Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scuotere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scuotere

Verbo
Scuotere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è scosso. Il gerundio è scuotendo. Il participio presente è scuotente. Vedi: coniugazione del verbo scuotere.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di scuotere (smuovere, muovere, sbattere, agitare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola scuotere è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: scuò-te-re. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
scuotere si può ottenere combinando le lettere di: [suo, uso] + [certe, cetre, crete]; uro + ceste; [tour, turo, urto] + esce; tue + [corse, creso]; sue + [certo, corte, recto, ...]; [est, set] + cuore; ture + [cose, esco, seco]; osé + truce; [oste, teso] + [cure, ecru]; [eros, orse, reso, ...] + cute; tee + [rusco, scuro]; [sete, tese] + [cuor, curo]; ree + scout.
Componendo le lettere di scuotere con quelle di un'altra parola si ottiene: +una = autocensure; +[bar, bra] = burocratese; +rna = censuratore; +tir = costruirete; +[eri, ire, rei] = curioserete; +dal = edulcoraste; +mal = maestrucole; +mal = mescolature; +cip = occuperesti; +sir = oscureresti; +psi = percuotessi; +pet = percuoteste; +sir = resusciterò; +sei = scuoiereste; +sii = scuoieresti; +sos = scuotessero; +sim = susciteremo; +lob = tubercolose; +[alni, lina] = antiulcerose; +[nati, tina] = autocisterne; +sala = cautelassero; ...
Vedi anche: Anagrammi per scuotere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: scuocere, scuoterà, scuoterò, scuotete.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: scure, suore, suor, sure, sere, cuore, cuor, cute, cure, cote, core, cere, otre.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: scuoterei, scuoterle.
Parole con "scuotere"
Iniziano con "scuotere": scuoterei, scuoteremo, scuoterete, scuoterebbe, scuoteremmo, scuotereste, scuoteresti, scuoterebbero.
Finiscono con "scuotere": riscuotere.
Contengono "scuotere": riscuoterei, riscuoteremo, riscuoterete, riscuoterebbe, riscuoteremmo, riscuotereste, riscuoteresti, riscuoterebbero.
»» Vedi parole che contengono scuotere per la lista completa
Parole contenute in "scuotere"
ere, ter, scuote.
Incastri
Inserito nella parola rii dà RIscuotereI; in rimo dà RIscuotereMO.
Inserendo al suo interno est si ha SCUOTERestE.
Lucchetti
Usando "scuotere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = scuotete; * rendo = scuotendo; * evi = scuotervi; * resse = scuotesse; * ressi = scuotessi; * reste = scuoteste; * resti = scuotesti; * egli = scuotergli; * ressero = scuotessero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "scuotere" si può ottenere dalle seguenti coppie: scusi/isotere, scuola/altere, scuota/attere.
Usando "scuotere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = scuotete; * errai = scuoterai.
Lucchetti Alterni
Usando "scuotere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * aie = scuoterai; * mie = scuotermi; * tiè = scuoterti; * vie = scuotervi; * remore = scuoteremo; * glie = scuotergli.
Sciarade incatenate
La parola "scuotere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: scuote+ere.
Intarsi e sciarade alterne
"scuotere" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: sure/cote.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "scuotere"
»» Vedi anche la pagina frasi con scuotere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per scuotere le coscienze è bene, ogni tanto, denunciare gli orrori della guerra.
  • Per la raccolta delle olive viene usato una macchina vibrante, che col suo scuotere violento, fa cadere i frutti dalla pianta.
  • Per scuotere il tappeto del soggiorno faccio sempre una gran fatica.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Crollare, Scrollare, Scuotere, Squassare, Brandire - Crollare è, più che altro, muoversi in qua e in là, accennando di rovinare, e ciò avviene per forza esteriore. - «La torre crollò, ma non cadde.» A modo di transitivo si usa per Muovere volontariamente in qua e in là, parlandosi specialmente del capo; e suol farsi per atto di disapprovazione. - «Udendo tali parole, crollava il capo.» - Intensivo di Crollare, e con significato di maggiore efficacia, e di istantaneità, è lo Scrollare. - Il mandare qua e là, o su e giù, per forza di braccia, è lo Scuotere; per es.: «Scuoti bene quella tovaglia.» - «Scoteva l'albero per farne cascare i frutti.» - Quando si dice Squassare, si intende uno scuotere più risoluto e più violento. - Il Brandire è l'agitare, quasi minacciando, o arme o altro, che si porti stretto in pugno. - «Si mise tra' nemici, brandendo quella terribile asta.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Scuotere, Agitare, Squassare, Crollare, Conquassare, Scrollare - L'agitare è più lungo e, quasi direi, regolare: lo scuotere più breve ma più risoluto e più forte: perciò l'agitazione fa dubitare, tentennare, sì al proprio che al figurato; la scossa rimuove dal luogo talvolta, dal dubbio, secondo il caso se fisico o morale. Squassare è scuotere qualche cosa con impeto o per ira; o sibbene per rimuoverne i corpi o le particelle eterogenee: un cane che sorte dall'acqua si squassa per rimuoverne da sè quanta più può. Conquassare è quasi fracassare; è rompere o almeno sconnettere la cosa; e può essere per ira come per moto violento e precipitazione naturale. Crollare è attivo e neutro; scrollare, meglio attivo: crolla un edifizio minato dal tempo, o scosso da tremuoto; si crolla la testa per indicare dubbio, negazione; si scrolla un albero per farne cadere a terra i frutti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scuotere - V. a. Muovere e Agitare una cosa violentemente e con moto interrotto, sì che ella si muova in se stessa; e si usa anche n. e n. pass. Aurei Excutere e Decutere.V. anco SCOTERE. Pass. 42. (C) Lo scolajo scosse il dito della sua mano, che ardea, in sulla palma del maestro. Dant. Inf. 31. Non fu tremuoto già tanto rubesto, Che scotesse una torre così forte, Come Fïalte a scuotersi fu presto; Perch'io temetti più che mai la morte. E Purg. 28. E la percossa pianta tanto puote, Che della sua virtute l'aura impregna, E quella poi girando intorno scuote. [Camp.] E 20. Certo non si scuotea sì forte Delo Pria che Latona in lei facesse il nido… (come si scosse il monte). Bocc. Introd. Prima molto col grifo, e poi co' denti presegli, e scosseglisi alle guance. Soder. Colt. 125. Accomandalo ad un palo, sì che, venendo vento, non lo possa scuotere e fracassare. E 127. Taglisi il sermento pien d'uva da serbare, e si attacchi steso in luogo asciutto, senza scuoterlo. Petr. Vit. Imp. Pont. 159. (M.) Il mare quivi presso in modo si scosse, che più che cinquemila uomini v'annegarono.

[Cont.] Stat. Sen. Lan. I. 271. E neuno… possa pelare nè fare pelare, nè scuòtare, nè scarnare, nè fare scuòtare o vero scarnare alcuna pelle, nè fare nè far fare alcuna cosa che pertenga all'arte del coiame, de la piscina nuova in su. Imp. St. nat. X. 9. Se nelli detti machinamenti, che nello aperto stanno, si scuote e trema la terra, si puote argomentare quanto ciò maggiormente avvenga in quelli che sotterra si fanno.

2. Trasl. Segner. Pred. Ap. 6. 2. (M.) Nessun di tali turbini valse punto a scuotere nella Chiesa la sua concordia.

3. Per Levarsi da dosso, Rimuovere da sè. Amm. Ant. 22. 2. 7. (C) I vizii nostri, perocchè noi gli amiamo, gli difendiamo, e piuttosto gli vogliamo scusare che scuotere.

4. [Camp.] Fig., per Rimuovere da sè, e sim. D. 3. 1. Tu stesso ti fai grosso Col falso immaginar, sì che non vedi Ciò che vedresti se l'avessi scosso. = Sen. ben. Varch. 6. 32. (C) Parti egli che tu debbi dargli poco, e fargli piccolo benefizio, se tu gli scoterai da dosso la stolta fidanza, che egli ha, di dover sempre essere possente!

5. Per Liberarsi. Purgarsi. Franc. Barb. 139. 2. (C) E conoscer nol puote Chi sè del falio ben prima non scuote. Petr. Canz. 9. 4. part. I. Scìolse l'alma, e scossa l'ave Da catena sì grave. Cas. Son. 45. Or di lui (dell'imo terreno) si scosse in tutto e scinse Sua candid'alma.

6. Altra fig. sim. Petr. Son. 162. part. I. (C) Che quando io sia di questa carne scosso, Sappia 'l mondo che dolce è la mia morte. E Son. 54. part. II. Or hai spogliata nostra vita, e scossa D'ogni ornamento. Tass. Amint. 1. 2. (M.) Ed altrettante (volte) il verno ha scossi i boschi Delle lor verdi chiome.

7. [Val.] † Riscuotere. Chiabr. Lett. 79. La sua lettera mi ha trovato involto in alcuni affari di scuotere e di pagare. E 82. Sono stato su scuotere e su sborsare. E 108. Scuotesse questa moneta in Firenze. T. Lo dicono nel Ven.

8. Scuotersi, per Commuoversi per sorpresa che turbi. Dant. Purg. 9. (C) Non altrimenti Achille si riscosse, Gli occhi svegliati rivolgendo in giro, E non sapendo là dov'ei si fosse… (quando fu trasportato a Sciro) Che mi scoss' io sì come dalla faccia Mi fuggio 'l sonno, e diventai smorto, Come fa l'uom che spaventato agghiaccia. Maestruzz. 2. 36. S'io il tengo (il cherico) poco tempo per forza, eziandio che egli si scuota e turbisi, ma senza percuoterlo, credo ch'io non sia iscomunicato.

9. Scuotersi, per Far forza contro, Mostrarsi scontento. T. Non com. Più com. in questo senso Si storce, o neut. Storce. = Franc. Sacch. Nov. 147. (M.) Dicono: questo che è? noi vogliamo vedere le brache,… Quelli si scuote un poco, un altro alza subito, e dice: egli ha piene le calze d'uova. Cecch. Dot. 2. 5. Ha detto, che gli ha parlato, e che e' si scuote, perchè la gli par poca dota.

Tu puoi scuotere, ecc., vale Tu puoi dire, fare ciò che tu vuoi, Tu puoi fare ogni sforzo. Nov. ant. 6. 5. (C) Non era neente, ch'elli lo dicessi loro, e così li proffersero moneta: e' potevano scuotere (così in alcun testo a penna; nello stampato mancano le parole: e' potevano scuotere). Varch. Ercol. 76. Se alcuno chiama un altro, e il chiamato o non ode, o non vuole udire…, si dice al chiamante…: tu puoi scuotere, che è su buon ramo.

10. Altri modi.

Farsi scuotere, vale talora Farsi batter l'abito, e Toglierne la polvere, o altra bruttura. Non com. Franc. Sacch. Nov. 159. (M.) Andate a farvi scuotere, e poi tornate; che voi siete pieno di ragnateli.

11. [Val.] Scuotere il cimiero della superbia. Rintuzzare l'orgoglio, la superbia. Crudel. Rim. 103. Valerio il giovinetto a quell'altero Della superbia scoterà il cimiero.

12. Fig. [Val.] Scuotere i panni. Battere, ecc. Fag. Rim. 6. 170. Ecco il pedante, che gli scuote i panni.

13. [Val.] Scuotere la soggezione. Voler esser libero. Fag. Rim. 3. 66. Per chi scuoter vuol la soggezione, Più di questo non c'è luogo preciso.

14. Scuotere la polvere ad alcuno, per metaf., vale Bastonarlo, o Strapazzarlo con fatti e con parole. (M.) V. POLVERE, § 15.

15. Scuotere la testa, vale Negare di fare checchessia. Buon. Fier. 1. 1. 2. (C) In grazia io non dirò nè dell'amico, Nè del parente, ch'io scotea la testa.

16. Scuotere le busse, le bastonate, e sim., vagliono Non curarle, Non farne caso. Malm. 10. 36. (C) Le bastonate non gli fanno fiato, Ch'e' non l'ha a briga tocche, ch'e' l'ha scosse. E 11. 44. Ma perchè quelle scuote come i cani, Gli scarica il suo solito archibuso.

[G.M.] Serd. Prov. Scuoter le busse come il cane, o come i cani; Non curar le percosse.

[T.] Senso corp. pr. T. La casa si scuote, o per terremoto o per altro movimento violento. Se le pareti o il solaio deboli, a camminar forte, tutto si scuote.

T. Segnatam. di terremoto. Minz. Son. Quando Gesù coll'ultimo lamento Schiuse le tombe e la montagna scosse. – Onde del terremoto che scuotono senza rovesciare. la seconda volta scosse più forte.

Altro moto. T. Prov. Tosc. 89. Ogni vento non scuote il noce (delle avversità). [Pol.] Parin. Matt. 7. 65. Fûr visti alto volando (gli alati ministri d'Amore) Scoter le piume. T. Quand' han preso il volo, non le scuotono, ma le tengono aperte e ferme.

T. Chiabr. Amedeide, Cant. 7. Allor scote le briglie, e picca il fianco. (Scotendogli le briglie sul collo, lo incita al corso). Vang. Scuotersi la polvere da' calzari uscendo d'una città, d'una casa, Non ci voleva aver parte, Ricusare ogni consorzio e mallevería del male. Cr. 3. 6. La stoppa agevolmente si toglie, poichè sarà macerata nell'acqua, e lavata e scossa, e poscia seccata. E 168. Poi con mazzi di legno se ne scuote il seme.

Fam. di cel. T. A pigliarlo o scuoterlo, non gli cascherebbe nulla (di chi non ha un soldo).

II. Rifl. T. D. 2. 24. Che andate pensando sì voi sol tre? Subita voce disse: ond'io mi scossi, Come fan bestie spaventate e poltre (puledro inesperto che vanos horret strepitus, Virg.). – Si scosse tutto (Quello che i Fr. Tressaillir, noi possiamo Scuotersi, Riscuotersi, Dare un balzo, fam. Fare un salto).

T. Scuotersi dal sonno. E att. Scuotere il sonno, più o meno deliberatam., con più o meno sforzo o vigore.

III. T. Bello il modo invece di Scuotersi per febbre, Scuotere una febbre; dicesi segnatam. quand'è alquanto grave. Ha scosso più febbri in un mese.

IV. T. Col Da, del levare da sè con più o men forza, e respingere più o men lontano. D. 1. 14. Senza riposo mai era la tresca Delle misere mani, or quindi or quinci Iscotendo da sè l'arsura fresca (degli usurai che paravano da sè le sempre nuove fiamme pioventi).

T. Virg. Quali muggiti fa il toro, quando, ferito, scappa dall'altare, e che ha scossa dal collo la non ben vibrata scure. Ales. Manz. Il suo destriero Imbizzarrì; giù dall'arcion nell'onda Lo scosse: armato gli era, e più non salse. Virg. Excutit effunditque solo.

Ass. T. Scuotere il giogo, il freno, anche fig.

V. Sim. fig. fam.; ma può, ben usato, cadere anco nello stile più eletto. Scuoterle come i cani (non sono le busse, ma le riprensioni. gli affronti, le punizioni). Più ass. per ell. Le scuote, dice noncuranza, stupida o invereconda.

VI. Altro modo fig. T. Scuoter le spalle, è in parte il contr. di Stringersi nelle spalle, Piegarle, Curvarle; vale Non accogliere la proposta, l'ingiunzione, mostrarsi renitente, resistere. [Giust.] Serd. Stor. Ind. 8. 45. Dapprima i Dabulesi scotevano le spalle; di poi, spaventati… diedero amendue le galere.

VII. Trasl. [Pol.] Porz. Cong. Bar. lib. 3. In quante maniere l'hanno posta (la Chiesa) e dispogliata e Goti e Vandali. T. Vandali, popolo immortale, ma non quanto la Chiesa). – Scuotere fortemente, anco nel pr.; Aspramente e sim, nel trasl. in specie. Un impero, Una società, Una famiglia.

VIII. Nel pr. ma poi anche nel trasl. T. Scuotere i nervi. Scuotersi tutto.

T. Scuotere e Scuotersi dal sonno, dal letargo, dal torpore.
T. Scuotere la dimenticanza, La negligenza. Scuotersi dalla…, può essere momentaneo.
T. Scuotersi d'un popolo, e di nobile operosità, e di generosi affetti, e appassionato movimento.

IX. In sim. senso, ass. T. Non si scuote. Nulla lo scuote. Parola che lo scosse. Parole da scuoterlo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scuotendo, scuotendola, scuotente, scuoterà, scuoterai, scuoteranno, scuoterci « scuotere » scuoterebbe, scuoterebbero, scuoterei, scuoteremmo, scuoteremo, scuotereste, scuoteresti
Parole di otto lettere: scuoterà « scuotere » scuoterò
Lista Verbi: sculettare, scuoiare « scuotere » scurire, scusare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): prepotere, contropotere, sottopotere, superpotere, isotere, percuotere, ripercuotere « scuotere (eretoucs) » riscuotere, diptere, periptere, monoptere, vertere, estere, poliestere
Indice parole che: iniziano con S, con SC, iniziano con SCU, finiscono con E

Commenti sulla voce «scuotere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze