Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «occulto», il significato, curiosità, forma del verbo «occultare» aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Occulto

Forma verbale
Occulto è una forma del verbo occultare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di occultare.
Aggettivo
Occulto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: occulta (femminile singolare); occulti (maschile plurale); occulte (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di occulto (nascosto, segreto, celato, ignoto, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola occulto è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Divisione in sillabe: oc-cùl-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: occultò.
Anagrammi
occulto si può ottenere combinando le lettere di: toc + [clou, culo].
Componendo le lettere di occulto con quelle di un'altra parola si ottiene: +bai = bioccoluta; +bei = bioccolute; +can = conculcato; +[ahi, hai] = occhialuto; +[dan, dna] = occultando; +[ami, mai, mia] = occultiamo; +sim = occultismo; +sii = oculistico; +rii = riccioluto; +[ari, ira, ria] = turacciolo; +bara = bloccaruota; +[celi, cile, elci] = cocciutello; +ceti = cuccioletto; +[cita, taci] = cucciolotta; +ceti = cucciolotte; +citi = cucciolotti; +[cito, coti] = cucciolotto; +[neri, reni] = cunicoltore; +[anni, nani] = lontanuccio; +vana = occultavano; +[erme, mere] = occulteremo; +[appi, papi, pipa] = polpacciuto; +[asti, sita, stai, ...] = salottuccio; +aids = soldatuccio; ...
Vedi anche: Anagrammi per occulto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: occulta, occulte, occulti.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: culo.
Parole contenute in "occulto"
cult, culto.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "occulto" si può ottenere dalle seguenti coppie: occupa/paltò.
Usando "occulto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * totano = occultano.
Lucchetti Riflessi
Usando "occulto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ottano = occultano; * ottava = occultava; * ottavi = occultavi; * ottavo = occultavo; * ottante = occultante.
Lucchetti Alterni
Usando "occulto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * paltò = occupa; * ateo = occultate; * avio = occultavi; * astio = occultasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "occulto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = occultarono; * atre = occultatore; * atri = occultatori.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "occulto"
»» Vedi anche la pagina frasi con occulto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • I suoi sentimenti celati nell'occulto della sua mente.
  • Quel ragazzo ha un segreto occulto che non riesco a conoscere.
  • Marco è un praticante dell'occulto e non mi piace per nulla.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Clandestino, Occulto, Segreto - Clandestino si dice quando la cosa è fatta non solo di nascosto, ma anche con rigiro e malizia. - «Matrimonio clandestino; Stampa clandestina.» - Si dicono Occulte quelle cose che si cerca di non mettere all'altrui veduta o saputa, per impedire o danni e inconvenienti. - «Gli tengono occulta quella disgrazia, perchè, sapendolo, potrebbe darsi alla disperazione.» - Si dicono Segrete quelle cose in generale che non sono sapute o vedute, o avvertite da altri. - «Queste cose bisogna tenerle segrete. - Scala segreta.» - Ma alle volte piglia qualità quasi di Clandestino, come quando dicesi Società segrete. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nascoso o Nascosto, Segreto, Occulto, Acquattato, Quatto - Nascoso o nascosto dicesi di persona o di cosa: sta nascosto chi non si lascia vedere. Segreto, di cosa soltanto, e se n'è fatto un sostantivo: un segreto se ha da stare segreto veramente deve dirsi a pochissimi, e forse a nessuno. Occulto è più che nascosto: occulte le cose in cui c'è mistero; occulte si tengono quelle che divulgate potrebbero recar danno. Acquattato, di persona, e fors'anche di animale, rannicchiato in sè: quatto non solo dice acquattato e così nascosto, ma significa eziandio lo stare in silenzio di chi teme colle parole o altro rumore darsi a vedere, scoprirsi. [immagine]
Occulto, Recondito, Astruso, Nascoso - Colla parola senso, astruso significa che è difficile a capirsi; recondito, che sta avviluppato così bene addentro alle parole, che non basti una semplice lettura a scoprirvelo; occulto, che è altro e diverso dal senso apparente e palese; nascoso, che vi è, ma che non si scoprirà a prima vista. A capire un senso astruso ci vuole sottigliezza d'ingegno; a scoprire il senso recondito, penetrazione; il senso occulto, o s'indovina a caso, o è svelato agl'iniziati; si trova il senso nascosto esaminando ben bene il valore di ogni espressione o vocabolo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Occulto - Agg. Aff. al lat. aureo Occultus. Celato, Nascoso, contrario di Palese, e di Manifesto. Bocc. Nov. 8. g. 2. (C) Quasi da occulta virtù mossi, avesser sentito costui loro avolo essere. E nov. 3. g. 10. Il tuo proponimento mostratomi senza dubbio sarà occulto. Dant. Purg. 30. Per occulta virtù che da lei mosse, D'antico amor senti' la gran potenza. Petr. Canz. 17. 6. part. I. Ch'ogni occulto pensiero Tira in mezzo la fronte, ov'altri il vede. Sagg. nat. esp. 128. Penetrando, non che ne' vetri, sino per l'occulte vie de' metalli. [Laz.] Coll. SS. PP. 18. 6. Conculcarono (i santi) gli occulti agguati del diavolo stando fra gli uomini.

[Cont.] Neri, Arte vetr. I. 16. Il croco di Marte non è altro che una sottigliazione e calcinazione di ferro; per mezzo della quale la sua tintura, che in vetro è rubicondissima, si apra di maniera che comunicatasi con il vetro non solo manifesti se stessa, ma faccia che tutti gli altri colori metallici, che per ordinario nel vetro sariano occulti e morti, apparischino vaghi e risplendenti.

[Cont.] Non conosciuto. Biring. Pirot. II. 10. La calamita è una di quelle cose che fa gli effetti suoi apparenti alla vista nostra per virtù particulare in tal modo occulta che la causa, ch'io sappi, dalli sapientissimi naturali speculatori, che han d'ogni altra cosa parlato, questa fino a or han cognosciuta.

2. † Per Occultato. Poliz. St. 1. 18. (C) Veder la terra di pomi coperta, Ogn'arbor da' suoi frutti quasi occulto. Ar. Fur. 42. 95. (M.) Di tutto il resto erano i nomi sculti: Sol questi duo l'artefice avea occulti.

3. [Cont.] Linee occulte, in un disegno, le quali servono a determinare la posizione di qualche punto, la direzione di qualche linea, e sim. Si segnano o con punta secca, o con inchiostro assai chiaro, o con matita che poi si cancella.

[Cont.] Serlio, Arch. II. 6. v. Tutte le linee, che non si possono vedere, sono occulte: nè altra differenzia è da un corpo transparente a un corpo solido, che sia a vedere l'ossadura di un corpo morto priva di carne, e vedere un medesimo corpo vivo con la sua carne, la quale cuopre quella ossadura. Serlio, Arch. I. 4. v. Sia menato una linea de' punti occulta dal G al A, e divisa la linea BC in due parti eguali che sarà D, e dal D al A sia ritirata un'altra linea occulta, la quale nel vero divide esso triangolo. G. G. Comp. XI. 259. Descriveremo con l'istessa apertura un cerchio occulto, il quale passando per i termini della data linea la riceverà 7 volte appunto nella sua circonferenza. Tart. Ques. Inv. V. 2. E bisogna notar che, quantunque io abbia tirate quelle cinque linee, che van dal centro a ciascun angolo del nostro disegno, tutte apparenti (come nella figura appare); nondimeno voleno esser tirate occulte, cioè senza inchiostro, perchè guastano la figura; ma così le ho tirate acciò che voi intendiate meglio la cosa.

[T.] Occulto dice più che Celato, e anco più che Nascosto. T. Vang. Nulla è occulto che non si manifesti. – Occulta rete. Inganno.

T. Forze occulte della natura. D. Conv. 161. Occulta cagione. – Cause occulte.
II. Di quel che concerne specialm. l'uomo. T. Prov. Tosc. 295. Sapienza occulta, tesoro riposto. – Scienze occulte, Che avevano dell'arcano, e del sospetto sovente.

T. Consiglio rimasto occulto. – Fine occulto.

[Pol.] Bocc. Nov. 5. g. 2. Allegrezza occulta T. Occulto amore. – La concupiscenza occulta. – Peccato occulto non sempre a bella posta celato; ma può essere in parte almeno, quanto alla vera sua gravità, occulto fino a chi lo commette. Ps. Ab occultis meis.

III. Coll'A. T. Maestruzz. 2. 14. Scrive Agostino… Non è però vano credere, essere per alcuna dispensazione permesso che, non signoreggiante l'arte magica, ma per occulta dispensazione, la quale era occulta a Saule e alla fittonessa si mostrasse loro lo spirito del giusto uomo agli occhi del re. Lett. B. Col. 101. Non vuole che la mia miseria Agli occhi vostri sia occulta.

IV. T. Di pers. non di cosa. Occulto discepolo, seguace, amico. – Occulti complici.

T. Ar. Fur. 24. 93. Che, piena essendo ogni cosa di guerra, Voleano gir, più che poteano, occulti. Più che Celati; ma men com.

V. Coll'In, a forma d'avv.; ma ass., nè potrebbesi In occulto da, come Di nascosto da… T. Ps. Sedet in insidiis cum divitibus in occulto. Vang. Nessuno fa cosa in occulto e cerca esser egli in palese. E: Nulla ho parlato in occulto. [Pol.] V. M. 9. 82. In occulto erano poco amici. T. Anco il Pallav. Ben. 4. 35.
In Occulto - Post. avverb. Occultamente. Bocc. Nov. 98. 35. (C) Che ho io a curare se il calzolajo, piuttosto che il filosofo, avrà d'un mio fatto, secondo il suo giudizio, disposto in occulto o in palese, se il fine è buono? Cr. 9. 87. 3. Alcune (colombe)… più volentieri in aperto… covano, e alcune più volentieri fanno in occulto. Vit. SS. Pad. 1. 121. (M.) Dio, lo quale vede in occulto.
Occulto - S. m. Segreto, Arcano. Aureo lat. Stor. S. Eug. 391. (M.) O Iddio, lo quale cognosce gli occulti del cuor mio. Vit. SS. PP. 2. 34. Guardi l'ore del monistero, e non sia negliente, e consideri i suoi occulti. E 1. 1. (Gh.) Solo Iddio sa li nostri occulti e il nostro fine. E ivi: Come dice la Scrittura, li uomini veggiono la vista di fuori, ma Iddio vede li occulti dentro [Camp.] Bib. Eccles. 27. Ama il prossimo, e congiugni la fede di colui; e se paleserai li suoi occulti (absconsa illius), non seguiterai poi lui. E S. Gio. Gris. Om. Ma colui il quale li occulti del cuore cognosce, la fede del Centurione ancora, contro loro volontà. fece palese.

2. Per Cosa occulta. Dant. Par. 19. (C) Colui che volse il sesto Allo stremo del mondo, e dentro ad esso Distinse tanto occulto, e manifesto.

3. [Camp.] In occulto, per Occultamente, è modo avverbiale. D. Conv. I. 10. E questa grandezza do io a questo amico, in quanto quello ch'elli di bontade aveva in podere ed in occulto, io lo fo avere in atto ed in palese. V. IN OCCULTO.

[Camp.] Ces. Com. Lui mancato dell'animo non vedevano e che in occulto non s'era ritratto (neque se in occultum abdiderat), nè lo conspetto della multitudine fuggito avea.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: occultista, occultiste, occultisti, occultistica, occultistiche, occultistici, occultistico « occulto » occupa, occupabile, occupabili, occupai, occupammo, occupando, occupandoci
Parole di sette lettere: occulti « occulto » occupai
Lista Aggettivi: occhialuto, occidentale « occulto » occupato, occupazionale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): semisvolto, risvolto, copririsvolto, avvolto, riavvolto, ravvolto, culto « occulto (otlucco) » ausculto, adulto, indulto, singulto, virgulto, multo, multò
Indice parole che: iniziano con O, con OC, iniziano con OCC, finiscono con O

Commenti sulla voce «occulto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze