Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scaldino», il significato, curiosità, forma del verbo «scaldare» anagrammi, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scaldino

Forma verbale
Scaldino è una forma del verbo scaldare (terza persona plurale del congiuntivo presente; terza persona plurale dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di scaldare.
Parole Collegate
Nomi Alterati e Derivati
Accrescitivi: scaldinone. Vezzeggiativi: scaldinuccio. Dispregiativi: scaldinaccio.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola scaldino è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti.
Anagrammi
scaldino si può ottenere combinando le lettere di: sol + candì; don + [lasci, lisca, scali]; lsd + [acino, caino, ciano, ...]; [dosi, sodi] + clan; [dolsi, soldi] + can; con + saldi; col + snida; [coni, noci] + adsl; [colsi, scoli, siclo] + [dan, dna]; condi + sla; dolci + [nas, san].
Componendo le lettere di scaldino con quelle di un'altra parola si ottiene: +tee = adolescenti; +osé = ciondolasse; +osi = ciondolassi; +ito = ciondolasti; +bit = cnidoblasti; +bot = cnidoblasto; +oro = colorandosi; +[ero, ore, reo] = consolidare; +tao = consolidata; +ito = consolidati; +avo = consolidava; +voi = consolidavi; +[ero, ore, reo] = consoliderà; +[ori, rio] = diliscarono; +[avi, iva, vai, ...] = diliscavano; +pod = discolpando; +pet = discolpante; +oro = dislocarono; +avo = dislocavano; +bei = indebolisca; +[are, rea] = lacerandosi; ...
Vedi anche: Anagrammi per scaldino
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: scalcino, scaldano, scaldini, scalzino, scardino, sfaldino.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: caldino, saldino, scalino.
Altri scarti con resto non consecutivo: scaldo, scali, scalo, scadi, scado, scio, saldi, saldo, salino, salio, sali, salo, saio, sano, sino, caldo, calino, cali, calo, cadi, cado, caino, caio, aldo, alno, lino.
Parole con "scaldino"
Iniziano con "scaldino": scaldinone, scaldinoni.
Finiscono con "scaldino": riscaldino, preriscaldino, surriscaldino, teleriscaldino.
Parole contenute in "scaldino"
din, dino, caldi, scaldi, caldino.
Incastri
Si può ottenere da scalo e din (SCALdinO).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "scaldino" si può ottenere dalle seguenti coppie: scalasse/assedino, scalda/dadino, scalfì/fidino, scalmo/modino, scalo/odino.
Usando "scaldino" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: casca * = caldino.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "scaldino" si può ottenere dalle seguenti coppie: scaldiate/etano.
Lucchetti Alterni
Usando "scaldino" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scalda * = dadino; * fidino = scalfì; * modino = scalmo; * assedino = scalasse.
Sciarade incatenate
La parola "scaldino" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: scaldi+dino, scaldi+caldino.
Intarsi e sciarade alterne
"scaldino" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: saldo/cin, salino/cd.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "scaldino"
»» Vedi anche la pagina frasi con scaldino per una lista di esempi.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Scaldino, Veggio, Cecia, Caldanino, Marito, Coppino - Lo Scaldino può essere di rame o di terra cotta. - Il Veggio è sempre di terra cotta, e ambedue servono per iscaldarsi le mani, e alcuni vi pongono su anche i piedi. - La Cecia è di terra cotta, e molto più bassa dello Scaldino. Piatta dalla parte di sotto, si adopera per mettere nel letto appiccata al prete o al trabiccolo. - [Il Caldanino serve solo per iscaldarsi le mani (e magari i piedi e le gambe), ed è sempre di rame, per lo più col manico d'ottone. - Le donne (e più spesso se vedove), con voce di scherzo o che sa di rimpianto o di desiderio, dicono lo Scaldino (sia veggio o caldanino) Marito. - A Pistoja il Veggio è detto Coppino, dalla forma e dalla materia simile a quella dell'orcio (Coppo). Ma chi dicesse Coppino a Firenze si farebbe conoscere Pistojese, e Fiorentino a Pistoja chi dicesse Veggio. G.F.] [immagine]
Braciere, Caldano, Caldanino, Braciajo, Scaldaletto, Scaldino, Veggio, Cecia, Cassetta - Il Braciere è un recipiente, più o meno largo e profondo, o di rame o di ferro, che si tiene nelle grandi stanze dove non sono stufe, per riscaldarle: quelle delle sagrestie si chiamano specialmente Caldani. - Il Caldanino è un vaso di rame, in forma di piccolo orcioletto, con manico in figura di ponte; e vi si mette la brace per iscaldarsi specialmente le mani. - [Braciajo dicono i fornaj toscani quella specie di cassetta di ferro o di latta nella quale ripongono la brace spenta per poi venderla. G. F.] - Lo Scadaletto è un caldanino schiacciato, con coperchio reticolato, e vi si adatta un lungo manico orizzontale, da poterlo mettere nel letto con la brace accesa, passandolo e ripassandolo tra tutti i punti delle lenzuola, finchè non hanno preso il caldo. - Lo Scaldino è una specie di caldanino, ma è di terra cotta: alcuni lo chiamano Veggio. - La Cècia è un veggio molto schiacciato; piatto nel fondo, che si adopera per mettere nel letto, appiccato al trabiccolo o al prete. - La Cassetta è caldanino, ma più elegante, e generalmente d'ottone: ha il coperchio come lo scaldaletto, ma non ha il manico, e si adopera dalle donne per iscaldarsi i piedi. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Caldano, Braciere, Caldanino, Scaldino, Veggio, Ciecia, Scaldaletto, Trabiccolo, Cassetta - «Caldano, vaso di metallo, di terra o di pietra, ove si accende brace per scaldarsi, tondo o d'un quadro bislungo. Il braciere può servire a scaldarsi e a scaldare; è più grande del caldano; nè questo nè quello si possono tenere in mano. Caldanino, vaso o di rame o d'ottone, di forme diverse, portatile, e da tenersi fra le mani e fra le gambe: dicesi anche veggio; e ciecia, quando è di terra. Serve anco per scaldare i letti, appeso ad un ordigno per lo più mezzo sferico, formato di stecche di legname, detto comunemente scaldaletto o trabiccolo. Ma trabiccolo è l'ordigno così detto, e scaldaletto può essere un caldanino tondo e piatto con manico lungo (e coperchio), col quale si scalda il letto facendolo scorrere adagio fra le lenzuola. Scaldino è voce generica; ma d'ordinario gli è men grande del veggio. Lo scaldino delle signore, che è di metallo con coperchio traforato e due pezzi di legno per posarvi i piedi, si chiama cassetta». Meini. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scaldino - S. m. Vaso di rame, o di terra, in cui si tien fuoco ad uso di scaldarsi. (Man.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scalderò, scaldi, scaldiamo, scaldiate, scaldinacci, scaldinaccio, scaldini « scaldino » scaldinone, scaldinoni, scaldinucci, scaldinuccio, scaldo, scaldò, scale
Parole di otto lettere: scaldini « scaldino » scalerai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): liquidino, lividino, invidino, ruvidino, aldino, garibaldino, caldino « scaldino (onidlacs) » riscaldino, teleriscaldino, preriscaldino, surriscaldino, truffaldino, sfaldino, cialdino
Indice parole che: iniziano con S, con SC, parole che iniziano con SCA, finiscono con O

Commenti sulla voce «scaldino» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze