Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «stabilire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Stabilire

Verbo
Stabilire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è stabilito. Il gerundio è stabilendo. Il participio presente è stabilente. Vedi: coniugazione del verbo stabilire.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di stabilire (decretare, deliberare, sancire, decidere, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola stabilire è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: sta-bi-lì-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: liberasti, liberista.
stabilire si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): sir + [albite]; tris + [abile]; [siti] + berla; [irti] + [balse]; [iris] + beltà; [stiri] + [albe]; liti + serba; [lisi] + berta; [listi] + [bare]; litri + base; [est] + [barili]; [ter] + sibila; [site] + libra; [resti] + [albi]; [lesti] + bari; riel + basti; bit + [relais]; bis + [alteri]; ibis + altre; bistri + alé; libri + [aste]; bel + [istria]; bei + [strali]; [isbe] + [altri]; brie + [lista]; [ribes] + [alti]; [beli] + [astri]; ...
Componendo le lettere di stabilire con quelle di un'altra parola si ottiene: +osa = abilitassero; +tee = abilitereste; +tiè = abiliteresti; +gal = balestriglia; +gel = balestriglie; +ito = batteriolisi; +gas = bersagliasti; +mat = bimestralità; +[adì, dai, dia] = disabilitare; +[adì, dai, dia] = disabiliterà; +[dio, odi] = disabiliterò; +[ade, dea] = disalberiate; +ace = esecrabilità; +fui = filibusteria; +mie = imbestialire; +[ami, mai, mia] = imbestialirà; +mio = imbestialirò; +ogm = imbrogliaste; +una = insaturabile; ...
Vedi anche: Anagrammi per stabilire
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: stabilirà, stabilirò, stabilite.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: stabile, stai, stare, star, stili, stile, stie, salire, sali, sale, sili, sire, tabe, tali, tale, tare, abile, bilie, bile.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: stabilirei, stabilirle, stabilirne.
Parole con "stabilire"
Iniziano con "stabilire": stabilirebbe, stabilirebbero, stabilirei, stabiliremmo, stabiliremo, stabilireste, stabiliresti, stabilirete.
Finiscono con "stabilire": prestabilire, ristabilire.
Contengono "stabilire": ristabilirei, prestabilirei, ristabiliremo, ristabilirete, prestabiliremo, prestabilirete, ristabilirebbe, ristabiliremmo, ristabilireste, ristabiliresti, prestabilirebbe, prestabiliremmo, prestabilireste, prestabiliresti, ristabilirebbero, prestabilirebbero.
»» Vedi parole che contengono stabilire per la lista completa
Parole contenute in "stabilire"
ili, ire, sta, bili, lire, tabi, abili, stabili. Contenute all'inverso: eri.
Incastri
Si può ottenere da stare e bili (STAbiliRE).
Inserito nella parola rii dà RIstabilireI; in rimo dà RIstabilireMO; in premo dà PREstabilireMO; in prete dà PREstabilireTE; in presti dà PREstabilireSTI.
Inserendo al suo interno est si ha STABILIRestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "stabilire" si può ottenere dalle seguenti coppie: stabiliamo/amore, stabilii/ire, stabilimenti/mentire, stabilimento/mentore, stabilita/tare.
Usando "stabilire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: spostabili * = spore; attestabili * = attere; intestabili * = intere; * rete = stabilite; * reti = stabiliti; incontrastabili * = incontrare; * evi = stabilirvi; * resse = stabilisse; * ressi = stabilissi; * reste = stabiliste; * resti = stabilisti; * ressero = stabilissero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "stabilire" si può ottenere dalle seguenti coppie: stabilita/atre, stabilito/otre.
Usando "stabilire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = stabilita; * erte = stabilite; * erti = stabiliti; * erto = stabilito; * errai = stabilirai.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "stabilire" si può ottenere dalle seguenti coppie: astabili/rea, testabili/rete.
Usando "stabilire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * testabili = rete; rete * = testabili.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "stabilire" si può ottenere dalle seguenti coppie: stabilii/rei, stabilisse/resse, stabilissero/ressero, stabilissi/ressi, stabiliste/reste, stabilisti/resti, stabilite/rete, stabiliti/reti.
Usando "stabilire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tare = stabilita; spore * = spostabili; * amore = stabiliamo; * aie = stabilirai; * mie = stabilirmi; * tiè = stabilirti; * vie = stabilirvi; attere * = attestabili; intere * = intestabili; * remore = stabiliremo; * mentore = stabilimento; incontrare * = incontrastabili.
Sciarade incatenate
La parola "stabilire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: stabili+ire, stabili+lire.
Intarsi e sciarade alterne
"stabilire" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: star/bilie.
Frasi con "stabilire"
»» Vedi anche la pagina frasi con stabilire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • E' necessario stabilire l'orario preciso in cui ci sarà il meeting.
  • E' bene stabilire in anticipo regole chiare e condivise, per evitare futuri spiacevoli contenziosi.
  • Per il successo del concorso è opportuno stabilire delle regole ben precise prima di farlo partire.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Deliberare, Stabilire, Giudicare, Decidere, Risolvere - Nel deliberare la questione è agitata; stabiliti i fatti principali, gli argomenti, le ragioni, facilmente si risolve; si giudica allora in cognizione di causa e la decisione non può essere che giusta. A deliberare ci va tempo e pacatezza d'animo; a stabilire, accortezza e fermezza; a risolvere, cognizione e prudenza; a giudicare, rettitudine, studio sufficiente e imparzialità; a decidere, mente sintetica, colpo d'occhio fino ed esercitato, equità e mandato. Il male si è che il più delle volte le deliberazioni sono insufficienti o pregiudicate; che le cose stabilite non si eseguiscono; le risoluzioni sono o precipitate o imprudenti; i giudizii avventati, parziali o maligni, e le decisioni pronunziate alla cieca o da chi non ha autorità sufficiente. [immagine]
Ordinare, Disporre, Regolare, Stabilire; Ordinato, Regolato, Disposto, Stabilito - Ordinare, mettere in ordine; disporre, mettere in sesto; regolare, dar norma e regola; stabilire è disporre e anco ordinare e regolare in modo permanente e stabile; ciò che è stabilito deve farsi; ciò che è regolato deve camminare senza impedimento; ciò che è ordinato non presenta confusione; ciò che è disposto apparisce in bella mostra. Ognuno di questi vocaboli ha qualche altro significato per cui non riescirebbero più affini tra di loro come in questo, e che si troveranno perciò in altri articoli. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Stabilire - e † STABOLIRE. V. a. e N. ass. Statuire, Deliberare, Ordinare. Stabilio, nel senso gen., in Cic. – G. V. 2. 10. 2. (C) Stabilì per decreto che sempre fosse di santa Chiesa Romana. Dant. Par. 32. Che per eterna legge è stabilito Quantunque vedi. Nov. ant. 64. 3. E allora lo comune di Roma stabilìo che niuno padre per innanzi dovesse menare suo figliuolo a consiglio. Borgh. Mon. Fior. 197. (M.) Notai già in una consulta del Senato… che si dà certo ordine intorno alla moneta d'ariento, e si stabilisce, ovver si nomina particularmente la lega di once undici e denar quindici.

2. Per Deputare, Destinare. Dant. Inf. 2. (C) Fûr stabiliti (Roma e l'impero) per lo loco santo, U' siede il successor del maggior Piero. Vit. Barl. 11. (M.) Quando il Re fue rivenuto al suo palagio, sì mandò quello trombadore, il quale era stabilito a quel mistiero.

3. Per Assegnare, Promettere, Obbligarsi di dar checchessia per dono, o mercede. Nov. ant. 2. 6. (C) Quando io vi dissi del cavallo, cosa così maravigliosa, voi mi stabiliste dono d'un mezzo pane per dì, e della pietra; quando io vi dissi dello verme, voi mi stabiliste un pane intero.

4. Per Porre, Collocare. Tes. Br. 1. 12. (C) Quelli ch'ebbe nome Lucifer, a cui Iddio avea fatto tanto onore, che l'aveva stabilito sopra tutti gli altri, elli montò in orgoglio. Vit. Barl. 23. (M.) Avvenne che uno degli angioli, che era stabilito sopra una delle celestiali virtudi, si volse di bene in male. Stor. Barl. 103. (Man.) E le chiese, ch'egli avea fatte fondare, fece dificare, e stabolirvi un arcivescovo.

5. Per Risolvere. Car. Lett. 2. 57. (M.) Mi basterà d'aver per rato tutto che stabilirai per lor consiglio. Malm. 9. 13. Non prima stabilì l'andare in guerra, Che vedesti, più presto ch'io nol dico, Un leva leva a un tratto, un serra serra, Ed ir correndo contro all'inimico.

6. Vale anche Risolvere di comune consentimento, Concertare. Guicc. Stor. 18. 71. (M.) Il Vicerè si era partito di Firenze per condursi a lui, e per stabilire tutte le cose che fossero necessarie. Fir. Disc. an. 53. Noi ci siamo accorti che ogni volta che noi andiamo a bere alla fonte di Rimaggio, tu fai di noi quel macello che tu vuoi; e però tutti d'accordo abbiamo stabilito di non andarvi più.

7. Per Determinare lo stato della questione, il significato della parola, e sim. Borgh. Orig. Fir. 31. (C) Mal si può trattare delle conseguenze delle cose, se le parti reali non sono innanzi chiaramente ferme e stabilite.

8. Per Metter in piedi, Dar voga, Far adottare, e sim. Segner. Sett. Princ. illus. 6. 2. (M.) È più difficile lo stabilir la virtù, che non è lo sterpare i vizii. E Crist. instr. 3. 31. 5. (Man.) Si scredita l'evangelio, si deride la fede, si deifica la fortuna, si stabiliscono le massime che servono di base all'ateismo. E appresso: In qual altra occasione riesce mai meglio al mondo di stabilire i suoi dogmi, che in questa delle commedie?

9. Per Confermare. Car. Lett. 2. 262. (Man.) E poichè con ciascuno di voi avrà fatto quel che m'ha promesso, per mettermi, o per istabilirmi nella grazia vostra, vi prego a mantenermi nella sua. [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 78. Nutriamo la Fede con le sante cantilene, innalziamo la speranza, stabiliamo la fiducia, e nondimeno anche con reiterati ricordi inculchiamo la dottrina dei maestri.

10. [Cont.] Fermare cosa che si muove. Matt. Disc. Diosc. I. 100. Stabilisce (la mirra) i denti smossi, e strigne le gengive, lavandosene la bocca con vino ed olio insieme. E. V. 764. N'empiono (del cinabro) alcuni vasi di stretta bocca fatti di terra, e gli serrano con creta, e voltangli con la bocca verso terra sopra un altro vaso quasi simile, sepolto in terra del tutto, ed illutangli la bocca, e con la terra medesima lo stabiliscono che non può cascare; e così a vaso per vaso, con certo ordine, ne ordinano assai quantità, mettendo l'uno poco lontano dall'altro. Sod. Arb. 111. Si deono ancora scalzare e lavorare attorno gli arbori con le viti appioppate, perchè, lasciandovi sodo, fanno men frutto; e ciò rammorbida il suolo, fa rassodar le piante, e stabilirle in sul terreno.

11. Parlandosi di vino, vale Fermarlo, Far sì che non giri, che si mantenga. Non com. – Soder. Colt. 75. (Man.) E quando tu pensi ch'egli abbia bollito, e sia presso che chiaro, e tu l'imbotta così vergine, affinchè nella botte egli si risenta un pochetto, e vi grilli qualche dì, che questo stabilirà il vino, e lo farà scarico di colore.

12. Stabilire, per Intonacare de' muri o d'altro. Non usit. – Benv. Cell. Oref. 132 (M.) Con detta terra, stemperata in guisa di calcina, si debbe stabilire tutto questo secondo fondo della fornace, ma porvela sottilmente.

13. (Mar.) [Fin.] Stabilire le vele. Spiegarle e bracciarle in modo che facciano l'ufficio loro.

14. N. pass. e trasl., per Porsi, Mettersi, Guicc. Stor. 16. 773. (M.) Chi non si risolveva ad armarsi, era necessitato di accordarsi con loro, e porgergli danari, che non era altro che essere instrumento di liberargli da tutte le difficoltà, e stabilirsi da se medesimo in perpetua suggezione.

15. Stabilirsi, per Stanziare, Prender dimora. Vinc. Mart. Rim. 44. (Man.) Ben vide il glorïoso augel di Giove, Che senza noi si stabiliva indarno Fra gl'Italici campi, ov'or s'annida.

16. Stabilirsi, per Confermarsi. Segner. Pred. Pal. Ap. 10. 3. (M.) Più che gli Apostoli lo dissuadevano dal tornare nella Giudea sotto il pretesto delle pietre là poste in ordine per lapidarlo, più si stabilì di ritornarvi.

17. Stabilirsi, per Procacciarsi, Assicurarsi. Car. Lett. 1. 174. (M.) Non solo mi pare d'avermi di nuovo guadagnata la grazia sua, e della signora sua madre, ma stabilitomi con essa quella della signora Marchesa del Vasto.

[T.] Nel signif. più prossimo all'origine, Stabilire corrisponde in parte al fr. Organiser; e però inchiude anche l'idea di Ordinare. Tass. Gerus. 1. 84. Ma quando il re fe' di Sion l'acquisto, E vi cercò di stabilir la sede, Scemò i pubblici pesi a' suoi Pagani, Ma più gravonne i miseri Cristiani. Prov. Salom. Il Signore nella sapienza fondò la terra, e stabilì i cieli nella provvidenza. [G.M.] Segner. Mann. Apr. 17. Pretendono di atterrare quell'alta mole sulla quale Cristo stabilì la sua Chiesa, che è l'unità, non che la semplice unione. E Giugn. 29. Questa Chiesa…, nella quale tu ti ritrovi, è stabilita sopra un gran fondamento, su quello degli Apostoli e de' Profeti. (Ap. Superaedificati super fundamentum Apostolorum et Prophetarum.) E Quares. 33. 1. Quella politica che si fonda, non ne' dettami della onestà, ma nelle suggestioni dell'interesse, è un'arte, quanto perversa, altrettanto inutile, e la quale anzi, in cambio di stabilire i principati, gli estermina; in cambio di arricchire le famiglie, le impoverisce.

[G.M.] Stabilire una cattedra, un posto di maestro.

II. T. Per estens. F. Zanotti. Stabilire un sistema – Stabilire norme, regole. Stabilire le massime – Stabilire con leggi, con ordinamenti.

[Pol.] Imit. Cr. 1. 2. 2. Qui (nel gran desiderio di sapere) si trova un grande inganno; e la mente non si può stabilire, ma è tratta in diverse parti. [G.M.] Segner. Mann. Genn. 27. Procura bene di stabilirti nell'animo un tal principio, e di persuaderti esser tanto vere queste proposizioni, quanto è vero il misterio della santissima Trinità.

III. [G.M.] Di patto, o sim. Segner. Quares. 3. 4. Amico, io voglio stabilir teco un patto. T. Gli stabilirono trenta danari. Stabilirono il prezzo di centomila lire. [G.M.] Stabilire il salario, l'onorario.

IV. Determinare, Risolvere. T. Car. En. XII. Più non ponno i Teucri Da quel ch'è patteggiato e stabilito, Se non se per viltà, ritrarsi omai. Buonarr. Fier. 183. 2. Accoccarla ho stabilito a tutti. Fag. Commed. 1. 356. Io stabilii questa cosa sur un altro supposto; il qual mancando per questo abbindolamento, tutto il resto è nullo – Stabilire in cuor suo, nella propria mente.

T. Col Che. Stabilì che sarebbe andato a trovarlo nella prossima estate. Stabilirono che si sarebbero ajutati scambievolmente.

T. Col Come. Men freq. Stabilirono come il danaro preso a imprestito, avrebbe dovuto essere restituito in tre rate.

T. Col Di. Stabilimmo di secondare i suoi sforzi. Ho stabilito di fermarmi costà. Ha stabilito di non stabilir nulla.

T. Ass. È stabilito. Ho stabilito così, Lat. Statutum est; Stat sententia; e anche Stat, senza altro. Cic. Majores ita constituerint.

V. Nel seg. si avvicina al signif. di Prescrivere, Ingiungere. T. Vang. Fecero come stabilì ad essi Gesù. Andarono al monte, dove glielo aveva stabilito Gesù.

VI. Del Fermarsi ad abitare stabilmente in un luogo. Stabilirono la loro dimora in Roma. E anche dicono: Son iti a stabilirsi a Milano. Ha in animo d'andare a stabilirsi a Venezia. Più schietto: Andare a stare, a abitare, Tornare, e sim.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: stabilimenti, stabilimento, stabilimmo, stabilirà, stabilirai, stabiliranno, stabilirci « stabilire » stabilirebbe, stabilirebbero, stabilirei, stabiliremmo, stabiliremo, stabilireste, stabiliresti
Parole di nove lettere: stabilirà « stabilire » stabilirò
Lista Verbi: sragionare, srotolare « stabilire » stabilizzare, staccare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): impermalire, salire, trasalire, risalire, assalire, riassalire, inorgoglire « stabilire (erilibats) » prestabilire, ristabilire, indocilire, annichilire, ingentilire, incivilire, rinvilire
Indice parole che: iniziano con S, con ST, iniziano con STA, finiscono con E

Commenti sulla voce «stabilire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze