Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «maligno», il significato, curiosità, forma del verbo «malignare» aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Maligno

Forma verbale
Maligno è una forma del verbo malignare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di malignare.
Aggettivo
Maligno è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: maligna (femminile singolare); maligni (maschile plurale); maligne (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di maligno (malvagio, perfido, cattivo, malevolo, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola maligno è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: ma-lì-gno. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: malignò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: milonga.
maligno si può ottenere combinando le lettere di: [mino, nomi] + gal; [ilo, oli] + gnam; ong + [lami, lima, mail]; ogm + [alni, lina]; [gol, log] + [iman, mani, mina]; gin + [malo, mola]; gli + [mano, noma].
Componendo le lettere di maligno con quelle di un'altra parola si ottiene: +mal = allignammo; +[ali, ila, lai] = alligniamo; +tai = amantiglio; +ora = amarognoli; +[sai, sia] = analogismi; +osa = analogismo; +[csi, ics, sci, ...] = anglicismo; +ana = anglomania; +cap = campagnoli; +[ceo, eco] = congeliamo; +[beo, boe] = emoglobina; +ago = gagnoliamo; +ala = gallomania; +alé = gallomanie; +[lao, ola] = galloniamo; +tum = glutinammo; +[tar, tra] = gramolanti; +[mou, umo] = immunologa; +[api, pia] = impagliano; +per = impegnarlo; +pii = impigliano; +caì = incagliamo; ...
Vedi anche: Anagrammi per maligno
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: macigno, maliano, maligna, maligne, maligni, saligno.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: saligna, saligne, saligni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: malo, magno, mago, mano, mino, alno, lino.
Parole contenute in "maligno"
ali, mal, mali. Contenute all'inverso: ila, ong.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "maligno" si può ottenere dalle seguenti coppie: malici/cigno.
Usando "maligno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cimali * = cigno; * ignota = malta; * ignote = malte; * ignoti = malti; * ignoto = malto; somali * = sogno; alma * = alligno; trama * = traligno; * nonetti = malignetti; * nonetto = malignetto.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "maligno" si può ottenere dalle seguenti coppie: mala/alligno.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "maligno" si può ottenere dalle seguenti coppie: malta/ignota, malte/ignote, malti/ignoti, malto/ignoto.
Usando "maligno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: alligno * = alma; sogno * = somali; malignetta * = nettano; malignetti * = nettino; * malignetti = nonetti; * malignetto = nonetto; * ateo = malignate; * avio = malignavi; * astio = malignasti; * nettano = malignetta; * nettino = malignetti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "maligno" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = malignarono.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "maligno"
»» Vedi anche la pagina frasi con maligno per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La palla, con un effetto maligno, ha scavalcato la barriera e si è infilata in rete sorprendendo il portiere.
  • Quel collega è stato molto maligno in quell'occasione.
  • Giangiacomo è stato molto più maligno di Giovanni.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Maligno, Malizioso, Malevolo, Malvagio, Cattivo, Pravo, Perverso, Iniquo, Reo, Rio - Malizioso, chi conosce il male più che l'età o l'esperienza non comporta; pare che lo conosca d'istinto o l'indovini: malevolo, chi vuol male; malvagio, chi lo fa; maligno, chi se ne compiace. Cattivo, in genere, chi non è buono; cattivo, chi fa il male quasi per necessità di natura; cattivo, in altro senso, prigioniero; e in questo, pare, chi è avvinto da necessità o da abito di fare il male. Pravo, chi è o fu guasto; perverso, chi ama il male, il disordine essenzialmente, chi non ha in sè nulla di buono, e pervertì per così dire l'immagine bellissima che Dio scolpì di sè in ogni uomo, creandolo. Iniquo, chi nega giustizia, chi fa ingiustizie: iniquo perciò l'ingrato; iniquo il figlio disumano che abbandona i genitori nel bisogno, o non corrisponde con egual tenerezza al loro amore: iniquità sono perciò detti in teologia i peccati perché accusano ingratitudine verso Dio. Reo, il colpevole riconosciuto: anima rea, quella macchiata di delitto, e che non esiterebbe a commetterne altri. Rio, affine a duro, a crudele: rio destino, ria sorte, mondo tristo e rio; è più della poesia che della prosa. Nel secolo scorso si agitò da' filosofi la quistione: se l'uomo sia stato creato essenzialmente cattivo: ma non è un pervertire l'idea che si deve avere di Dio, il supporre un tal fatto, e non è una iniquità il cercare a puntellarlo d'argomenti? Il maligno trova una sua particolare soddisfazione a veder altri soffrire: il malizioso sorride nel vederlo negli impicci; il malevolo cova l'odio, la gelosia, l'invidia; il malvagio opera a danno altrui, a dispetto, ad onta delle leggi civili ed umane, le quali tiene in non cale e come non avvenute: la malizia va colla malignità; la malevolenza, colla malvagità. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Maligno - Agg. Aff. al lat. aureo Malignus. Che ha malignità; e dicesi così delle persone come delle cose. Petr. cap. 1. (C) L'amore in odio torse Fedra, amante terribile e maligna. Dant. Purg. 32. A sè traendo la coda maligna. But. ivi: La coda maligna, cioè lo malvagio inganno. Serm. S. Ag. 17. E 'l biasimare viene da grande perversità, è cosa maligna,…

T. Vang. Se l'occhio tuo sarà maligno, tutta la tua persona sarà tenebrosa. [Cam.] Prov. Tosc. 172. Occhio maligno, alma sventurata.

2. T. Enf. Intenzioni, parole, atti, viso, sguardo.

T. Frodi maligne.

3. T. Spirito maligno, anche d'uomo, peggio che malizioso.

Bocc. Nov. 65. 20. (C) Da quella ora in qua che tu ti lasciasti nel petto entrare il maligno spirito della gelosia.

T. Vang. Curate da spiriti maligni e da infermità.

4. T. Sost. dall'Agg. Se ne vede il maligno (la malignità nella faccia, ne' modi). Marrin. Annot. Baldov. Lament. 31. Taddia tanto al maligno: Che tu meco ti dia tanto al cattivo, Che tu ti porti meco Tanto malignamente.

5. In forza di Sost. vale anche Diavolo; così detto quasi per antonomasia. Coll. Ab. Isaac. cap. 20. (C) Iddio discaccia da loro la crudeltà del maligno, acciocchè non gli tocchi; il qual maligno si raffrena, vedendo il guardiano loro. Pass. 269. Avete vinto il maligno, cioè il diavolo. [G.M.] Segner. Crist. Instr. 1. 21. 4. Quella voglia insaziabile che ha il maligno, di fare che ogni peccato divenga scandalo, ed ogni febbre degeneri in contagione. E 3. 23. 18. L'astuzia nelle tentazioni, in cui quel maligno raddoppia più che mai sull'ultimo le sue frodi per guadagnarci.

6. Di cose corp. T. Clima maligno.

T. Tass. Rim. 2. 578. Nè sì l'ombra maligna i fiori adugge… Come l'altrui speranze ella disperde. = Dant. Inf. 5. (C) A noi venendo per l'aer maligno.

[Camp.] Farsi maligno, parlandosi di Terreno, per Produrre e ricuoprirsi di piante malefiche. D. 2. 30. Ma tanto più maligno e più silvestro Si fa 'l terren col mal seme e non colto, Quant'egli ha più di buon vigor terrestro.

7. (Med.) Detto di Febbre, e d'altre malattie, e sim. [Val.] Cocchi, Bagni, 155. A quest'ordine ridur si possono anco le (febbri) maligne. E Op. 1. 226. Potente rimedio contro le febbri maligne.

T. G. Gozz, Serm. Maligna peste (anco trasl.).

[T.] Cuore maligno, direbbesi in quanto la maligna volontà lo corrompe; Anima maligna, sentirebbesi improprio.

T. Maligno sospetto. Pensieri, Intenzioni, Fini.

T. Voci maligne. Accuse; Scritto. C'è anche un Silenzio maligno. Le reticenze poi sono il forte della gente maligna.

T. Maligna discordia. Anco Pace maligna, se insidiosa.

Come sost. T. Ps. 14. 4. Ridotto a niente nel cospetto del giusto il maligno. (Ad nihilum deductus est in conspectu ejus malignus).

II. Senso corp. T. Red. Vip. 1. 53. Se volessero medicare a suon di chitarrino le morsure di quella maligna bestiuola.

T. Vapori maligni. D. 1. 7. Una palude fa, che ha nome Stige, Questo tristo ruscel, quand'è disceso Al piè delle maligne piagge grige. Virg. Georg. II. 179. Difficiles primum terrae, collesque maligni Tenuis ubi argilla et dumosis calculus arvis. Ed Aen. VI. 270. Quale per incertam lunam sub luce maligna Est iter in sylvis; al che accenna l'aer maligno di Dante. Più sotto: Aer perso.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: malignetti, malignetto, maligni, maligniamo, maligniate, malignino, malignità « maligno » malimpiegata, malimpiegate, malimpiegati, malimpiegato, malinconia, malinconica, malinconicamente
Parole di sette lettere: maligni « maligno » malioso
Lista Aggettivi: maliardo, malico « maligno » malinconico, malinteso
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sgraffignò, sgraffigno, ghignò, ghigno, sogghignò, sogghigno, segaligno « maligno (ongilam) » traligno, tralignò, saligno, alligno, allignò, gialligno, foligno
Indice parole che: iniziano con M, con MA, iniziano con MAL, finiscono con O

Commenti sulla voce «maligno» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze