Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «genia», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Genia

Note
Il significato letterale di genia è: stirpe, progenie, razza, specie; può essere riferito a un complesso di persone o animali o cose, appartenenti alla stessa famiglia o specie o qualità.

Nel linguaggio comune, questo termine è utilizzato soltanto in senso offensivo per definire un insieme di persone malvagie, di gentaglia, ad esempio "una genia di ladri", "una genia d'imbroglioni". Si presume che l'origine del nome derivi dal greco geneà che significa origine, razza.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola genia è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: ge-nì-a. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: negai.
Componendo le lettere di genia con quelle di un'altra parola si ottiene: +duo = adeguino; +[dan, dna] = agendina; +sud = agnusdei; +sto = agoniste; +blu = albugine; +[gol, log] = aleggino; +alt = alginate; +[lao, ola] = analogie; +col = angelico; +noi = angioine; +tan = annegati; +van = annegavi; +ton = antigone; +[ter, tre] = argentei; +[tar, tra] = arginate; +[out, tuo] = autogeni; +[bar, bra] = bagnerai; +bug = buaggine; ...
Vedi anche: Anagrammi per genia
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: genie, genio, genoa, nenia, tenia, venia.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: denim, lenii, nenie, renii, renio, tenie, venie, venir, zenit.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: geni.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: genica.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: faine.
Parole con "genia"
Iniziano con "genia": geniale, geniali, geniacce, geniacci, geniaccia, geniaccio, genialata, genialate, genialità, genialone, genialoni, genialoide, genialoidi, genialotti, genialotto, genialmente.
Finiscono con "genia": eugenia, biogenia, criogenia, fonogenia, fotogenia, lisogenia, telegenia, primigenia, embriogenia, orittogenia, disontogenia.
Contengono "genia": congeniale, congeniali, ermogeniana, ermogeniane, ermogeniani, ermogeniano, idrogeniamo, idrogeniate, ossigeniamo, ossigeniate, congenialità, deidrogeniamo, deidrogeniate, congenialmente.
»» Vedi parole che contengono genia per la lista completa
Parole contenute in "genia"
geni.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "genia" si può ottenere dalle seguenti coppie: geco/conia, gelivo/livonia, gema/mania, gemi/minia, gene/nenia, genova/ovaia.
Usando "genia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: erge * = ernia; * iati = genti; * aeri = genieri; strage * = strania.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "genia" si può ottenere dalle seguenti coppie: garage/niagara.
Usando "genia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: niagara * = garage; aero * = erogeni; * garage = niagara; afono * = fonogeni; arino * = rinogeni; azimo * = zimogeni; aprimi * = primigeni.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "genia" si può ottenere dalle seguenti coppie: genti/iati.
Usando "genia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ernia * = erge; * conia = geco; * mania = gema; * minia = gemi; gene * = nenia; * livonia = gelivo; * ovaia = genova; strania * = strage; * alea = geniale; * talea = genitale.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "genia" (*) con un'altra parola si può ottenere: * un = genuina; * mimo = geminiamo; * mite = geminiate; * ermo = generiamo; * erte = generiate; * lode = glenoidea; * colta = genicolata; * colte = genicolate; * colti = genicolati; * colto = genicolato; inerte * = ingeneriate.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "genia"
»» Vedi anche la pagina frasi con genia per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quell'uomo, assieme a suo fratello, discende da una genia di scrocconi.
  • Non so da chi ha preso mia nipote diciottenne: a scuola ha tutti nove e dieci mentre nella nostra genia siamo mediocri.
  • Eccolo là che gioca a carte; lui e tutta la sua genia di perdigiorno.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Genia, Schiatta, Razza - Genia è voce dispregiativa, e accenna a moltitudine di gente di vile condizione e di vituperosa origine. - Schiatta indica la origine; ma è anch'essa tanto o quanto dispregiativa. - Razza è più che altro delle bestie; e detto degli uomini, ha pur essa del dispregiativo. Le parole nobili sono Stirpe, Prosapia, Lignaggio, che si vedranno altrove. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Genia, Gentaccia, Gentame, Gentaglia, Canaglia, Marmaglia - «Genìa, sempre ha mal senso: gentaglia, non tanto: vale infima plebe, ma non gente cattiva o spregevole, come genìa. Gentaccia è peggio: esprime non tanto vil condizione, quanto perversità. Gentame è men comune, e meno dispregiativo. Gentaglia si può talvolta applicare a poche persone; non così l'altro. Canaglia, da cane, più di tutti; vale gente vilmente cattiva». Romani.

Marmaglia dice piuttosto gente di poco conto, che gente cattiva; dicendo marmaglia intendesi anche una certa moltitudine affollata o sparsa. Gentaccia, gente cattiva; gentame, gente di poco conto; gentaglia, gente di diversi ceti e professioni, ma delle inferiori della società; canaglia, gente malefica, malvagia; marmaglia, confusione di gente di poco conto, e di ragazzi in ispecie; dal quale vocabolo venne forse il marmot dei Francesi. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Genia - [T.] S. f. Generazione di pers. di cui vogliansi notare le più o men triste qualità, più mor. che soc. T. In Lucif. di Cagliari Generamen e Genimen. E la desin. in ia ha qui del dispr. Progenie ha sempre senso migliore, ma men com. = Lib. Viagg. (C) Sta' cheto, e non parlar più, perocchè nella mia schiatta n'ha più (ce n'è) che nella tua genía.

† F. V. 11. 101. (C) Ser Vanni Botticella, anticamente per genía di beccaio, s'offerse di prendere quel carico.

2. Siccome Generazione son anco le persone generate; così Genía. Bern. Orl. 2. 22. 9. (C) Soridan… signoreggia tutta l'Esperia, Ch'è tanto in là, che quasi è fuor del mondo: E pure è nera ancor la sua genía. Lib. Viagg. Vi diròe di molte provincie, diversi paesi e isole che si truovano, e di molte geníe di genti e fiere. T. Prov. Tosc. 217. (Di certi paesi, dopo averli nominati) Son la peggio genía che Cristo stampi. – Certi gentiluomini che reputano tutti genía, farebbero dire: La genía de' patrizi.

3. Siccome Generazione, anco pers. non della medesima schiatta, ma che, per alcuna qualità comune, riguardansi come formanti famiglia. Lasc. Mostr. st. 3. (C) Ciurma, gente, o genía simile a questa Non fu giammai cantata in versi o in prosa. T. I letterati sono una certa genía… = Ass. Morg. 20. 114. (C) Non son guerrier' costor', ma son genía.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: gengivali, gengivari, gengivario, gengive, gengivite, gengiviti, geni « genia » geniacce, geniacci, geniaccia, geniaccio, genialata, genialate, geniale
Parole di cinque lettere: gemmo « genia » genie
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ampelotecnia, zootecnia, sarracenia, cecenia, adenia, linfadenia, gardenia « genia (aineg) » telegenia, primigenia, biogenia, embriogenia, criogenia, fonogenia, lisogenia
Indice parole che: iniziano con G, con GE, iniziano con GEN, finiscono con A

Commenti sulla voce «genia» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze