Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «tutori», il significato, curiosità, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Tutori

Informazioni di base
La parola tutori è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: tu-tó-ri. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con tutori per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non ho mai considerato la figura dei tutori necessaria.
  • Dopo l'incidente, per poter svolgere meglio i soliti movimenti, gli sono stati applicati due tutori.
  • Il ragazzo è stato dimesso dall'ospedale e viene affidato ai suoi tutori.
Citazioni da opere letterarie
Nelle nebbie del tempo di Lanfranco Fabriani (2005): Mariani lo guardò con quella che sperava fosse una faccia da poker d'assi e si decise a sputare parte della verità. — Fabris, il direttore è stato costretto a prendere un breve periodo di riposo perché era stanco in modo preoccupante. Non lo abbiamo detto in giro perché abbiamo preferito non comunicarlo ai nostri tutori politici. Capisci cosa intendo. Sai che al minimo nonnulla si lasciano prendere subito dal panico ed entrano in paranoia. Non intendo disturbare il direttore a meno che non sia indispensabile.

Carthago di Franco Forte (2009): «Uhm...» fece Versilio scrutando con occhio critico le formazioni romane dispiegate sul campo di battaglia. Come aveva imparato dai suoi tutori, Publio aveva disegnato con cura gli schieramenti contrapposti, mettendo in evidenza i reparti di fanteria da quelli di cavalleria. E altrettanto aveva fatto con il nemico, usando dei simboli nuovi per indicare i poderosi elefanti che i cartaginesi usavano per spaventare e disorientare i loro avversari.

La Madonna d’Imbevera di Cesare Cantù (1878): I tutori suoi, bramosi di ravviare al più presto la casa, lo richiamarono che appena finiva i vent'anni e gli avevano già predisposta una moglie, nella cui scelta, sebbene avessero consultato tutt'altre convenienze che quelle che importano acciocchè due conjugi sieno un all'altro sostegno, consolazione, conforto; dovea però, per una vera fortuna, riuscire quel meglio che potesse desiderarsi, accoppiando ricchezze, beltà, squisito intendimento e quella soavità di carattere che tanto contribuisce alla felicità propria ed all'altrui.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per tutori
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: autori, tumori, tutoli, tutore.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: autore.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: tutor.
Altri scarti con resto non consecutivo: tuoi, turi.
Parole con "tutori"
Iniziano con "tutori": tutorial, tutoriale, tutoriali.
Finiscono con "tutori": protutori, istitutori.
Parole contenute in "tutori"
ori, tori, tutor.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "tutori" si può ottenere dalle seguenti coppie: tucul/cultori, ture/retori, turo/rotori, tutolo/lori.
Usando "tutori" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: potuto * = pori; statuto * = stari; * orioli = tutoli; * oriolo = tutolo; * iati = tutorati; * iato = tutorato; servitù * = servitori.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "tutori" si può ottenere dalle seguenti coppie: tuta/attori, tutele/elettori.
Usando "tutori" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * irosi = tutsi; * irraggi = tutoraggi; * irraggio = tutoraggio.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "tutori" si può ottenere dalle seguenti coppie: tuo/torio, tute/torite, tutoli/orioli, tutolo/oriolo, servitù/servitori.
Usando "tutori" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * retori = ture; * rotori = turo; * cultori = tucul; * tutoli = orioli; * tutolo = oriolo; tutoraggi * = raggiri; stari * = statuto; * raggiri = tutoraggi.
Sciarade incatenate
La parola "tutori" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: tutor+ori, tutor+tori.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "tutori" (*) con un'altra parola si può ottenere: sara * = saturatori; vipera * = vituperatori.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: È il tutore di Rosina ne Il barbiere di Siviglia, Non dicono tutta la verità, Tutolo della pannocchia, Pianta con i tutoli, Non tutte hanno le piume.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: tutoraggi, tutoraggio, tutorale, tutorali, tutorati, tutorato, tutore « tutori » tutorial, tutoriale, tutoriali, tutrice, tutrici, tutsi, tutta
Parole di sei lettere: tutoli, tutolo, tutore « tutori » tycoon, ubbidì, ubertà
Vocabolario inverso (per trovare le rime): perlocutori, interlocutori, coadiutori, collutori, solutori, risolutori, assolutori « tutori (irotut) » istitutori, protutori, cuori, rubacuori, giustacuori, telecuori, batticuori
Indice parole che: iniziano con T, con TU, parole che iniziano con TUT, finiscono con I

Commenti sulla voce «tutori» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze