neuno cittadino, nè forastiere, non possa nè debba fare bottiga in Siena d'orafi, se prima non fa chiaro il rettore e' consiglieri che sia stato per lo meno sei anni all'arte degli orafi per garzone.

6. (Tom.) Nella poesia vale Giovane fatto: nell'uso comune chiamasi così Chi apprende un'arte, e Chi fa i servigi della bottega. Serve il garzone, ma in fondaco, o in bottega, o nella campagna; o veramente ajuta il padrone e il maestro ne' negozi o nell'arte; e ajutando impara.

[Cont.] Cart. Art. ined. G. II. 34. Tomaso di Giovanni Masini, suo garzone, per macinare e' colori, fiorini 1 in oro. T. Prov. Tosc. 116. Bisogna prima essere garzone e poi maestro. (Imparare per insegnare.) E 24. Cavol riscaldato e garzon ritornato, non fu mai buono.

7. Garzon di stalla dicesi Colui che fa l'ultime faccende della stalla, ed è per lo più sottoposto allo stalliere. (Man.)

[Cont.] Corte, Cavall. 48. Giambattista… fu mio garzon di stalla ott'anni, nelli quali vedendolo molto amorevole alli cavalli e da bene lo feci cavalcare in bardella, e governar un sol barbaro nell'ultim'anno: e di poi levandolo da tal governo lo puosi a cavalcar in sella, e divenne mastro di stalla.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: garzoncelle, garzoncelli, garzoncello, garzoncina, garzoncine, garzoncini, garzoncino « garzone » garzoni, gas, gasa, gasai, gasammo, gasando, gasano
Parole di sette lettere: garzona « garzone » garzoni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): stanzone, credenzone, tenzone, sentenzone, punzone, eurozone, mesozone « garzone (enozrag) » interzone, euzone, erbazzone, ragazzone, piazzone, palazzone, amazzone
Indice parole che: iniziano con G, con GA, parole che iniziano con GAR, finiscono con E

Commenti sulla voce «garzone» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze