Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «inganno», il significato, curiosità, forma del verbo «ingannare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Inganno

Forma verbale
Inganno è una forma del verbo ingannare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di ingannare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola inganno è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: nn. Lettera maggiormente presente: enne (tre).
Divisione in sillabe: in-gàn-no. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: ingannò.
Anagrammi
inganno si può ottenere combinando le lettere di: non + gina; ong + [anni, nani]; gin + [nano, nona].
Componendo le lettere di inganno con quelle di un'altra parola si ottiene: +alé = ennagonali; +far = infrangano; +[dan, dna] = ingannando; +[ami, mai, mia] = inganniamo; +[ere, ree] = ingenerano; +giù = ingiungano; +[sui, usi] = insanguino; +[are, era, rea] = nonagenari; +[sua, usa] = sanguinano; +[sui, usi] = sanguinino; +[aste, seta, tesa] = antesignano; +[arre, erra, rare] = argineranno; +[iuta, tuia] = autoinganni; +geco = cannoneggio; +divo = dongiovanni; +[erme, mere] = gemineranno; +urge = giungeranno; +ture = giunteranno; ...
Vedi anche: Anagrammi per inganno
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: inganna, inganni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: inno, nano.
Parole con "inganno"
Finiscono con "inganno": disinganno, autoinganno.
Parole contenute in "inganno"
anno.
Lucchetti
Usando "inganno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rendering * = renderanno.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "inganno" si può ottenere dalle seguenti coppie: ingressi/isseranno.
Lucchetti Alterni
Usando "inganno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ateo = ingannate; * avio = ingannavi; renderanno * = rendering; * astio = ingannasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "inganno" (*) con un'altra parola si può ottenere: ter * = tingeranno; * arno = ingannarono; * atre = ingannatore; * atri = ingannatori; * raro = ingranarono; inter * = intingeranno.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "inganno"
»» Vedi anche la pagina frasi con inganno per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ritengo che non è bello prendere con l'inganno una persona.
Proverbi
  • Fatta la legge, trovato l'inganno.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Fallacia, Inganno - Fallacia è intenzione e consuetudine d'ingannare; è Inganno che vuole proprio indurre in fallo. Uomo, donna, indizio fallace, che usano ingannare, o che portano di forza ad ingannarsi. L'Inganno può bensì essere teso dal furbo al semplice; ma il semplice, l'imperito può cadere in inganno per totale sua colpa; vi sono perfino dei dolci inganni che si risolvono in bene o in diletto di chi vi era incappato. [immagine]
Frode, Dolo, Inganno - Frode è quell'astuzia condotta di soppiatto, per ingannare altrui e danneggiarlo specialmente nell'interesse e privarlo di qualche bene o vantaggio. - Dolo è una specie di frode; è quella propriamente che può essere nelle scritturazioni di un negoziante che prepari la lunga mano un fallimento, il quale appunto allora chiamasi doloso. Il dolo sta nel pensiero malvagio; la frode nel risultamento del dolo per cui si carpiscono le somme o altro affidate alla buona fede. - Inganno è più generico; può essere palese o nascosto, di fatti o di parole: poi l'inganno tende qualche volta soltanto a nascondere il vero senza fine di male: la frode è sempre diretta a danneggiare: l'inganno può venire dalle apparenze e non essere vero in fondo; onde riconosciuta poi la verità con soddisfazione d'ognuno, non è raro l'esclamare: Oh il felice inganno! Di frode e di dolo mai si potrà dir questo. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Fallacia, Inganno - Fallacia è intenzione e abitudine d'ingannare; è inganno che vuole proprio indurre in fallo: uomo, donna, indizio fallace, che usano ingannare, o che portano di forza ad ingannarsi; l'inganno può bensì essere teso dal furbo al semplice; ma il semplice, l'imperito può cadere in inganno per totale sua colpa: vi sono perfino dei dolci inganni che si risolvono in bene, o in diletto di chi vi era incappato. [immagine]
Frode, Dolo, Inganno - Frode è quell'astuzia condotta di soppiatto, onde ingannare altrui e danneggiarlo specialmente nell'interesse, e a privarlo di qualche bene o vantaggio. Dolo è una specie di frode; è quella propriamente che può essere nelle scritturazioni di un negoziante che prepari da lunga mano una bancarotta, la quale appunto allora chiamasi dolosa: il dolo sta nel pensiero malvagio; la frode nel risultamento del dolo per cui si carpiscono le somme o altro affidate alla buona fede. Inganno è più generico; può essere palese o nascosto, di fatti o di parole: poi l'nganno tende qualche volta soltanto a nascondere il vero senza fine di male: la frode è sempre diretta a danneggiare: l'inganno può venire dalle apparenze e non essere vero in fondo; onde riconosciuta poi la verità con soddisfazione d'ognuno, non è raro l'esclamare: oh il felice inganno! Di frode e di dolo mai si potrà dir questo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Inganno - S. m. Fraude. Maestruzz. 2. 11. 2. (C) Lo 'nganno è una insidiosa malizia, quando alcuno si fa involar la cosa che gli è stata data in serbanza. Bocc. Nov. 26. 21. Quello che io semplicemente amando aver non potei, amor con inganno m'ha insegnato avere. Dant. Rim. 16. Lo qual mi mena pien tutto di fede A dolce morte sotto dolce inganno. G. V. 9. 270. 2. Ma tutto ciò era inganno e tradimento. [Cont.] Garimb. Cap. gen. 159. Volendo adunque cogliere alla sprovista uno, che sia avveduto e considerato nella sorte sudetta, è necessario voltarsi alle astuzie, a i stratagemmi e insomma a gl'inganni, mostrando in apparenza di voler far una cosa e nel secreto praticarne un'altra. = Franc. Sacch. Nov. (Mt.) Mosse un altro inganno, benchè non li venisse fatto al suo pensiero. T. Tass. Ger. lib. 1. Dall'inganno suo vita riceve (il fanciullo che beve la medicina condita di dolce). = Giov. Gell. Vit. Alf. 132. (Man.) Chiamatolo con uno inganno assai bene ordinato… lo ritennero prigione.

T. Sansov. Conc. Polit. È più infame cosa a coloro che sono in qualche dignità l'averla acquistata con frode e con inganno che per manifesta e aperta violenza. – L'inganno riguarda più direttamente la mente, e può farsi con mere parole e apparenze; la frode, i fatti e gli utili materiali; onde cade sotto le leggi civili e penali. Ma al fare riguarda il Prov. Tosc. 46. Con arte e con inganno si vive mezzo l'anno; Con inganno e con arte si vive l'altra parte (degl'imbroglioni).

T. Sansov. Conc. Polit. Non può l'ozio con maggiore e più pericoloso inganno che con questo (delle lettere) nelle città ben ordinate entrare. Lor. Med. Son. Pessimo inganno. Savon. Pred. Col veleno dell'inganno. Vang. Fecero consiglio per prenderlo con inganno e ucciderlo. = Segner. Mann. Genn. 1. 5. (Vian.) Queste (pazzie morali) da infiniti si tengono per saviezze, e però queste, a distinzione delle altre (cioè, delle pazzie naturali), si chiamano pazzie false, cioè pazzie mentitrici; siccome appunto i maggiori inganni si chiamano inganni falsi.

T. Inganno, più che illusione. – Inganno grossolano. – Artefice d'inganni.

2. T. Cadere in inganno. – Condurre in… – Trarre in… (ancora peggio).

3. [Camp.] Fare inganno, per Ingannare. D. 1. 8. Qual è colui che grande inganno ascolta Che gli sia fatto…

T. Tramare inganno è più grave.

4. E Fare inganno, fig. [Tor.] Car. En. IV. v. 12. Tenta, se così può l'ardente amore O spegnere o scemare, o fargli inganno. (Infandum si fallere possit amorem.)

5. [Camp.] Ricevere inganno, per Rimanere ingannato, Essere leso con fraude ne' proprii diritti. D. 1. 20. Prima che la mattia da Casalodi Da Pinamonte inganno ricevesse. E 3. 9. Dappoichè Carlo tuo, bella Clemenza, M'ebbe chiarito, mi narrò gl'inganni Che ricever dovea la sua semenza.

6. Usare inganno. [F.] Vill. G. 10. 88. Conviene usare inganno con prodezza.

7. [Camp.] Per Insidia. Giud. G. A. XXXII. Ond' ipso con la facie infintamente allegra fue riceputo da Clitemnestra, la quale li avea apparecchiati li inganni della morte.

8. Per Errore, Falsa opinione. Bocc. Nov. 26. 21. (C) Diliberò di palesarsi, e di trarla dello 'nganno nel quale era.

9. Per Differenza, Svario. Sagg. nat. esp. 70. (C) Essendo anch'eglino (gli strumenti) niente meno gelosi, e sottoposti a mostrare i medesimi inganni di questo primo.

10. (Mus.) [Ross.] Effetto che risulta dal risolvere una Nota od un Accordo in maniera diversa da quella che l'orecchia aspetta. Paol. 1. 3. 68. Col basso si fa un bellissimo inganno, mentre non si va nelle modulazioni che accennano le parti cantanti.

11. A inganno, post. avverb. V. A INGANNO.

12. [Camp.] Favellare ad inganno, per Parlare con malizia, e sim. Bib. Salm. 33. Vieta la lingua tua dal male, ed i labri tuoi non favellino ad inganno (ne loquantur dolum) (parlar frode, il Diodati).

13. D'inganno, post. avverb. Ingannevolmente. Lib. Cat. 3. 1. 36. (M.) A quegli che dice d'inganno, e non è di cuore fedele amico, tu in verità fa' il simile.
A inganno - Posto avverb. vale Con inganno, Ingannevolmente. Dant. Inf. 19. (C) Non temesti tôrre a 'nganno La bella donna, e di poi farne strazio? Filoc. 4. Reina, non voler porgere ora con lusinghevoli parole conforto colà, dove ad inganno hai tu messo tristizia. Cavalc. Med. cuor. Onde li facevano le questioni e i domandi a inganno.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ingannerò, ingannevole, ingannevoli, inganni, inganniamo, inganniate, ingannino « inganno » ingarbugli, ingarbuglia, ingarbugliai, ingarbugliammo, ingarbugliamo, ingarbugliando, ingarbugliano
Parole di sette lettere: inganni « inganno » ingegni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): capodanno, compleanno, fanno, affannò, affanno, rifanno, disfanno « inganno (onnagni) » autoinganno, disinganno, hanno, rianno, malanno, alemanno, turcimanno
Indice parole che: iniziano con I, con IN, iniziano con ING, finiscono con O

Commenti sulla voce «inganno» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze